Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Autorecensione Strumentazione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 28-04-14, 08:19   #11
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

Per osservare Giove considera che 180 ingrandimenti li potrai sfruttare sempre (se il seeing è così cattivo da non permettere 180 ingrandimenti conviene smontare tutto), mentre 250 ingrandimenti molto più raramente. 300 - 350 ingrandimenti solo per la Luna e stelle doppie, a meno di non avere una di quelle serate memorabili. Come dice Giovanni per il planetario 60° (o i 65° di un Vixen LVW) sono sufficienti. Prendi oculari a più largo campo apparente per gli ingrandimenti inferiori, anche 100 ingrandimenti sono validi per molto oggetti deep.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 09:35   #12
robely79
Utente Junior
 
L'avatar di robely79
 
Data di registrazione: Feb 2007
Ubicazione: Trento
Messaggi: 227
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

eccoci dopo due serate di osservazioni col Mak....

la sera del 04 maggio era bella cristallina ma offriva un seeing pessimo
comunque ho piazzato tutti i miei strumenti uno accanto all'altro

Meade Starfinder 200/1200 (Newton f/6 vecchio di 20 anni!)
Takahashi FS78
MAk 180

messi in postazione con notevole anticipo per consentire l'acclimatamento

ho puntato la falce di luna crescente ma l'immagine ribolliva fortemente per la turbolenza, ho provato diversi poteri di ingrandimento su tutti gli strumenti e, inaspettatamente, l'immagine fornita da MAK era la più luminosa (anche rispetto al 200 mm) ma la più confusa...
Stessa cosa per Giove e Marte: il piccolo Takahashi forniva la visione più gradevole ...calma, colori un pò caldi, contrastatissima anche se la turbolenza era ben visibile. Il vecchio Newton dava immagini tremendamente agitate così come il MAK ...quindi archiviata la prima sera Hi-res causa turbolenza.
Quando è tramontata la luna ho poi dato un occhiata a qualche oggetto deep sky:
M13 (a 130-140x) ottimanente risolto sia nel Newton che nel Mak con sempre la senzazione che lo SkyWatcher sia, a parità di ingrandimento, più luminoso. Il piccolo rifrattore alla fluorite si difendeva molto bene con una visione non molto distante e stelle piccolissime, ma la modesta apertura non fa miracoli....
M51 ancora quasi meglio nel MAk che nel Newton, solo che il catadriottico è penalizzato dalla lunga focale e sotto i 100x del suo oculare da 28 mm non posso andare.
Conclusione della serata, assolutamente imprevista, il nuovo Maksutov sembra avere un ottimo trattamento riflettente (oppure più probabile è il vecchio Newton che necessita di una ri-alluminatura) ma è sensibile alla turbolenza come e di più del 200/1200 aperto.

continua.....
__________________
Meade Starfinder 8", Takahashi FS78, Takahashi FSQ85ED, Takahashi FS102, Takahashi TOA130NS@NFB, Takahashi FS128,
AZ-EQ6 GT, Scorpius 370N
robely79 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 06-05-14, 09:58   #13
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

Considera anche che il Maksutov è lento da acclimatare perchè non solo è chiuso ma ha anche il menisco anteriore che ha una massa notevole perchè è molto spesso.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 11:30   #14
robely79
Utente Junior
 
L'avatar di robely79
 
Data di registrazione: Feb 2007
Ubicazione: Trento
Messaggi: 227
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

report della serata del 05 maggio, stessa strumentazione di prima!

Il cielo è un pò velato in che mi fa presagire un seeing migliore della sera precedente.

- Punto la falce di luna col Mak a 142x dati dal Panoptic 19 mm: immagine luminosa e si nota che la turbolenza è minore, ma sembra che serve ancora un pò di acclimatamento
- Sul Newton metto il Nagler 9mm (136x): immagine più scura, ma più secca! sembra che si sia acclimatato prima e che il contrasto generale sia più alto...
- Takahashi FS 78 con un Ploss 5mm (126x): immagine più scura ma calma e contrastata! La visione migliore.


lascio passare ancora 30-40 minuti e riprovo sempre sulla luna:

- 180x sul MaK con un oculare Super Ploss da 15 mm: immagine ancora molto luminosa, ma non incisissima come speravo...
- 182x sul Newton con Ploss 6,7 mm: immagine più scura però sembra più contrastata e con una messa fuoco più netta e precisa (...e il foceggiatore del Newton è una disgrazia meccanica!) sembra di vedere con più facilità i dettagli fini di craterini e rime....
- a 175x sul Takahashi con Nalger 9 mm + Powermate 2.5x: immagine scolpita e contrastata ma scura e si inizia a mettere alla corda il modesto diametro ...certi dettagli fini quì non si vedono

- passo a 300x dati dal Nagler 9 mm sul MAk: immagine non dissimile da quella a 180x... ancora luminosa ma una messa a fuoco non precisissima e un contrasto generale che mi ha lasciato un pò di amaro in bocca... un po impastata... mah sarà la sensibile ostruzione?
- 339x sul Newton sempre col Nagler 9 mm ma + powermate 2.5x: immagine scuretta, ma molto buona si vede di più che a 182x e un contrasto migliore che nel MAK non posso non notarlo....
- 315x anche sul piccolo Taka con un Ploss 5mm + powermate: immagine tenebrosa e poco piacevole ma assolutamente nitida e non degradata, messa a fuoco ancora facile facile.

conclusione sulla luna? il Mak è più luminoso nonostante il minor diametro del vecchio Newton (alluminatura nuova trattamenti moderni) ma il contrasto generale mi pare inferiore e più sensibile al seeing... Insomma tutto l'incontrario di come me lo aspettavo!
i dettagli visibili sono bene o male gli stessi ma con leggerissimamente più fatica nel Mak.

Il confronto con APO fluorite non vale per via della troppa differenza di diametro, ma la qualità dell'immagine (non i dettagli osservabili) non è nemmeno avvicinabile.


Marte (ormai gli strumenti sono fuori da qualche ora e il seeing si è stabilizzato sul 4-5/10)

stesso girio di ingrandimenti
142x, 180x, 300x sul Mak
136x, 182x, 339x sul Newton
126x, 175x, 315x sul FS78

e stesse impressioni che sulla luna: luminosità maggiore nel Mak, ma immagini leggermente più impastate rispetto al Newton... L'Apo è limitato solo dai 78 mm di apertura ma è una continua sorpresa.
Il Newton non è certo di qualità e men che meno collimato maniacalmente (anzi ha un problema di ortogonalità tra asse ottico e focheggiatore che non sono mai riuscito a risolvere) però ha un'ostruzione piccolissima il secondario è solo 38 mm (!) che significa 0,19%


Sono poi passato a stelle doppie:

Epsilon Bootis risolta e facile con tutti e tre gli strumenti: Sul Mak però bisognava forzare un pò di più l'ingrandimento per via della maggior luce diffusa degli anelli di diffrazione, il piccolo FS invece mostra delle figure stellari "da manuale".

Zeta Bootis: disco di Airy allungato (anche se molto ballerino per via della turbolenza) sia nel Newton che nel Mak ...immagine sostanzialmente uguale. L'apo non ce la fa a mostrare nessun segno di allungamento.

Eta Cor Bor: dischi a contatto sia nel Mak che nel Newton, se il seeing fosse migliore forse si potrebbe vedere se i 2 cm in più del Newton fanno la differenza. L'Apo sembra monstrare un disco di Airy non esattamente rotondo ma siamo molto al di sopra delle sue possibilità e forse è solo una mia impressione .


Saturno: stesse considerazioni che per Marte anche se qui la differenza tra MAk e Newton era veramente piccola ...o forse ero io che mi volevo convincere di non aver acquistato il Mak per avere prestazioni inferiori.


Nell'intermezzo di tutte queste prove o ritoccato due volte la collimazione del MAK che comunque ritengo soddisfacente. Le figure intra e extra non sono proprio uguali e centratissime ma a fuoco anche a 1300x l'immagine stellare è corretta e simmetrica, e in ogni caso ad ogni ritocco non ha mai notato alcuna differenza di resa.

Saranno prestazioni normali?
Forse avevo aspettative troppo alte per questo Mak 180?
In rete girano recensioni ottime per la parte ottica...
Può essere che le immagini leggermente impastate e con luce diffusa dipendano per esempio dal menisco tensionato nella sua cella?
__________________
Meade Starfinder 8", Takahashi FS78, Takahashi FSQ85ED, Takahashi FS102, Takahashi TOA130NS@NFB, Takahashi FS128,
AZ-EQ6 GT, Scorpius 370N
robely79 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 11:58   #15
robely79
Utente Junior
 
L'avatar di robely79
 
Data di registrazione: Feb 2007
Ubicazione: Trento
Messaggi: 227
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

un elaborazione molto frettolosa di Marte ripreso il 05-05-2014 per confronto dei tre strumenti....

MAkK 180 a sinistra, FS78 al centro, Newton 200 a destra

http://www.astrobin.com/94745/

L'FS78 è ovviamente tagliato fuori per l'imaging planetario, mentre sembra sempre prevalere un leggero vantaggio per il Newton come in visuale.
Ma l'immagine del MAk ha qualcosa che non mi convince... quel bordo un pò ed effetto sdoppiato...
__________________
Meade Starfinder 8", Takahashi FS78, Takahashi FSQ85ED, Takahashi FS102, Takahashi TOA130NS@NFB, Takahashi FS128,
AZ-EQ6 GT, Scorpius 370N
robely79 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 12:05   #16
GTI77
Utente Esperto
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: Pontedera (PI)
Messaggi: 1,775
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

Finalmente trovo qualcuno che ha i miei stessi riscontri! Ho avuto 2 mak 180 e li ho venduti entrambi, mentre ho ancora i miei 2 newton, un motivo ci sarà! Anch'io ho sempre avuto immagini più godibili e più neutre con i newton anzichè con il mak, i newton sono adatti anche all'alta risoluzione, l'ho sempre pensato. La minore ostruzione e il minor attraversamento di superfici ottiche qualcosa vorrà pur dire...
__________________
Dobson SW 14" goto, Newton SW 130/650, Vixen R-100L, Vixen 40/800, Skywatcher AZ GTI, QHY5III178M, Canon Eos 6D non modificata.
GTI77 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 06-05-14, 12:07   #17
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,051
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

Con un seeing appena discreto ,il fattore ostruzione conta molto ed un newton da 200/1200mm ostruito solo al 19% ha dalla sua un buon diametro ed una bassa ostruzione.

Favoritissimo l'eccellente APO TAKA FS 78 che con zero ostruzione ed un piccolo diametro meglio si adegua ad un seeing non eccelso.

Vedrai che con un seeing molto buono il MAK saprà farsi valere.

Mi continuo a chiedere come performa il NEWTON della ORION UK da 200/1600mm ad f8, con la sua alluminatura ad alta riflettività e magari nella versione corretta ad 1/10 P/V .

Il potenziale sulla carta è notevole.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 12:38   #18
robely79
Utente Junior
 
L'avatar di robely79
 
Data di registrazione: Feb 2007
Ubicazione: Trento
Messaggi: 227
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

per adesso, ma solo dopo due sere di utilizzo, i pro del MAk rispetto al vecchio Newton sono:
- tubo compatto e maneggevole
- focheggiatore morbido e che sopporta molto peso perché "fisso"
- trattamenti riflettenti e di trasmissione nuovi e performanti
i contro:
- sensibilità alla turbolenza uguale se non peggiore
- contrasto generale minore e più luce diffusa
- appannamento menisco...


avevo letto molte molte recensioni che davano queste ottiche specializzate per il planetario e quasi sempre più fruibili di un C8/C9.25 in questo settore ...con prestazioni paragonabili ad un apo da 130 mm...

sul fattore ostruzione ieri ho pure provato ad inserire nel Newton un picco dischetto di cartoncino da 60 mm per simulare un ostruzione maggiore, ma il decadimento delle prestazioni non è stato quasi minimamente percepibile....

Con un seeing buono sono sicuro che ci saranno risultati migliori, ma in quel caso anche il
Newton saprà dire la sua!
__________________
Meade Starfinder 8", Takahashi FS78, Takahashi FSQ85ED, Takahashi FS102, Takahashi TOA130NS@NFB, Takahashi FS128,
AZ-EQ6 GT, Scorpius 370N
robely79 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 14:08   #19
fran&cis
Banned
 
Data di registrazione: May 2013
Messaggi: 732
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

Considerato il diametro, il vincitore è il rifrattore....tra i due litiganti il terzo (piccolino ma tosto) gode...
fran&cis non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-05-14, 14:32   #20
NGC-Diego-1983
Utente Esperto
 
L'avatar di NGC-Diego-1983
 
Data di registrazione: Mar 2010
Ubicazione: provincia PD
Messaggi: 2,226
Predefinito Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond

Robely79, davvero molto interessanti questi test comparativi!
E devo dire che mi lasciano perplesso

Assolutamente non perchè non mi fido del tuo giudizio ma anzi, proprio perchè lo ritengo molto affidabile, vista anche la precisione dei tuoi report.

Ciò che mi perplime è questa "impastatezza" delle immagini rispetto quelle del vecchio newton.
Il fatto che GTI77 ha avuto la stessa esperienza con addirittura 2 mak180 mi fa sobbalzare

Possibile che uno strumento sulla carta eccezionale come un mak180 possa sfoderare immagini non impastate solo in condizioni di ottimo seeing?
__________________
...
I cieli sono stati il motore della scienza dell'uomo per millenni, fulcro delle sue speranze e dei suoi sogni per il domani.. (J.B. Sellers)

Dobson 326/1800 (f/5,52) - SW Mak 102/1300 su SW AZ3
NGC-Diego-1983 non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 11:56.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it