Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Autocostruzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 07-05-14, 21:02   #1
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 950
Predefinito Come fare un Cassegrain

Ebbene eccomi ancora a voi ! Dopo la serie di post sul 300F5, che con mia grande soddisfazione hanno risvegliato in molti di voi la voglia di mettersi a grattare un po' di vetro, eccoci pronti per una nuova avventura !

Costruire in casa un Cassegrain

Ma si può fare ? Certo che è possibile, anche se ovviamente non è un lavoro da prendere alla leggera. Deve essere una cosa ben ragionata, consci che ci saranno parecchi problemi, comunque sempre risolvibili.

Questa volta abbiamo a che fare non solo con uno specchio primario parabolico, ma anche con un secondario iperbolico.

Ma non vi allarmate. Come sempre, agendo correttamente i risultati ci sono. Basta non avere fretta di finire. Questa è la precauzione base.

Io non vi illustrerò le caratteristiche generiche di una configurazione ottica Cassegrain e nemmeno mi soffermerò troppo sul come progettarlo.
Su questi argomenti trovate online una gran quantità di informazioni e ci sono anche molti libri, tra cui anche il ben noto Texerau, che trattano bene queste cose.

Parlerò del Cassegrain soprattutto dal punto di vista della realizzazione delle ottiche che lo compongono, soffermandomi attentamente sul secondario.

Infatti il primario non è altro che un normale parabolico, con la particolarità di avere un foro al centro. Il problema del foro non è comunque banale e va fatto con tecniche appropriate, altrimenti c'è il serio rischio di provocare la morte prematura del nostro beneamato ....
Inoltre dobbiamo fare un primario a focale corta, diciamo dell'ordine dell' F4, con tutti gli annessi e connessi durante la lavorazione come utensili sub diametro ecc.

E ora via: si parte !

Ultima modifica di astrotecnico : 07-05-14 21:04.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 04:09.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it