Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Oculari, Filtri e Accessori Ottici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 23-05-18, 10:26   #1
elegantman
Utente Junior
 
Data di registrazione: Apr 2018
Messaggi: 11
Predefinito Scelta nuovo oculare

Buongiorno a Tutti,
sono nuovo nel forum e in questo fantastico hobby, che da tempo voglio seguire, ma nel quale soltanto adesso mi sto cimentando.

Parto col dire che ho da poco acquistato un telescopio Bresser Messier AR-127L/1200 EXOS-2 GOTO SET (Art.-Nr. 4727129), che mio fratello, che ha un po' più di esperienza di me, ha sentito di consigliarmi.


Adesso, veniamo al dunque.

So che il mio telescopio ha delle buone prestazioni, e potrebbe fare molto più di quello che fa adesso con l'oculare di serie, ovvero un 26mm Super Plössl Okular (31,7mm / 1,25"), che puntato sulla luna ha dimostrato una visione molto nitida (tanto che ho fatto una bellissima foto appoggiando il cellulare), ma ovviamente riesco con questo ad avere molti ingrandimenti (circa 50x), e sono riuscito ad inquadrare il nostro satellite nella sua totalità e senza scendere in dettaglio.

A dire la verità ho acquistato da poco, per avere un ingrandimento maggiore, un oculare Celestron CE93316 Serie Omni, Diametro 31,8mm da 4mm, ma ancora non ho avuto modo di usarlo, e credo che tra stasera e domani dovrei provarlo sempre sulla luna, nella speranza di vedere qualcosa di specifico ed esplorare meglio il suolo lunare.

La mia ambizione, però, vuole andare molto oltre. Tra l'altro il mio telescopio può montare anche oculari da 50,8mm che, da quel poco che ne so, potrebbero offrire prestazioni superiori, grazie al fatto che riescono ad acquisire maggiore luce.

Detto ciò, ho voglia di esplorare, oltre a pianeti come Giove, Saturno e quelli più distanti, anche l'universo più profondo: costellazioni, comete e non so cos'altro (consiglietemi voi). Possibilmente senza spendere un patrimonio.

Scusandomi se ho scritto qualche castroneria, vi chiedo di darmi un aiuto nel cercare di raggiungere i miei obbiettivi.

Grazie in anticipo!

Ultima modifica di elegantman : 23-05-18 10:37.
elegantman non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-05-18, 10:57   #2
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,793
Predefinito Re: Scelta nuovo oculare

Non hai scritto castronerie ma sei caduto negli errori in cui cadono tutti i neofiti. Questi errori sono almeno due. Il primo è quello di cercare di ottenere subito i massimi ingrandimenti che il telescopio può dare. Sei passato da un oculare di serie che ti fornisce 46 ingrandimenti ad un secondo oculare che te ne dà 300. Questi sono sfruttabili su pochi oggetti, forse per osservare la Luna, ma ci vuole un seeing eccezionale, altrimenti non si vede nulla. Se vuoi un consiglio cerca di avere una certa scalatura di oculari. Per osservare i pianeti quando il seeing non è eccezionale potresti prendere un oculare di 7 oppure 8 mm di focale. Un 6 mm di darebbe 200 ingrandimenti, lo potresti usare molto più spesso del 4 mm. Gli oculari col barilotto da 2" sono a lunga focale, sono con le lenti grandi per avere un campo sufficientemente ampio, non per catturare più luce. Per osservare oggetti diffusi a bassi ingramndimenti potresti optare per un oculare di circa 24 mm ma con campo ampio, almeno 70 - 82°.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 23-05-18, 11:32   #3
elegantman
Utente Junior
 
Data di registrazione: Apr 2018
Messaggi: 11
Predefinito Re: Scelta nuovo oculare

Cocco Bill, in primis grazie mille per la tua tempestiva risposta.

Quote:
Cocco Bill Visualizza il messaggio
Il primo è quello di cercare di ottenere subito i massimi ingrandimenti che il telescopio può dare. Sei passato da un oculare di serie che ti fornisce 46 ingrandimenti ad un secondo oculare che te ne dà 300.
Sì, di questo sono perfettamente consapevole.

Quote:
Questi sono sfruttabili su pochi oggetti, forse per osservare la Luna, ma ci vuole un seeing eccezionale, altrimenti non si vede nulla.
Scusami, cosa si intente per "seeing"?

Quote:
Se vuoi un consiglio cerca di avere una certa scalatura di oculari. Per osservare i pianeti quando il seeing non è eccezionale potresti prendere un oculare di 7 oppure 8 mm di focale. Un 6 mm di darebbe 200 ingrandimenti, lo potresti usare molto più spesso del 4 mm.
6, 7 e 8mm, per cosa si potrebbero usare? Marche e modelli, dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, consigliati?

Quote:
Gli oculari col barilotto da 2" sono a lunga focale, sono con le lenti grandi per avere un campo sufficientemente ampio, non per catturare più luce.
Sapevo che servivano ad avere più luce. Adesso mi è chiaro.


Quote:
Per osservare oggetti diffusi a bassi ingramndimenti potresti optare per un oculare di circa 24 mm ma con campo ampio, almeno 70 - 82°.
Cosa sono gli "oggetti diffusi", tipo stelle lontane, etc?

Quale oculare da 24mm/70-82°?

Grazie mille in anticipo, anche per le risposte.
elegantman non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-05-18, 11:58   #4
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,793
Predefinito Re: Scelta nuovo oculare

Cominciamo dal fondo. Gli oggetti diffusi sono nebulose (tipo la nebulosa di Orione), galassie (tipo la galassia di Andromeda) e gli ammassi stellari, aperti e globulari. Gli ammassi li potrai risolvere in stelle col tuo telescopio, anche se magari alcuni le vedrai risolti solo in parte. Siccome gli ammassi sono angolarmente ampi, per vederli nel loro insieme occorrono ingrandimenti relativamenti bassi ed un campo reale ampio, anche più di un grado. Il seeing è la perturbazione creata dalla turbolenza atmosferica. Qui ne puoi valutare l'ammontare: http://www.damianpeach.com/pickering.htm Mi fermo qui, altrimenti rischi di scrivere un trattato e lo scopo del thread non sarebbe questo. magari comprati un buon libro, ad es. "Primo incontro con il cielo stellato" di Daniele Gasparri, lo trovi anche scaricabile dalla rete per pochi euro.
Ci sono tantissimi oculari in cemmercio. La scelta è difficile perchè si deve considerare tutte le loro caratteristiche ed il prezzo. Se ti vuoi mantenere su un prezzo medio e su una discreta qualità puoi pensare a dei Flat Field, e a dei Planetary ED, che hanno un campo di 60°. Da Tecnosky li trovi ad un buon prezzo, sui 78 euro ciascuno. Se vuoi degli oculari davvero ottimi puoi pensare ai Baader Morpheus, sono usciti da poco e sono eccellenti, ma costano circa 200 euro ciascuno. Come 7 mm potresti prendere un Celestron XCel-LX 7 mm, è ottimo e costa 99 euro. Dopo prenderei un Flat field da 12 mm, che ti dà 100 ingrandimenti, ci puoi osservare di tutto. Gli oculari a lunga focale e largo campo costano molto, la decisione va presa con calma.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-05-18, 06:04   #5
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 47,523
Predefinito Re: Scelta nuovo oculare

Il tuo rifrattore da 127/1200mm è sulla breccia da decenni e assomma in se un buon prezzo e più che discrete prestazioni ottiche, perchè essendo ad f9 ha poca aberrazione cromatica.

Io lo ebbi in un lontano passato nella versione ANTARES SOLVER e ne serbo un ricordo dignitoso.

Come detto da COCCO BILL, il motore di un telescopio è il suo diametro, assimilabile alla cilindrata di un motore, appunto.

La luce e la risoluziomne è quindi ferreamente legata ai 127mm di diametro.

Le varie focali degli OCULARI ed il relativo CAMPO APPARENTE sono assimilibali alle marce del cambio di quel motore e sevono a modulare il CAMPO REALE e l'INGRANDIMENTO.

Ma mai possono aggiungere una maggiore risoluzione.

Tenendo ben fermi questi pilastri, anche tu come tutti noi, con il tempo arriverai ad avere una caterva di oculari ed accessori vari, insomma devi farti un poco alla volta la tua espeienza.

Se hai un fratello già astrofilo, sei fortunatissimo, usa i suoi oculari e ti farai la tua precisa casistica a riguardo.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-05-18, 07:36   #6
javad
Utente Esperto
 
L'avatar di javad
 
Data di registrazione: Nov 2010
Ubicazione: firenze
Messaggi: 2,490
Predefinito Re: Scelta nuovo oculare

Una altra cosa che sempre devi chiarire è da dove osservi e che come il seeing che osservi.
Per oculare guarda Amazon e poi trovare oculari come Orbinar con poco prezzo che non sono malvagi e con 80 euro poi prendere almeno 4 oculari.
__________________
Osservo con
TS apo 130/910 e C8 HD e torretta Zeiss.
Binocolo APM 120/660 ED
javad non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 18:20.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it