Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 31-08-17, 17:38   #640
wpro153
Utente Junior
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Ancona
Messaggi: 353
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Sono esperimenti di neurologia fatti qualche aa fa sui tempi necessari ad un evento per emergere alla coscienza.

In pratica, ed è questo che volevo dire, pare quasi che "l'attualità, l'istante reale in cui viviamo" ci è precluso in qualche modo. Ci accorgiamo che il tempo passa, lo possiamo misurare, ma solo "a posteriori" e non nello stesso istante che. Per questo il tempo sfugge forse ad una definizione. Ancora spazio/tempo ed otteniamo una velocità. Ma se nel mio universo il tempo scorre più lentamente rispetto ad un altro a parità di spazio un osservatore nell'altro universo che velocità misurerebbe nel mio per lo stesso spostamento? Credo sia questo il nocciolo del mio "personalissimo" problema. Benritrovati!!!

wpro153 non in linea   Rispondi citando