Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Autorecensione Strumentazione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 05-06-06, 07:57   #21
sbab
Utente
 
L'avatar di sbab
 
Data di registrazione: Apr 2006
Ubicazione: Savignano sul Rubicone (FC)
Messaggi: 718
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Caro Lorenzo,
più faccio prove col nuovo dobson e più mi accordo che TU hai sempre più ragione....
Ho provato con la catena, lasciando sempre completamente allentato il freno e.... MERAVIGLIA Non c'è più nessun problema di movimenti scattosi in altezza, inoltre, basta regolare un po' la "quantità" di catena da mettere a penzoloni sulla culatta (ne devo aggiungere un po' perché ho ancora poco peso) e il tele non cade più in avanti!

Quote:
Ho riletto l'interessante carteggio ed ho visto che fai fatica ad arrivare a fuoco. Prova a svitare di più le viti di regolazione del primario, in questo modo lo avvicini al secondario ed estrai il fuoco.
In effetti ho fatto così dopo aver letto da qualche parte una cosa analoga e ho guadagnato qualche mm nel focheggiatore.

Quote:
Per quanto riguarda lo sgabellino per alzare la base, beh qui dissento totalmente. Tutto lo sforzo dei progettisti dei dobson moderni è di 'abbassare' la base, per avere il massimo della stabilità. Gia la base del tuo modello commerciale è in un certo senso 'troppo' alta. Utilizza invece TU uno sgabellino per abbassare il tuo occhio a livello dell'oculare. Ma la concezione tradizionale del 'cavalletto' è dura a morire!
Anche qui, mi rendo conto che hai ragione ancora una volta: ieri sera ho riprovato, dopo avere cambiato i piedini con altri più corti. E' un po' più stabile, però senza il supporto è tutta un'altra cosa!

Grazie per i preziosi consigli!

Cieli sereni
Sbab

PS: ieri sera, nonostante la luna al 58%, il cielo era uno splendore! Mi sono sciroppato una fila di ammassi globulari tra ercole, serpente e ofiuco, oltre a qualche altro oggetto sparso (ammassi aperti e planetarie) da non credere! Anche con tutta la luce diffusa della luna, il lightbridge si è comportato egregiamente
__________________
Meade Lightbridge 12" deluxe
SW mc127 su eq3.2
sbab non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-06-06, 10:23   #22
lburti
Utente Super
 
L'avatar di lburti
 
Data di registrazione: Mar 2006
Ubicazione: Verona: siti osservativi vedi sopra + quando posso 3 ore d'auto x SQM 21,50 e... 21,80
Messaggi: 3,939
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Caro Sbab, sei una folgore nel realizzare i progetti! Sono contento che poi questi abbiano funzionato e che tu abbia avuto una stupenda osservazione del profondo cielo. Semmai ti dovessi stufare di trascinare catene come i fantasmi, prova anche gli altri metodi di bilanciamento suggeriti! Buone osservazioni, Lorenzo
__________________
Con i cieli che ci troviamo... bisogna accontentarsi!
lburti non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 05-06-06, 19:34   #23
Stargazer
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2005
Messaggi: 1,201
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Quote:
lburti
Caro Sbab, credo che Obsession non aggiunga formica al piano di scorrimento dei cuscinetti/cerchi in altezza dei suoi tele. Il contatto alluminio/teflon, come nel tuo tele, è gia ottimale e mi guarderei da ulteriori patemi. Per quanto riguarda i laminati comunque, per la precisione, Formica è un marchio, ed il tipo, guarda caso, 'Stardust' (n. 1782 del catalogo Formica) è consigliato da David Kriege, patron dell'Obsession e autore del volume 'The dobsonian telescope' (Willmann-Bell) in alternativa all' Ebony Star, che è un altro laminato, invece della Wilsonart.
CUT
Non che la parola di Kriege sia legge (anche se in usa è così) visto ci sono pro e contro su alcune sue soluzioni ma Obsession monta l'ebony star come il mio starsplitter; imho la differenza c'è o meglio si sente proprio nella fluidità

Riguardo al marchio non per niente avevo detto io ad esempio "volgarmente detto formica" in quanto il marchio per me non conta nulla ma vale il materiale

P.s.
se tu sai di cosa è fatto il kydex dimmelo subito per favore visto che non riesco a trovarne uno analogo
Stargazer non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-06-06, 21:00   #24
lburti
Utente Super
 
L'avatar di lburti
 
Data di registrazione: Mar 2006
Ubicazione: Verona: siti osservativi vedi sopra + quando posso 3 ore d'auto x SQM 21,50 e... 21,80
Messaggi: 3,939
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Caro Stargazer, scusa se insisto, ma gli Obsession commercializzati montano splendidi cerchi in altezza in fusione di alluminio (acquistabili anche separatamente dagli autocostruttori). Dato che la frizione alluminio/teflon è all'altezza di quella Ebony star/teflon, non avrebbe senso e non mi risulta che sia applicata sulla superficie di attrito. Il Kydex è prodotto esclusivo della Kleerdex Company (la trovi con qualsiasi motore di ricerca). L'importatore italiano è Andreani spa, 02-677-4131. Gentilissimo; il problema è la quantità. Spessore rigorosamente 0,027 pollici/0.7 mm, colore Calcutta Black 52000. Ma nei grandi magazzini fai-da-te vendono una plastica bi-strato con interno corrugato (il corrispettivo del cartone corrugato) in tutti i colori compreso il nero che va altrettanto bene. Scusa per la precisazione 'marchio Formica', ma gli autocostruttori sono andati in giro per anni a testare varie gradazioni e varietà di materiali plastici per cui quelli 'giusti' sarebbero appunto il laminato Ebony star della Wilsonart o lo Stardust num. tal dei tali di Formica. Poi salta fuori un certo Martin Lewis (martin.rlewis@virgin.net) che dice che forse non è vero niente... Io ho utilizzato una formica nostrana, a buccia di arancia, che mi da' proprio la sensazione burrosa orgasmica descritta da Kriege. Ma ho seguito pedissequamente le istruzioni del patron della Obsession per quanto riguarda dimensioni e posizioni dei cuscinetti in teflon. E, naturalmente, teflon extra-vergine. Lorenzo
__________________
Con i cieli che ci troviamo... bisogna accontentarsi!
lburti non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-06-06, 22:28   #25
lburti
Utente Super
 
L'avatar di lburti
 
Data di registrazione: Mar 2006
Ubicazione: Verona: siti osservativi vedi sopra + quando posso 3 ore d'auto x SQM 21,50 e... 21,80
Messaggi: 3,939
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Caro stargazer, colpito ed affondato. Hai ragione in pieno: i cerchi in alluminio della Obsession hanno la superficie di attrito ricoperta della mitica Ebony star. Punto. Lorenzo
__________________
Con i cieli che ci troviamo... bisogna accontentarsi!
lburti non in linea   Rispondi citando
Vecchio 07-06-06, 13:28   #26
Stargazer
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2005
Messaggi: 1,201
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Quote:
lburti
Caro stargazer, colpito ed affondato. Hai ragione in pieno: i cerchi in alluminio della Obsession hanno la superficie di attrito ricoperta della mitica Ebony star. Punto. Lorenzo
Massi' capita di sbagliare non c'era bisogno di dirlo
cito qui per l'altro messaggio

Quote:
Dato che la frizione alluminio/teflon è all'altezza di quella Ebony star/teflon, non avrebbe senso e non mi risulta che sia applicata sulla superficie di attrito. Il Kydex è prodotto esclusivo della Kleerdex Company (la trovi con qualsiasi motore di ricerca). L'importatore italiano è Andreani spa, 02-677-4131. Gentilissimo; il problema è la quantità. Spessore rigorosamente 0,027 pollici/0.7 mm, colore Calcutta Black 52000.
fin qui ero arrivato anch'io ma appunto il problema è l'acquisto all'ingrosso!

Quote:
Ma nei grandi magazzini fai-da-te vendono una plastica bi-strato con interno corrugato (il corrispettivo del cartone corrugato) in tutti i colori compreso il nero che va altrettanto bene.
Ecco qui allora mi faresti verament eun grandissimo favore nel dirmi come diavolo si chiama visto che quando cerchi di spiegargli al commesso o citi il nome-marchio o non capisce una cippa

Stargazer non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 07-06-06, 15:06   #27
lburti
Utente Super
 
L'avatar di lburti
 
Data di registrazione: Mar 2006
Ubicazione: Verona: siti osservativi vedi sopra + quando posso 3 ore d'auto x SQM 21,50 e... 21,80
Messaggi: 3,939
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Si chiama Plasticonda; io lo trovo nei magazzini Castorama. Lorenzo
__________________
Con i cieli che ci troviamo... bisogna accontentarsi!
lburti non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-06-06, 16:44   #28
Stargazer
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2005
Messaggi: 1,201
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Quote:
lburti
Si chiama Plasticonda; io lo trovo nei magazzini Castorama. Lorenzo
umm 2.5cm di spessore?

provo a cercare spessori minori qui e speriamo; al momento ho adattato con velcro un flexshield della orion (i paraluce per sc) ma non è che sia il massimo

grazie ;-)
Stargazer non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-06-06, 19:53   #29
lburti
Utente Super
 
L'avatar di lburti
 
Data di registrazione: Mar 2006
Ubicazione: Verona: siti osservativi vedi sopra + quando posso 3 ore d'auto x SQM 21,50 e... 21,80
Messaggi: 3,939
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Ho controllato una vecchia mail di un amico astrofilo cuneese che lo ha usato e che mi aveva procurato la immagine che ho allegato al mio messaggio precedente. Ti allego il paragrafo relativo. Ciao, Lorenzo

"Plasticonda" è il nome del mio Kidex autarchico. Si tratta di PVC
alveolare (alveoli longitudinali) col quale ho realizzato sia lo schermo
circonferenziale della "secondary cage", che il disco di equilibrio dei
triangoli della cella (quel disco che sta sotto il vertice dei triangoli
verso il centro della cella dello specchio principale), ed anche il
diaframma di riduzione dell'apertura (coperchio del telescopio con foro
non ostruito, in posizione decentrata e con il massimo diametro
inscritto nello spazio fra una lama e l'altra della "Spyder vane&quot.
Questa lastra in PVC l'ho acquistata in un negozio fai-da-te della
catena "La Prealpina", quì vicino a casa mia, ma si trova in quasi tutti
i fai-da-te, nel reparto dove ci sono i laminati plastici (finti vetri
per cabine doccia, e simili). C'è in tutti i principali colori compreso
ovviamente il nero, e in diversi formati, e ho pagato 3,3 euro il
foglio lungo 1,8metri e largo 50 cm.
Si tratta di un foglio dello spessore reale di 2,3mm, molto leggero, perchè vuoto dentro, come si vede dalla striscetta che ho tagliato e messa in piedi nella scannerizzazione.
Ho cercato molto il Kydex senza successo, e l'unico materiale plastico che sono riuscito a trovare in un primo tempo, è stato un PVC da parati (comperato in un negozio della catena AGENA parati) che di chiama MURASPEC NERO OPACO. La minima fornitura è di 3m e mi è costato 1836 euro al metro.
La mia intenzione (siccome questo foglio di PVC ha una superficie perfetta dal punti di vista della non riflettenza, ma è un materiale flessibile che non sta treso come è necessario per la sua installazione nella secondary cage), sarebbe stata di farne il rivestimento di un foglio di volgare traslucido in fibra di vetro-fenolo (materiale tipo ondulux), che avrei facilmente trovato nei negozi di materiali edili.
Poi, nel mio girovagare, ho trovato l'alveolare, ed allora, per mettere a frutto l'investimento del Muraspec ormai fatto, ho rivestito con esso la faccia interna della secondary cage, ma l'alveolare è già di per sè poco riflettente, ed al massimo sarebbe stato possibile migliorarne la opacità carteggiando la sua superficie interna con carta seppia a grana fine (300 mesh).
__________________
Con i cieli che ci troviamo... bisogna accontentarsi!
lburti non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-06-06, 09:25   #30
dufay
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Meade Lightbridge 12": prime impressioni

Ciao sbab, riprendo questo ottimo topic per chiederti alcune cose riguardo agli upgrade:
1. la sostituzione delle molle del primario la può fare anche un principiante come me o ci vuole un tecnico? Voglio dire, bisogna essere dei miniaturisti?
2. il telo nero sul sito che hai segnalato mi sembra un po' costoso per un pezzo di stoffa, pensi che a costruirlo da soli venga fuori una schifezza? Che ostruisca? Potrei fare dei cerchi in filo d'alluminio per distanziarlo.
3. una volta collimato se poi io ripongo il LB senza smontarlo poi devo ricollimarlo comunque?
Grazie sbab, come vedi mi sto proprio indirizzando verso un tele come il tuo. 8-)
  Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 16:07.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it