Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

argaiv 29-06-15 21:28

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 756126)
Ricominciamo con questa storia? :D
Se la Grecia che è un piccolo paese con un PIL pari a qualche nostra ricca provincia desta tanta preoccupazione pensa al botto che farebbe l'Italia che ha un debito dieci volte tanto.
Se affondiamo NOI affonda tutto l'occidente ci puoi mettere la mano sul fuoco. Nel qual caso i pezzi che hai ritirato al bancomat ti serviranno per giocare al monopoli.:D:D:D

Ma il problema con la Grecia non è tanto l'ammontare del debito o il Pil quanto il fatto che si possa uscire dall'Euro.

Nel 2008 è fallita una banca d'affari e ha innescato una serie di crolli con perdite di gran lunga superiori rispetto a quelle iniziali... Allo stesso modo la Grecia potrebbe innescare un effetto domino.

E anche il fatto del denaro contante non mi sembra poi una gran fesseria vista la facilità con la quale la BCE può disporre del nostro denaro chiudendo le banche a piacimento.

meta 29-06-15 21:44

Re: Verso il default
 
era sicuramente vero nel 2010: per evitare il rischio sistemico si concessero crediti a non finire, si coinvolse l'FMI che in genere finanzia la costruzione di scuole in cameroun,, si incassò il default del 2012 senza aprir bocca; insomma, si è prudentemente comprato tempo, anche se a caro prezzo.

ora però sono stati fatti notevoli passi avanti nel controllo della situazione, per mezzo di ripetute tornate di stress test, di vigilanza europea sulle banche maggiori, fondo salva stati etc

tsitsi ha creduto che un nuovo defauilt greco facesse la stessa paura che aveva fatto nel 2010 ed eccoci qui.

Sat 29-06-15 22:11

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 756130)
...
tsitsi ha creduto che un nuovo defauilt greco facesse la stessa paura che aveva fatto nel 2010 ed eccoci qui.

Mi spiace ma non è così. Lui si è presentato agli elettori e ha vinto le elezioni grazie a un programma che prevedeva esattamente quello che sta facendo. Ora che tutti i nodi sono arrivati al pettine ha scelto di rivolgersi di nuovo agli elettori per chiedere loro in che direzione vogliono andare. Volete voi le medicine che ci vogliono somministrare? L'effetto di queste medicine lo conosciamo già; miseria e povertà. Oppure cerchiamo una strada alternativa? Poi nessuno potrà lamentarsi... nell'uno come nell'altro caso.;)

Michele Xintaris 30-06-15 05:00

Re: Verso il default
 
Buongiorno ragazzi,

Tsipras è stato eletto con la promessa che rimarrà all' EURO...non con la promessa che uscirà....Per me ha fatto una bella frode politica.
Sapeva che la gente non lo aveva votato per uscire come sapeva che la gente non lo aveva votato per firmare un nuovo memorandum come i primi. Si è intapollato nelle sue promesse...e ora semplicemente sta scaricando la responsabilita alla gente.

In realta sa bene che deve fare.Il mandato è recentissimo.Contrattare duramente si ma rimanere in euro. Il problema è che meta di SYRIZA vuole uscire e non rimarra in governo se lo facesse, ed anche ANEL hanno piu volte detto che un nuovo accordo significa che abbandonano il governo..... Quindi ha prefferito la coesione del ..governo dalla coesione della gente...Io la vedo cosi.

argaiv 30-06-15 06:40

Re: Verso il default
 
Guardate che ha solo fatto quello che dovrebbero fare SEMPRE: un referendum.

Volete restare nell'euro a fare sacrifici per poi fallire ugualmente tra uno o due anni o volete fare gli stessi sacrifici e cercare una strada alternativa all'austerity?

Poi ne andrebbe indetto uno per tutti i cittadini europei:

Volete accollarvi 2000 euro di debito pubblico a testa per salvare la Grecia dove si va in pensione a 55 anni?

L'unico problema è che li fanno sempre TROPPO TARDI!! L'avessero chiesto agli italiani nel 1998 se volessero o meno entrare nell'euro a quelle condizioni sarebbe stato molto diverso oggi.

Antonio DAMICO 30-06-15 06:50

Re: Verso il default
 
Ho visto che la crisi greca, alla fine costa all'europa molto di più di quello che sarebbe costato abbonarle i debiti e chiudere la partita.

http://www.infodata.ilsole24ore.com/...-600-miliardi/

Non so a quanto ammontano esattamente i debiti della Grecia, siamo sui 200 Miliardi ???

Mi sembra troppo facile, Dove sbaglio ? :D

argaiv 30-06-15 06:53

Re: Verso il default
 
E' come dire che se io non pago il mutuo per la banca sono pochi spiccioli... Che senso ha portarmi via la casa?

Capite che se uno non paga non pagano neppure gli altri? Semplicemente non si può altrimenti l'economia diventa una presa per il sedere ancora maggiore di quanto già non sia.

Antonio DAMICO 30-06-15 06:57

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 756150)
altrimenti l'economia diventa una presa per il sedere ancora maggiore di quanto già non sia.

Allora lo è già di suo ?
Si va beh, ma così mi pare il marito che per fare dispetto alla moglie si evira l'arnese....:)

meta 30-06-15 07:16

Re: Verso il default
 
Quote:

Antonio DAMICO (Scrivi 756149)

Non so a quanto ammontano esattamente i debiti della Grecia, siamo sui 200 Miliardi ???

?

ecchediavolo! stai tutto il giorno in rete a cercare cavolate e non trovi i 5 secondi per trovare un dato vero? meglio ancora, per fare due conti senza la calcolatrice?

se il debito greco è il 180% del pil e il pil vale 240 miliardi di dollari, col dollaro/ euro a 1,12 , quant'è il debito in euro?

sei mesi di trattative sono poi stati dedicati non al vecchio debito, ma alla concessione di nuovi freschissimi soldi. se si abbuonava anche tutto il pregresso,fornito gentilmente da contribuenti europei anche molto più poveri della grecia, cmq non c'erano fondi per riempire le buste paga pubbliche e le pensioni con euro.

Antonio DAMICO 30-06-15 07:25

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 756153)
ecchediavolo! stai tutto il giorno in rete a cercare cavolate e non trovi i 5 secondi per trovare un dato vero? meglio ancora, per fare due conti senza la calcolatrice?

se il debito greco è il 180% del pil e il pil vale 240 miliardi di dollari, col dollaro/ euro a 1,12 , quant'è il debito in euro?

sei mesi di trattative sono poi stati dedicati non al vecchio debito, ma alla concessione di nuovi freschissimi soldi. tsipras li voleva e basta.

Ma non è che avendo il dato vero cambiava qualcosa nel senso del discorso che verte ad evidenziare tutt'altro ...
Mincs che nervosetto che sei... :D

argaiv 30-06-15 07:25

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 756153)
ecchediavolo! stai tutto il giorno in rete a cercare cavolate

U mad meta?

Qua nessuno è un tecnocrate della BCE... ci si può sbagliare...

meta 30-06-15 07:27

Re: Verso il default
 
però il calcolo non l'hai fatto. :)

meta 30-06-15 07:36

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 756131)
Mi spiace ma non è così. Lui si è presentato agli elettori e ha vinto le elezioni grazie a un programma che prevedeva esattamente quello che sta facendo. Ora che tutti i nodi sono arrivati al pettine ha scelto di rivolgersi di nuovo agli elettori per chiedere loro in che direzione vogliono andare. Volete voi le medicine che ci vogliono somministrare? L'effetto di queste medicine lo conosciamo già; miseria e povertà. Oppure cerchiamo una strada alternativa? Poi nessuno potrà lamentarsi... nell'uno come nell'altro caso.;)

rompere dopo sei mesi di trattative non ha molto senso. nel frattempo tutti i pagamenti in grecia si sono fermati,a cominciare da quelli dele tasse:), per proseguire con il ritiro dei risparmi.

a mio avviso, con la mossa all'ultimo secondo ha cercatoiun altro piccolo vantaggio negoziale, ma si è sbagliato. adesso la palla di neve ha cominciato a rotolare, vediamo.

esistono le situazioni win-win, questa sembra molto lose-lose.

meta 30-06-15 07:48

Re: Verso il default
 

Sat 30-06-15 10:26

Re: Verso il default
 
Quote:

Michele Xintaris (Scrivi 756137)
Buongiorno ragazzi,

Tsipras è stato eletto con la promessa che rimarrà all' EURO...non con la promessa che uscirà....Per me ha fatto una bella frode politica.
Sapeva che la gente non lo aveva votato per uscire come sapeva che la gente non lo aveva votato per firmare un nuovo memorandum come i primi. Si è intapollato nelle sue promesse...e ora semplicemente sta scaricando la responsabilita alla gente.
...

Caro Michele, tu sei greco e conosci meglio di noi il tuo paese ma...
La colpa non è di Tsipras. A mio avviso la colpa è del popolo greco che ha votato per anni quei cialtroni che vi hanno portato nella condizione e nella situazione di oggi.
Ancora oggi cercate il miracolo della botte piena e la moglie ubriaca. E' un detto italiano e spero sia chiaro anche a te il significato.
Le due cose sono alternative.
1) Rimanere nell'euro comporta prendere le medicine ordinate dal dottore.
2) Uscire dall'euro vuol dire cercare altre strade e contare sulle proprie forze.

Le due cose non possono più andare di pari passo. A voi la palla e a voi la scelta che poi tocca pure a noi dove la situazione non è poi così diversa.;)

aleph 30-06-15 10:43

Re: Verso il default
 
La questione vera oggi secondo me è che o ha ragione la Germamia e dunque la Grecia ha un problema di natura economica e non finanziaria, per cui senza le riforme sarebbe comunque in futuro conndannata a fallire qualunque sia la moneta che utilizza, oppure ha ragione il Governo greco e dunque il principale problema non è economico ma finanziario, e l'uscita dall'euro con il ripristino di un sistema di finanziamento a moneta sovrana risolverebbe la situazione.

Chiaramente è molto difficile dare una risposta ad una simile domanda, ma se ha ragione la Grecia allora i tedeschi, l'eurogruppo, il FMI sono tutti poco seri e anche un bel po' mascalzoni, mentre se hanno ragione questi ultimi, allora sono i greci ad essere un po' cialtroni e farebbero bene a dare ascolto a chi sa fare le cose meglio di loro...

Mizarino 30-06-15 12:26

Re: Verso il default
 
In effetti i due casi non sono mutuamente esclusivi.
C'è la possibilità che abbiano torto entrambi...

argaiv 30-06-15 12:50

Re: Verso il default
 
Mi sa che abbia ragione Mizarino.

L'austerity non funziona: Porta alla caduta di qualsiasi governo ed al fallimento. E non lo dico solo io.

Puoi andare avanti con questa realtà dell'euro e dell'austerity per qualche anno ma questi sono i risultati:

http://www.ilnord.it/b-6257_ISTAT_CA...OSTI_DI_LAVORO

-63000 posti di lavoro a maggio.

Continua il trend inesorabile... Altro che renzi, letta, il PD o il PDL, jobs act e moment act

Poi ci aggiungi i problemi dei singoli stati e hai la frittata greca o quella prossima ventura italiana.

Michele Xintaris 30-06-15 13:34

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 756176)
Caro Michele, tu sei greco e conosci meglio di noi il tuo paese ma...
La colpa non è di Tsipras. A mio avviso la colpa è del popolo greco che ha votato per anni quei cialtroni che vi hanno portato nella condizione e nella situazione di oggi.
Ancora oggi cercate il miracolo della botte piena e la moglie ubriaca. E' un detto italiano e spero sia chiaro anche a te il significato.
Le due cose sono alternative.
1) Rimanere nell'euro comporta prendere le medicine ordinate dal dottore.
2) Uscire dall'euro vuol dire cercare altre strade e contare sulle proprie forze.

Le due cose non possono più andare di pari passo. A voi la palla e a voi la scelta che poi tocca pure a noi dove la situazione non è poi così diversa.;)

Sono d'accordo con te sul fatto che l'errore è del popolo greco che li ha votati.E' assolutamente vero.
(anche se non posso dire lo stesso per il caso del governo tecnico imposto da fuori Tipo Monti e che ha votato le misure piu dure)

No, non si puo avere sia la moglie ubriaca che la botte piena.
Ci sono stati errori in passato, è vero, che ci hanno portati qui.
La grecia ha bisogno di riforme per uscirne veramente dalla crisi e di stare in piedi da sola.Verita che condivido a pieno.
Dall'altra parte pero...bisogna capire che si parla anche di vite umane oltre che numeri.Dopo 5 anni di stipendi abbassati al 50%, pensioni al 50%, disoccupazione vicino al 30% (ufficialmente), file alle mense comunali.. (queste non sono riforme)..Inverni senza riscaldamento (io ne ho fatto 3 inverni cosi per fortuna solo) ..insomma 5 anni che la gente non vede una luce alla fine del tunnel...è normale che si "incazza" .....In problema è trovare un compromesso tale da poter passare le riforme senza dover sentirsi affamati e senza un futuro per altri 5 anni. (non tutti possono o vogliono emigrare)...

In questo momento potrei paragonare il popolo greco come un bambino arrabbiato che trattiene il respiro per "far vedere" ai genitori ..che pero non sa che alla fine l'ossigeno gli serve comunque!!!......
Non sono economista..ma cosi per me non funziona e non funziona nemmeno scambiando colpe fra EU e stato...Insomma non si fa cosi come hanno scelto di fare ora.
Dal mio punto di vista si sono dimostrati inferiori alla situazione sia la commissione (perche ha provocato non poco ) che il governo attuale (che o è completamente incompetente o era la sua agenda sin dall'inizio questa).

Sicuramente chi ha votato i governi è quel che ha la colpa ...triste ma vero.

Un saluto a tutti

PS: Spero che le prossime riforme non passino cosi pero come le scorse e in notte fonda :D
https://www.youtube.com/watch?v=Yr79ro-_mDM

aspesi 30-06-15 13:47

Re: Verso il default
 
Romania:

Taglio IVA e tasse
PIL + 4,2%
Stipendi + 7%

Certo, è fuori dal disastro dell'euro... :rolleyes:

---------------

Francia:

Primo trimestre 2015
Debito pubblico + 51,6 miliardi, ormai è quasi uguale come valore a quello italiano ----> 97,5% del PIL

Sat 30-06-15 14:23

Re: Verso il default
 
Quote:

Michele Xintaris (Scrivi 756189)
...
Dall'altra parte pero...bisogna capire che si parla anche di vite umane oltre che numeri...

Questo è il punto cruciale. Le banche che stavano affogando (per errori fatti) le hanno salvate con i soldi nostri. Mentre se ad affogare sono uomini, donne, bambini gli mettono un piede sulla testa per farli andare sotto prima. Il vostro referendum serve anche a questo. Che cacchio di Europa vogliamo? La tentazione forte sarebbe quella di mandare tutti a quel paese e ricominciare da capo come quando si resetta un computer e si installa un nuovo sistema operativo. Guarda, forse mi sbaglio ma credo che faranno di tutto per non far svolgere questo referendum. Magari ci ritroveremo da queste parti tra un paio di anni a ri-parlare delle stesse cose.:spaf:

f16006a 30-06-15 15:46

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 756192)
Romania:

Taglio IVA e tasse
PIL + 4,2%
Stipendi + 7%

Certo, è fuori dal disastro dell'euro... :rolleyes:

---------------

Francia:

Primo trimestre 2015
Debito pubblico + 51,6 miliardi, ormai è quasi uguale come valore a quello italiano ----> 97,5% del PIL

Eh ma ci sono 1.000.000 di motivi per cui questa cosa può accadere... non hai dimostrato nulla :D:D:D

PS: scherzo ovviamente, ma purtroppo c'è chi davvero ti risponderebbe così.

meta 30-06-15 17:20

Re: Verso il default
 
Quote:

f16006a (Scrivi 756199)
Eh ma ci sono 1.000.000 di motivi per cui questa cosa può accadere... non hai dimostrato nulla :D:D:D

PS: scherzo ovviamente, ma purtroppo c'è chi davvero ti risponderebbe così.

a me basta un motivo, molto plausibile e che vedo viene ignorato: la concreta, maledetta miseria romena che li fa lavorare molto e per quattro soldi.

vediamo il reddito annuo procapite in dollari ppa

romania: 12700 !!!

la povera grecia (povera come il nostro mezzogiorno): 24300

italia:29810

germania: 38700

in effetti, la ricetta romena è quella che spaventa molto i greci e da cui vorrebbero tenersi lontani.

però, non saper 'ste cose...è come voler parlar di calcio ignorando il barcellona.

giovanni bruno 30-06-15 17:24

Re: Verso il default
 
In ROMANIA sta accadendo quello che accadeva in ITALIA negli anni 50-60-70 ed oltre, una marea di emigranti che lavoravano e vivevano da cani all'estero e mandavano in patria della valuta pregiata.

Nessuno se lo ricorda, ma con il sudore ed il sangue degli emigranti, l'ITALIA ebbe l'OSCAR delle monete , non ricordo più in quale anno.:hello:

meta 30-06-15 17:28

Re: Verso il default
 
ah, giovanni bruno è arrivato alle stesse mie conclusioni usando semplicemente memoria e buon senso. manco ha usato google... chapeau.

giovanni bruno 30-06-15 17:46

Re: Verso il default
 
Mi sono infarmato adesso in rete ed era esattamente il 1960 l'anno dell'OSCAR alla LIRA.

Eravamo un poplo di giovanissimi che andavano al lavoro anche a 10 anni ed ufficialmente a 14 anni, altro che adesso dove si va a lavorare a 30 anni.

Io stesso ho sempre lavorato e studiato e se dico lavorato, voglio dire 5 ore di studio e 10 ore di lavoro.

A soli 14 anni fui assunto dalla ditta OLIVETTI per studiare meccanica per tre anni, con tanto di libretto di lavoro, stipendio e marchette per la pensione.

Subito dopo mi sono fatto degli studi ufficiali con le scuole serali.

Praticamente ho avuto poca infanzia e nessuna adolescenza, intesa come cazzeggiamento.:hello:

Quello era un periodo in cui il lavoro vomitava ricchezza, sia quello in Italia che quello ancora più pregiato degli emigranti che fornivano valuta pregiata.

Un doveroso pensiero ai martiri minatori, morti nelle miniere Belghe, vilmente venduti dallo stato Italiano al governo Belga, che su di loro faceva la cresta di un TOT di carbone a cranio di emigrato.

Per essere competitivi bisogna lavorare molto e se si lavora molto e si è competitivi, il lavoro salta fuori automaticamente.:hello:

Epoch 01-07-15 07:03

Re: Verso il default
 
@Giovanni Bruno.

Curiosità: Tu di che classe sei? :)

Fulvio_ 01-07-15 10:44

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 756100)
La Grecia è piena di debiti perché si è illusa (e l'hanno illusa) di poter stare al tavolo dei ricchi con una moneta forte. Ed è risaputo che i ricchi non hanno la virtù della solidarietà.
Approfittano dei vantaggi della "loro" moneta, ma non hanno nessuna intenzione di accettare le regole federative che ne sono il presupposto.

Per non far fallire la Grecia (e non rimetterci i nostri prestiti) sarebbe possibile e anche piuttosto facile. Ma alle banche francesi e tedesche, ormai non frega più nulla...

Perchè non frega più nulla alle banche tedesche e francesi di non far fallire la Grecia? :mmh:

aspesi 01-07-15 11:51

Re: Verso il default
 
Il “salvataggio” – o bailout – della Grecia da parte della troika, prima nel 2010 e poi nuovamente nel 2012, per un totale di 226 miliardi di euro, secondo quanto sbandierato dai media avrebbe avuto principalmente lo scopo di tenere a galla lo stato greco, permettendogli di far fronte alle spese correnti (gli stipendi di medici, insegnanti, poliziotti e così via).
Secondo questa lettura, la Germania potrebbe essere paragonata a una sorella maggiore severa, forse un po’ ottusa, ma comunque disposta ad aiutare i propri fratelli nel momento del bisogno.

Ma così NON è.

La Grecia ha iniziato lo sforzo di risanamento di bilancio con un deficit al netto del pagamento degli interessi di circa 24 miliardi di euro nel 2009, e ha avuto un disavanzo primario nel 2010, 2011 e 2012.
Dal 2013 in poi, però, i ricavi hanno superato le spese e nessun finanziamento è stato necessario per coprire le operazioni dello stato.

Questa stretta brutale ha prodotto la conseguenza che solo poco più di 15 miliardi di euro di prestiti della troika sono stati utilizzati per coprire i costi dello stato. In totale, alle necessità di funzionamento dello stato greco è andato solo l’11% del finanziamento totale, circa 27 miliardi di euro.

E allora dove sono finiti tutti i soldi?
Dall’analisi dei documenti della Commissione europea, dell’Fmi e del governo greco emerge che il grosso dei soldi è stato utilizzato per ricapitalizzare le banche greche e per onorare gli impegni con i creditori dello stato e dei privati greci, in gran parte banche tedesche e francesi, non per risanare i buchi di bilancio.

Più precisamente, circa la metà del finanziamento è finito a rimborsare i titoli in scadenza e a ripagare gli interessi sul debito, mentre il 20% è andato alle banche greche; il resto dei fondi ha invece riguardato le attività di ristrutturazione e di riacquisto del debito.

In definitiva, più dell’80% degli “aiuti” della troika sono andati a beneficio diretto
o indiretto del settore finanziario (nazionale ed estero). Soprattutto di quello tedesco, che infatti è riuscito a ridurre la propria esposizione nei confronti della Grecia dell’80% circa tra la metà del 2010 – quando è stata approvata la prima tranche di finanziamenti – e la metà del 2012.


Quindi è fallace l’idea secondo cui “i soldi dei contribuenti europei” siano serviti a salvare la Grecia e gli altri paesi della periferia; la verità è che, con la scusa di salvare le cicale greche, i soldi dei contribuenti europei – di tutti noi – sono stati utilizzati per salvare ancora una volta le grandi banche del continente.
Molte delle quali tedesche.

È la stessa conclusione raggiunta anche da nientedimeno che Peter Böfinger, consigliere economico del governo tedesco, che nel 2011 ha dichiarato che il bailout della Grecia “non riguarda tanto i problemi della Grecia quanto quelli delle nostre banche, che possiedono molti crediti nei confronti del paese”.

E se qualcuno ha qualcosa da ridire, dovrebbe andare a bussare alla porta di chi ha beneficiato di più da tutta questa storia: Berlino.

Fulvio_ 01-07-15 12:26

Re: Verso il default
 
Quindi in base a questa tua ricostruzione devo presumere che essendo già stati 'onorati' i crediti degli istituti bancari (coi soldi nostri) lo scopo 'reale' del salvataggio della Grecia (ingrassare la finanza) sia venuto meno, e la 'pellaccia' del popolo greco conti meno del due di picche.
Se le cose stanno davvero così, siamo governati ad ogni livello (locale, nazionale, continentale) da una manica di delinquenti aguzzini che utilizzano i popoli come... batterie (per dirlo a alla Matrix).
Possibile che sia tutto così marcio e che sia questo il modus operandi di personcine come Juncker? :mmh:

Possibile!
Cioè... si, possibile! :D

Mizarino 01-07-15 12:33

Re: Verso il default
 
Quote:

Fulvio_ (Scrivi 756281)
... lo scopo 'reale' del salvataggio della Grecia (ingrassare la finanza) ...

Se (per assurdo) tu avessi prestato ad un parente 50mila €, ed essendo questi insolvente, lo Stato prestasse i 50mila al tuo parente al fine di onorare il debito, diresti che lo Stato ti ha fatto ingrassare ? :mmh:

P.S. In seconda battuta, prima di dare del farabutto a personcine come Junker, ti sei chiesto quali avrebbero potuto essere le conseguenze di un fallimento delle banche che hanno beneficiato del salvataggio ?

Fulvio_ 01-07-15 12:54

Re: Verso il default
 
Certo che no!
Sempre che lo Stato non abbia a 'cuore', diciamo così, il credito del mio parente.
Qui il dubbio di fondo è che, nella sostanza, la politica sia al servizio della finanza e di lobbies di potere.
Meglio, che ne sia la mano armata e al soldo (forse indipendentemente da ciò che scriviamo in cabina elettorale)
Personalmente non sò se queste siano visioni complottistiche e fuori dalla realtà.
Ma se dovessi puntare i miei due cent direi che ciò è coerente con la natura umana!

Mizarino 01-07-15 13:24

Re: Verso il default
 
Quote:

Fulvio_ (Scrivi 756289)
Qui il dubbio di fondo è che, nella sostanza, la politica sia al servizio della finanza e di lobbies di potere.

Almeno in parte, questo è molto probabilmente vero. Certamente sulla Merkel avranno più influenza i banchieri tedeschi piuttosto che me o te... :D

Il punto però è un altro. La nostra società è fondata sui consumi spiccioli di molti, non sulle spese folli di pochi. Si guadagnano molti più soldi vendendo uno smart phone a due terzi dell'umanità che vendendo lo yacht reale britannico a pochi sceicchi.
Se crollano i consumi, crolla la produzione dei beni spiccioli, e crollano anche le banche.
Perciò la finanza avrà, sì, interesse a circoscritte speculazioni, ma certo non ha interesse a far saltare il banco, semplicemente perché se il padrone del maso vuol mungere 30 litri di latte al giorno dalle sue vacche, deve anche nutrirle adeguatamente.

Poi, nel caso specifico, vedrai che i greci non moriranno di fame. Che li aiuti l'Europa, la Cina o la Russia, o che facciano da soli, alla fine se la caveranno, e probabilmente avranno anche imparato la lezione: l'albero della cuccagna gratis per tutti (tipo pensionamenti a 50 anni, tasse minime, straordinari pagati solo per far svolgere il lavoro ordinario, tutto a spese dello Stato - cose che in passato abbiamo avuto anche noi) non esiste più...

aspesi 01-07-15 13:38

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 756291)
i greci non moriranno di fame.

Certamente, non tutti. Questo è sicuro...:D

Mizarino 01-07-15 13:41

Re: Verso il default
 
Andiamo!... Non essere offensivo nei confronti di quelli che, in Africa equatoriale, di fame muoiono davvero...

aspesi 01-07-15 13:44

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 756295)
Andiamo!... Non essere offensivo nei confronti di quelli che, in Africa equatoriale, di fame muoiono davvero...

Eh, no!
Offensivo sarai tu. Che contrapponi ad un povero uno che è ancora più disgraziato.
Mentre servirebbero soluzioni per aiutarli a star meglio.

Mizarino 01-07-15 14:07

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 756296)
Eh, no!
Offensivo sarai tu. Che contrapponi ad un povero uno che è ancora più disgraziato.

Io semplicemente, sia nel bene che nel male, non amo le esagerazioni e le iperboli, a meno che non siano dette per scherzo.

meta 01-07-15 14:19

Re: Verso il default
 
la solita solfa, malamente orecchiata e lo stesso ripetuta fino allo sfinimento.

vediamo un po': in queste ore pare che tsitsi e varoufakis/kalabrakis stiano per accettare quello che venerdì sera avevano gia accettato e venerdì notte era diventato una proposta insultante.

se rimarranno in posizione:), lo faranno per salvare il sistema bancario greco, che ènell'impossibiltà di riaprire, martedì prossimo o in una qualunque altra data, senza un accordo.
ma come, anche gli impavidi rivoluzionari salvano le banche?:mmh:
si sono accorti che per una qualunque economia appena appena moderna, e la grecia non è affatto un paese disperato del terzo mondo, il sistema finanziario è fondamentale, punto. anzi, due punti e punto e virgola! massìì...
senza non si può, te ne accorgi quando collassa e la fine è immediata, con ripercussioni imprevedibili.
questo e non altro è il rischio sistemico, che ha terrorizzato nel 2008.

tenersi alla larga da tale oscuro rischio è l'unico motivo per cui la grecia è già stata salvata con ingenti capitali nel 2010 e nel 2012. contavano ancora su questa paura i due dioscuri, per scucire altri soldi senza condizioni oggi. ce l'lhanno fatta solo in parte perchè in questi lunghi anni sono state svolte ricerche sperimentali, analisi dei dati e conseguenti provvedimenti regolatori per comprendere e misurare il rischio sistemico finanziario. se ne sa un po' di più e allora spaventa meno.

(un corollario immediato della giaculatoria "banchieri=padroni del mondo" e che i padroni delle banche, cioè gli azionisti delle stesse, si sono arricchiti in questi anni, senno a cosa serve essere padroni del mondo?:) chiediamo ai lettori che seguono i listini e che si piccano di essere esperti, qual'è la verità)

Michele Xintaris 01-07-15 15:08

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 756291)
.......imparato la lezione: l'albero della cuccagna gratis per tutti (tipo pensionamenti a 50 anni, tasse minime, straordinari pagati solo per far svolgere il lavoro ordinario, tutto a spese dello Stato - cose che in passato abbiamo avuto anche noi) non esiste più...

Ma tutto questo odio da dove deriva si puo sapere? :D

Comunque sappi che dici un cumulo di inesattezze facendo tutta l'erba un fascio.Alcune cose che possono essere anche vere in alcuni casi dette cosi sono altamente populiste,assolutamente inesatte e solo per fare effetto. Per qui sinceramente credo che la tua tesi abbia il peso di una piuma di gallina.:hello:

argaiv 01-07-15 15:16

Re: Verso il default
 
Quote:

Michele Xintaris (Scrivi 756309)
Ma tutto questo odio da dove deriva si puo sapere? :D

Gli sarà rimasta sullo stomaco la Moussaka o forse, più probabilmente, qualche tds acquistato per speculare sulla Grecia...


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 07:38.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it