Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Rudi Mathematici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 28-07-19, 15:47   #3271
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 6,568
Predefinito Re: Bar Nino

Ottimo Miza.
Io non l'avrei vista, non ci sarei arrivato.
Ciao
nino280 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 16:37   #3272
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Bar Nino

Quote:
nino280 Visualizza il messaggio
Aleph, noi sulla terra non possiamo provarlo.
Ma tu in cielo si

negli aerei non c'è lo sterzo, cioè la reazione dell'attrito statico sulla ruota. per virare si usa la componente centripeta della portanza (approssimando, non voglio scatenare il solito flame), che appare inclinando l'ala, cioè rollando. e non è facile come col volante del'auto, manovrare per avere un angolo di virata crescente in modo costante, bisogna combinare più comandi e probabilmente anche dare motore.

Ultima modifica di meta : 28-07-19 17:29.
meta non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 17:00   #3273
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,662
Predefinito Re: Bar Nino

Quindi in definitiva come sarebbe questa spirale? con le spire tutte alla stessa distanza oppure queste sono sempre più ravvicinate man mano che il raggio diminuisce?
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 17:25   #3274
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Bar Nino

come ha spiegato mizarino, sono spire sempre più ravvicinate.
meta non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 17:59   #3275
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 2,007
Predefinito Re: Bar Nino

Nino, nella stessa pagina che hai linkato tu c’è una bella animazione in cui si capisce bene come funziona la cosa, che poi in sintesi è come spiegava Mizarino.

Ecco qui.

http://www.mathcurve.com/courbes2d.g...giration.shtml
aleph non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 18:08   #3276
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 2,007
Predefinito Re: Bar Nino

Se si facesse la stessa cosa con un aeroplano, la curva che si otterrebbe sarebbe molto più semplice, si avrebbe un avvitamento intorno alla traiettoria di volo sempre più stretto, fino a quando regge strutturalmente tutto, poi avresti una bella nube di pezzi sparati da tutte le parti...
aleph non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 18:18   #3277
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 2,007
Predefinito Re: Bar Nino

Quote:
meta Visualizza il messaggio
negli aerei non c'è lo sterzo, cioè la reazione dell'attrito statico sulla ruota. per virare si usa la componente centripeta della portanza...
Beh, ovvio che quando un aereo è in volo non usa le ruote, ma quando se ne va in giro per l’aeroporto le usa, e lo sterzo ce l’ha eccome!
aleph non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 19:54   #3278
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,662
Predefinito Re: Bar Nino

Quote:
meta Visualizza il messaggio
come ha spiegato mizarino, sono spire sempre più ravvicinate.
Non è così semplice come ha spiegato Mizarino.
Un auto che ha lo sterzo con angolo di rotazione infinito esiste, e d è l'automobilina dell'autoscontro, ha un motore elettrico incorporato nell'unica ruota motrice anteriore, e si può effettuare anche la retromarcia manovrando solo lo sterzo, però quest'auto non fa affatto lo stesso percorso a ritroso quando si superano i 90° di rotazione dello sterzo ma va per cavoli suoi, quindi non so proprio come sia nato questo paragone tra l'azione sterzante dell'auto e questa doppia spirale contrapposta.
Resta da spiegare se ogni singola spirale ha le "spire" spaziate in maniera lineare ruotando lo sterzo a velocità costante e su questo potrebbe aver ragione Mizarino, ma meriterebbe un approfondimento.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-07-19, 20:20   #3279
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,662
Predefinito Re: Bar Nino

Riprendiamo i dati del "quiz" da cui è nata la discussione.
https://i.postimg.cc/SxVxLD7g/Curva-in-Auto.png

Mi dite (anzi, Nino ci deve spiegare) che cavolo c'entra con questo la doppia spirale?
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 28-07-19 21:39.
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Vecchio 29-07-19, 07:21   #3280
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,931
Predefinito Re: Bar Nino

Quote:
aleph Visualizza il messaggio
Così ad occhio forse una spirale di Archimede?
Ma ... della curva di quale punto dell'auto stiamo parlando?

E l'auto è a trazione anteriore o a spinta posteriore?
Supponiamo che sia a trazione anteriore.

Fissiamoci su due particolari punti, non dell'auto bensì del suolo ma fermi rispetto all'auto (e in moto sul suolo): i due punti del suolo in contatto con due ruote, una anteriore e l'altra posteriore entrambe dalla parte in cui l'auto curva.
Se si mantenesse costante l'angolo di inclinazione della ruota anteriore rispetto alla ruota posteriore le due ruote – o meglio: i due punti di contatto delle due ruote col suolo – descriverebbero circonferenze concentriche di rasggi diversi.
Se diciamo:
Codice:
Ra il raggio della circonferenza descritta dalla ruota anteriore ,
Rp il raggio della circonferenza descritta dalla ruota posteriore,
A il punto di appoggio della ruota anteriore,
P il punto di appoggio della ruota posteriore,
a la distanza (costante) tra A e P e
φ l'angolo di inclinazione della ruota anteriore su quella posteriore 
   (cioè l'angolo tra le direzioni istantanee dei moti di A e di P)
abbiamo evidentemente (per 0 < φ ≤ π/2):
Codice:
[ Ra·sin(φ)= a ∧ Ra·cos(φ)=Rp ]  ⇒ [ Ra = a/sin(φ) ∧ Rp = a/tan(φ) ].
Sempre evidentemente, per φ = π/2 il punto A ruota con raggio Ra = a ed il punto P con raggio nullo – cioè: la ruota posteriore ruota su se stessa –.

A velocità costante di A anche P si muove a velocità costante, ma inferiore a quella di A.

Se però φ non è costante ma cresce linearmente nel tempo, cosa si intende per velocità costante?
Velocità di quale punto dell'auto (o del suolo ma fermo rispetto all'auto)?

Supponiamo che sia A che, pur variando φ nel tempo, continua a muoversi di moto uniforme.
Allora P si muove di moto non uniforme con velocità che cala nel tempo fino ad annullarsi quando φ raggiunge l'angolo retto.

Evidentemente A e P descrivono spirali a curvatura crescente nel tempo.
Queste non sono certo spirali di Archimede!
• La spirale descriitta da P converge in un tempo finito ad un punto fisso; e al tendere di P a questo punto la curvatura tende all'infinito.
• Invece la spirale descritta da A nello stesso tempo finito converge ad una ciconferenza di raggio a.

Nella spirale di Archimede il raggio cresce (o cala a seconda del verso di percorrenza della spirale) proporzionalmente all'angolo percorso. Una caratteristica di questa spirale è che due spire una successiva all'altra delimitano una striscia a larghezza costante.
La legge della spirale di Archimede è:
Codice:
 R = kφ.
e quindi la semiretta uscente dal centro della spirale interseca tutte le spire e ne interseca due consecutive in due punti – diciamoli M ed N – distanti uno dall'altro: MN = k·(2π).
Invece, qualunque sia la legge con cui varia l'angolo φ, le traiettorie dscritte da A e P hanno la caratteristica seguente:
Codice:
La tangente in in un punto H della  traiettoria  di P  interseca la traiettoria di A  in un punto K lale che:
HK =a.
–––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 30-07-19 06:09.
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 17:16.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it