Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Osservare il Cielo > Radioastronomia Amatoriale
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 05-12-13, 18:19   #1
AndreaB
Utente Junior
 
L'avatar di AndreaB
 
Data di registrazione: Sep 2007
Ubicazione: Pisa
Messaggi: 345
Predefinito Interferometro di Michelson

Guardate questo simpatico filmato presente sul "tubo" .
http://www.youtube.com/watch?v=i8tejhtRuvA
Rende in parte l'idea del funzionamento di un interferometro .
Hanno deciso di usare due sorgenti di rf e un solo punto di ricezione , forse per semplicità , e per questo risulta impossibile visualizzare lo sfasamento dei fronti d'onda .
AndreaB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-12-13, 20:36   #2
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,983
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

Quote:
AndreaB Visualizza il messaggio
Hanno deciso di usare due sorgenti di rf e un solo punto di ricezione , forse per semplicità , e per questo risulta impossibile visualizzare lo sfasamento dei fronti d'onda .


Non capisco. Perché dici cosi?

A me sembra che si capisca perfettamente l'effetto dello sfasamento, anzi un esperimento migliore di quello mostrato non avrei saputo immaginarlo.

aleph non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 05-12-13, 21:04   #3
AndreaB
Utente Junior
 
L'avatar di AndreaB
 
Data di registrazione: Sep 2007
Ubicazione: Pisa
Messaggi: 345
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

L'esperimento del video è corretto e rappresenta bene l'effetto dello sfasamento .
Dico solo che utilizzando una singola sorgente e due ricevitori si sarebbe visto il delta-T sullo schermo dell'oscilloscopio .
AndreaB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-12-13, 19:57   #4
AndreaB
Utente Junior
 
L'avatar di AndreaB
 
Data di registrazione: Sep 2007
Ubicazione: Pisa
Messaggi: 345
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

Ripensandoci bene non sono sicuro di riuscire a vedere il delta T .
Purtroppo sono curioso e ho deciso di replicare l'esperimento .
Inizialmente provo a ricosrtruire un'impianto simile a quello del filmato e successivamete proverò una configurazione diversa con singolo trasmettitore e due ricevitori .
Userò dei moduli di provenienza surplus di un ponte TV a 14 GHz .
Nella prima immagine l'oscillatore connesso al mixer , la seconda con il segnale modulato .
http://it.fotoalbum.eu/IZ5DKM/a797854
AndreaB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 29-12-13, 08:19   #5
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

Hanno usato due emettitori, ma arriva ad entrambi il medesimo segnale, sono quindi due sorgenti distanziate che sono in fase tra loro. Come le due fessure per l'interferenza ottica. Un esperimento molto facile da rifare. Anzi ve ne propongo una variazione, usate come emettitori le due casse dello stereo e come ricevitore il vostro orecchio. Così potrete anche verificare se avete fatto correttamente i collegamenti coi due fili e magari una delle due casse l'avete collegata coi fili invertiti. C'è da scegliere la frequenza audio più adatta, ma non vi posso suggerire tutto...
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-14, 20:21   #6
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,578
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

Quello secondo me è un unico trasmettitore (a microonde) che alimenta attraverso un accoppiatore a guida d'onda due antenne direzionali, le quali trasmettono due segnali perfettamente in fase, modulati (chissà perche) con onda triangolare; poteva essere benissimo e più comunemente sinusoidale. Quando l'antenna ricevente si sposta trasversalmente cambia l'angolo di provenienza dei due segnali, che percorrendo lunghezze diverse si sommano e si annullano a vicenda ogni mezza lunghezza d'onda.
Misurando la distanza a cui avvengono i "nulli" si può calcolare con approssimazione la frequenza. Non ho capito l'utilità dell'oscilloscopio (visto che c'è l'altoparlante) e ambedue controllano il segnale demodulato; probabilmente per fare scena..........

P.S. oppure vuole dimostrare che i due segali RF interferiscono mentre la fase della modulante non cambia (logicamente)
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 16-01-14 20:26.
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 17-01-14, 07:29   #7
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,578
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

Quote:
AndreaB Visualizza il messaggio
L'esperimento del video è corretto e rappresenta bene l'effetto dello sfasamento .
Dico solo che utilizzando una singola sorgente e due ricevitori si sarebbe visto il delta-T sullo schermo dell'oscilloscopio .
Tu possiedi un oscilloscopio a doppia traccia con banda passante di 20 Giga e base dei tempi dell'ordine dei femtosecondi? e dove l'hai acquistato, su Marte?
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 17-01-14 07:39.
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-01-14, 15:22   #8
AndreaB
Utente Junior
 
L'avatar di AndreaB
 
Data di registrazione: Sep 2007
Ubicazione: Pisa
Messaggi: 345
Predefinito Re: Interferometro di Michelson

No , non ho niente di così esotico ma solamente un terrestre TEK 425 .
Come puoi leggere nel messaggio successivo a quello da te quotato mi sono ripreso dicendo di non esserne tanto sicuro , infatti anche visualizzando il segnale dopo la conversione in basso , risulterà impossibile vedere la fase della portante e ogni sua variazione ma si potrà solo percepirne gli effetti indiretti che si manifesteranno con una variazione di ampiezza , il prodotto dei vettori .
AndreaB non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 20:40.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it