Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Autorecensione Strumentazione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 21-04-17, 07:31   #1
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,051
Predefinito INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Ciao a tutti, vi racconto come va questo particolarissimo strumentino, concepito dalla INTES MICRO come un tuttofare di altissima qualità,trasportabilità e montabilità.

Lo strumentino è indicibilmente bello e grazie al peso di soli 3.5Kg ed alla maniglia di serie, posta nel baricentro, è anche straordinariamente comodo da portare in giro per casa, dentro e fuori dal balcone e persino issarlo sul tetto piano condominiale.

Se vi dico che con l'M500, gia caricato di un cercatore RACI 9x50 + RED DOT + torretta DENK + 2 grossi oculari, basta passare due dita nella maniglia per quasi non sentirne il peso.

Se vi dico che con le altre dita si può portare ancora quello che si vuole, come borse e borsine varie per gli accessori, per avere l'altra mano libera per aprire e chiudere delle porte, credetemi sulla parola.

Quindi la maniglia di serie baricentrica è un PLUSS straordinariamente utile, molto più utile di quanto si possa ipotizzare!!!!

La potenza ottica è simile al MAK SYNTA da 127/1540mm, anzi un pocosuperiore, perchè lo SPECCHIO PRIMARIO è molto maggiorato e quindia acoglie in pieno il flusso luminoso divergente che entra dal MENISCO.

Ma la focale di soli 1270mm, il diagonale di serie da 2" ed un foro di uscita di 28mm, permette delle buone osservazioni a MEDIO-GRANDE CAMPO anche in TORRETTA BINOCULARE.

Non vignetta minimamente con il calassico ed economico PLOSSL da 40mm/43°, a mio avviso un prezioso oculare cercatore, ingiustamente poco valutato, ma che io trovo nitidissimo.

Porta sicuramente bene il BAADER ASPHERIC da 31mm/72° e vignettando un pochino, anche il BAADER ASPHERIC da 36mm/72°

Quindi con il 36mm/72° si ottengono 35x e ben 2° di campo reale, mentre la PU è di ben 3,6mm.

Lo strumentino è anche ben usabile in torretta binoculare, sia sul TERRESTRE-PLANETARIO che sul DEEP SKY.

Data per scontata la buona attitudine terrestre-planetaria, mi ha invece stupito l'ottimo comportamento DEEP SKY, per ora solo dal balcone di casa, ma con il benefico vento da NORD che rende il cielo molto trasparente.

Sul deep sky, in torretta binoculare, ricordando che la focale sale a 1430mm, ho usato una torretta DENK + 2 FF da 27mm/58°, ottenendo 53x e 1°,1 di campo reale, ovvero ha inquadrato per intero il doppio ammasso del PERSEO ed avendo una visione ottima di M36-M37-M38-M35.

Sul terrestre su bersagli da test a 100m, ovvero a breve distanza, regge ingrandimenti anche assurdi, tipo i 400x ottenuti montando in torretta due pessimi SUPER da 3,6mm, con l'immagine perfettamente secca e leggibile.

Ma il meglio lo ottengo con due PLANETARY ED da 8mm/60° a 180x circa, se il seeing è almeno discreto , anche i PLANETARY ED da 5mm/60° per 286x sono retti , ma solo con un buon seeing.

Mentre gli oculari che uso di più sono gli FF da 12mm/60° per 120x ed usabili quasi sempre.

Sono passato poi ai confronti in terrestre con il RUMAK M615 e la batosta è stata terrificante, l'M615 schiaccia l'M500 sia per luce che per risoluzione...PUNTO...

Un 6" ad f15 contro un 5" ad f10" è un confronto assolutamente impari, non fatelo mai, vi rovina la festa per il nuovo arrivato 5" ad f10, che in realtà è un gioiello UNIVERSALISTICO che mai andrebbe confrontato con un gioiello SPECIALISTICO da alta risoluzione ad f15.

Ho pure confrontato il RUMAK M500 da 127/1270mm, al mio APO 120ED, prima cosa secca, il 120ED è incomparabilmente più luminoso del RUMAK, ma passando alla voce RISOLUZIONE, le distanze si accorciano moltissimo, su alcuni particolari vi un pareggio, su pochissimi una lieve supremazia del RUMAK , sulla grande maggioranza una lieve supremazia del 120ED.

Mi piace ricordare che il RUMAK M500, in terrestre, sbriciola impietosamente l'ACRO SW BD da 120/600 e lo fa su tutto il fronte , dalla luminosità alla risoluzione, fino alla bellezza ed intensità dei colori.

Se sul deep sky un ACRO ad f5 riesce ad esprimere ottime cose, sul terrestre e sul planetario è lontano anni luce dal nobile RUMAK M500.

__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 07:03   #2
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,051
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Ricordo pure che l'M500, per osservazioni TERRESTRI-NATURALISTICHE, si sposa felicemnte con la torretta ZEISS erettiva ed inclinata di 45°.

L'estrema compattezza del tutto e l'angolazione a 45°, consentono delle lunghe e rilassanti osservazioni, stando comodamente seduti, con la postura tipica che si ha con un microscopio a torretta inclinata a 45°.

Anzi, a breve distanza proprio quello accade, immaginate di osservare qualche animale a 20 metri di distanza ed a 100x, vedrete l'animale come se fosse sotto una lente di ingrandimento da 5x, incredibile vero? eppure proprio quello accade nel naturalistico.

Ad esempio un CORVO diventa grande come un'aquila, mentre l'umile merlo rivela un contorno occhi colorato di giallo-carico, bellissimo.

Che dire dell'umilissimo passero, da tutti ritenuto un timido uccellino e che ingrandito di 5 volte, rivela il suo vero aspetto grintoso ed imbronciato.

Lo stesso passero a 10 metri di distanza diventa grande come una gallina.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 22-04-17, 08:01   #3
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Giovanni, vedo che l'Intes colpisce sempre con i suoi strumenti dotati di grande flessibilità d'uso. L'M500 è davvero un tuttofare meraviglioso, soprattutto perchè lo si può anche mettere in una valigia e portare in vacanza al mare. Grazie al fatto che non è estremo in nulla lo si potrà usare in una oasi naturalistica per osservare gli animali oppure di notte per osservare Luna Pianeti ed anche qualche oggetto deep. Non credo che possa avere rivali in questo campo, anche perchè può scendere con gli ingrandimenti, quando serve farlo. Resta solo da trovargli una montaturina leggera e modulare che possa avere la stessa piacevole trasportabilità ed usabilità.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 10:13   #4
delo
Utente Super
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,569
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Già...che montatura hai utilizzato?
Io stavo pensando alla nuova "eLLe", che a Saint Barthelemy mi aveva fatto una buona impressione, però sono aperto a suggerimenti.
Complimenti per il nuovo pargolo!
delo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 10:25   #5
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,051
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

la montatura utilizzata è la WILLIAM OPTICS EZ TOUCHE, che ha il pregio di poter montare due strumenti sui due lati.

La EZ TOUCH é estremamente fluida se caricata in modo simmetrico sui due lati.

Ma sono più che certo che anche la CUBO TECNOSKY , se ben contrappesata, porti bene l'M500.

Anzi , per fare un piacere a DELO farò una prova.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 13:41   #6
delo
Utente Super
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,569
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

delo non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 22-04-17, 15:56   #7
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,051
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Provato l'M500 sulla CUBO TECNOSKY + un contrappeso da 2Kg, il tutto su un cavalletto manfrotto 475B.

Provata sia in torretta binoculare che in MONO, il risultato è passabile, ma non eccezionale.

Forse è meglio la TECNOSKY ELLE2, una montatura non è mai robusta abbastanza e poi la ELLE2 fa a meno dei contrappesi.

Tornando al M500, notevole la differenza di luminosità dell'immagine tra l'uso della torretta binoculare ed in mono, ne poteva essere altrimenti, visto il modesto diametro.

In MONO 254x si fanno in scioltezza con un PLANETARY ED da 5mm/60°, mentre solo come TEST terrestre, viene retto bene l'uso della BARLOW TELEVUE 2x solo per esperimento con ben 508x ancora non rotti.

Altro test terrestre con un miserrimo ocularino SUPER SW da 3.6mm con 353x, retti più che bene sul famoso lampione ENEL distante 100 metri ed il suo numero seriale di 4 cifre, composti da 4 singoli numeri ed incollati al momento, ogni numero ha delle deliziose cornicette tratteggiate che generano delle vere griglie di ARGENTIERI.

Provate a guardare da vicino quei numeri serieli, magari con un binocolo 20x50 a soli 3 metri di distanza e comincerete a capire meglio di cosa parlo, quando descrivo i miei test a 100 metri ed a 900x con il RUMAK INTES MICRO M615 ed a 500x con l'M500 .

Leggasi che l''M500 in MONO ed a 200-250x, si usa con alto profitto ed estrema nitidezza su qualsiasi soggetto.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 17:04   #8
Finnegan
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Mi lascia un po' perplesso il rapporto qualità-prezzo. 1.400 euro sono tanti per un 127 ostruito al 33%. Con la stessa cifra nell'usato si trova un tripletto APO di 130mm di diametro puro ad F7, ed avanzano ancora 200 euro per un paio di accessori discreti.
  Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 17:51   #9
delo
Utente Super
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,569
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Grazie per il test

@ finnegan

Il confronto corretto va fatto con strumenti di pari livello, rispetto ai quali l'Intes è decisamente più economico.
L'ostruzione è sicuramente un fattore di cui tener conto (e del resto è il prezzo da pagare per un'apertura di 5" con intubazione tascabile) ma non è l'unico parametro che determina la prestazione di un'ottica.
Ad esempio un anche rifrattore apocromatico può presentare uno "Strehl ratio" piuttosto basso sul rosso e/o sul blu per eccesso di aberrazione sferica, soprattutto se con specifiche molto spinte (è il cosidetto "sferocromatismo", ovvero variazioni dell'aberrazione sferica in funzione della lunghezza d'onda) e pertanto "soffrire" su Marte pur risultando un valido astrografo anche con sensori digitali.
delo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 18:01   #10
Finnegan
 
Messaggi: n/a
Predefinito

Uhm, ad esempio Delo? Quale potrebbe essere un Mak da 127, qualitativamente alla portata dell'Intes ma decisamente meno economico?
  Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 08:35.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it