Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

argaiv 22-10-12 06:31

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 628902)
La diminuzione dello spread è dovuta ESCLUSIVAMENTE alla mutata politica economica della BCE

Ma difatti Aspesi è quello che penso anche io invece continuano a spammare fesserie sui giornali usandolo come simbolo dell'ottimo lavoro che stanno portando avanti...

Non so se abbiate visto Report ieri sera ma credo che chiunque abbia intenzione di andare a votare dovrebbe guardarselo:

http://www.report.rai.it/dl/Report/p...140b01411.html

Se ne sconsiglia la visione dopo i pasti. :p

argaiv 22-10-12 06:38

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 628941)
E' proprio una fissa questa tua dell'organico!...
Certo, l'organico si può e si deve ridurre, obbligandolo ad una maggiore efficienza.
Ma mica si può ridurre "immediatamente", come vorresti tu!
Cosa fai, licenzi in tronco un terzo del personale ? Idea semplicemente impraticabile, perché questo, sì, scatenerebbe una rivoluzione.

Mizarino, dai un'occhiata agli stipendi dei mille-mila manager ultra 80enni pubblici su Report e dimmi se ti verrebbe voglia di fare la rivoluzione perchè hanno perso il posto.

Poi vabbè, i 26mila forestali della Sicilia o i 23 custodi per ogni parrocchia sono un bel problema da centinaia di milioni di euro e anche lì bisogna agire...

Altrimenti è inutile che Monti dica che dobbiamo pagare più tasse se prima non risolve almeno in parte questo problema....

P.S: Non ci credo che uno come te, che è abituato a ragionare in modo scientifico, pensi davvero che si possa salvare un Paese come il nostro senza prima ridurre i costi del personale.

Mizarino 22-10-12 08:10

Re: Verso il default
 
Ma non ho detto che non si possa fare. Ho solo detto che non si può fare "immediatamente" come proponi tu. Occorre almeno un decennio!

"Immediatamente" puoi rimuovere i manager che hanno (come evidenziato da Report) lo stesso culo su 10 poltrone diverse ... ma questi risparmi, sommati, sono spiccioli, che hanno il solo valore che, se applicati, possono far ingoiare più facilmente a 10 milioni fra operai e impiegati un prelievo addizionale di 1500 €, che di miliardi ne porterebbe 15.
Questo sì è un ragionamento "scientifico" ... ;)

aspesi 22-10-12 09:13

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 628965)
possono far ingoiare più facilmente a 10 milioni fra operai e impiegati un prelievo addizionale di 1500 €, che di miliardi ne porterebbe 15.
Questo sì è un ragionamento "scientifico" ... ;)

Che servirebbero appena per pagare gli interessi di un anno relativi al rinnovo dei titoli del debito pubblicom che scadono ogni anno (330 miliardi al 4,5).

Non sarebbe più semplice (razionale, utile, conveniente, "intelligente"....) togliere le future emissioni del debito dal mercato e farsi prestare gli equivalenti importi "aggratis" o al massimo allo 0,5% dalla BCE, cui dovranno ovviamente essere rimborsati, con successiva emissione :), alla scadenza?

Mizarino 22-10-12 09:19

Re: Verso il default
 
Senza entrare nel merito (non mi sento in grado di farlo) se questa sia una soluzione globalmente conveniente oppure no, guardando solo la pratica realizzabilità ... la BCE la convinci tu ?...

guidom 22-10-12 09:24

Re: Verso il default
 
glielo spieghi tu ai tedeschi? che ci dovrebbero dare soldi buoni, in cambio di carta incerta e senza interessi.
il tutto per continuare a gestire la spesa pubblica italiana come negli ultimi vent'anni.

come recitava l'ottimo Ricucci: " son tutti froci, cor xulo degli altri"

argaiv 22-10-12 09:28

Re: Verso il default
 
Non sono pochi spiccioli, questi lasciano buchi da milioni di euro, inoltre sono davvero tanti, ieri a Report hanno fatto vedere solo una parte del problema. Se conteggiassimo bene sia i loro stipendi che i danni che hanno causato al Paese ci facciamo mezza finanziaria all'anno.

Con che coraggio questa gente può chiedere sacrifici a chi prende 1000 euro al mese?

Ma davvero dobbiamo di nuovo chiedere aiuto agli americani e farci mandare i MARINES per abbattere questa classe dirigente che non è collusa con la mafia, E' LA MAFIA.

Ai tedeschi non interessa aiutarci perchè se vedono che non siamo neanche capaci di cambiare le teste di chi ci ha portati qua per quale motivo dovrebbero sbattersi loro?

Sentendo certe risposte perdo davvero ogni speranza nei confronti del mio stesso popolo.

Stargazer 22-10-12 09:54

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 628942)
Non so se abbiate visto Report ieri sera ma credo che chiunque abbia intenzione di andare a votare dovrebbe guardarselo:

Dipende chi vota però
molto bella la domanda mirata al presidente della regione... Ma lei taglierà i consiglieri? E la risposta : non dipende da me (e vai di scarica barile)

Curioso pure l'aneddoto dei mille mila precari tra forestali, addetti alla chiesa e chi più ne ha ne metta (certo potevano raccontare dei precarti adetti ai tombini a palermo :fis:)
E tutto sto marasma anche se dicono non votano alla fine aumentano le casse visto la politica regionale si preoccupa per loro...

aspesi 22-10-12 10:03

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 628973)
la BCE la convinci tu ?...

Evidentemente, la può convincere solo la politica... ove non fosse al servizio della finanza. :D

(Non sono i tedeschi che devono dare soldi buoni, ma è una questione di un semplice clic, che dovrebbe valere per TUTTI gli Stati, in misura equivalente al fabbisogno (per il funzionamento, con simile potere d'acquisto ed inflazione, degli stessi.)
Non capisco perché all'inizio i soldi sono "buoni" e alla fine, quando li restituisci (se non li restituisci, non potrai averne altri!) diventano "incerti".
Volete il mercato e la concorrenza? Allora, perdiana, tutti devono essere messi nelle stesse condizioni di partenza, non si può competere nella corsa se solo alcuni hanno zaini pesanti alle spalle!)

Mizarino 22-10-12 10:17

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 628976)
Non sono pochi spiccioli, questi lasciano buchi da milioni di euro...

Vivaddio, 100 grandi manager che mandano in vacca 5 milioni di euro all'anno cadauno, fanno 500 milioni di euro all'anno. Assolutamente spiccioli, rispetto a un buco 100 volte maggiore.
Ribadisco: ridurgli le prebende dell'80%, come pure dimezzare il numero di parlamentari e consiglieri regionali, togliergli tutti i finanziamenti accessori ecc... sono spiccioli !
Non sono spiccioli inutili, sono, al contrario, doverosi, perché servono a rendere socialmente accettabili i sacrifici della massa, ma se vuoi fare cassa, non la fai con 10mila fra politici e dirigenti troppo pagati, levandogli in media 100mila € ciascuno. La puoi fare solo con 20 milioni di contribuenti a reddito medio-basso a cui togli, in media, 1000 € ciascuno!
Questa, vivaddìo, è aritmetica, non filosofia demagogica!

argaiv 22-10-12 10:48

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 628983)
Vivaddio, 100 grandi manager che mandano in vacca 5 milioni di euro all'anno cadauno, fanno 500 milioni di euro all'anno. Assolutamente spiccioli, rispetto a un buco 100 volte maggiore.

Questa, vivaddìo, è aritmetica, non filosofia demagogica!

Mizarino perchè non vuoi vedere oltre allo stipendio?

Questa è gente che se stamattina decide di darti un appalto da 300 milioni di euro firma una carta e a te arrivano i soldi. Se domani lo chiama D'Alema e gli dice di assumere 2000 tesserati del PD che voteranno per loro lui firma due carte e questi sono assunti a tempo indeterminato.

Come si fa a valutare un manager solo dallo stipendio quando in un anno questa gente può generare buchi nei conti pubblici pari a centinaia di volte quello che prendono?

Come vengono messi lì? Politicamente. Come vengono controllati? Politicamente. Rispondono di quello che fanno? NO, anzi, prendono molti soldi proprio perchè sono perfettamente consapevoli di fare delle PORCHERIE.

Qualsiasi top manager prende centinaia di migliaia di euro ma se il risultato della gestione è così negativo e nessuno li ferma capisci che questi 100 signori possono tirarti giù uno Stato?

aspesi 22-10-12 11:01

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 628983)
se vuoi fare cassa, non la fai con 10mila fra politici e dirigenti troppo pagati, levandogli in media 100mila € ciascuno. La puoi fare solo con 20 milioni di contribuenti a reddito medio-basso a cui togli, in media, 1000 € ciascuno!
Questa, vivaddìo, è aritmetica, non filosofia demagogica!

Giusto!
Però, gli anni successivi, questi 20 milioni di contribuenti-consumatori (sorvoliamo su eventuali conseguenze di legittime incazzature!) diminuiranno di 20 miliardi i consumi interni. Con relativa riduzione per l'erario delle imposte indirette (che si sommano a quelle dirette) e compressione dell'economia privata e dell'industria.

Sono certo che è "peggio el tacòn del buso" :D

Invece, con la riduzione dei redditi più alti (unitamente a misure per evitare la fuga dei capitali) non si avrebbero ripercussioni rilevanti su produzione e consumi interni.

Mizarino 22-10-12 11:08

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 628995)
Mizarino perchè non vuoi vedere oltre allo stipendio?

Perché tu hai parlato di "riduzione degli organici".
Il problema della cattiva amministrazione, specie se effettuata in malafede, è cosa diversa.
Per questa non occorre una riduzione degli organici o una riduzione delle prebende, ma una "pulizia etica", che è cosa analoga alla "pulizia etnica", però applicata alla cultura e non al DNA di una popolazione...

Mizarino 22-10-12 11:20

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 628997)
Giusto!
Però, gli anni successivi ... diminuiranno di 20 miliardi i consumi interni.

Non è detto ... Certamente un po' diminuiranno, ma una bella fetta andrà alla diminuzione dei risparmi, con una diminuzione della liquidità delle banche ... che non so che effetti potrà avere ...:o
Ma non temere, ad aprile ci saranno le elezioni, Monti andrà a casa, noi saremo felici perché avremo di nuovo un Governo "voluto dal popolo", governo che naturalmente sarà incapace di governare a causa dei veti incrociati. Dalla padella nella brace!... :D

aspesi 22-10-12 11:42

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 629002)
Ma non temere, ad aprile ci saranno le elezioni, Monti andrà a casa, noi saremo felici perché avremo di nuovo un Governo "voluto dal popolo", governo che naturalmente sarà incapace di governare a causa dei veti incrociati. Dalla padella nella brace!... :D

Non credo probabile questo scenario.
Se alle primarie del PD vince Bersani, con la sicura affermazione di Grillo alle elezioni, si assisterà all'impossibilità di una maggioranza di governo coesa e quindi... si richiamerà il "salvatore" (Monti o Passera), appoggiato con mugugni dalla grande coalizione, con conseguente peggioramento del tenore di vita medio dei cittadini (onde tendere pian piano a terra per la competizione con i salari dei cinesi)
Se viceversa vince Renzi, si assisterà al compimento di quanto vado dicendo da tempo (PD e PDL = Giano bifronte): si formerà cioè il partito maggioritario P^2D^2L facendo anche in politica lo stesso errore compiuto in economia gli anni scorsi con la "fusione" delle banche.

------
(Scusa, ma tu vuoi o no le elezioni? Pensi siano inutili e che sia meglio un governo "nominato"?)

Epoch 22-10-12 12:08

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629009)
(PD e PDL = Giano bifronte)


Non sei il solo che lo pensa.

PDL e PD(menoL)... Alle volte mi domando se negli acronimi sono nascosti significati (non) voluti...

argaiv 22-10-12 12:23

Re: Verso il default
 
Vabbè... ci rinuncio... Dopo l'evasore, il picchiatore di poliziotti ora anche il sostenitore della pulizia etnica. :spaf:

Cambio versione, l'Italia, così com'è è perfetta... va bene? :lipssealed:

Mizarino 22-10-12 12:51

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 629024)
Vabbè... ci rinuncio... Dopo l'evasore, il picchiatore di poliziotti ora anche il sostenitore della pulizia etnica.

Guarda che la "pulizia etica" (non etnica) sono stato io a sostenerla, mica tu!...
Perciò almeno da quello sei del tutto assolto!... :D

Mizarino 22-10-12 13:03

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629009)
Se alle primarie del PD vince Bersani, con la sicura affermazione di Grillo alle elezioni, si assisterà all'impossibilità di una maggioranza di governo coesa e quindi...
Se viceversa vince Renzi, si assisterà al compimento di quanto vado dicendo da tempo (PD e PDL = Giano bifronte): si formerà cioè il partito maggioritario P^2D^2L facendo anche in politica lo stesso errore compiuto in economia gli anni scorsi con la "fusione" delle banche.

Quindi in sostanza mi dai ragione: dalla padella nella brace ... oppure in una padella più grande ... :D
Quote:

aspesi (Scrivi 629009)
(Scusa, ma tu vuoi o no le elezioni? Pensi siano inutili e che sia meglio un governo "nominato"?)

Dipende dalle circostanze ...
La Roma repubblicana era, considerata l'epoca, molto democratica.
Eppure all'occorrenza nominava un "dictator"...

francis 22-10-12 13:15

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 628902)
La diminuzione dello spread è dovuta ESCLUSIVAMENTE alla mutata politica economica della BCE (da quanti mesi continuo a ripetere che un Paese che dispone di una banca che può comprare i propri titoli del debito ed emettere la moneta che serve per contrastare la speculazione, come sono tutte le banche centrali, NON può fallire.)

Infatti, ad una diminuzione dello spread corrisponde anche (in Italia e non solo!) un peggioramento delle condizioni e di tutti i dati economici.

Chiediti perchè la politica della BCE è cambiata e che ruolo ha avuto Monti in questo cambiamento e nella ritrovata concertazione europea.....poi quello che dicevi tu era che bisognava uscire dall'euro e stampare moneta nazionale a rotta di collo .....se ti pare possibile.....

Se l'Italia non avesse recuperato credibilità ed impegno nessun paese europeo (specie del Nord Europa) si sarebbe convinto a sostenere le misure monetarie e di sostegno al debito decise in ambito europeo. Con un paese importante come l'Italia allo sbando l'euro sarebbe saltato e con lui tutti i paesi più indebitati (ma a quanto pare a qualcuno piacciano le catastrofi....). L'Italia, attraverso Monti, è stata capace di riguadagnare fiducia, questo era l'obiettivo (vitale) e questo obiettivo finora è stato raggiunto.

A voi non piace Monti e Monti secondo me non governerà più però facciamo una rapida carrellata delle alternative, su chi facciamo affidamento?
  • sull'accoppiata Berlusconi/Alfano?......Facciamo scendere un velo pietoso....
  • Su Casini/Fini a cui non pare vero che ci sia la vacanza della politica? (finalmente possono dedicarsi ai loro hobby preferiti....beccando lo stesso stipendio)
  • sul "giovane" Renzi che a buoi scappati fà con 20 anni di ritardo le riunioni coi finanzieri? (io non ce l'ho con la finanza ma oggi, ormai, a che serve?)
  • sulle avvincenti rivalità interne del PD? D'Alema contro Renzi e Bindi contro Maciste?
  • Sulle "poesie" ermetiche di Vendola?
  • Su Di Pietro che c'azzecca sempre meno?
  • Su Grillo e le sue eroiche traversate dello Stretto di Messina? (a quando la mietitura del grano a torso nudo?)
  • Su "l'onesta" Lega coi Maroni ammosciati? (mentre i nostri ce li hanno gonfiati per vent'anni con le minchiate sulla devolution che ha prodotto solo sprechi enormi e creato piccoli potentati locali a loro uso e consumo)
No, la vera ed unica novità politica per l'Italia è stata l'ineffabile accoppiata Monti/Napolitano, che Dio li abbia in gloria, mentre a noi Dio riserverà la giusta punizione della solita rissosa, inconcludente e spesso disonesta politica all'italiana......

Stargazer 22-10-12 13:38

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 629024)
Vabbè... ci rinuncio... Dopo l'evasore, il picchiatore di poliziotti ora anche il sostenitore della pulizia etnica. :spaf:

Cambio versione, l'Italia, così com'è è perfetta... va bene? :lipssealed:

Domanda generica ma da un certo punto di vista direi che questi nuovi comunisti stanno facendo un ottimo lavoro. Su altri meno ma del resto l'economia è basata da sempre su 2 grandi fattori, quelli della politica legale e quelli della politica illegale che coesistono a vicenda, basta vedere la cina come massima espressione ormai :fis:

E' incredibile, in pochi mesi son riusciti a distruggere il nostro ecocsistema provinciale tanto per dirne una
http://www.lavocedelnordest.it/artic...ia-la-politica

sarebbe quasi da fare i complimenti a monti :mmh:

aspesi 22-10-12 13:59

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 629042)

La Roma repubblicana era, considerata l'epoca, molto democratica.
Eppure all'occorrenza nominava un "dictator"...

Già, considerata l'epoca...:D
Ma non mi pare che il popolo contasse molto.

Le elezioni sono il cardine della democrazia. Qualunque sia l'esito, e anche qualora i cittadini sbagliassero clamorosamente nella scelta (l'importante, è dargli la possibilità di scegliere veramente... :cool:)

Mizarino 22-10-12 14:05

Re: Verso il default
 
Se ti obbligano a pescare nello scarico delle acque nere, cosa puoi aspettarti di tirar su?
Anche tirar fuori una Trota diventa un miracolo!... :D

aspesi 22-10-12 14:19

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 629049)
Chiediti perchè la politica della BCE è cambiata e che ruolo ha avuto Monti in questo cambiamento e nella ritrovata concertazione europea.....poi quello che dicevi tu era che bisognava uscire dall'euro e stampare moneta nazionale a rotta di collo ....

Eeh, no!
Sono loro (i banchieri mignatte, una volta si pensava fosse utile farsi succhiare il sangue :D, probabilmente alcuni fremono di contentezza ancora all'idea :D) che hanno cambiato tattica, dopo oltre un anno di lassismo, errori loro e sacrifici inutili imposti ai popoli), perché si sono resi conto che, se si tira troppo, la corda si rompe e perciò il processo di colonizzazione (schiavizzazione) deve essere più graduale (le rane, se messe quando l'acqua è ancora fredda, riscaldandola pian piano, si lasciano bollire senza ribellarsi).

Io ho detto da "prima" (e non ho motivo di cambiare idea), che per "liberarsi" (ma c'è a chi non interessa :() occorre uscire al più presto dall'euro o quantomeno cambiare drasticamente le regole monetarie (è solo questione di tempo, succederà...) e nel frattempo stampare moneta a manetta (ed è quello che pian piano sta incominciando a fare la BCE).
Tutto previsto...:)

aspesi 22-10-12 14:28

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 629066)
Se ti obbligano a pescare nello scarico delle acque nere, cosa puoi aspettarti di tirar su?

Non è vero!
I vari Fiorito sono stati scelti da migliaia di gente più o meno come lui (purtroppo, per loro, con minori possibilità di dimostrarlo :D), che ritiene il voto come uno scambio al mercato.

Se si afferma che sono tutti uguali è perché non si ha una vera volontà di cambiare, magari scegliendo contro i propri interessi.

Mizarino 22-10-12 14:38

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629074)
Non è vero!
I vari Fiorito sono stati scelti da migliaia di gente più o meno come lui ...

Già, ma lì c'erano le preferenze ...
Ma se vale il "porcellum" ?
E se anche non vale il "porcellum", come fai a sapere chi, diluito in una lista di 25 zoccoloni e 7 castori, è un castoro e non uno zoccolone ?

argaiv 22-10-12 14:51

Re: Verso il default
 
Beh... l'unico che possa offrire un cambiamento è il Movimento 5 stelle ma la gente continua a non capirlo e pensa che il cambiamento sia Renzi...

Che lavoro ha mai fatto Renzi?

Cresce a Rignano sull'Arno, dove i genitori abitano ancora, e studia a Firenze, prima al Liceo Ginnasio Dante e poi all'Università degli Studi di Firenze, dove si laurea nel 1999 in giurisprudenza, con una tesi dal titolo “Amministrazione e cultura politica: Giorgio La Pira Sindaco del Comune di Firenze 1951-1956” con relatore il Prof. Bernardo Sordi. Ha una formazione scout ed ha diretto, firmandosi Zac, la rivista nazionale della branca R/S Camminiamo insieme[1]. Ha lavorato con varie responsabilità per la CHIL Srl, società di servizi di marketing (di proprietà della sua famiglia, e il cui nome è di ispirazione lupettara) di cui è dirigente in aspettativa, in particolare coordinando il servizio di vendita del quotidiano La Nazione sul territorio fiorentino con la diretta gestione degli strilloni.
Quando era ancora diciannovenne, nel 1994, per cinque puntate consecutive partecipò come concorrente a La ruota della fortuna, vincendo 48 milioni di lire.[2][3] Sposato con Agnese, un'insegnante di liceo, ha tre figli.


WOW.... un figlio di papà laureato in giurisprudenza che non ha manco fatto l'esame da avvocato...

Altro che quel comico che, se non altro, quello che ha se l'è guadagnato.

L'unica è shortare l'Italia almeno si dovrebbero tirare su due euro.

francis 22-10-12 14:57

Re: Verso il default
 
@Aspesi

Purtroppo hai invece capito e previsto ben poco......anche tu hai la famosa memoria corta persino sulle cose che affermi.......in questo noto una certa somiglianza con i nostri politici.....:D

L'economia e i rapporti internazionali ti sfuggono.....Monti e gli altri paesi UE non hanno imposto sacrifici perchè dovevano fare i sanguisughe ma perchè era l'unico modo per convincere gli altri europei a fornire il sostegno e gli aiuti necessari, l'Italia con Monti ha fatto da battistrada in questo senso...e finora ha funzionato.

La recessione ci sarebbe stata in ogni caso e senza una concertazione europea oggi i rischi per l'economia sarebbero ben più gravi.

Aspesi... la prima regole per capire l'economia e la politica e rifuggire dalle posizioni ideologiche e di guardare in faccia una realtà che non è come credi divisibile sommariamente in buoni e cattivi, come quando da ragazzini si giocava a guardie e ladri. La realtà umana è più complessa, adattati a questa semplice verità......

argaiv 22-10-12 15:00

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 629086)
l'Italia con Monti ha fatto da battistrada in questo senso...e finora ha funzionato.

No... siamo noi italiani che fra un pò dovremo andare a battere per strada se resta Monti

francis 22-10-12 15:04

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629074)
Se si afferma che sono tutti uguali è perché non si ha una vera volontà di cambiare, magari scegliendo contro i propri interessi.

No infatti non sono tutti uguali sono tutti peggio...:D

Ragiona semplice.....cos'è che hanno in comune i politici attuali?...te lo dico io: un'evidente egocentrismo...tutti vogliono fare i capetti di qualcosa....persino della monnezza.

aspesi 22-10-12 15:25

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 629076)
Già, ma lì c'erano le preferenze ...
Ma se vale il "porcellum" ?
E se anche non vale il "porcellum", come fai a sapere chi, diluito in una lista di 25 zoccoloni e 7 castori, è un castoro e non uno zoccolone ?

Io un'idea ce l'avrei... ;)
In ogni collegio possono essere candidati solo coloro che vi abbiano la residenza da almeno 5 anni.
Probabilmente, in questo modo la scelta potrebbe essere più consapevole (per conoscenza, spesso diretta) e gli eletti sarebbero espressione e legati al territorio che li ha scelti.

aspesi 22-10-12 15:31

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 629086)
..Monti e gli altri paesi UE non hanno imposto sacrifici perchè dovevano fare i sanguisughe ma perchè era l'unico modo per convincere gli altri europei a fornire il sostegno e gli aiuti necessari, l'Italia con Monti ha fatto da battistrada in questo senso...e finora ha funzionato.

Mapperfavore...:rolleyes:
Guarda almeno QUANDO è incominciato a scendere lo spread.
Non ci vuole molto acume per capire...

Addirittura, sta scendendo anche per la Grecia.
E chiunque, anche il più sempliciotto, sa benissimo che il debito della Grecia (gli aiuti economici attuali e futuri della BCE) NON SARANNO MAI RIPAGATI!

Mizarino 22-10-12 15:47

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 629080)
Altro che quel comico che, se non altro, quello che ha se l'è guadagnato...

... sparando minchiate ... :spaf:

francis 22-10-12 16:06

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629099)
Io un'idea ce l'avrei... ;)
In ogni collegio possono essere candidati solo coloro che vi abbiano la residenza da almeno 5 anni.
Probabilmente, in questo modo la scelta potrebbe essere più consapevole (per conoscenza, spesso diretta) e gli eletti sarebbero espressione e legati al territorio che li ha scelti.

Altra incredibile ingenuità....a te la Lega ti fa un baffo.....

francis 22-10-12 16:13

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629102)
Mapperfavore...:rolleyes:
Guarda almeno QUANDO è incominciato a scendere lo spread.
Non ci vuole molto acume per capire...

Addirittura, sta scendendo anche per la Grecia.
E chiunque, anche il più sempliciotto, sa benissimo che il debito della Grecia (gli aiuti economici attuali e futuri della BCE) NON SARANNO MAI RIPAGATI!

E' iniziato a scendere da subito e poi di nuovo quando i paesi europei sedicenti virtuosi hanno capito che l'Italia faceva sul serio (e non sparava più minchiate un giorno si e uno no contro l'euro e la Ue), a quel punto e stato dato via libera a sostegni e alla Bce.

Te l'ho già detto la tua mente e' obnubilata da troppo ideologismo e rancore perché tu ti possa accorgere della verità che ti passa accanto....

aspesi 22-10-12 17:33

Re: Verso il default
 
Per rinfrescarsi le idee, questo è il grafico dello spread.

http://www.soldionline.it/infografic...spetto-al-2011

Ogni commento è superfluo.
E chi non lo capisce, beh..., peggio per lui :D


Questo è il confronto 2011-2012 (fino a agosto), con anche Spagna, Francia e Austria.
http://www.renatobrunetta.it/2012/08...6-agosto-2012/

francis 22-10-12 20:02

Re: Verso il default
 


Invece un grafico si commenta:
come puoi vedere da giugno 2011 la crescita dello spread diviene esponenziale, non solo ma da sotto passiamo sopra lo spread spagnolo, che viene trascinato al rialzo dal nostro (infatti la Spagna se ricordi bene ebbe qualcosa da ridire nei nostri confronti).....e già come sai viviamo in un mondo interdipendente......

Estrapola l'andamento tendenziale da giugno a dicembre, con Berlusconi e il prode Brunetta ancora al comando, e ti puoi fare un'idea di dove saremmo arrivati dopo quella data.

Da gennaio a marzo lo spread, dopo qualche fibrillazione cala, non solo, ma, cosa particolarmente indicativa, finisce sotto quello spagnolo (e sotto rimane). Dopo un pò sono gli spagnoli, alle prese con i problemi irrisolti delle loro banche, ad essere attaccati dalla speculazione e a trascinarci di nuovo verso l'alto (con loro ma sempre sotto di loro).

Il resto è storia: Monti può a buon diritto, grazie alla ritrovata credibilità di azione di governo e di europeista, negoziare gli interventi di sostegno anche a vantaggio degli altri paesi, con l'appoggio della Francia e di altri paesi nordeuropei (nonchè a quel punto anche con il tacito assenso della Germania). Da quel momento la BCE ha mano abbastanza libera, lo spread cala ed oggi è intorno ai 300 punti.

Naturalmente Monti ha fatto solo ciò che poteva e doveva fare una persona sensata e con un minimo di consapevolezza del contesto internazionale ed economico/finanziario, appoggiato, bisogna riconoscerlo, da quel residuo senso di responsabilità dimostrato dagli attuali partiti e in qualche modo suscitato da Napolitano.

E naturalmente la crisi non è finita perchè nessuno può cambiare dall'oggi al domani le condizioni strutturali di debito e bassa competitività in cui ci troviamo.

......ma già tu invece credi a quelli con la bacchetta magica.....Monti è troppo "normale".....magari se si mettesse un cappellino a cono e recitasse qualche sim sala bim...chissà.......oppure facesse una bella traversata a nuoto dalla Sardegna alla Corsica, lanciando qualche vaffa...., allora si che saprebbe risolvere qualsiasi problema......

argaiv 22-10-12 20:10

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 629107)
... sparando minchiate ... :spaf:

Oh... io le avrei sparate a gratis

aspesi 22-10-12 22:13

Re: Verso il default
 
Evidentemente, c'è in giro chi non capisce neppure le cose elementari...:D
Devo ripetere ancora: Peggio per lui?

Primo grafico: solo per i distratti.
La discesa dello spread si verifica contemporaneamente in tutti i Paesi deboli dell'Europa allorquando la BCE (con il benestare poi anche della Germania) afferma che comprerà i titoli dei Paesi sotto speculazione (agosto 2012)

Secondo grafico: le cose non vanno benissimo (anche se meglio di adesso), c'è un giullare al governo, ma l'Italia ha uno spread molto contenuto (150). Nel luglio 2011 la speculazione (manovrata da chi voleva portare i banchieri al governo di Italia, Spagna, Grecia...) manifesta la sua devastante potenza. La paura dilaga e si insedia il governo amico (della finanza). Raggiunto lo scopo, si temporeggia equiparando lo spread fra Italia e Spagna. A questo punto, la BCE non agisce e da aprile a agosto 2012, riparte la speculazione e lo spread sale da 300 a 500 punti. Si teme di perdere il controllo e l'uscita dall'euro: la salita dello spread sarebbe inevitabilmente continuata a valori intollerabili, perché Monti e le decisioni prese in Italia non contano nulla. Solo la decisione di Draghi (concertata con i poteri forti!, ma necessaria) ha fatto ridiscendere lo spread fino a a questi giorni (e scenderà ancora, almeno fino a 260 punti, comprate i BTP in particolare quelli indicizzati all'inflazione!)

Adesso, su questo punto, basta!
:hello:

francis 23-10-12 07:32

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 629213)
Adesso, su questo punto, basta!
:hello:

E chi sei tu per dire basta?...frà c...o da Velletri?...:D:D

E' evidente che ti arrampichi sugli specchi. Parli di Draghi come se potesse decidere alcunchè da solo....anche qui pecchi di notevole ingenuità. Hai capito davvero poco di quello che è successo e non ne hai mai azzeccata una!

Te lo ripeto non sai leggere nè l'economia nè la poitica, non sai leggere le persone e non sai nemmeno leggere i grafici.....insomma non sai leggere....:D e hai anche il brutto vizio che quando sei a corto di argomenti cominci pure ad offendere chi non è d'accordo con te.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 19:55.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it