Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astrofisica e Cosmologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 20-01-12, 07:21   #681
satomi
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Perplessità sulla teoria del Big Bang

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Per carità, forse sarò io ad essere "sbagliato"
Siamo almeno in due
  Rispondi citando
Vecchio 20-01-12, 07:26   #682
satomi
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Perplessità sulla teoria del Big Bang

Quote:
Marius1936 Visualizza il messaggio
Qualcuno lo sa secondo te..?
Beh.... c'è gente che nella sua vita studia proprio le origini del sistema solare e della terra, e quindi credo che ci sia qualcuno che ne sa qualcosa in più di noi... non capisco che senso abbia calcolare l'energia che ci va per passare dall'orbita di Roche alla nostra... proprio non ne capisco il senso

Piuttosto, perchè non provi a calcolare quanti fotoni devono schiantarsi contro la terra per mantenerla in rotazione così come la osserviamo per unità di tempo? Sarebbe sicuramente più utile

Quote:
Marius1936 Visualizza il messaggio
Soltanto con un complesso formalismo matematico che combini le equazioni di Maxwell e la fisica non lineare che, come ho gia' detto, non è alla mia portata....Io confido piu' che altro nei nuovi "run" di LHC...
Le equazioni di Maxwell non vanno bene, Marius. L'elettromagnetismo non è classico, è quantistico, ed è descritto dalla teoria dei campi attraverso la QED del modello standard.
Anche se, ovviamente, per moltissime applicazioni Maxwell è più che sufficiente.

Come potrebbe, secondo te, LHC trovare conferme/smentite della tua teoria? Che cosa pensi che venga fuori?
  Rispondi citando
Vecchio 20-01-12, 07:43   #683
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 10,204
Predefinito Re: Perplessità sulla teoria del Big Bang

Quote:
satomi Visualizza il messaggio
Piuttosto, perchè non provi a calcolare quanti fotoni devono schiantarsi contro la terra per mantenerla in rotazione così come la osserviamo per unità di tempo? Sarebbe sicuramente più utile ...
Per "mantenerla" in rotazione non ce n'è bisogno ...
Forse volevi dire "metterla" in rotazione ...

P.S. Devo o no assolvere il mio ruolo di "peluovista" ?...
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 20-01-12, 09:05   #684
satomi
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Perplessità sulla teoria del Big Bang

No forse non mi sono spiegato bene.

Se per Marius la gravità è un effetto elettromagnetico (essenzialmente trasferimento di quantità di moto dei fotoni) allora la terra che orbita attorno al sole deve ricevere gli impulsi giusti in modo tale che la terra ruoti nel modo in cui osserviamo, altrimenti andrebbe dritta (se non è così non ho capito la sua teoria).

Mi chiedevo se aveva provato a fare il conto del numero di fotoni necessari.....
  Rispondi citando
Vecchio 20-01-12, 09:10   #685
Marius1936
Utente Esperto
 
L'avatar di Marius1936
 
Data di registrazione: Jun 2007
Messaggi: 1,621
Predefinito Re: Perplessità sulla teoria del Big Bang

Sono in ufficio e se mi scoprono mi licenziano...
Appena torno rispondo a tutti...
__________________
Marius 1936

http://marius-gravity.blogspot.com/
Marius1936 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 20-01-12, 16:00   #686
Marius1936
Utente Esperto
 
L'avatar di Marius1936
 
Data di registrazione: Jun 2007
Messaggi: 1,621
Predefinito Re: Perplessità sulla teoria del Big Bang

Ekkime...Che c....di giornata.

Andiamo per ordine. .....Questo articolo mi pare molto interessante...Mi piacerebbe che si concentrasse l'attenzione su quella che per Rovelli e Smolin è la struttura dello spazio - tempo...Occhio anche alle "sfumature" perchè secondo me dice meno di quello che pensa realmente....
http://www.scribd.com/rclark7083/d/3...uantum-Gravity

Esattamente come dici Satomi... Sul numero di fotoni intendi l'intensita' del fascio ?

Rispetto all'orbita di Roche avrei potuto scegliere un qualunque altro path (purche' "verosimile"). Chissa' quanti altri modelli, magari, piu' realistici si potrebbero ideare....Averne di tempo e mezzi... Per esempio io non ho idea delle "discrepanze" che ci sono rispetto alla teoria "standard" del moto di recessione delle galassie o delle anomalie gravitazionali di alcune galassie a spirale...So che della "materia" che costituisce l'universo pare che il 75% sia energia oscura, il 20% materia oscura e solo il 5% materia "nota" alle cronache (fa 100 % Mizarino ? ) Mi piacerebbe fare lo stesso calcolo della massaia con qualche dato, anche solo per curiosità.....

Delle equazioni di Maxwell conosco solo la forma "compatta" Satomi, ne le ho mai sviluppate o visto sviluppare....Quindi non saprei...Credo di poter affermare (e qui vengo anche al perchè mi interessa LHC), che se si vuol essere rigorosi bisogna utilizzare equazioni di campo non lineari (i famosi "solitoni")
http://www.ejtp.com/articles/ejtpv3i10p39.pdf
ma è molto complicato, per cui mi sta bene, in prima approssimazione, la ragnatela di spin alla Rovelli (io marco la differenza sul fatto che lui continua comunque a parlare di spazio - tempo anche se in un passaggio mi pare che affermi che il tempo, in realta' è ininfluente sulla "chiusura" dei loops).

Dunque perchè "aspetto al varco" LHC ? Perchè penso a un unico meccanismo sia nel micro che nel macro cosmo e condizione necessaria perchè tutto questo "baraccone" funzioni è che le particelle elementari siano delocalizzate in funzioni d'onda (altrimenti implosione dei vacua/nulla < 10^-35 m), non puramente matematico/stocastiche ma come vere e proprie onde fisiche di massa/energia che appartengono ai campi di cui sono "stati di eccitazione", i solitoni, appunto.
Se questo è vero, all'aumentare dell'energia degli acceleratori di particelle quel famoso diagramma della sezione d'urto/probabilità dell'Higgs dovrebbe presentare piu' picchi, ma meno accentuati rispetto all'andamento di quello che chiamano "rumore di fondo" che, secondo me è, appunto, il campo sottostante.....Anche qui nell'articolo di Rovelli si possono intravedere dei riferimenti....Che ne pensate ?
__________________
Marius 1936

http://marius-gravity.blogspot.com/

Ultima modifica di Marius1936 : 20-01-12 19:37.
Marius1936 non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 01:30.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it