Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Osservare il Cielo > Osservazioni in Alta Risoluzione > Stelle Doppie
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 17-02-17, 09:12   #1
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,378
Predefinito Doppie invernali con TS APO 130

TS-Optics PHOTOLINE 130 mm f/7 Triplet APO - FPL53 - 2.5 inch RPA focuser su AZ-EQ6
Come prima cosa faccio il goto a Castor, Alfa Gemini, SAO 60198 Mag 1,93/2,97 Sep 4,65 PA 57,1, che viene puntata abbastanza bene. La bellissima doppia appare un poco disturbata dal seeing, nel senso che si vede qualche piccolo sfarfallio colorato e il primo anello di diffrazione appare frammentato ed a tratti. Il primo anello di diffrazione non è comunque molto marcato ed il secondo non si vede proprio con questo strumento. Le centriche appaiono comunque abbastanza ben definite e le due stelle appaiono nell'oculare da 3,5 mm (260 x) distanziate di tre o quattro centriche. Il seeing potrebbe essere migliore ma mi accontento, lo valuto tra 4 e 5 della scala di Pickering. C'è però una scarsa trasparenza, a tratti si notano degli aloni e quasi sempre sulle stelle più brillanti alcuni spikes di luce, a conferma che il seeing è sempre una sorpresa.

M42 Nebulosa di Orione. Una occhiata ci vuole, anche per osservare un poco il trapezio. La figura del “gabbiano” ad ali parzialmente spiegate viene fuori bene, nonostante la leggera velatura del cielo. L'osservo con l'oculare singolo e con la torretta col 2x e la coppia di 26mm (70 x). Con l'oculare singolo, con lo zoom ad 8 mm (113 x) ed anche col Nagler 7 mm (130 x) noto la presenza della quinta componente, la E. A tratti mi sembra di vedere anche la F, ma per vederla meglio ci vorrà una serata più trasparente. Comunque non è male. Ad occhio nudo nel cielo si vedono poche stelle, segno che la velatura c'è.

14iOri; STT 98; 14 Ori; Sep: 0,95; Mag 1: 5,76; Mag2: 6,67; PA: 294; SAO: 112440.
Una doppia stretta molto prossima al limite del potere di separazione torico dello strumento, calcolato in 0,9”. Lo strumento dovrebbe avere teoricamente un diametro angolare del disco di airy di 1,95”, in questo caso le centriche dovrebbero apparire quasi come nella figurina a fianco, ricavata con Aberrator.
url immagine
Quello che vedo con il 3,5 e poi col 3,5 (=260x) + duplicatore (telecentrica Meade) (520 x) è un poco meglio con le due stelline che si baciano appena. La primaria la vedo bianco giallina la secondaria blu, anche se la primaria dovrebbe essere bianca (AM) deve essere la foschia che ingiallisce.

Ori; STF 728; 32A Ori; Sep: 1,3; Mag1: 4,44; Mag2: 5,75; PA: 45; SAO: 112849.
Una doppia di Friedrich Georg Wilhelm von Struve, quella prevedente era di Otto Struve, il figlio. L'osservo col 3,5 mm (260 x), anche qui le centriche appaiono come due palline che si baciano. L'osservo anche con la torretta, equipaggiata di correttore 2x e la coppia di 8mm (230 x), più o meno si vede nello stesso modo, è difficile però ottenere con i due sistemi gli stessi ingrandimenti.
Passo alla costellazione del Cancro.

Cnc; STF 1223; 23-Phi2 Cancri; Sep 5,2; Mag1: 6,16; Mag2: 6,21; PA: 218; SAO: 80188.
Una doppia carina, che osservo con la torretta il 2x e la coppia di 8mm. Sono due puntini abbastanza distanziati.

Cnc; STF 1298; 66 Cnc; Sep: 4,2; Mag1: 5,95; Mag2: 8,56: Comp: AB; PA: 136; SAO: 61202.
Una doppia che osservo con l'8mm zoom (113 x). La primaria è bianca, la secondaria blu, nettamente più piccola.

Cnc; STF 1291; 57 Cnc; Sep: 1,6; Mag1: 6,09; Mag2: 6,37; Comp: AB; PA: 310; SAO: 61125.
Due stelle gialle, effettivamente ho visto che la primaria è G7, ben separate con dello spazio nero nel mezzo, che potrei valutare in ½ centrica.

Cnc; STF 1196; Zet2 Cnc; Sep:1,1; Mag1: 5,3; Mag2: 6,25; Mag3: 5,85; Comp: AB; PA1: 27; SAO 97646.
Una tripla bellissima che ho osservato varie volte con molti altri strumenti: rifrattore Vixen NA 120S, Meade LX90 8”, Meade 10” acf, Meade 12” acf ed infine col Rumak 180/1800. La coppia più stretta la separo bene, due stelline che si toccano. Le vedo sul giallo. Effettivamente la primaria è F8, bianco-gialla.

Cnc; STF 1177; V3892; Sep: 3,4; Mag1: 6,69; Mag2: 7,41; PA: 350; SAO 79928.
Un'altra doppia di Struve. La separo già con l'8mm (113 x) ma poi l'osservo col 3,5mm.
Passo alla costellazione del Leone.

Leo; STT 215; Sep: 1,55; Mag1: 7,25; Mag2: 7,46; PA: 179; SAO 99032.
Una doppia che ho osservato solo un'altra volta col Rumak 180/1800. E' stretta, la si intuisce già col Nagler 7mm (130 x) e separo bene col 3,5 mm (260 x). Sono due stelle abbastanza deboli, di magnitudine oltre 7 e simili tra loro, le vedo distanziate da un buon tratto di nero al centro, poco meno di una centrica.

Leo; STF 1536; Iot Leo, Tze Tzeang; Sep: 2,05; Mag1: 4,06; Mag2: 6,71; Comp: AB; PA: 98; SAO 99587.
Una doppia che ho osservato in precedenza sia con il Meade LX90 8” che con il 12” acf. La secondaria è parecchio più debole della primaria ma col 3,5 mm la separo bene, cade sul primo anello di diffrazione ma questo è poco intenso ed un poco frammentato dal seeing.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-02-17, 16:41   #2
Dob
Utente
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 744
Predefinito Re: Doppie invernali con TS APO 130

Bella osservazione!
Magari invece di mettere la focale degli oculari, metti direttamente l'ingrandimento usato (cosi ci risparmi l'operazione da fare )

eppoi c'è la sezione stelle doppie...

Prova anche Sirio B che dovrebbe essere alla portata..
Dob non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 18-02-17, 09:24   #3
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,378
Predefinito Re: Doppie invernali con TS APO 130

E' vero, ora la sezione è quella corretta. Qualcosa sugli ingrandimenti c'era, ora li ho completati. Sirio B non era visibile, il seeing era troppo cattivo e quindi si generavano spikes baluginanti da tutte le parti. Non sono neppure sicuro che con questo strumento si possa vedere, senza dubbio non nelle condizioni dell'altra sera, nella quale non si vedevano stelle di magnitudine oltre 10.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 18-02-17, 14:16   #4
Mikk
Utente Junior
 
L'avatar di Mikk
 
Data di registrazione: Jul 2011
Ubicazione: Ischia (NA)
Messaggi: 213
Predefinito Re: Doppie invernali con TS APO 130

Bellissimo report, complimenti. Mi chiedevo come fate voi per consultare il catalogo si Struve? Non credo sia in memoria nel goto della montatura, quindi come si procede se non si vuole procedere col puntamento manuale?
__________________
Michele Di Costanzo

SC CELESTRON C8 xlt - Acro VIXEN 102/1000M - Apo TECNOSKY 70/420 - Mak CELESTRON 127/1500;
CELESTRON CG5 goto - ZIEL eq 3.2 AR motor;
ACC: Torretta Baader MaxBright, COPPIE SP32, FF19, Er15; K10. Altri oculari PL25, SP9.7, Planetary8, OR6.

http://www.astrobin.com/users/Mikk/
Mikk non in linea   Rispondi citando
Vecchio 18-02-17, 16:04   #5
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,187
Predefinito Re: Doppie invernali con TS APO 130

Ottima osservazione, ma faresti una esperienza interessante sia per te che per tutti noi, un lavoro su due distinti binari, l'APO 130mm sulla AZ-EQ6 e l'SCT LX90 8" con la sua montatura a forcella GOTO.

Credo che il confronto sia di un certo interesse.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 18-02-17, 17:09   #6
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,378
Predefinito Re: Doppie invernali con TS APO 130

Prossimamente volevo fare un confronto tra il TS APO 130 ed il Vixen NA 120S che sono simili come diametro sempre sulle stelle doppie naturalmente. Li potrei montare entrambi sulla AZ-EQ6. Il problema di mettere due montature vicine è che ho diversi ostacoli e quindi limito il campo visivo dell'una e dell'altra. Un vero peccato, ma ci penserò.

Per le stelle doppie faccio riferimento sempre al sito http://stelledoppie.goaction.it/index2.php?section=1 che viene mantenuto da un astrofilo. Per mia comodità adopero il file di Save87 "Grande catalogo delle stelle doppie": http://www.trekportal.it/coelestis/s...ghlight=save87 In genere l'uso ordinandolo per costellazione e poi stampo su carta le pagine relative. Così posso avere sotto mano i dati delle costellazioni che sono in quel momento le più visibili. Va detto che non è un catalogo completo, vi sono altre stelle doppie che non sono in quel catalogo, però è una bella base per partire.
Normalmente per il puntamento uso il catalogo SAO che è sempre presente nelle pulsantiere. A volte qualche stella doppia non ha il numero SAO ed allora la punto facendo il goto alle coordinate equatoriali. Ovviamente se alla montatura è collegato il computer con un planetario posso usare anche un altro catalogo per individuarla (se ne conosco il numero) e poi fare il goto dal planetario. Ho usato il planetario TheSkyX per provare a puntare la cometa 41p/Tuttle-Giacobini-Kresak, ma non visto nulla. O meglio qualcosa si vedeva ma non avrei saputo dire se fosse qualche debole stellina oppure la cometa. Ci sarebbe voluta una fotocamera con una esposizione lunga per vedere se veniva fuori qualcosa, ma non era questa la cosa che volevo fare.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 19-02-17, 06:59   #7
Mikk
Utente Junior
 
L'avatar di Mikk
 
Data di registrazione: Jul 2011
Ubicazione: Ischia (NA)
Messaggi: 213
Predefinito Re: Doppie invernali con TS APO 130

Grazie per le preziose indicazioni e per il catalogo che mi era sfuggito
__________________
Michele Di Costanzo

SC CELESTRON C8 xlt - Acro VIXEN 102/1000M - Apo TECNOSKY 70/420 - Mak CELESTRON 127/1500;
CELESTRON CG5 goto - ZIEL eq 3.2 AR motor;
ACC: Torretta Baader MaxBright, COPPIE SP32, FF19, Er15; K10. Altri oculari PL25, SP9.7, Planetary8, OR6.

http://www.astrobin.com/users/Mikk/
Mikk non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 10:57.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it