Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 11-11-18, 02:20   #27
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,822
Predefinito Re: L'ultima "coglionata" di Di Maio (avantieri, 05.19.2018)

Quote:
luigi67 Visualizza il messaggio
[...] nonostante che abbiano i dittatori
di Bruxelles contro, i rappresentanti della politica mafiosa
e traditrice e la stampa.

Si vede che le "coglionate" di Di Maio stanno facendo scuola!
Sotto sotto ... ritorna la voglia di disgregare l'UE, la calunnia (supportata da totale "ignoranza" delle cose europee), e persino il desiderio di Di Maio di "imbavagliare" la stampa che osasse dir male del governo!
Per favore, impara almeno l'alfabeto prima di pretendere di scrivere sentenze!
[Dubito infatti persino che tu sappia davvero leggere.
Ma se mi sbaglio leggi allora almeno qua:
––> Commissione europea - Scheda informativa (Strasburgo 23 ottobre 2018)
E se sai leggere anche qualcosa su cui a priori non sei d'accordo, ti invito a leggere il seguente brano [scritto da me] affinché tu possa criticarmelo come ragione comanda!

Mi trascrivo (seza QUOTE) da –––>http://www.trekportal.it/coelestis/s...52&postcount=1

«Ecco, in soldoni, (molto riassuntivamente) quel che ho capito io.

In luglio, a Bruxelles, il Consiglio Europeo ha approvato all'unanimità (voto di Conte compreso!) precise raccomandazioni a riguardo di manovre economiche che interferiscano con l'eventuale defici annuo rispetto al PIL (ossia co i precedenti impegni assunti a riguardo della stabilità e della crescita). Poi, sempre – se non sbaglio – in luglo, il Consiglio dell'Unione ha preso delle decisioni conformi a quelle raccomandazioni approvandole all'unanimità (ossia Italia compresa, cioè col voto favorevole anche del ministro italiano, che – non ho controllato , ma – dovrebbe essere stato Giovanni Tria).
Ho poi sentito Tria – ma in economia io sono un buzzurro – declamare alla TV il suo programma per il 2019; e ho notato – benché buzzurro in economia – che dava per certa una ottimistica crescita economica nel 2019 che avrebbe compensato lo "sforare" del deficit sul PIL. Alcuni giorni dopo ho sentito Di Maio parlare della necessità di arrivare ad un deficit annuo del 2,4% per mantenere le promesse elettorali del M5S nella "Lotta alla povertà" e a riguardo del "Reddito di cittadinanza". E davanti alle critiche di alcuni media in sostanza che non era certo con l'aumento del deficit che si sarebbe diminuita la povertà – i quali prevedevano la bocciatura da parte della Commissione Europea, Di Maio se n'è uscito con la "coglionata" che «tra sei mesi quest'Europa è finita» (e con strane e confuse esternazioni dal significato però chiaro: bisognerebbe sopprimere quei media che dicono male del governo ); e Salvini ha rincarato la dose dichiarando che "Moscovici e Juncker hanno rovinato l'Europa" (e in particolare l'Italia!).
Infine il governo ha presentato alla Commissione Europea (all'ultimo momento!) una "manovra" in contrasto con quanto raccomandato dal Consiglio Europeo e deciso dal Consiglio dell'Unione (con voto favorevole dello stesso governo italiano!), ed espressamente non approvata da un ente di controllo indipendente dal governo (che per l'Italia è l'Ufficio Parlamentare di Bilancio, il quale ha dato precise motivazioni sul suo rifiuto di approvare la "manovra" del governo Conte) ancorché l'approvaziuone di questo Ente sia necessaria perché la "manovra" possa legalmente entrare in atto!
Juncker e Moascovici non hanno raccolto le provocazioni offensive di Salvini. La Commissione ha risposto dopo tre giorni dalla presentazione della "manovra" da parte del ministro Tria con una lettera che segnalava i punti che non erano accettabili e raccomandava di correggere quel che non sarebbe potuto essere approvato dalla Commissione. Ma il governo Conte ... "ha fattto le orecchie da mercante" (cioé: se n'è fregato!).
Oggi arriva la formale "bocciatura" della "manovra" da parte della Commissione. Ed oggi stesso è stata rilasciata la "Press-release" (in Italiano, Inglese, Francese e Tedesco) che spiega perché la Commissione non può approvare il programma di bilancio 2019 presentatole dell'Italia.»


Ciao a tutti.
E pure a luigi67
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus non in linea   Rispondi citando