Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Esobiologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 30-09-10, 11:06   #1
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Gregory Laughlin e' un famoso astronomo americano che lavora nel campo dei pianeti extrasolari. Un paio di anni fa, egli disse che nel sistema planetario di Gliese 581 un corpo posto tra il pianeta 'd' - probabilmente troppo freddo e massiccio - ed il pianeta c - probabilmente troppo caldo - avrebbe dovuto esistere perche' avrebbe avuto la temperatura giusta per essere almeno potenzialmente abitabile. "Il che e' un argomento piuttosto debole, lo ammetto", aggiunse Laughlin.

Invece, pare che il desiderio suo (e quello di tanti altri) si sia avverato.

Ieri, un team guidato da Steven Vogt (Lick Observatory) ha annunciato la scoperta di altri due pianeti nel sistema di Gliese 581. Tale scoperta e' stata possibile analizzando centinaia di osservazioni spettrali di alta precisione, ottenute in oltre 10 anni.

Gli astronomi sapevano gia' che Gliese 581 aveva 4 pianeti in orbita. 'e' e' un corpo di massa simile a quella della Terra, che orbita a soli 4 milioni e mezzo di km dalla sua stella. 'b' e' probabilmente un pianeta di massa e costituzione simile a Nettuno, ma posto poco piu' distante di 'e'. 'c' e 'd' sono probabilmente pianeti oceanici, di massa intorno 10 volte quella della Terra, composti meta' da rocce e meta' da H20, avvolti da una pesante atmosfera di idrogeno ed elio.

Uno dei pianeti scoperti dal team di Vogt e' 'g', posto esattamente tra 'c' e 'd'. Orbita in 33 giorni intorno la sua stella; il semiasse maggiore dell'orbita e' 0,15 unita' astronomiche. Tenendo conto della bassa luminosita' di Gliese 581, una debole nana rossa, si puo' facilmente calcolare che tale pianeta riceve il 63% della costante solare che riceve la Terra - e piu' di quanto ne riceva Marte. La massa di Gliese 581g e' almeno 3 volte quella della Terra, ma non puo' essere oltre 4.5 per mantenere la stabilita' del sistema planetario.

Un fratello maggiore della Terra, dunque? Non possiamo esserne sicuri. Se conoscessimo il raggio di Gliese 581g, potremmo ricavarci la densita' e da questa conoscere se e' un pianeta composto soprattutto da acqua, da rocce e ferro, oppure sia avvolto da una pesante atmosfera. Ma questa informazione per ora ci e' preclusa, perche' g non transita di fronte la sua stella e quindi non possiamo conoscerne le dimensioni.

Se e' un pianeta prevalentemente solido, ha un raggio pari a circa 1.3 volte quello del nostro pianeta ed una gravita' pari a circa 2g.

Per quanto ne sappiamo in questo momento, l'orbita appare essere di bassa eccentricita' o circolare. Se cosi' fosse, e' quasi certo che questo pianeta mostra alla sua stella sempre lo stesso emisfero, mentre l'altro e' sempre rivolto allo spazio esterno. Fino a qualche anno fa, si pensava che tale situazione avrebbe compromesso ogni speranza che un corpo del genere fosse abitabile. Studi piu' moderni hanno mostrato invece che se l'atmosfera ha una densita' non e' troppo diversa da quella dell'atmosfera terrestre, essa puo' ridistribuire il calore della stella sull'intera superfice, impedendo temperature estreme, attraverso venti che spirerebbero tra l'emisfero illuminato e quello in ombra. Tali venti non sarebbero nemmeno troppo forti in superfice, con una volocita' non maggiore di 70 km/h e probabilmente inferiore. Nell'ampia zona intorno il terminatore, la temperatura e' probabilmente non molto diversa da quella che abbiamo qui sulla Terra.

Certamente Gliese 581g e' uno dei pianeti extrasolari piu' interessanti scoperti finora. Un'ultima annotazione: ci sono solo 116 stelle piu' vicine di Gliese 581, *e solo 9 sono state studiate con la stessa precisione*. Questo ci fa credere che pianeti non troppo diversi dalla Terra, almeno in termini di massa e costante solare ricevuta, non siano merce rara nella nostra Galassia.

Segnatevi il 29 settembre 2010 nel vostro calendario gente

Links (in English, sorry):

http://arxiv.org/abs/1009.5733

http://www.skyandtelescope.com/news/home/104031014.html

http://en.wikipedia.org/wiki/Gliese_581

http://www.sciencedaily.com/releases...0929170503.htm


Ciao, Dark
__________________
"The world is not all science and there are places where science cannot and even should not go. But this lesson has come surprisingly hard to many philosophers and scientists. Scientism is naive and it is hubristic. But, most of all, it’s just plain wrong." H. Allen Orr, review of S. Gould's "Rocks of Ages".

"Fra l’altro, dobbiamo chiarire fin dall’inizio che se una cosa non è scienza, non necessariamente è un male. Per esempio l’amore non è una scienza.” - R. Feynman
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-09-10, 11:29   #2
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Il corriere della sera ha ora una pagina in Italiano dedicata a Gliese 581g. Io pero' preferisco quelle in Inglese:

http://www.corriere.it/scienze_e_tec...4f02aabe.shtml

Ciao, Dark
__________________
"The world is not all science and there are places where science cannot and even should not go. But this lesson has come surprisingly hard to many philosophers and scientists. Scientism is naive and it is hubristic. But, most of all, it’s just plain wrong." H. Allen Orr, review of S. Gould's "Rocks of Ages".

"Fra l’altro, dobbiamo chiarire fin dall’inizio che se una cosa non è scienza, non necessariamente è un male. Per esempio l’amore non è una scienza.” - R. Feynman
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 30-09-10, 15:18   #3
Daniele_Rm
Utente Junior
 
L'avatar di Daniele_Rm
 
Data di registrazione: Jun 2010
Ubicazione: Roma
Messaggi: 167
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

il Corriere e altri siti rimarcano -31 - 12°C di temperatura mentre in realta' sono fahrenheit, dunque -24 +11°C, sicuramente variabili in minime e massime assolute.

GLIESE 581G è posto fra i pianeti GLIESE 581D e GLIESE 581C, quindi in piena zona abitabile ..
Ben piu' lontano sarebbe stato ipotizzato anche GLIESE 581F con orbita dalla sua stella paragonabile a quella di Venere (gli altri 5 e, b, c, g, d hanno orbite dalla loro stella che rientrano tutte entro la distanza di Mercurio dal Sole).

Ben 6 pianeti

ps: penso che se vivessivo su un altro sistema planetario e scoprissimo il sistema solare potremmo benissimo ipotizzare temperature decenti e probabile vita nei tre pianeti venere-terra-marte.. (proprio come per Gliese581 d, g e c) ma come sappiamo in realta' solo quello centrale (terra) è realmente ospitale..chissa' magari è lo stesso per i tre pianeti di Gliese581 o magari li va peggio, o addirittura..meglio!
Daniele

.
__________________
.. noi ci guardiamo, il cielo ed io,
.. senza stancarci..


Ultima modifica di Daniele_Rm : 30-09-10 15:20.
Daniele_Rm non in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-09-10, 18:31   #4
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,564
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Quote:
Daniele_Rm Visualizza il messaggio
il Corriere e altri siti rimarcano -31 - 12°C di temperatura mentre in realta' sono fahrenheit, dunque -24 +11°C, sicuramente variabili in minime e massime assolute.
Per la verità farebbe -31 °F ---> -35,5 °C; -12 °F ---> -24,4 °C

http://it.wikipedia.org/wiki/Fahrenheit

Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-10-10, 08:52   #5
McGyver
Utente Junior
 
Data di registrazione: Aug 2007
Messaggi: 191
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Nella ricerca pubblicata, calcoli statistici permettono di ipotizzare che la percentuale di stelle dotate di pianeti abitabili sia di "alcune decine di punti percentuali", quindi oltre il 10%.
Se fosse anche solo il 10%, visto che nella via lattea ci sono 100 miliardi di stelle, vuol dire 10 miliardi di pianeti abitabili!!!!!!
__________________
-- McGyver --

Ultima modifica di McGyver : 01-10-10 08:54.
McGyver non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-10-10, 19:15   #6
matrix80
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2007
Messaggi: 127
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Per la verità farebbe -31 °F ---> -35,5 °C; -12 °F ---> -24,4 °C

http://it.wikipedia.org/wiki/Fahrenheit

Sicuro che in questi calcoli sia stata inclusa anche la radiazione infrarossa? Comunque questa stellina è una fonte inesauribile di sorprese...e chissà quanti sistemi planetari simili ci siano, che noi non abbiamo ancora scoperto...
matrix80 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 01-10-10, 22:20   #7
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Quote:
matrix80 Visualizza il messaggio
Sicuro che in questi calcoli sia stata inclusa anche la radiazione infrarossa? Comunque questa stellina è una fonte inesauribile di sorprese...e chissà quanti sistemi planetari simili ci siano, che noi non abbiamo ancora scoperto...
ciao Matrix,

si', si e' tenuto conto della IR. La magnitudine assoluta in V di Gliese 581 e' 11.6, 7 magnitudini piu' debole del Sole. Corrisponde ad una luminosita', in ottico, pari a solo ~0.2% di quella emessa dal Sole. Se invece si tiene conto della luminosita' bolometrica, cioe' della radiazione emessa in tutto lo spettro elettromagnetico, si ha che Gliese 581 emette circa l'1.3% dell'energia del Sole nello stesso intervallo di tempo. Il pianeta g riceve dunque una costante solare pari a 0.013 x 0.146^{-2} ~0.6 di quella che la Terra riceve dal Sole, il valore di cui si parlava prima. Con questa costante solare, si hanno temperature di equilibrio dell'ordine di 230 K per albedo di Bond dell'ordine di 0.3, come quello della Terra, cioe' poco meno di -40 C. A questi pero' si dovrebbe aggiungere un possibile effetto serra dell'atmosfera di questo corpo.

A proposito di altre possibili sorprese, mi chiedo cosa ci sia tra il pianeta d (che orbita a 0.22 unita' astronomiche) ed h (che orbita a 0.76). Dato che questo sistema planetario appare cosi' "packed", come si dice in inglese, tra quei due corpi ce ne potrebbero persino essere altri

Ciao, Dark
__________________
"The world is not all science and there are places where science cannot and even should not go. But this lesson has come surprisingly hard to many philosophers and scientists. Scientism is naive and it is hubristic. But, most of all, it’s just plain wrong." H. Allen Orr, review of S. Gould's "Rocks of Ages".

"Fra l’altro, dobbiamo chiarire fin dall’inizio che se una cosa non è scienza, non necessariamente è un male. Per esempio l’amore non è una scienza.” - R. Feynman

Ultima modifica di Dark_GRB : 01-10-10 22:23.
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-10-10, 00:56   #8
matrix80
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2007
Messaggi: 127
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Quote:
Dark_GRB Visualizza il messaggio
ciao Matrix,

si', si e' tenuto conto della IR. La magnitudine assoluta in V di Gliese 581 e' 11.6, 7 magnitudini piu' debole del Sole. Corrisponde ad una luminosita', in ottico, pari a solo ~0.2% di quella emessa dal Sole. Se invece si tiene conto della luminosita' bolometrica, cioe' della radiazione emessa in tutto lo spettro elettromagnetico, si ha che Gliese 581 emette circa l'1.3% dell'energia del Sole nello stesso intervallo di tempo. Il pianeta g riceve dunque una costante solare pari a 0.013 x 0.146^{-2} ~0.6 di quella che la Terra riceve dal Sole, il valore di cui si parlava prima. Con questa costante solare, si hanno temperature di equilibrio dell'ordine di 230 K per albedo di Bond dell'ordine di 0.3, come quello della Terra, cioe' poco meno di -40 C. A questi pero' si dovrebbe aggiungere un possibile effetto serra dell'atmosfera di questo corpo.

A proposito di altre possibili sorprese, mi chiedo cosa ci sia tra il pianeta d (che orbita a 0.22 unita' astronomiche) ed h (che orbita a 0.76). Dato che questo sistema planetario appare cosi' "packed", come si dice in inglese, tra quei due corpi ce ne potrebbero persino essere altri

Ciao, Dark
Hai ragione, non avevo considerato l'effetto serra. Con questo, assumendo una atmosfera di densità e composizione simile a quella terrestre, è possibile che la temperatura media del pianeta arrivi attorno allo zero. Consideriamo infatti che la Terra senza l'effetto serra generato dall'atmosfera sarebbe in media molto più "fredda". Infatti la temperatura media della Luna è di -23,15°, mentre sul nostro pianeta è circa 15°: insomma, l'effetto serra ha fatto guadagnare al nostro pianeta 38 gradi circa in più di ciò che sarebbe stato senza atmosfera.
matrix80 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-10-10, 11:59   #9
luranz
Utente Esperto
 
L'avatar di luranz
 
Data di registrazione: Dec 2008
Ubicazione: nel ferrarese
Messaggi: 2,261
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Se non ricordo male questi 38 gradi in più sono dovuti principalmente all'energia geotermica, e solo parzialmente all'effetto serra.
A me l'ipotesi del pianeta potenzialmente abitabile rimane comunque molto tirata. Come facciamo a quantificare l'effetto serra senza conoscere la composizione dell'atmosfera? Voglio dire potrebbe valere quasi zero oppure causare una situazione infernale come quella su Venere.
Come diceva quello "l'ottimismo è il sale della vita" , mi sembra molto appropriato

@McGyver: a meno di recenti revisioni, la statistica che riporti è sbagliata o è stata letta male. Sembra che il 10% delle stelle possieda un sistema planetario, e di queste, solo una percentuale minima possiede pianeti in orbita potenzialmente abitabille. Quanti non si sa, poichè non abbiamo nemmeno i dati per fare una statistica in tal senso.
__________________
Principalmente newton 8" f/5 ed EQ6goto
I disèn che al tròp pinsèr, al deriva dal pòc capir...
luranz non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-10-10, 12:49   #10
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Re: Gliese 581g - la prima "potentially habitable super-earth"

Quote:
luranz Visualizza il messaggio
Se non ricordo male questi 38 gradi in più sono dovuti principalmente all'energia geotermica, e solo parzialmente all'effetto serra.
A me l'ipotesi del pianeta potenzialmente abitabile rimane comunque molto tirata. Come facciamo a quantificare l'effetto serra senza conoscere la composizione dell'atmosfera? Voglio dire potrebbe valere quasi zero oppure causare una situazione infernale come quella su Venere.
Come diceva quello "l'ottimismo è il sale della vita" , mi sembra molto appropriato

[...]
Quello che tu dici e' interessante Luranz, ma tieni conto che i modelli di evoluzione planetaria prevedono che un pianeta di tipo terrestre formi un'atmosfera come quella di Venere nel caso di un irraggiamento maggiore di quello che la Terra riceve dal Sole. Se linvece la costante solare e' inferiore, l'acqua reagisce con l'anidride carbonica e materiali della superfice solida per formare carbonati. La CO2 e' cosi' "sequestrata" dall'atmosfera.

Ma sicuramente e' prematuro parlare di temperatura al suolo se non sappiamo come e' fatta l'atmosfera di questo pianeta, e neppure se esista un suolo! Potrebbe essere un "pianeta oceanico", un fratello minore di Gliese 1214b per intenderci.

Ciao, Dark
__________________
"The world is not all science and there are places where science cannot and even should not go. But this lesson has come surprisingly hard to many philosophers and scientists. Scientism is naive and it is hubristic. But, most of all, it’s just plain wrong." H. Allen Orr, review of S. Gould's "Rocks of Ages".

"Fra l’altro, dobbiamo chiarire fin dall’inizio che se una cosa non è scienza, non necessariamente è un male. Per esempio l’amore non è una scienza.” - R. Feynman
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 23:24.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it