Discussione: Equazione di Keplero
Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 17-02-17, 16:21   #26
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,133
Predefinito Re: Equazione di Keplero

Allora, anche qualche ricordo mio...

Nel '72, su uno spettrometro gamma della ditta Intertecnique (multicanale 400 con cristallo NaI(Tl)) era stato implementato un elaboratore con lettore nastro perforato, stampante e piccoli applicativi per la deconvoluzione dei picchi gamma somma e la sottrazione del fondo ambientale. Il linguaggio si chiamava LEM, era simile ai primi BASIC, mi piaceva molto e mi dilettavo a fare programmini per il calcolo dell'efficienza in funzione dell'energia e dell'equazione delle curve di calibrazione con i minimi quadrati (anche per le analisi chimiche con fotometro e gas-cromatografo).

Poi nell'81 sono andato a Chicago alla Nuclear Data, ove abbiamo acquistato (per 200 milioni!) un sistema per l'analisi radiometrica gamma completo di rivelatori Ge-Li e HPGE e minicomputer PDP-11 programmabile multitasking con sistema operativo MIDAS Plus (simile a RSX-11M della Digital). Ricordo gli enormi e delicatissimi Hard Disk da 2,5 Megabyte, uno sgabuzzino isolato e con condizionatore solo per il minielaboratore e un terminale video con job stream TTY e unitÓ logiche.

Nel 1983 ci siamo dotati dei primi PC portatili IBM S1 e poi Olivetti M20 con VT100, collegati ad apparecchiature di scintillazione liquida per l'analisi del trizio e dello Sr-90 e per la misura dell'esposizione ambientale con dosimetri a termoluminescenza.
Ricordo che su questa strumentazione il S.O. era il MS-DOS nelle successive versioni, ma giÓ nel '88 erano apparse le prime icone con Windows 1.0 e poi 2.0 e 3.0, che ha preceduto il famoso W95.

aspesi non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky