Discussione: Verso il default
Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 02-07-19, 13:55   #5224
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,835
Predefinito Re: Verso il default

Oggi Wall Street sta digerendo le ultime controversie sui dazi provocate da Donald Trump, il quale ha ampliato la lista di potenziali dazi all'importazione, su circa 4 miliardi di dollari di beni, che potrebbero colpire prodotti dell'Unione Europea, se Bruxelles continuerà ad aiutare Airbus. La lista comprende formaggio e whisky e amplia un precedente elenco di circa 21 miliardi di dollari di prodotti UE.

Intanto il rendimento del Treasury Bond decennale (ZN) è al 2,01%, attorno al minimo di due anni.

Prosegue la partita a scacchi per definire le cariche principali della futura Eurozona. Le ultime indiscrezioni riportate da Reuters segnalano che il ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen, della Cdu, potrebbe diventare il prossimo presidente della Commissione Europea, mentre l'attuale numero uno del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, potrebbe essere il prossimo presidente della Bce a seguito di un accordo tra Francia e Germania. Il parlamento europeo eleggerà domani il nuovo presidente anche se i leader Ue non dovessero trovare alcuna intesa sul nome per la guida della Commissione. Lo dice alla stampa il portavoce dell'organo legislativo.

Il rendimento del Bund decennale tedesco (FGBL) è crollato sul nuovo minimo storico a -0,36%.
Il BTP (FBTP) si porta a 1,85% di rendimento da 1,93% di ieri, -10 punti base, all'indomani dell'aggiustamento ai conti pubblici deciso da un consiglio dei ministri al quale non ha partecipato il vice premier Luigi Di Maio. Lo spread si chiude a 222 punti base, un livello così basso non si vedeva da 13 mesi. Forti acquisti anche sulle scadenze brevo. Il rendimento del BTP 2 anni (FBTS) (-0,02%) scende sotto zero per la prima volta dal 2018.

Nel pacchetto che l'talia presenta a Bruxelles per evitare la procedura d'infrazione entra anche un decreto legge che blinda in funzione anti deficit le minori spese previste per reddito di cittadinanza e quota 100: poche righe che valgono 1,5 miliardi. L'assestamento di bilancio riporta il deficit di quest'anno verso il 2% concordato con la Ue a dicembre, con una mossa che riduce di 7,6 miliardi il disavanzo rispetto alle previsioni del Def di aprile. In termini strutturali, l'aggiustamento vale oltre tre decimali di Pil, andando in direzione opposta al peggioramento dello 0,2% fissato nell'intesa di fine anno, e compensa quindi lo sforamento (dello 0,3%, appunto) registrato nel 2018.

Seduta tonica per le azioni Atlantia (interessante sul medio, secondo me da acquistare), che intorno alle 15:15 avanzano del 3,8% a 23 euro, segnando la miglior performance fra i titoli del Ftse Mib (+0,5%).
Le quotazioni del gruppo infrastrutturale tornano a salire dopo la debolezza della seduta precedente, condizionata dalle incertezze sulla concessione di Autostrade generate dalle dichiarazioni dei cinque stelle.
Il leader del M5S, Luigi Di Maio, ha parzialmente corretto il tiro, dicendosi pronto ' a trovare una soluzione, a patto che Autostrade paghi e si faccia giustizia verso le vittime' .
Intanto l' Ad di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, ha invitato i politici a parlare delle societa' quotate a mercati chiusi.
Nonostante le incertezze, da inizio anno il titolo mostra un rialzo oltre il 27% a fronte del +16% del Ftse Mib. I giudizi degli analisti raccolti da Bloomberg si dividono in 10 buy, 10 hold e 2 sell, con un target price medio di 26,05 euro.
Infine, secondo quanto si apprende da fonti di stampa, la bozza del report del Ministero dei Trasporti affermerebbe che per il governo sarebbe preferibile cercare una soluzione politica alla disputa con Atlantia e che una rinegoziazione della concessione ad Autostrade presenterebbe meno rischi rispetto alla revoca unilaterale, che comunque rientra fra i poteri del Ministero.
aspesi non in linea