Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Autocostruzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 02-05-17, 06:50   #1
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,249
Predefinito Pericolo di cappottamento di un telescopio

Ciao a tutti, sono stato testimone indiretto degli effetti distruttivi di un piccolo catadiottrico, caduto sopontaneamente dal bordo di un tavolo, su cui era stato apppoggiato per un'attimo, con il cercatore 8x50 già montato su un lato, ad un bravo astrofilo che me lo ha portato a vedere per rimetterlo in sesto.

Cosa per fortuna eseguita senza particolari residui inconvenienti pratici, ma con ovvi segni permanenti di carrozzeria.

La cosa sembrava impossibile, ma guardando bene la coda di rondine VIXEN su cui era stato appoggiato, ho capito il motivo.

Le viti con testa da 10mm a brugola da M6, sporgevano di solo 1,3mm dal piano di appoggio della slitta VIXEN, a cui va aggiunto il carico eccentrico del cercatore 8x50 montato lateralmente.

La slitta VIXEN è larga 44mm, se la testa della vite che sporge ha diametro di 10mm, tutto il telescopio + cercatore montato eccentrico-laterale, appoggia da un lato solo su 17mm di piano di reazione, ma già molto instabile come baricentro.

Ho pensato malissimo di chi aveva montato così male quella slitta, in ogni caso ho approfondito la lamatura di 1,5mm e tutto è rientrato nel giusto.

Pochi giorni fa ho posato momentaneamente il mio 120ED sotto il letto, con il cercatore ed una torretta binoculare montati e sento una strano tambureggiamento della slitta VIXEN sul pavimento.

Per un attimo penso ad un leggero terremoto, ma poi mi ricordo del catadiottrico infortunato.

Tiro su il 120ED e lo metto sul tavolo coricato sul fianco, ORRORE!!!!! anche le viti della slitta del 120ED sporgono di 1mm dal piano della slitta VIXEN.

Una rapida rilamatura più profonda di 1,5mm e le viti si incassano bene.

Ma ormai ho paura a posare su un tavolo un telescopio con già montato il cercatore sbilanciato di lato e la torretta binoculare.

Quindi decido di montare, trasversalmente in testa alla slitta VIXEN, una barretta di alluminio di 100mmx15mmx4mm opportunamente scantonata, per offrire una ben più corposa base di appoggio ANTIRIBALTAMENTO e pure come elemento ANTISFILAMENTO accidentale.

Faccio l'operazione sul RUMAK M500, sull'ACRO SW da 120/600mm e sul 120ED, il lavoro è stato lungo ma facilissimo, in testa alla slitta VIXEN due buchini da 3,5mm, poi filettati ad M4, sulle barrette , due fori da 4mm il tutto reso monolitico con due vitine con testa cilindrica a brugola da M4, per fissare le barrette anticappottamento in cima alle slitte VIXEN.

Ora appoggio con molta più serenità i miei preziosi telescopi su qualsiasi superficie accettabilmente piana.

Ma con il 120ED ho effettivamente rischiato grosso parecchie volte, senza il minimo sospetto.

Insomma con la disavventura di uno sfortunato astrofilo, io ne ho tratto preziosi insegnamenti e li ho a mia volta messi a vostra disposizione.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 10:56   #2
astro61
Utente
 
L'avatar di astro61
 
Data di registrazione: Oct 2012
Ubicazione: Novara
Messaggi: 749
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Caro Giovanni, non mi dici niente di nuovo. Ci pensavo proprio ieri. Effettivamente credo che sia un problema di molti che hanno montato una barra Vixen sul loro telescopio. Io per fortuna con il mio Skywatcher 150 non ho questo problema perché monto sempre delle barre Losmandy, però la barra Vixen mi serve come maniglia e qualche volta mi è capitato di doverla usare per appoggiare al contrario il telescopio e mi sono accorto di questo problema. Effettivamente guarda la foto, la mia addirittura sporge penso di più della misura che hai detto tu.
https://s19.postimg.org/gx2zf7aur/IMGP2603.jpg
__________________
DUE OCCHI VEDONO MOLTO MEGLIO DI UNO
C11HD su iOptron CEM60 e cavalletto Geoptik Hercules, rifrattore SW 150/750 con focheggiatore Titanium su iOptron AZ Mount Pro, APM 140 f/7, torretta Baader Zeiss Mark V, coppie di Takahashi LE 30, 12.5 e 5mm, coppia di Televue Panoptic 24mm, coppia di Meade 18mm serie 5000 HD-60, coppia di TS 7mm UWAN 82°, TS 40mm Paragon ED , Televue plossl 11mm, Meade serie 4000 Japan 26 e 15mm, Sky Quality Meter-L, Canon 12x36 IS II

Ultima modifica di astro61 : 02-05-17 12:06.
astro61 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 02-05-17, 12:24   #3
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,249
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Ciao ASTRO, preso dal sacro fuoco della sicurezza, rovistando tra i miei materiali ho trovato del leggero e rigido angolare di alluminio da 20mmx20mm spesso 1,5mm, ho quindi tagliato tre pezzi lunghi 125mm, li ho scantonati a fondo, arrivando al peso ectoplasmatico di soli 13 grammi per ogni traversino anticapottamento.

Con 125mm di traversino, messi per traverso sulla parte anteriore della slitta VIXEN, ora posso davvero dormire sonni tranquilli, quando mi metto con molti tubi ottici su un tavolo, oppure su una mensola sul balcone, per provarli tutti a turno.

Si tratta di un lavoretto facile-facile, a costo zero, ma che protegge un capitale notevole dal fare una brutta fine.

ASTRO, per il tuo ACRO SW da 150/750mm, devi fare una lamatura da 10mm ed un poco più profonda dello spessore delle teste delle classiche viti da M6 a testa cilindrica e cava esagona per la chiave esagona di 6mm, così incassi per bene quelle due viti ed appoggi su almeno 44mm della larghezza della slitta VIXEN.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 12:31   #4
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,441
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Vediamo se mi riesce postare (che brutta parola) le immagini che Giovanni mi ha mandato sul cellulare...




Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 12:51   #5
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,249
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Ringrazio COCCOBILL per la pazienza e la cortesia di aver postato per me le tre foto, la prima foto è del INTES MICRO M500, la seconda del 120 ED e la terza del ACRO SW da 120/600mm.

Sempre emozionante vedere delle proprie foto sul forum.

Come scritto nel messaggio precedente, per l'M500 e per il 120ED ho rifatto i traversini in angolare da 20mmx20mmx1,5mm e molto più lunghi, addirittura da 125mm, per i più grossi M500 e 120ED, mentre ho lasciato immutato quello a baretta del 120/600mm.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 13:04   #6
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,441
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Con la barra Losmandy non ci sono questi problemi di ribaltamento. L'unico problema è che per evitare che la slitta si sfili spesso si mette un pomellino (la Meade usa questo sistema) oppure una brugola avvitata sotto la barra, nella parte terminale. In questo modo se si allenta la barra sulla montatura questa non si può sfilare accidentalmente. Quel pomellino o brugola però dà fastidio se si appoggia la barra su un tavolo o per terra. Il sistema di Giovanni è migliore, solo più laborioso.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 02-05-17, 15:20   #7
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,249
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Grazie COCCOBILL, si, in effetti il mio sistema salva capra e cavoli, aumenta la base di appoggio e fa da efficace sistema di sicurezza.

Gia da molto tempo volevo mettere dei fermi di sicurezza anti sfilamento accidentale, ma il solito sistema di una vitina che sporge in basso dalla slitta, sia VIXEN che LOSMANDY, induce però un pericoloso dondolamento del telescopio, se posato sulla slitta che fa perno sulla vitina antiscivolamento.

COCCOBILL, quando trovi un momento, se ne avrai voglia, prova a postare anche le ultime foto che ti ho inviato, il sistema del traversino ottenuto da un prodilo ad "L" ed allargato a ben 125mm, rende letteralmente una roccia la posa su qualsiasi piano di appoggio, anche non perfettamente livellato.

Mi dispiace solo di non aver potuto scrivere questa discussione prima che quell'astrofilo facesse cadere il suo telescopio dal tavolo.

Ricordo che anche la caduta per scivolamento dalle mani di un telescopio non è un fatto raro, molti miei conoscenti hanno addirittura buttato i loro telescopi per la frantumazione della lastra di SCHMIDT ,oppure del menisco di un MAK180, cosa che non capita se si mette sempre una maniglia al telescopio.

Io ho sempre messo una maniglia ai miei telescopi, tranne agli INTES ed INTES MICRO, che già nascono con una maniglia baricentrica di serie.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 15:58   #8
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,441
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Ecco le ultime immagini di Giovanni.







Le legende sono: Versione in angolare da 125 mm per il 120ED
Vista postriore sul 120 ED
Nuovo traversino angolare per l'M500

Personalmente ho ben pochi strumenti privi di maniglia, anzi di quelli che uso nessuno ne è privo.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 16:07   #9
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,441
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Ecco la maniglia che ho messo sul TS APO 130/910.

Si vede posteriormente il supporto per il cercatore. Si, perchè di serie non c'è un supporto per il cercatore! Come se su un telescopio di quasi un metro di focale se ne potesse fare a meno!
Anche per questo strumento la maniglia praticamente è un obbligo, visto che pesa 10 kg ed ha un diametro tale da non poterlo tenere con una sola mano.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-05-17, 21:46   #10
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,249
Predefinito Re: Pericolo di cappottamento di un telescopio

Eccellente MANIGLIA PLURIFUNZIONALE.

Bravo COCCOBILL, anche tu hai preso due piccioni con una sola fava.

Movimentare un grosso APO da 130mm e del peso di 10Kg non è mica uno scherzo, senza la sicurezza di una maniglia bella solida.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 18:50.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it