Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Rudi Mathematici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 13-01-11, 15:28   #1
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,117
Talking Qui ci vuole uno bravo.

Lo so, la sezione non è quella piu' idonea ma da qualche parte i numeri devono quadrare.

ENTRATE - Aumentano intanto le entrate tributarie. Secondo quanto riferisce la Banca d'Italia nel supplemento «Finanza pubblica, fabbisogno e debito» al Bollettino statistico, si sono attestate a novembre 2010 a 32.454 milioni di euro, in aumento rispetto ai 28.230 milioni di ottobre e ai 30.758 milioni di novembre 2009. Le entrate complessive a novembre 2010 hanno raggiunto quota 35.728 milioni di euro, rispetto ai 29.850 milioni del mese precedente. Le entrate tributarie dei primi 11 mesi del 2010 sono state, però, pari a 326,761 miliardi di euro, in calo dell'1,07% rispetto ai 330,315 miliardi del periodo gennaio-novembre del 2009.

MINISTERO ECONOMIA - Il Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia invece comunica le cifre delle entrate totali, al lordo delle una tantum del mese di novembre 2010: sono state di 56.708 milioni di euro (+3.774 milioni di euro, pari a +7,1% rispetto a novembre 2009). Al netto delle una tantum, che ammontano nel mese a 721 milioni di euro, sono state di 55.987 milioni di euro (+3.237 milioni di euro, pari a +6,1%). Le imposte dirette - comunica il Dipartimento - evidenziano nei primi 11 mesi del 2010 un calo dell'1,7%, dovuto principalmente alla flessione dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nonchè ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (-5.977 milioni di euro), e ai minori versamenti a saldo dell'Ires (-1.175 milioni di euro). La disaggregazione delle imposte indirette mostra che la categoria delle tasse e imposte sugli affari cresce del 2,9%, l'aggregato delle imposte sulla produzione, sui consumi e dogane e monopoli cala del 3,7% e la categoria del lotto, lotterie ed altre attività di gioco cresce dello 0,4%. L'insieme delle imposte indirette mostra un progresso dell'1,3%. Nel periodo gennaio-novembre 2010 le entrate totali, al lordo delle una tantum, sono state di 361.719 milioni di euro (contro 363.208 milioni di euro del 2009, pari a -0,4%). Al netto delle una tantum, che ammontano a 3.364 milioni di euro, sono state di 358.354 milioni di euro (contro 356.022 milioni di euro del 2009, pari a +0,7%)


Quasi quasi ci conviene nominare ministro questo signore.
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-11, 15:13   #2
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,846
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
Sat Visualizza il messaggio
Lo so, la sezione non è quella piu' idonea ma da qualche parte i numeri devono quadrare.

ENTRATE - Aumentano intanto le entrate tributarie. Secondo quanto riferisce la Banca d'Italia nel supplemento «Finanza pubblica, fabbisogno e debito» al Bollettino statistico, si sono attestate a novembre 2010 a 32.454 milioni di euro, in aumento rispetto ai 28.230 milioni di ottobre e ai 30.758 milioni di novembre 2009. Le entrate complessive a novembre 2010 hanno raggiunto quota 35.728 milioni di euro, rispetto ai 29.850 milioni del mese precedente. Le entrate tributarie dei primi 11 mesi del 2010 sono state, però, pari a 326,761 miliardi di euro, in calo dell'1,07% rispetto ai 330,315 miliardi del periodo gennaio-novembre del 2009.

MINISTERO ECONOMIA - Il Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia invece comunica le cifre delle entrate totali, al lordo delle una tantum del mese di novembre 2010: sono state di 56.708 milioni di euro (+3.774 milioni di euro, pari a +7,1% rispetto a novembre 2009). Al netto delle una tantum, che ammontano nel mese a 721 milioni di euro, sono state di 55.987 milioni di euro (+3.237 milioni di euro, pari a +6,1%). Le imposte dirette - comunica il Dipartimento - evidenziano nei primi 11 mesi del 2010 un calo dell'1,7%, dovuto principalmente alla flessione dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nonchè ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (-5.977 milioni di euro), e ai minori versamenti a saldo dell'Ires (-1.175 milioni di euro). La disaggregazione delle imposte indirette mostra che la categoria delle tasse e imposte sugli affari cresce del 2,9%, l'aggregato delle imposte sulla produzione, sui consumi e dogane e monopoli cala del 3,7% e la categoria del lotto, lotterie ed altre attività di gioco cresce dello 0,4%. L'insieme delle imposte indirette mostra un progresso dell'1,3%. Nel periodo gennaio-novembre 2010 le entrate totali, al lordo delle una tantum, sono state di 361.719 milioni di euro (contro 363.208 milioni di euro del 2009, pari a -0,4%). Al netto delle una tantum, che ammontano a 3.364 milioni di euro, sono state di 358.354 milioni di euro (contro 356.022 milioni di euro del 2009, pari a +0,7%)

Quasi quasi ci conviene nominare ministro questo signore.
Ciao, Sat.
Vedendo che non "risponde" nessun altro, una "risposta" (per modo di dire) te la dò io!

Occhio ... ché qui siamo tutti occupati a discutere i quiz di aspesi.
Occhio! Proprio ad aspesi sta bene il Tvemonti (che lui ritiene molto in gamba come politico e soprattutto come ministro delle finanze).
Occhio a non tirarti addosso i suoi strali (anche se a me la cosa starebbe bene visto che, in difesa del "nostro", i suoi strali li ha lanciati a me; e, come si dice, «Mors tua vita mea!»).

Per venire al contenuto ... ma, povca tvoia, pvima di pubblicare fessevie, pevché non si infovmano (quelli là della Banca d'Italia) con una telefonatina al ministvo competente?

----
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 16-01-11, 16:14   #3
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,821
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Ciao, Sat.

Occhio ... ché qui siamo tutti occupati a discutere i quiz di aspesi.
Occhio! Proprio ad aspesi sta bene il Tvemonti (che lui ritiene molto in gamba come politico e soprattutto come ministro delle finanze).
Occhio a non tirarti addosso i suoi strali (anche se a me la cosa starebbe bene visto che, in difesa del "nostro", i suoi strali li ha lanciati a me; e, come si dice, «Mors tua vita mea!»).

Non volevo rispondere (non mi sembrava ci fosse nulla di particolarmente strano), però Erasmus .... non è corretto storpiare i nomi altrui .... (e non fa neppure ridere).

Io ho detto (e lo ripeto, ne sono convinto) che Tremonti, attualmente è "il più bravo di tutti quelli che ci sono" in politica in Italia, in particolare per quanto attiene la politica economica.
Non mi pare che le cose in Italia possano migliorare se lo si sostituisse con uno degli altri mediocri e sbiaditi personaggi, di destra o di sinistra, che passa il convento.

aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-11, 16:34   #4
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,117
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

per dire che non c'è nulla di strano bisgnerebbe almeno leggerli questi numeri.

Dice la Banca d'Italia:
Le entrate tributarie dei primi 11 mesi del 2010 sono state, però, pari a 326,761 miliardi di euro, in calo dell'1,07% rispetto ai 330,315 miliardi del periodo gennaio-novembre del 2009.

Dice il Ministero di Tramonto:
Nel periodo gennaio-novembre 2010 le entrate totali, al lordo delle una tantum, sono state di 361.719 milioni di euro (contro 363.208 milioni di euro del 2009, pari a -0,4%). Al netto delle una tantum, che ammontano a 3.364 milioni di euro, sono state di 358.354 milioni di euro (contro 356.022 milioni di euro del 2009, pari a +0,7%)

Son mica bruscolini e uno dei due sta dando i numeri da giocare al lotto.
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-11, 16:47   #5
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,846
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
... però Erasmus .... non è corretto storpiare i nomi altrui .... (e non fa neppure ridere).
Aspesi: era solo per alludere implicitamente alla satira (cui manda il link di Sat).
Quella (e altre che stanno in YouTube accanto ad essa) ... m'ha fatto ridere, sì!

Ci faccio caso solo adesso: vuoi vedere che Sat è l'abbreviazione di Satyricus?

---------
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 16-01-11 16:51.
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-11, 16:58   #6
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,821
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
Sat Visualizza il messaggio
Son mica bruscolini e uno dei due sta dando i numeri da giocare al lotto.
Embè?
Non so e non mi interessa cosa pensano gli altri, per me le banche non sono attendibili (anzi, covo di ladroni)
E nessuno mi convincerà che tutto il denaro creato "gratis", al suo "ritorno", ad es. per vendita dei titoli di Stato, venga distrutto e non invece finisca nei paradisi fiscali.
aspesi non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 16-01-11, 21:16   #7
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,846
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Embè?
Non so e non mi interessa cosa pensano gli altri, per me le banche non sono attendibili (anzi, covo di ladroni)
E nessuno mi convincerà che tutto il denaro creato "gratis", al suo "ritorno", ad es. per vendita dei titoli di Stato, venga distrutto e non invece finisca nei paradisi fiscali.
I lavoratori dipendenti si vedono decurtare lo stipendio automaticamente: non devono versare al fisco perché questo sottrae loro alla fonte l'aliquota calcolata sul reddito lordo, la quale supera il 27% anche sui redditi medio-bassi.
Invece, quelli dei "paradisi fiscali" si mettono in regola, (ossia: comprano il diritto di diventare proprietari di "appropiazioni indebite" – per usare un eufemismo) versando la "tangente" al governo del 4% in base alla nuova legge di condono fiscale (ossia: legittimazione dell'evasione fiscale, annullamento di questo "reato") varata ad hoc dal governo.
Sic voluerunt priores, seu Berlusca Tremontique.
=>http://www.youtube.com/watch?v=hCANM-KJH3I&NR=1
Guarda un po' la differenza di metodo per aumentare il gettito d'entrate nell'erario: Padoa-Schoioppa combattendo l'evasione fiscale (con successo, incassando un extragettito di circa lo 0,4 % per interruzione di evasioni ed elusioni), il Berlusca e il suo socio in affari Tremonti cancellando il reato di evasione fiscale in cambio d'una miseria (4 % al posto del dovuto, cioè percentuali sicuramente di due cifre).
Ma per aspesi è impossibile che Padoa-Schioppa abbia lavorato bene come ministro delle Finanze dal momento che era esperto nel lavorare per le banche.
[Insomma: culo e camicia con i banchieri? ]
E invece gli sta bene chi favorisce gli evasori dei "paradisi fiscali" il cui scandalo lui stesso denuncia!

E chi se ne frega se queste banche per cui ha lavorato Padoa-Schioppa non erano banche private (a fine di lucro) ma erano la Banca d'Italia, la Banca Centrale Europea (BCE) e la Banca Mondiale (BIRS e IBRD) del FMI?
E chi se ne frega se dal 2008 il FMI (con la conduzione di Strauss Kahn e Padoa-Schioppa) ha cambiato modo di operare (nel fare prestiti) a vantaggio dei debitori (riducendo i vantaggi dei creditori in manovre speculative)?
[ V. => IMF, Income model reform]
Padoa-Schioppa, anche se non banchiere ma bancario (del massimo rango, ma sempre bancario e mai banchiere), non può essere, suo malgrado, che un soggetto oggettivamente reprobo!
Vade retro, satana! E lascia il passo ar mejo che sta sul mercato!

Visto il mestiere che faceva TPS (lavorare per Banca d'Italia, Banca Centrale Europea e Banca Mondiale – sempre banche sono! – e studiare possibili "governace" globali in una politica monetaria condivisa), non può che essere un nemico del popolo. Lo è a priori, su questo non si discute! E' così, punto e basta!

Vuoi mettere l'esperienza accumulata come consulente della Fininvest?
Quella sì è stata formativa per un ministro delle finanze, specie se il premier di adesso è il proprietario della Fininvest di allora. Eeh sì, c'è poco da ridere: ne guadagna la comunicazione se ci si conosce da un pezzo, no?
http://www.spazioforum.net/forum/pub...t/wallbash.gif
---------
Ciao ciao a tutti
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-11, 22:15   #8
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,821
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Invece, quelli dei "paradisi fiscali" si mettono in regola, (ossia: comprano il diritto di diventare proprietari di "appropiazioni indebite" – per usare un eufemismo) versando la "tangente" al governo del 4% in base alla nuova legge di condono fiscale (ossia: legittimazione dell'evasione fiscale, annullamento di questo "reato") varata ad hoc dal governo.
Non ci siamo capitI, Erasmus.
Io non parlavo dei bastardi che hanno esportato i "loro" soldi nei paradisi fiscali per non pagare le tasse (e ovviamente, hanno fatto malissimo!); ma della moneta creata dalla Banca d'Italia (che, non è pubblica, ma quasi tutta PRIVATA!) e dalla BCE!
Su questo punto, se vuoi, guarda qui:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5675

http://www.signoraggio.com/signoraggio_laquestionemonetaria.html

Dove vanno a finire i miliardi che vanno alla BdI per la vendita dei titoli di Stato? Ufficialmente dovrebbero essere distrutti...

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
E invece gli sta bene chi favorisce gli evasori dei "paradisi fiscali" il cui scandalo lui stesso denuncia!
Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio

E chi se ne frega se queste banche per cui ha lavorato Padoa-Schioppa non erano banche private (a fine di lucro) ma erano la Banca d'Italia,
E' quasi tutta privata!

Non mi sta bene nulla di questo, ma non devi farmi dire cose che non ho mai detto, nè penso!!!!!!!
Chi trova la maniera di far tornare indietro i soldi (anche se è un modo lercio e immorale, ma in questo sistema malato di liberismo non si può fare diversamente) non FAVORISCE gli evasori, cerca, magari non riuscendovi bene, di contrastarli.

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Visto il mestiere che faceva TPS (lavorare per Banca d'Italia, Banca Centrale Europea e Banca Mondiale – sempre banche sono! –

---------
Ciao ciao a tutti
Lasciamo che i morti riposino in pace.
Amen.

aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-01-11, 06:06   #9
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,462
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Invece, quelli dei "paradisi fiscali" si mettono in regola, (ossia: comprano il diritto di diventare proprietari di "appropiazioni indebite" – per usare un eufemismo) versando la "tangente" al governo del 4% in base alla nuova legge di condono fiscale (ossia: legittimazione dell'evasione fiscale, annullamento di questo "reato") varata ad hoc dal governo.
Questa è una visione del problema corretta in linea di principio e "sulla carta", ma fallace nella prassi.

Quello di Tremonti sullo "scudo fiscale" è stato un "bluff" da giocatore di poker. Che reale possibilità di controllo ha la Finanza sui paradisi fiscali ? Se va bene il 5%. Significa che, malgrado i controlli, se l'esca dello scudo fiscale non fosse stata lanciata, il tutto sarebbe rimasto all'estero e solo investendo molte risorse umane e giudiziarie sarebbe stato possibile recuperare parte di quel 5%.

Se invece lo scudo fiscale fosse stato proposto con una tassazione più alta e quindi moralmente equa, mettiamo del 20%, il risultato sarebbe stato grosso modo lo stesso, perché a fronte di un prelievo così grosso la maggior parte di quelli che hanno "scudato" pagando il 4% avrebbe rischiato, mantenendo i capitali all'estero.

Col 4% invece molti anno abboccato, col risultato minimale ma concreto, che una parte dei capitali sono rientrati in Italia (che è un risultato positivo per i fatti suoi) e l'erario ha rimediato quel 4%. Sarà poco, ma è meglio di niente.

Del resto, forse che Padoa Schioppa oppure, peggio, Spavento (e fatelo togliere pure a me questo sfizio così caro a Sat ... ) avevano fatto qualcosa circa i capitali all'estero oltre magari a sentenziare che erano illegali ?
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-01-11, 08:52   #10
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,117
Predefinito Re: Qui ci vuole uno bravo.

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Del resto, forse che Padoa Schioppa oppure, peggio, Spavento (e fatelo togliere pure a me questo sfizio così caro a Sat ... ) avevano fatto qualcosa circa i capitali all'estero oltre magari a sentenziare che erano illegali ?
Qui torna in ballo WikiLeaks. Sono gli stati che devono fare la guerra ai paradisi fiscali. Il singolo ministro, di destra, di sinistra, di centro e di periferia poco puo' fare. Ma gli stati, tutti insieme, possono mettere al bando e mandare in miseria tutti i paesi cosiddetti paradisi fiscali. Come dici? non lo possono fare perchè LORO, i governanti, sono direttamente interessati? Bene, allora aspettiamo che la loro posizione esca su WikiLeaks e poi vediamo come butta. Ben Ali che fine hai fatto?
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 17:06.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it