Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astronautica
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 08-01-18, 14:52   #11
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,089
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

Quote:
Cocco Bill Visualizza il messaggio
E' semplice, sarebbe in una orbita geostazionaria. ...
Quindi appena rilasciato il nostro satellite viaggia)va già a 3 km/s ?
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-01-18, 15:31   #12
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

Devi considerare che è a 36.000 km da terra. Quindi se è fermo rispetto al suolo in realtà ha una velocità molto elevata, perchè deve fare il giro della terra sempre in 24 ore, ma in un'orbita molto più larga rispetto a quella della superficie terrestre.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 08-01-18, 17:12   #13
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,280
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

L'ascensore orbitale (o torre orbitale) di Clarke è idealmente costituito da un cavo che prosegue al di là della distanza dell'orbita geostazionaria. La parte "esterna", viaggiando ad una velocità maggiore di quella corrispondente ad un'orbita circolare, produce una trazione centrifuga sul cavo, mantenendolo teso e sincrono alla rotazione terrestre.
A questo punto un carico spaziale può salire in ascensore fino a 36000 km. Se a quel punto viene sganciato dal cavo continuerà spontaneamente ad orbitale alla stessa velocità angolare del cavo (circa 3 km/s come velocità lineare a quella distanza).
Se invece viene spinto in su lungo il cavo, verrà lanciato nello spazio come con una fionda, prelevando l'energià necessaria da quella rotazionale della Terra.

Ultima modifica di Mizarino : 08-01-18 17:17.
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-01-18, 17:17   #14
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

Infatti il sistema non è ancora stato realizzato per l'eccessivo peso che avrebbe il cavo. Quello di Clarke era un monofilamento in diamante, che nonostante gli sforzi non è ancora stato prodotto. Ma potrebbe anche darsi che si arrivi a farlo un domani.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-01-18, 17:23   #15
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,280
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

Quote:
Cocco Bill Visualizza il messaggio
Quello di Clarke era un monofilamento in diamante...
Se non sbaglio era a sezione crescente con l'altezza, quindi doveva essere un intreccio di monofilamenti.
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-01-18, 18:12   #16
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,941
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

Se non sbaglio l'idea dell'ascensore orbitale non funzionerebbe a spese dell'energia rotazionale della Terra ma purtroppo a spese dell'energia orbitale del "contrappeso", ossia del corpo vincolato all'estremo del cavo.

Infatti il cavo o la fettuccia (anch'io ricordo che nelle fontane del paradiso si parlava di un set di tre o quattro fettucce fatte di questo supermateriale) siccome funziona a trazione e non a compressione, quando qualcosa si arrampica sulla fettuccia necessariamente "tira verso il basso" quello che sta sopra...

Penso dunque che il contrappeso andrebbe inizialmente a perdere un pochino di quota o di velocità orbitale andando a curvare il cavo verso ovest..

Insomma alla fine bisognerebbe comunque portare dei propellenti su al contrappeso e ridargli una spintarella per recuperare l'energia persa. Cosa comunque estremamente conveniente rispetto l'energia che bisogna oggi impiegare con un normale lanciatore, poiché questo deve sollevare sia il satellite che tutti i propellenti per raggiungere la quota e la velocità orbitale...
aleph non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 13-01-18, 08:27   #17
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,581
Predefinito Re: Picosatellite da 4 grammi

Da dichiarato nemico dell'idea stessa di una missione umana su MARTE, fatta con gli attuali materiali economicamente impiegabili e con le attuali tecnologie propulsive, saluto con entusiasmo, l'idea stessa del PICOSATELLITE di soli 4 grammi.

Sarà sempre di più l'elettronica miniaturizzata ad essere gli occhi e le orecchie dell'uomo nello spazio.

Ovviamente sogno anche io di viaggi interplanetari, ma solo quando delle nuove tecnologie lo renderebbero possibile con un mezzo capace di farlo, senza partire con un multi-razzo, grande e pesante come un GRATTACIELO e che semina i suoi pezzi esausti strada facendo.

Insomma se non saremo in grado di ritornare sulla LUNA con uomini a bordo e poca ferraglia persa per strada ed a costi non offensivi delle povertà sul pianeta, men che mai lo potremo fare verso MARTE ed oltre.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 10:34.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it