Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 18-06-19, 17:31   #71
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,821
Predefinito Re: L'ultima "coglionata" di Di Maio (avantieri, 05.19.2018)

Quote:
luigi67 Visualizza il messaggio
[...] non vero che non mantengono le promesse,
stanno facendo eccome, nonostante che abbiano i dittatori
di Bruxelles contro
.

Questa me l'ero persa! La vedo ora rileggendo questo interessante thread.
Chiedo scusa per il ritardo (di ben 7 mesi). Ma trooooppo forte!
[INB.: Nella citazione il grassetto evidenziatore una mia aggiunta.]

Caro luigi67.
Prima di sentenziare su un argomento occorre esserne informati CORRETTAMENTE.
Occhio anche tu, con l'essere omonimo del tuo idolo Di Maio, a non dire "coglionate" coeme purtroppo fa lui!
A suo tempo ho messo un "post" sull'operato di Juncker e di Moscovici nei riguardi dell'Italia e su una votazione del Consiglio Europeo (presente il nostro premier Conte).
Ma tu lo sai o no che il vero potere esecutivo in UE non ce l'ha la Commissione Europea, bens il Consiglio?
[La Commissione Europea solo il braccio esecutivo del Consiglio: non fa e non pu fare nulla senza la previa approvazione o la previa delega del Consiglio, tranne proporre azioni che restano sulla carta fino ad eventuale approvazione o disapprovazione del Consiglio].
E lo sai o no che il Consiglio Europeo altro non che il coacervo delle rappresentanze dei singoli governi degli stati-membri dell'UE?
Non ti dice nulla il fatto che il Consiglio abbia approvato ALL'UNANIMITA' (col solo voto contrario del nostro premier Conte) la bocciatura della "manovra" del governo italiano per 'annata 2019 da parte della Commissione Europea?
Ma pensa: perfino i vantato amico ungherese Viktor Orbn ha votato per la bocciatura della "manovra" programmata dal governo Conte (ossia del duo Salvini-Di Maio, i burattinai che manovrano il burattino Conte).
E' vero che c' un grosso deficit didemocrazia nel fatto che il Consiglio abbia in UE sia il potere legislativo che quello esecutivo anche se formalmente di deficvit non ce n' affatto essendo tutti i governi nazionali formatisi democraticamente ciascuno nella propria patria). Il deficit democratico sta proprio nel fatto che al livello europeo quei rappresentanti dei governi nazionali ci sono arrivati per aver ottenuto [democraticamente] incarichi ministeriali a livello nazionale (con metodi di politica puramente interna al loro singolo paese).
Insomma: uno eletto ministro in faccende esclusivamente nazionali ma poi va a partecipare a decisioni riguardanti l'intera Unione Europea (in anrgomenti estranei al percorso politico con cui arrivato ad un ministero). Tutto al contrario di quel che succede nelle vere "federaziioni"
Per esempio, negli USA VICEVERSA. Negli USA i membri del Senato che rappresentano appunto gli States in ambito federale non possono avere alcun incarico politico nel rispettivo Stato!
Di questo deficit democratico dovresti lamentarti, invece di sparare anche tu solenni "coglionate".
O sei anche tu uno che crede ai "fantasmi del castello"?

Bye, bye luigi67.
Hasta la vista aqu

__________________
Erasmus
NO a nuovi trattati intergovernativi!
SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!
Erasmus non in linea   Rispondi citando