Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astrofisica e Cosmologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 09-07-16, 15:06   #111
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Niente da fare: il presunto effetto Doppler (perlomeno da solo) non riesce a spiegare il redshift di svariati quasar, né l'assenza di dilatazione temporale prevista dalla teoria.

In altri termini, con l'effetto doppler non riusciamo a spiegare buona parte delle osservazioni dell'Universo più antico.

http://phys.org/news/2010-04-discove...mystifies.html

http://www.newtonphysics.on.ca/hubble/

50 (e più) sfumature di redshift
:
http://www.marmet.org/cosmology/redshift/mechanisms.pdf

Redshift "discreto":

" redshift behaviour is not a smooth function, but rather goes in a steps and stairs pattern. If this is accepted, it means that the redshift is not a measure of universal expansion, but must have some other interpretation. "
http://www.setterfield.org/redshift.htm#discrepant

Se l'energia di grado zero incrementasse nel tempo, ci sarebbe una spiegazione alternativa all'effetto Doppler più in linea con certe "anomalie" osservative:

"The history of the redshift is traced and a variety of poblems listed in addition to two major anomalies. One of these anomalies is the quantized redshift, which was first notedby Tifft in 1976 and has been confirmed a number of times,most recently by Bell in 2003.The second anomaly is the breakdown in the redshift/distance relationship, evidenced by the observations of distant Type Ia supernovae, that has revived interest
in the existenceof the cosmological constant. These problems and anomalies admit a resolution if the energy density of the electromagnetic fields making up the vacuum Zero Point Energy(ZPE) is increasing with time. This approachpredicts that lightemitted from distantgalaxies should have a basic redshift quantization of 2.671 km/s, which is in

goodagreement with Tifft’s basic quantum of 2.667 km/s.In addition,the standard redshift/distance relationship is shown to
derive from known physical processes that produced the ZPE rather than the expansion of space-time or the motion of galaxies. The equations governing these processes readily allow an alternate explanation for the deviation from the standard formula at high redshifts without recourse to the action of a cosmological constant or so-called ‘dark energy’"

http://www.setterfield.org/ZPE_and_Redshift.html



Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-07-16, 15:09   #112
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Oddio... non sarà che ritorna il redshift quantizzato di Halton Arp...
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 09-07-16, 15:18   #113
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

L'"inflazione" dell'energia oscura.

Sembra che l'impatto della presunta energia oscura sia stato molto, molto minore sull'Universo primordiale rispetto a quello attuale.

http://www.space.com/13588-dark-ener...-constant.html
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-07-16, 15:26   #114
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Altra divagazione sul tema - questo sfogo è emblematico:

"The problem is, addressing every single hypothesis put forward by people lacking in basic science practice and knowledge is fighting windmills. You can always imagine sillier and sillier explanations, and when people finally get tired of responding, you'll just say "See? The scientists have no explanation for that!" It's an uphill battle, and somewhat pointless, really."

La battaglia sta tutta qui: vincere per sfinimento della controparte.


http://physics.stackexchange.com/que...gical-redshift
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-07-16, 17:02   #115
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,510
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Dal link che hai fornito estraggo questo ulteriore brano, successivo a quello che hai trascritto in grassetto, e che mi pare rilevante...

Don't forget that when you propose an alternative theory/hypothesis, you need to explain everything the old theory did. If we find out that photons travel at lower or higher speeds than the speed of light, it might put relativity out of the question, but we'll still have to find out why it works almost all the time we've checked. It's possible to "overthrow" a well estabilished theory, but most often, you're only adding to what's already there. For example, Newton's law of gravity is wrong, but it's not thrown out outright - it's simply explained differently, and broadened to explain new observations. Most of the time, it works well enough. If it starts contradicting your observations (like the famous precession of Mercury issue), you start refining - in this case, Einstein pretty much redefined the whole universe. But it didn't make the old theory wrong outright - just incomplete. Creationist hypothesis tend to ignore this completely - they focus on one pet theory, and ignore the other explanations that need to be done to maintain a consistent model.
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-07-16, 17:36   #116
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Lo avevo letto, ma mi è parso più rilevante lo sconforto del commentatore.
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 10-07-16, 15:13   #117
bancor
Utente Junior
 
Data di registrazione: Feb 2006
Messaggi: 148
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Cocco Bill Visualizza il messaggio
Oddio... non sarà che ritorna il redshift quantizzato di Halton Arp...
Non c'è pericolo... d'altronde, i lavori linkati da Nicolaldo non sono recentissimi, e promanano da ambienti notoriamente considerati "eretici" (Paul Marmet e suoi seguaci).

L'occasione, però, mi tenta di riportare un brevissimo brano dal lavoro di Narlikar e Arp sui redshift discordanti e la loro quantizzazione sulla loro "teoria della massa variabile", pubblicato nel 1983:
"Redshifts which arise from a difference in age, however, could solve the quantization problem in a natural way. (...) Although this is at the moment only a crude suggestion, the alternative of trying to explain the observed quantization in a velocity-only universe seems quite daunting." (grassetto aggiunto).

Trentatre anni dopo, la loro spiegazione resta pur sempre, per mancanza di ricerche, una crude suggestion, ma la profezia sulla sconfortante alternativa non è stata ancora falsificata.

Buona serata.

Ultima modifica di bancor : 10-07-16 15:20.
bancor non in linea   Rispondi citando
Vecchio 10-07-16, 16:17   #118
Ganondolf
Utente
 
L'avatar di Ganondolf
 
Data di registrazione: Sep 2011
Ubicazione: Venezia Mestre
Messaggi: 782
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Nicolaldo Visualizza il messaggio
L'"inflazione" dell'energia oscura.

Sembra che l'impatto della presunta energia oscura sia stato molto, molto minore sull'Universo primordiale rispetto a quello attuale.

http://www.space.com/13588-dark-ener...-constant.html
Beh ma questo è ovvio. La densità di energia oscura rimane costante nel tempo, mentre la densità di materia e radiazione decresce man mano che si espande l'universo. Quindi, andando a ritroso nel tempo, il rapporto tra energia oscura e materia diminuisce sempre di più.

L'inflazione che c'entra?
Ganondolf non in linea   Rispondi citando
Vecchio 11-07-16, 10:22   #119
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Ganondolf Visualizza il messaggio
L'inflazione che c'entra?
L'effetto dell'energia oscura, o della (non) costante cosmologica, è inflattivo, relativamente al resto dell'Universo.

"radiation — things like light — not only dilute like matter does, it gets redshifted, which means its energy density drops faster than matter does. So when the Universe was very young and very hot and very dense, radiation was more important than matter was! As the Universe cooled, matter became more important, and dominated the expansion rate for billions of years. But there’s something else in the Universe, something that doesn’t dilute as space expands. It appears that there’s an energy inherent in space itself, and this is what we call dark energy."

Quindi, altra "stranezza" (rispetto alle nostre attuali conoscenze) da dover dimostrare:

"Some people call it a cosmological constant. Why constant? Because its energy density never drops. Just a few billion years ago, dark energy became the dominant form of energy in the Universe. Matter gets less dense, but dark energy never does."

E' un'"energia" diversa dall'energia come noi la conosciamo.

http://scienceblogs.com/startswithab...iverse-expand/
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 11-07-16, 10:32   #120
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

I lavori da me linkati risalgono in parte al 2010 e mi pare che le problematiche inerenti i quasar da me riportate rimangano irrisolte allo stato attuale, correggetemi se sbaglio.

Ultima modifica di Nicolaldo : 11-07-16 10:51.
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 02:56.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it