Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astronautica
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 18-01-11, 09:33   #1
AndreaChievo
Utente Senior
 
L'avatar di AndreaChievo
 
Data di registrazione: May 2010
Messaggi: 1,101
Question Propulsione sonde Voyager

Ciao ragazzi

L'altra sera dalla mia ragazza (che era moltro contrariata ma vabbè) ho visto un interessantissimo documentario su National Geographic Channel riguardo ai pianeti Urano e Nettuno.

Mentre parlavano di questi giganti gassosi, mostravano le immagini donateci gentilmente dalle sonde voyager che hanno scattato immagini splendide di questi due pianeti e dei loro satelliti (anche con passaggi molto ravvicinati) e quindi mi sono chiesto come avessero fatto a "beccare" i vari satelliti.

E' proprio questo il mio quesito, le sonde voyager erano (sono) dotate di un sistema di propulsione per le piccole correzioni di orbita o si basavano solamente su un effetto fionda prodotto dalla gravità dei pianeti e quindi studiato appositamente al lancio?

Più terra-terra: potevano andare dove volevano, o no?

Andrea
__________________
- Orion Skyquest Dobson XX16g GOTO - Skywatcher Neq6 - Tecnosky acro 102-1100 - Tecnosky acro 90-500 - Celestron C8 - Meade ETX70, Asi174mm, Daystar Quark Cromosfera, Celestron Ultima 2x, Celestron Omni 2x, Powertank 60ha.
SITO: Gruppo Astrofili Mozzecane (GAM)
Sito personale: Osservatorio Vesta
AndreaChievo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 18-01-11, 09:50   #2
Renzo
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Propulsione sonde Voyager

Una volta partite dalla Terra la loro orbita era predisposta a parte i normali aggiustamenti di rotta.
Decidere di passare più o meno vicino a un satellite poteva, anzi avrebbe certamente, richiesto una correzione di rotta ben programmata con molto tempo di anticipo (cosa relativamente facile, in teoria) e avrebbe comportato però grossi problemi nell'attuazione dei programmi successivi in quanto uno spostamento minimale per esempio al passaggio di Giove avrebbe comportato il mancato raggiungimento degli obbiettivi seguenti.
Le sonde non avevano moltissimo propellente per risparmiare sul carico utile e dovevano massimizzare i risultati.
Inoltre sia al momento del lancio nel 1977 ma soprattutto al momento della progettazione avvenuta molti anni prima tante peculiarità dei satelliti dei vari pianeti non erano conosciute. Per esempio il vulcanesimo di Io fu scoperto proprio dalla Voyager 1 (o fu la 2? Non ricordo ma sono certo che comunque fu la prima che arrivò in loco a scoprirlo) e il successivo passaggio della sonda gemella fu incentrato su un maggior numero di riprese di Io rispetto a quanto programmato ma non fu modificata ovviamente la rotta.
Inoltre non dimentichiamo che solo Voyager 2 raggiunse Urano e Nettuno per cui qualsiasi dato avesse inviato a quei tempi sarebbe stato comunque una enorme scoperta.
  Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 18-01-11, 10:05   #3
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,987
Predefinito Re: Propulsione sonde Voyager

Mi viene anche da pensare che una risorsa utile era proprio l'enorme distanza che le sonde comunque dovevano percorrere. Infatti una minicorrezione di rotta di un secondo d'arco, e cioè un tremilaseicentesimo di grado, ottenibile con uno spruzzetto di idrazina, a qualche milioncino di chilometri di distanza fa un bel risultato... Dunque hanno potuto modificare notevolmente il programma di volo in corso, con relativamente pochissima energia.
aleph non in linea   Rispondi citando
Vecchio 18-01-11, 15:33   #4
argaiv
Utente Junior
 
L'avatar di argaiv
 
Data di registrazione: Apr 2010
Ubicazione: Banana Republic
Messaggi: 178
Predefinito Re: Propulsione sonde Voyager

E' un pò come una montagna russa, devi arrivare al giro della morte ad una certa velocità altrimenti ci rimani bloccato... la rotta viene corretta solo se necessario e comunque di pochissimo
argaiv non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 19:20.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it