Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

Tostati 09-01-13 09:47

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646171)
Non esistono politiche economiche che siano di per se negative o positive in assoluto,

Esistono eccome...
mettere un dazio di importazione ridicolo, il 3,5% sui prodotti a bassissimo costo di produzione, come quelli cinesi, ci ha ridotti come siamo ridotti.
Ha disintegrato qualsiasi possibilità di produzione interna e mandato in fallimento o fatto scappare migliaia di aziende italiane.

Quotare in borsa aziende prima ancora che entrino in produzione, ha altrettanto sfalsato tutto, si "lavora" su soldi che non esistono.

Sitamo utilizzando delle politiche economiche basate su regole da suicidio.
Infatti siamo ridotti a pezzi.

argaiv 09-01-13 12:51

Re: Verso il default
 
La cosa bella è che ora stampano per finanziare banche private al collasso che così salgono del 5% senza alcun motivo (vedi spazzatura come MPS) e gli stessi titoli italiani solo che, per la legge della tovaglia corta, qualcuno deve pagare... ovvero noi con le tasse.

Bellissimo modo di fare, soprattutto per chi investe in borsa. Pessimo per il resto della gente. Disgustoso per chi se ne rende conto.

PS: Ma a quante pagine finisce il thread? Pensavo fossero 200 :mmh:

Mizarino 09-01-13 13:15

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 646238)
PS: Ma a quante pagine finisce il thread? Pensavo fossero 200 :mmh:

Perché vuoi porre un limite alle cazzate che ciascuno di noi può scrivere ?... :D

argaiv 09-01-13 13:53

Re: Verso il default
 
No dai io un pò mi auto-limito cerco di dire solo cose che ho letto di sfuggita su un altro forum di finanza :D

Però, da che mondo è mondo, i threads hanno un limite di pagine :mmh:

francis 09-01-13 14:19

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646191)
Esistono eccome...
mettere un dazio di importazione ridicolo, il 3,5% sui prodotti a bassissimo costo di produzione, come quelli cinesi, ci ha ridotti come siamo ridotti.
Ha disintegrato qualsiasi possibilità di produzione interna e mandato in fallimento o fatto scappare migliaia di aziende italiane.

Quotare in borsa aziende prima ancora che entrino in produzione, ha altrettanto sfalsato tutto, si "lavora" su soldi che non esistono.

Sitamo utilizzando delle politiche economiche basate su regole da suicidio.
Infatti siamo ridotti a pezzi.

Niente affatto, produrre in Cina ha comportato la riduzione drastica del prezzo di moltissimi prodotti di cui tutti hanno beneficiato (ci saremmo potuti permettere i telescopi di oggi senza la produzione cinese?).....e questi sono i pro, poi i contro sono quelli che hai detto tu....ma la soluzione non sono i dazi...

Il futuro dell'economia mondiale non può essere quella di "ognuno produce e vende a casa sua".....l'allargamento del commercio internazionale a paesi come Cina ed India è inevitabile ed è utile ad una sempre maggiore interdipendenza economica e allo sviluppo e alla migliore distribuzione della ricchezza mondiale tra i diversi paesi......come sta avvenendo negli ultimi anni in cui paesi come Cina, India e Brasile stanno gradualmente uscendo dallo stato di miseria e sottosviluppo in cui si trovavano.....sarebbe stato meglio vivere in un contesto mondiale con pochi paesi sviluppati ed un'enorme fila di miserabili (veri e non finti come quelli occidentali)?

Anche quella di uscire dall'Europa è una sciocchezza...una sconfitta auto inferta fatta passare per vittoria....è chiudersi in un angolino da soli....è la negazione del progresso....

aspesi 09-01-13 15:20

Re: Verso il default
 
I migliori se ne vanno... :cry:

Luigi Spaventa fu un notevole economista e si oppose all'introduzione della moneta unica.
http://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Spaventa

Sapeva perfettamente che l’insolvenza di uno Stato sovrano non è mai un problema con valuta non convertibile e tassi di cambio fluttuanti.

Ecco un episodio del 1990:
http://memmt.info/site/quando-il-pro...warren-mosler/

Tostati 09-01-13 15:26

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646250)
Niente affatto, produrre in Cina ha comportato la riduzione drastica del prezzo di moltissimi prodotti di cui tutti hanno beneficiato (ci saremmo potuti permettere i telescopi di oggi senza la produzione cinese?)....

appunto, con un inevitabile aumento mostruoso della disoccupazione, visto che appunto le aziende che prima riuscivano a produrre in Italia, occupando manodopera, sono ovviamente fallite, o si sono trasferite all'estero.

Non ci saremmo potuti permettere un apo a 400 euro...
ma forse non avremmo tutti questi giovani senza impiego.
E forse saremmo un pochino più saggi negli acquisti, invece di farci prendere da compulsioni da shopping a basso costo...
invece di 40 telescopietti da 300 euro, ne avremmo solo uno, da 2000 euro, ma scelto con intelligenza.

Grazie a questa inconcepibile apertura verso l'import selvaggio, siamo ridotti che gli unici a lavorare in Italia offrono "servizi"... e se si mastica almeno un minimo di economia, si capisce benissimo che i servizi non producono ricchezza.

Infatti siamo nella cacca.

Tostati 09-01-13 15:34

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646250)

Anche quella di uscire dall'Europa è una sciocchezza...una sconfitta auto inferta fatta passare per vittoria....è chiudersi in un angolino da soli....è la negazione del progresso....


La sciocchezza è stata entrarci...
come le pecore, senza nemmeno un referendum...
L'Europa non esiste. Non è mai esistita e mai potrà esistere.

Non è concepibile pensare ad una Europa unita, con una unica valuta, quando i Paesi che ne fanno parte hanno differenze mostruose di reddito, di tassazione, di leggi, di cultura e anche di lingua...
come si può pensare ad una Unione, quando un operaio tedesco guadagna 3000 euro al mese, uno italiano ne guadagna 1400 ed uno polacco ne guadagna 700???
Nemmeno il Codice Stradale è unificato, in Europa...
non solo a livello di limiti di velocità, ma anche a livello di automobili...
ci rifilano l'Euro4, ma se monto degli pneumatici con cui posso circolare in Germania, quando arrivo in Italia mi fanno la multa...
e se telefono dall'Italia alla Francia devo fare un mutuo...
nemmeno a livello di Media esiste qualcosa di europeo...
abbiamo piu emittenti che trasmettono in arabo che in inglese (vedi Rai...)
Come si fa a "credere" ad una fandonia simile, assolutamente inverosimile?
Certo che ormai uscirne non è più possibile, il danno è fatto.

Qui stanno tutti inneggiando all'Europa, e nemmeno sanno parlare l'inglese!
Roba da matti....

e poi, di che progresso stai parlando?
Ci hanno alzato i valori "tollerabili" della diossina, perchè gli olandesi potessero ancora venderci i loro maiali avvelenati...
a NOI che abbiamo vissuto la tragedia di Seveso...
bisogna essere deficienti per accettare simili imposizioni, o estremamente ignoranti...
e le euro-fregature le possiamo contare a centinaia...
in cambio di cosa?
Non mi pare che si stia molto bene, in questa Italia "europea"... siamo nella cacca fino al collo.
E oltre ai problemi nostri interni, ci dobbiamo accollare anche quelli dell'Unione...
no, davvero, chi crede ancora a questa Europa farlocca credo viva sulla Luna.
E' una Europa nata vecchia, obsoleta prima ancora di riuscire ad ingranare, mossa da dinosauri, che legiferano con la mentalità e la velocità di un dinosauro.
Poteva funzionare se mossa da una legislazione unica veloce, immediata, non macchinosa ed infruttuosa.
Lo abbiamo visto anche nella guerra dei Balcani, come si è mossa l'Europa....
uno schifo, una vergogna...
la vergognosa strage di Srebrenica non è servita nemmeno a far aprire gli occhi alla gente su quali siano le garanzie che l'Europa può offrire.
Ma stare in una Europa come questa è solo una perdita di tempo, oltre che di denaro.

francis 09-01-13 15:56

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 646261)
I migliori se ne vanno... :cry:

Luigi Spaventa fu un notevole economista e si oppose all'introduzione della moneta unica.
http://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Spaventa

Sapeva perfettamente che l’insolvenza di uno Stato sovrano non è mai un problema con valuta non convertibile e tassi di cambio fluttuanti.

Ecco un episodio del 1990:
http://memmt.info/site/quando-il-pro...warren-mosler/

Luigi Spaventa fu Ministro nel Governo Ciampi.....e ho detto tutto....

I problemi di cui parli vanno risolti all'interno dell'UE non fuori dalla UE.

francis 09-01-13 16:05

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646263)
La sciocchezza è stata entrarci...
come le pecore, senza nemmeno un referendum...
L'Europa non esiste. Non è mai esistita e mai potrà esistere.

L'Europa unita si cerca di farla perchè disuniti si finisce sconfitti contro colossi come gli Stati Uniti, la Cina, l'India, etc.,.......nella storia nessuno si è mai sviluppato dividendosi o mettendosi da solo, le divisioni e l'isolamento sono sempre state il sintomo della decadenza e del disfacimento, senza nessuna eccezione.

L'unificazione è una sfida difficile ma è l'unica per cui valga la pena spendersi, diversamente ci sono solo piccole politiche e guerre di spartizione delle poche briciole locali....personalmente non mi interessano.....

Tostati 09-01-13 16:17

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646276)
L'Europa unita si cerca di farla perchè disuniti si finisce sconfitti contro colossi come gli Stati Uniti, la Cina, l'India, etc.,......

???
Mi pare che siamo ancora pieni di basi NATO...
mi pare che i Caschi Blu siano scappati da Srebrenica, mentre stavano già massacrando la gente...
mi pare che il fondoschiena alla Cina lo abbiamo già venduto da un pezzo...
mi pare che le Tata e i Bajaj si vendano in Italia alla metà di un mezzo "europeo"...
e siamo in "Europa" da 12 anni...

rodnoc 09-01-13 16:39

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646279)
???
e siamo in "Europa" da 12 anni...

veramente da una cinquantina/sessantina, anno più anno meno :fis:

francis 09-01-13 16:42

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646279)
???
Mi pare che siamo ancora pieni di basi NATO...
mi pare che i Caschi Blu siano scappati da Srebrenica, mentre stavano già massacrando la gente...
mi pare che il fondoschiena alla Cina lo abbiamo già venduto da un pezzo...
mi pare che le Tata e i Bajaj si vendano in Italia alla metà di un mezzo "europeo"...
e siamo in "Europa" da 12 anni...

Non siamo in Europa da 12 anni ma da molti di più...pensa se in Europa fossimo stati divisi come prima della guerra.......altro che l'elenchino che hai fatto.....il problema è che se non si ha un minimo di prospettiva storica del presente non si capisce nulla....altro che economia e politica....

Tostati 09-01-13 16:46

Re: Verso il default
 
Considero essere in Europa dal giorno in cui ci hanno stravolto la vita imponendoci un sistema monetario decimale, cosa che non abbiamo mai avuto, e al quale non ci siamo chiaramente ancora abituati... ;)
e dal giorno in cui hanno tolto le frontiere... ;)

Stargazer 09-01-13 16:59

Re: Verso il default
 
Quote:

rodnoc (Scrivi 646285)
veramente da una cinquantina/sessantina, anno più anno meno :fis:

Ich bin ein berliner
mmm a parte la gaff non credo si riesca a comprendere cosa bolliva in pentola a livello politico prima di kennedy, figuriamoci dopo!

P.s.
Quanti saranno gli americani che sapevano che roosvelt era un paraplegico? :D

Mizarino 09-01-13 17:26

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646288)
Considero essere in Europa dal giorno in cui ci hanno stravolto la vita imponendoci un sistema monetario decimale...

Non ricordavo che prima fosse sessagesimale ... :mmh:
:D

Tostati 09-01-13 17:40

Re: Verso il default
 
Hemmm... scusate... intendevo dire un sistema monetario con la virgola e i decimali...
tutta europa aveva già i centesimi, noi avevamo le 10 lire, quando siamo passati sotto l'Euro...

rodnoc 09-01-13 17:41

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646288)
Considero essere in Europa dal giorno in cui ci hanno stravolto la vita imponendoci un sistema monetario decimale, cosa che non abbiamo mai avuto, e al quale non ci siamo chiaramente ancora abituati... ;)
e dal giorno in cui hanno tolto le frontiere... ;)

ti ricordi come si stava bene quando c'erano le frontiere ?

tutti con le porte aperte ...

stipendi da favola con tutti quegli 0 ....

eravamo tutti milionari :)

l'inflazione era alta, ma che importa

"era bello, bello davvero in via dei matti numero zero"

Tostati 09-01-13 17:42

Re: Verso il default
 
Quote:

Stargazer (Scrivi 646294)
Quanti saranno gli americani che sapevano che roosvelt era un paraplegico? :D

Perlomeno gli americani sanno chi è Roosvelt...
gli italiani non sanno nemmeno chi era De Gasperi... :fis:

aspesi 09-01-13 17:57

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646269)
.e ho detto tutto....

Prima di dire... bisognerebbe leggere (i link)

aspesi 09-01-13 18:01

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 646165)
Le ragioni della recessione sono ben altre, sono di portata globale, e non dipendono certo dall'IMU ...

Specialmente se quello che si incassa con l'IMU sulla prima casa si spreca in questa maniera... :mad:
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/...porale/216244/

rodnoc 09-01-13 18:01

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646317)
Perlomeno gli americani sanno chi è Roosvelt...
gli italiani non sanno nemmeno chi era De Gasperi... :fis:

questa la so, era un deputato austriaco :)

ed in verità lo fu per un periodo ;) ma pochi lo sanno

Mizarino 09-01-13 19:01

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 646323)
Specialmente se quello che si incassa con l'IMU sulla prima casa si spreca in questa maniera... :mad:
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/...porale/216244/

Vedere "Il Fatto Quotidiano" che flirta con Tremonti è di gran lunga più bella dei sommergibili!... :D

francis 09-01-13 19:09

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 646319)
Prima di dire... bisognerebbe leggere (i link)

Il tuo secondo link viene classificato come sospetto dal mio antivirus che consiglia di uscire subito........non avevo dubbi...:D

aspesi 09-01-13 19:42

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 646339)
Vedere "Il Fatto Quotidiano" che flirta con Tremonti è di gran lunga più bella dei sommergibili!... :D

De gustibus...:D (anche i romani si divertivano a vedere i cristiani sbranati dai leoni)

c8sgtxlt 10-01-13 06:15

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646263)

Non è concepibile pensare ad una Europa unita, con una unica valuta, quando i Paesi che ne fanno parte hanno differenze mostruose di reddito, di tassazione, di leggi, di cultura e anche di lingua...
come si può pensare ad una Unione, quando un operaio tedesco guadagna 3000 euro al mese, uno italiano ne guadagna 1400 ed uno polacco ne guadagna 700???

se è per questo anche l italia non era unita,al nord regnavano i savoia che avevano una loro moneta,al sud c'erano i borboni con un'altro tipo di moneta,poi c'era il vaticano,poi......ecc ecc
eppure a qualcuno è venuto in mente di riunire tutte queste "nazioni" in un unica italia,con i suoi pro e i suoi contro.....
che poi tu staresti stato meglio con gli asburgo,è un'altra faccenda!:D:D
:hello:

francis 10-01-13 06:54

Re: Verso il default
 
Sì ma non credo che gli Asburgo sarebbero stati bene con Tostati.....:D

aspesi 10-01-13 07:51

Re: Verso il default
 
Quote:

c8sgtxlt (Scrivi 646385)
se è per questo anche l italia non era unita,al nord regnavano i savoia che avevano una loro moneta,al sud c'erano i borboni con un'altro tipo di moneta,poi c'era il vaticano,poi......ecc ecc
eppure a qualcuno è venuto in mente di riunire tutte queste "nazioni" in un unica italia,con i suoi pro e i suoi contro.....

:hello:

Già, ma l'Italia è diventata da allora una nazione politicamente unita (anche se forse solo politicamente :()
E sono 150 anni che molta parte dei soldi delle tasse del Nord confluiscono a Roma e al Sud. Non sto dicendo che è sbagliato (anche se questi soldi dovrebbero essere utilizzati molto meglio!); ma semplicemente che la situazione non è esplosa solo per questo motivo.
Finché non si farà lo stesso per l'Europa (un unico Stato federale, come gli USA o, meglio, la Svizzera), nulla potrà stabilizzarsi e l'euro costituisce il detonatore di questi squilibri.

:hello:

ANDREAtom 10-01-13 07:54

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 646350)
De gustibus...:D (anche i romani si divertivano a vedere i cristiani sbranati dai leoni)

Poi hanno messo per sbaglio i democristiani nell'arena, e hanno sbranato i leoni.........:D

francis 10-01-13 08:13

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 646399)
E sono 150 anni che molta parte dei soldi delle tasse del Nord confluiscono a Roma e al Sud.

E' l'equo prezzo per avere (come giustamente il nord ha deciso e attuato tutto da solo) un paese con più risorse ed un mercato domestico più grande, concentrandone l'attività produttiva al nord.....anche i soldi che vanno al sud in gran parte tornano al nord in forma di commesse ed appalti e molto dello sviluppo del nord è stato fatto grazie alla manovalanza a basso costo meridionale.

La stessa cosa ha fatto la Germania con la DDR, malgrado i costi per l'ovest ed anche la poca convenienza per la stessa DDR che ha visto chiudere molte imprese locali non più competitive in un conteso non più protetto da frontiere......

L'unità ha i sui vantaggi e i suoi svantaggi ma chi si sviluppa tende sempre ad espandersi, mai a fare il contrario.....pena la sicura irrilevanza internazionale con perdita in ogni caso di sovranità e autonomia oltre che di capacità di competere....

I problemi dell'unificazione europea ci sono e ci saranno ma vanno risolti comunque nell'ambito dell'obiettivo dell'unificazione.....un'eventuale deflagrazione dell'Europa (sempre possibile) sarà un segnale di conclamata decadenza e declino di tutte le nazioni europee con una sicura ripresa delle tensioni e delle lotte nazionalistiche e locali......che bell'avvenire!

aspesi 10-01-13 08:57

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646403)
E' l'equo prezzo per avere (come giustamente il nord ha deciso e attuato tutto da solo) un paese con più risorse ed un mercato domestico più grande, concentrandone l'attività produttiva al nord.....anche i soldi che vanno al sud in gran parte tornano al nord in forma di commesse ed appalti e molto dello sviluppo del nord è stato fatto grazie alla manovalanza a basso costo meridionale.

Sono d'accordo (una volta tanto...:D)

Proprio per questo, e considerato il vantaggio economico che hanno tratto e continuano ad avere le banche e le imprese della Germania e degli altri Paesi nordici dell'eurozona, che devono essere forniti aiuti (non prestiti!!!!, aiuti a fondo perduto) economici ai Paesi in difficoltà (costituendo fondi pagati dai Paesi forti) e soprattutto che alla BCE devono essere imposte regole affinché venga uniformato il tasso degli interessi sul debito pubblico (identico per tutti i Paesi dell'Euro).
Ovviamente dovrà essere controllato come questi aiuti vengono utilizzati.

Proprio come si fa in Italia e in tutte le nazioni per mitigare le differenze.
In assenza, non si può razionalmente essere a favore dell'euro, perché impedisce l'unica arma di difesa (la svalutazione del cambio)

francis 10-01-13 09:11

Re: Verso il default
 
Beh visto che siamo d'accordo su qualcosa sarebbe quasi da festeggiare con un brindisi....cic cin...:D

Resta un'unica differenza e cioè che queste giuste richieste vanno fatte valere nell'ambito UE e BCE dove è possibile mettere in minoranza la Germania (come è già avvenuto)...certo se la Germania fosse da sola più consapevole del suo ruolo e delle sue responsabilità in ambito europeo senza doverglielo ricordare ogni giorno sarebbe meglio (ma penso che tutto sommato lo sia, solo che come si dice a Roma...ce sta a provà....)....

Stargazer 10-01-13 15:31

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 646323)
Specialmente se quello che si incassa con l'IMU sulla prima casa si spreca in questa maniera... :mad:
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/...porale/216244/

Han detto che i sommergibili servono contro i pirati e probabilmente anche contro i pescatori che pescano illegalmente in proprietà libiche giapponesi ecc. :fis:

E comunque non dire cavolate, l'imu è tornata alla bce dato che prestando i soldi per la salerno reggio calabria non hanno fatto un tubo e rivolevano parte dei loro soldi prestati.

francis 10-01-13 16:14

Re: Verso il default
 
Io proverei a farmi ridare la paccata di soldi che avremmo spesi per il tunnel "Gran Sasso-Ginevra".....hai visto mai che ci cascano....

Tostati 10-01-13 16:19

Re: Verso il default
 
Io dovrei farmi ridare la paccata di soldi che ho pagato di tasse in tutti questi anni, per non avere niente di niente in cambio, mai, mai una volta.
Nemmeno un aiutino, nemmeno una pacca sulle spalle...
anzi, come Libero Professionista hanno pure continuato a darmi del ladro, sia i politici che i media.
Ma vaffan.... ;)

aspesi 10-01-13 16:23

Re: Verso il default
 
Quote:

Stargazer (Scrivi 646472)

E comunque non dire cavolate, l'imu è tornata alla bce dato che prestando i soldi per la salerno reggio calabria non hanno fatto un tubo e rivolevano parte dei loro soldi prestati.

Non mi pare di aver detto che con i soldi dell'IMU si sono comprati i sommergibili; ma ho detto che l'importo incassato con l'IMU per la prima casa è dello stesso ordine di quello necessario (sprecato) per comprare i sommergibili. Quindi, bastava semplicemente togliere queste due voci e si era pari: con buona pace dei cretini che hanno deciso l'acquisto dei sommergibili e tassato la prima casa.

Ce ne sono tanti di posti dove è andata l'IMU e non solo... ad esempio alla MPS (guarda come brindano le banche in questi giorni...)

Tostati 10-01-13 16:25

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 646403)
E' l'equo prezzo per avere (come giustamente il nord ha deciso e attuato tutto da solo) un paese con più risorse ed un mercato domestico più grande, concentrandone l'attività produttiva al nord.....

L'equo prezzo per avere lo pago appunto per avere...
ma mi pare che non abbiamo avuto nulla di quello per cui abbiamo pagato, e continuiamo a pagare.
Anzi, siamo diventati "tutto un Sud"...
ecco, perlomeno in 40 anni di politicastri si è riusciti a fare quello che Garibaldi non riuscì a fare...
sono riusciti a unificare l'Itaia in un unico Meridione... :D:D:D

Per il discorso "risorse", preferisco non pensarci proprio, che mi viene il mal di stomaco...
fino a ieri i nostri bravi politici ce la hanno menata malissimo che gli extracomunitari sono una risorsa, una ricchezza...
poi, improvvisamente, tutti gli stessi politicastri hanno cominciato a menarcela malissimo con la crisi e la disoccupazione.
Bene, ma allora, per un minimo di coerenza, ma proprio un minimo, O sono una risorsa, O abbiamo la disoccupazione alta...
e anche qui ci siamo fatti prendere per i fondelli, da brave pecorelle, per anni.
E nessuno, dico nessuno, che abbia detto "ragazzi, ci siamo sbagliati..." :cool:

aspesi 10-01-13 16:26

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646490)
Libero Professionista hanno pure continuato a darmi del ladro

Però, come ladro... sei ancora libero (professionista) :D

francis 10-01-13 16:28

Re: Verso il default
 
Quote:

Tostati (Scrivi 646490)
.....anzi, come Libero Professionista hanno pure continuato a darmi del ladro, sia i politici che i media.

Guarda al lato positivo.......ti hanno condonato la galera.....

Tostati 10-01-13 16:33

Re: Verso il default
 
Non mi hanno condonato nulla perchè non c'era nulla da condonare...
ho sempre pagato tutto quello che mi hanno chiesto, fino all'ultimo centesimo.
Ora di sicuro non mi danno più del ladro, visto che ho chiuso la partita iva a dicembre. ;)
Ora faccio parte anche io delle "risorse"...
:D:D:D


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 18:43.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it