Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

ANDREAtom 31-05-19 13:15

Re: Verso il default
 
Sgrat! sgrat! :(

f16006a 31-05-19 16:25

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 831747)
per limitare le malattie, i medici, le medicine, le cure, le chirurgie, le invalidità basta morire giovani. ai soli fini riproduttivi della specie, è del tutto inutile sopravvivere oltre i 45/50. infatti senza l'abominio della recente e del tutto innaturale modernità, si moriva all'incirca a quell'età lì, peraltro dopo una vita di stenti..

Penso che 'Dibba' la pensi piu' o meno così: ogni volta che vedo un suo video su youtube è in un posto del quarto mondo, con quel suo sorrisetto, ad elogiare queste "economie sociali", come se quello fosse il vero modello a cui dobbiamo aspirare :spaf::spaf::spaf:

giovanni bruno 31-05-19 19:04

Re: Verso il default
 
Meta, non devi confondere la vita media con l'età della morte degli anziani.

Un tempo, nemmeno tanto lontano, vi era una ecatombe di bambini morti nei primissimi giorni di vita, ma chi superava la primissima infanzia, anche grazie alla selezione naturale che agiva efficacemente, campava poi discretamente a lungo.:hello:

meta 31-05-19 21:26

Re: Verso il default
 
Quote:

giovanni bruno (Scrivi 831751)
Meta, non devi confondere la vita media con l'età della morte degli anziani.

.


media, mediana, moda. in realtà la moda degli adulti deceduti in era preindustriale era davvero più alta dei 45/50 anni (e la vita media invece era ancora inferiore).

significa che i benefici, per chi li vuole vedere, dell'era moderna sono sempre ben espressi dall'aumento dell'aspettativa di vita, anche se vanno ripartiti fra adulti e bambini. e noi scriventi magari siamo sensibili:) solo alla sorte del primo gruppo.

Valerio Ricciardi 01-06-19 06:36

Re: Verso il default
 
Intanto, sino ad adesso... ad un anno dell'insediamento ci siamo fumati tutto quel poco o tanto che "nel suo grigio piccolo" era riuscito a portare in cascina Gentiloni...

ma si sa, Gentiloni non può far sognare nessun insoddisfatto, se minaccia pioggia ti dice di prendere l'ombrello e se hai i soldi per una Panda non ti promette la BMW...

...politicamente un idiota...

https://www.ilfattoquotidiano.it/201...-2013/5222123/

sempre da Il Fatto Quotidiano (scelto apposta perché è la testata più "morbida" col Governo gialloverde...)

Venerdì il rendimento dei Btp italiani a 5 anni ha oltrepassato l’1,8% superando quello degli omologhi greci, sceso all’1,7 per cento. E il differenziale tra i decennali si è ridotto a meno di 20 punti base, il minimo dal 2008, prima dello scoppio della crisi ellenica.

Valerio Ricciardi 02-06-19 08:55

Re: Verso il default
 
La UE è la banchina, la nave di MSC siamo noi (al comando, solo e tronfio, Salvini... certo che la UE di fronte alle sua manifestazioni muscolari si scanserà e accetterà ogni aumento del deficit chiedendogli scusa), la piccola turistica e luunga m/n Michelangelo è il M5S

https://video.ilgazzettino.it/nordes...e-4532178.html

aspesi 04-06-19 17:12

Re: Verso il default
 
Il governatore della Federal Reserve, nel suo intervento di oggi a Chicago, afferma che la banca centrale è pronta ad agire in modo “appropriato”, a fronte di un eventuale peggioramento del contesto macroeconomico, minacciato dalla guerra commerciale in atto tra Stati Uniti e resto del mondo.

Per il mercati, che negli ultimi giorni si sono posizionati sull’arrivo di un messaggio di questo tipo, è una conferma rassicurante: la Fed non ha intenzione di abbandonarli. Si può però cominciare a rivedere le posizioni sui bond, che, con il recente rally, erano arrivati a prezzare tre ribassi del costo del denaro.
Mentre il Treasury Note a dieci anni risale a 2,12%, da 2,07% di ieri, in Europa i tassi di mercato scendono, per effetto dei dati sull’inflazione pubblicati stamattina. La frenata di maggio spiana la via all’arrivo del nuovo piano di stimolo da parte della BCE.

I prezzi al consumo, in maggio sono saliti nella zona euro dell’1,2%, in frenata dal +1,7% di aprile: il consensus si aspettava +1,3%.

Un assist a Mario Draghi, che nei giorni precedenti era stato criticato, non solo dal solito Weidmann ma anche da altri dirigenti della BCE, arriva stamattina dal governatore della banca centrale della Francia, Francois Villeroy. Il membro del consiglio di governo dell’istituto centrale, parlando stamattina ad un evento organizzato dal Financial Times, afferma che le tensioni sui commerci internazionali sono la minaccia più seria per l’economia europea. Villeroy mette in guardia anche sul pericolo Brexit.

Stamattina Matteo Salvini ha detto di non avere "nessuna intenzione" di far cadere il governo ed afferma che non ha in mente "ribaltoni". Ieri il premier Giuseppe Conte ha minacciato di lasciare se non si ritrova l'unità nell'esecutivo.
Lo spread scende a 268 punti base, da 276 di ieri. BTP a 2,47%, da 255% di ieri.

Sat 04-06-19 18:16

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 831885)
...
Stamattina Matteo Salvini ha detto di non avere "nessuna intenzione" di far cadere il governo ed afferma che non ha in mente "ribaltoni"...

E tu ci credi?:mmh:
In autunno e comunque entro l'anno va fatta una manovra economica lacrime e sangue. Pensi che Salvini voglia intestarsi questa batosta?
Meglio far saltare tutto, andare a elezioni anticipate, incassare il consenso e poi "inciulare" gli itagliani.
Dopo avrà cinque anni filati per far dimenticare e gli italioti, è risaputo, hanno la memoria corta e saranno pronti per un'altra inciulata.:D

f16006a 04-06-19 18:49

Re: Verso il default
 
Oppure Salvini vuole seriamente farci uscire dall'Euro, ed userà la scusa della "batosta" per farlo.

Mizarino 04-06-19 18:57

Re: Verso il default
 
È quello che penso. Otto mesi fa avevo aperto una discussione con questo in mente, chiedendomi chi di questi sciagurati ci andasse a guadagnare e come.

http://www.trekportal.it/coelestis/s...ad.php?t=59841

Sat 04-06-19 19:34

Re: Verso il default
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831893)
Oppure Salvini vuole seriamente farci uscire dall'Euro, ed userà la scusa della "batosta" per farlo.

Non vedo come possa farlo con il 17% che ha nell'attuale parlamento.
A Salvini conviene andare all'incasso ora prima che inizi il suo tramonto già scritto nelle sacre scritture.:D

Valerio Ricciardi 04-06-19 20:22

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 831891)
In autunno e comunque entro l'anno va fatta una manovra economica lacrime e sangue. Pensi che Salvini voglia intestarsi questa batosta?
Meglio far saltare tutto, andare a elezioni anticipate, incassare il consenso e poi "inciulare" gli itagliani.

Potrebbe cercare di intestare la batosta a Tria (non abbastanza leghista) e il M5S senza il quale saremmo già tutti ricchi, felici e senza negracci in giro.

Valerio Ricciardi 05-06-19 07:42

Re: Verso il default
 
Questo almeno parrebbe sappia meglio di cosa sta parlando

https://www.corriere.it/opinioni/19_...affcadf0.shtml

aspesi 05-06-19 09:46

Re: Verso il default
 
Domani la BCE dovrebbe svelare i termini di quel che dovrebbe essere un mini QE, l'ultimo regalo di Mario Draghi ai mercati.

La Commissione Ue oggi chiederà l'avvio di una procedura di infrazione contro l'Italia per debito eccessivo. Lo dice la Repubblica citando una bozza della risposta dell'esecutivo Ue alla lettera dell'Italia.
Secondo la bozza citata dal quotidiano, l'ammontare del debito "impedisce all'Italia di stabilizzare l'economia in caso di crisi finanziarie e pesa sugli standard di vita delle future generazioni".

(grazie al c...o :(, e allora? Qual è la vs medicina?)

Stamattina la Lega alza i toni, il presidente della Commissione Bilancio Claudio Borghi dice a Reuters che Conte e Tria devono adottare una linea dura con le istituzioni europee, i colloqui non devono portare ad un compromesso.
(can che abbaia)

Valerio Ricciardi 06-06-19 10:04

Re: Verso il default
 
Che la politica di austerity in fase di regressione economica generale sia stata recessiva e prociclica solo in peggio è sotto gli occhi di tutti.

Solo che un (moderato, ed accompagnato dalla spending review "quella di Cottarelli", non ai soliti tagli a scuola ricerca sanità e blocco adeguamento ISTAT delle pensioni basse) finanziamento in deficit di iniziative anticicliche va fatto da gente che non son certo quelli dell'entourage di Salvini e Di Maio.

Non ideologi alternativi, ma gente che sta coi piedi per terra.

E' verissimo che Roosevelt finanziò keynesianamente tutto in deficit il New Deal; ma lui mica si mise a fare un megaponte fra la Florida e Cuba affidandolo alle imprese finanziate da Rockfeller... spese in modo diffuso sul territorio, asfaltò strade o le fece rifare col miglior Macadam, con la Tennessee Valley Authority affrontò il problema delle riserve idriche per l'agricoltura non con una Grande Opera Su Cui Lucrano I Soliti, ma con un sistema capillare e ragionato di dighe, canali, vasche di scolmamento, bacini artificiali per realizzare i quali dovette necessariamente impiegare una mostruosa quantità di mano d'opera, anche non qualificata, che si ritrovava ad intascare di nuovo qualche dollaro al giorno , comprava un po' di stoffa, un po' di fagioli e latte in polvere da portare a casa, qualche vestitino per i figli che potevano tornare a scuola... fece ripartire un indotto diffuso.

Non distribuì soldi a chi non ne aveva; si inventò LAVORO CHE SERVIVA REALMENTE SUL TERRITORIO (quindi niente "cantieri sociali" di campana memoria) che fece fare agente che si ritrovava ad avere un lavoro, faticosetto, non ben pagato ma lavoro.

E la scommessa poteva riuscire, perché poi un indotto che riparte ti fa rientrare molti soldi in tasse, anche se ... li hai stampati.

Se gli stessi soldi investiti sul reddito di cittadinanza come concepito, flat tax ai professionisti e quota 100 fossero stati destinati a diecimila cantieri sul territorio per sistemare scuole, strade, marciapiedi, canali, son convinto che il "ritorno" in termini di PIL e in prospettiva di deficit/PIL sarebbe stato rassicurante anche a fronte di un iniziale sforamento.

Il fatto è che 'sta gentaglia raccolgiticcia e o improvvisata e ondivaga o aggressiva e dirigista chiede sforamenti per avere soldi che servon loro a cercar di avvantaggiarsi alle elezioni di turno.

Più e peggio dei c.d. "80 euro di Renzi" (che vedi caso... arrivarono prima delle Europee...), che i consuntivi dimostrano ebbero un effetto sulla ripresa dei consumi delle famiglie molto ma molto inferiore alle attese. E, come nel caso del reddito di cittadinanza, in astratto non erano un'idea del tutto balzana, ci mancherebbe.

f16006a 06-06-19 10:11

Re: Verso il default
 
E' esattamente quello che ho sempre sostenuto.

Avere la libertà di stampare è una condizione, se non necessaria, molto utile in caso di crisi, ma non sufficiente a garantire il successo, come molti altri esempi ci dimostrano.

Sat 06-06-19 10:39

Re: Verso il default
 
Chi è giovane non ha vissuto con l'inflazione oltre il 20% quando l'Itaglia stampava in proprio le lirette.:D Ricordo che acquistai una macchina NUOVA pagandola 2 milioni di lire rivendendola dopo otto anni a un milione e mezzo di lirette. Era diventata un catorcio nel frattempo.;)

aspesi 06-06-19 11:01

Re: Verso il default
 
Oggi le Borse accelerano, in avvicinamento alle comunicazioni della BCE del primo pomeriggio, evidentemente ci si aspetta da Mario Draghi un altro “whatever it takes”, l’ultimo prima della fine del suo mandato.

Lo spread è poco mosso a 272 punti base per un rendimento del Btp dieci anni al 2,5%.
L'oro è al settimo rialzo consecutivo: +0,5% a 1.336 dollari l'oncia.

Il Governo avrebbe allo studio una proroga della scadenza della garanzia pubblica concessa dallo Stato sull' emissione dei bond da parte di Carige, portandola dal 30 giugno al 31 dicembre 2019.
Il provvedimento dovrebbe essere inserito nel decreto crescita che sara' discusso lunedi' prossimo, sulla base di un emendamento della Lega.
Il cosiddetto “decreto Carige” era stato varato dall' esecutivo a inizio anno e prevede la possibilita' di concedere una garanzia statale su emissioni fino a 3 miliardi.
Finora la banca genovese ha emesso bond per 2 miliardi, allo scopo di garantirsi una tenuta della liquidita'.
Nel frattempo si continua a lavorare alla soluzione privata per rimettere in carreggiata Carige. Il 30 settembre scade il termine per presentare la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale al Tesoro se ogni tentativo dovesse fallire.

f16006a 06-06-19 11:35

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 831974)
Chi è giovane non ha vissuto con l'inflazione oltre il 20% quando l'Itaglia stampava in proprio le lirette.:D Ricordo che acquistai una macchina NUOVA pagandola 2 milioni di lire rivendendola dopo otto anni a un milione e mezzo di lirette. Era diventata un catorcio nel frattempo.;)

Probabilmente non riesco a spiegarmi...

[..] Avere la libertà di stampare è una condizione, se non necessaria, molto utile in caso di crisi, ma non sufficiente a garantire il successo, come molti altri esempi ci dimostrano.

L'inflazione è la dimostrazione che la spesa pubblica non era necessaria, o è stata utilizzata per comprare voti.

Sat 06-06-19 13:40

Re: Verso il default
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831978)
Probabilmente non riesco a spiegarmi...
...

il mio commento era di carattere generale e comunque tratta una vecchia storia rispetto alla ricchezza, come si crea e come si distrugge.
Di certo non basta una tipografia.;)

aspesi 11-06-19 11:11

Re: Verso il default
 
Stamattina le Borse europee salgono, nella scia di quelle dell’Asia.
Perdono di rilevanza i beni rifugio, il cross dollaro yen sale a 108,6. Il renminbi cinese si apprezza a 6,92, dopo che la banca centrale ha ristretto la banda di oscillazione giornaliera ed ha annunciato un collocamento di bond, operazione che drena liquidità e rafforza la valuta, arrivata venerdì sui minimi da novembre.

BTP decennale a 2,34%, in un contesto di tassi di mercato in rialzo, per effetto della ripartenza delle Borse, a partire da Wall Street.
Lo spread continua a scendere, grazie all’indebolimento del Bund tedesco (-0,22% stamattina).
Giovedì il Tesoro metterà in asta titoli fino a 6,6 miliardi di euro, tra cui, 1,5 miliardi di BTP a lunghissima scadenza. Cruciale sarà l’andamento del tasso del copertura, soprattutto per il quindicinale, in caso di cedimento sarebbe il segnale che i mercati stanno girando le spalle all’Italia.

A Roma, nelle ultime ore c’è stato un peggioramento della situazione politica. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte aveva chiesto a Salvini e Di Maio carta bianca per trattare con l’Europa: nel vertice di ieri non l’ha ottenuta.
Allo scoccare della mezzanotte, nel cortile di Palazzo Chigi si materializzano solo i due vicepremier. Si stringono la mano, vogliono farsi vedere dai cronisti. “Andiamo avanti”. È il segnale che qualcosa è andato storto. Di Giuseppe Conte non c’è traccia. E neanche del mandato pieno richiesto dal premier per trattare con l’Europa. Dall’auto blu che deve riaccompagnarlo da Francesca Verdini, il ministro dell’Interno detta la nota che gela il premier. “L’obiettivo comune è evitare la procedura d’infrazione. Garantendo la crescita, il diritto al lavoro e il taglio delle tasse”. E poi, per essere più chiaro: “Non ci sarà nessuna manovra correttiva e nessun aumento delle tasse”. Uno schiaffo all’invito alla ragionevolezza di Conte e alle condizioni dettate da Bruxelles.

aspesi 12-06-19 10:20

Re: Verso il default
 
Tutte in calo le Borse europee, dopo la frenata di Wall Street, al quale è seguito il ribasso dei mercati azionari dell’Asia.

ll rally ha perso spinto dopo che Donald Trump ha preso possesso della scena, non su Twitter, dove poche ore prima aveva criticato la Federal Reserve, ma direttamente in video. Parlando con i giornalisti fuori dall'aereo che l'avrebbe portato in Iowa, Trump ha detto che la trattativa sui dazi si chiuderà quando la Cina tornerà a condividere la bozza di accordo su cui le parti avevano lavorato inizialmente, se invece Pechino non dovesse accettare il ritorno alle condizioni concordate, non ci sarà alcun affare.

A poche ore dall'intervento di Mario Draghi a Francoforte, Reuters scrive stamattina che l’Italia sarebbe pronta ad appoggiare un candidato francese alla guida della BCE. In cambio, la Francia, si impegnerebbe a sostenere la richiesta dell’Italia di avere un proprio rappresentante nel consiglio esecutivo, dopo l’uscita di Mario Draghi.

BTP a dieci anni a 2,38% di rendimento, -1 punto base. Stamattina il Tesoro lancia il collocamento, via sindacato di banche, di un nuovo BTP scadenza marzo 2040. Reuters riporta che il prezzo indicativo, è 16 punti base sopra il valore di riferimento, stabilito nel rendimento del BTP settembre 2038.
Personalmente non ritengo interessanti le obbligazioni CDP 2019-2026 in collocamento per il pubblico indistinto (retail) fino al 21/6/2019.

Atlantia (ATL.MI) -0,4%. Sarebbe "un partner naturale" di Ferrovie dello Stato nel piano di salvataggio di Alitalia, secondo quanto dichiarato ieri dal vicepremier Matteo Salvini in una trasmissione Tv (interessante per il medio termine).

Enel (ENEL.MI) -0,2% sarebbe vicina a rinnovare gli accordi con l'Algeria per l'importazione di gas.

Italgas (IG.MI) -1%, prevede di investire 4,5 miliardi di euro nell’arco del piano industriale al 2025 annunciato stamattina, il precedente piano ne contemplava quattro. La società destinerà 500 milioni di euro alla metanizzazione della Sardegna. (interessante sul breve).

Da quando ho preso spiccioli di Fiat Chrysler, è in calo continuo. La manterrò, magari riuscirò a farla fallire... :D:D

aspesi 18-06-19 10:25

Re: Verso il default
 
Era ora!
3000 miliardi immessi in pochi anni e l'inflazione in Europa non arriva ancora al 2% annuo.

(Nel 2011, quando ho iniziato questo thread, dicevo che servivano 2000 miliardi... e tutti a ridere. Ma quanto sarebbe stato meglio agire prima!)


Ancora una volta, il simposio di Sintra, in Portogallo, si dimostra un evento importante. Il presidente della BCE sceglie questo evento per annunci importanti. "In assenza di un miglioramento, al punto che sia minacciato il ritorno di un'inflazione sostenibile ai livelli desiderati, sarà necessario un ulteriore stimolo". Draghi rilancia il QE: "il programma di acquisto di asset ha ancora uno spazio considerevole". Nel caso non fosse sufficientemente chiaro il concetto, nel suo intervento afferma che, “ulteriori tagli dei tassi e misure per mitigare qualsiasi effetto collaterale continuano a far parte degli strumenti a nostra disposizione”. Se non è un wahatever it takes, poco manca.

Le Borse europee sentono Mario Draghi parlare di taglio tassi e subito girano al rialzo: indice EurosTOXX 50 +0,7%. Dax di Francoforte +0,5%. Ftse Mib di Milano +0,9%.

Scende l’euro , a 1,119 su dollaro (-0,3%). Precipita il rendimento del BTP, a 2,16% (-13 punti base), Ma si rafforzano tutti i bond della zona euro. Bund ai nuovi minimi storici di rendimento a -0,30% (-5 punti base).


Intanto:
La fiducia degli investitori tedeschi nell'economia della Germania a giugno è precipitata a causa delle preoccupazioni per l'andamento della produzione industriale e per l'impasse nella disputa fra Stati Uniti e Cina sul commercio.

E' quanto emerge dall'indagine congiunturale a cura dell'istituto di ricerca Zew.

aspesi 02-07-19 14:55

Re: Verso il default
 
Oggi Wall Street sta digerendo le ultime controversie sui dazi provocate da Donald Trump, il quale ha ampliato la lista di potenziali dazi all'importazione, su circa 4 miliardi di dollari di beni, che potrebbero colpire prodotti dell'Unione Europea, se Bruxelles continuerà ad aiutare Airbus. La lista comprende formaggio e whisky e amplia un precedente elenco di circa 21 miliardi di dollari di prodotti UE.

Intanto il rendimento del Treasury Bond decennale (ZN) è al 2,01%, attorno al minimo di due anni.

Prosegue la partita a scacchi per definire le cariche principali della futura Eurozona. Le ultime indiscrezioni riportate da Reuters segnalano che il ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen, della Cdu, potrebbe diventare il prossimo presidente della Commissione Europea, mentre l'attuale numero uno del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, potrebbe essere il prossimo presidente della Bce a seguito di un accordo tra Francia e Germania. Il parlamento europeo eleggerà domani il nuovo presidente anche se i leader Ue non dovessero trovare alcuna intesa sul nome per la guida della Commissione. Lo dice alla stampa il portavoce dell'organo legislativo.

Il rendimento del Bund decennale tedesco (FGBL) è crollato sul nuovo minimo storico a -0,36%.
Il BTP (FBTP) si porta a 1,85% di rendimento da 1,93% di ieri, -10 punti base, all'indomani dell'aggiustamento ai conti pubblici deciso da un consiglio dei ministri al quale non ha partecipato il vice premier Luigi Di Maio. Lo spread si chiude a 222 punti base, un livello così basso non si vedeva da 13 mesi. Forti acquisti anche sulle scadenze brevo. Il rendimento del BTP 2 anni (FBTS) (-0,02%) scende sotto zero per la prima volta dal 2018.

Nel pacchetto che l'talia presenta a Bruxelles per evitare la procedura d'infrazione entra anche un decreto legge che blinda in funzione anti deficit le minori spese previste per reddito di cittadinanza e quota 100: poche righe che valgono 1,5 miliardi. L'assestamento di bilancio riporta il deficit di quest'anno verso il 2% concordato con la Ue a dicembre, con una mossa che riduce di 7,6 miliardi il disavanzo rispetto alle previsioni del Def di aprile. In termini strutturali, l'aggiustamento vale oltre tre decimali di Pil, andando in direzione opposta al peggioramento dello 0,2% fissato nell'intesa di fine anno, e compensa quindi lo sforamento (dello 0,3%, appunto) registrato nel 2018.

Seduta tonica per le azioni Atlantia (interessante sul medio, secondo me da acquistare), che intorno alle 15:15 avanzano del 3,8% a 23 euro, segnando la miglior performance fra i titoli del Ftse Mib (+0,5%).
Le quotazioni del gruppo infrastrutturale tornano a salire dopo la debolezza della seduta precedente, condizionata dalle incertezze sulla concessione di Autostrade generate dalle dichiarazioni dei cinque stelle.
Il leader del M5S, Luigi Di Maio, ha parzialmente corretto il tiro, dicendosi pronto ' a trovare una soluzione, a patto che Autostrade paghi e si faccia giustizia verso le vittime' .
Intanto l' Ad di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, ha invitato i politici a parlare delle societa' quotate a mercati chiusi.
Nonostante le incertezze, da inizio anno il titolo mostra un rialzo oltre il 27% a fronte del +16% del Ftse Mib. I giudizi degli analisti raccolti da Bloomberg si dividono in 10 buy, 10 hold e 2 sell, con un target price medio di 26,05 euro.
Infine, secondo quanto si apprende da fonti di stampa, la bozza del report del Ministero dei Trasporti affermerebbe che per il governo sarebbe preferibile cercare una soluzione politica alla disputa con Atlantia e che una rinegoziazione della concessione ad Autostrade presenterebbe meno rischi rispetto alla revoca unilaterale, che comunque rientra fra i poteri del Ministero.

aspesi 03-07-19 15:34

Re: Verso il default
 
http://www.trekportal.it/coelestis/s...postcount=5108
6/3/2019
Nonostante l'OCSE abbia tagliato le previsioni di crescita dell'economia italiana nel 2019, stimando una fase di recessione, mi aspetto un ulteriore calo dello spread.
Poi, ovviamente, rispetto ai BTP (5-7 anni) fate quello che volete...


18/3/2019
Quote:

aspesi (Scrivi 830201)
Per chi vuole, o non ha ancora sfruttato l'occasione, c'è ancora tempo.
Lo spread calerà probabilmente a 170-180 punti prima delle elezioni europee.

Mi sono sbagliato solo di un mese e mezzo... ;)

aspesi 12-07-19 13:36

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 832347)
Seduta tonica per le azioni Atlantia (interessante sul medio, secondo me da acquistare), che intorno alle 15:15 avanzano del 3,8% a 23 euro, segnando la miglior performance fra i titoli del Ftse Mib (+0,5%).
Le quotazioni del gruppo infrastrutturale tornano a salire dopo la debolezza della seduta precedente, condizionata dalle incertezze sulla concessione di Autostrade generate dalle dichiarazioni dei cinque stelle.

Chi vuole può monetizzare vendendo Atlantia a 24,8 euro (guadagno dell'8% in 10 giorni, non male, direi... :ok:)

aspesi 02-08-19 16:01

Re: Verso il default
 
Non è penalizzando risparmi e consumi che si stimola la crescita economica.

Il rendimento del Bund tedesco tocca nuovi minimi storici a -0,50%, da -0,46% di ieri. Il titolo governativo tedesco a trent’anni si rafforza, il rendimento si porta a -0,01%. Tutte le obbligazioni emesse dal Tesoro della Germania, da 1 mese a trent’anni, hanno rendimento negativo per la prima volta nella storia. :(

Non sono incoraggianti i dati sull’economia italiana pubblicati oggi. Dopo il rimbalzo di maggio, la produzione industriale segna un nuovo calo a giugno, -0,2% mese su mese, dal +1% di maggio.

Negli Stati Uniti in luglio sono stati creati 164.000 nuovi posti di lavoro, esattamente quel che il consensus si aspettava. In giugno la variazione era stata +193.000. La disoccupazione si attesta a 3,7%, come il mese precedente: gli economisti si aspettavano 3,6%. La paga oraria media cresce dello 0,3% mese su mese, contro il +0,2% stimato dagli analisti.
Nonostante tutti li temano, i dazi per riequilibrare concorrenza e stabilità del mercato sono fondamentali . Donald Trump minaccia nuovi dazi e la Cina prenderà le necessarie contromisure.

aspesi 21-08-19 16:56

Re: Verso il default
 
Giornata di rialzi per piazza Affari con l''attenzione degli investitori che, in attesa del simposio di Jackson Hole e di ulteriori sviluppi sul fronte commerciale, si concentra sulla situazione politica italiana. Il mercato (il Ftse Mib sale dell''1,78%) all''indomani dell''ufficializzazione della Crisi sembra apprezzare l''ipotesi di formazione - per quanto ancora piuttosto debole - di un nuovo Governo, con lo spettro delle nuove elezioni che potrebbe quindi allontanarsi. Le dimissioni di Conte hanno incrementato l''incertezza politica del Paese e aperto la strada a diversi scenari, tra cui quello di elezioni anticipate. Scenario che pero'' gli esperti di Berenberg considerano la meno probabile. L''ipotesi di un nuovo governo, spiegano anche da Equita Sim, per quanto piuttosto debole, potrebbe essere piu'' rassicurante per i mercati con impatto positivo per lo spread. In caso di elezioni ci sarebbe maggiore incertezza almeno fino all''esito del voto (fine ottobre/inizio novembre). In ogni caso, commenta un gestore, il mercato vuole chiarezza. Da una parte c''e'' la possibilità di nuove elezioni, mentre dall''altra la creazione di una coalizione di Governo formata da nuove forze politiche, che dovrebbe permettere di superare "lo stallo" degli ultimi mesi, spiega l''analista. Le continue discussioni creavano "incertezza", mentre il mercato ricerca dalla politica "chiarezza", conclude l''esperto. A detta degli esperti di Barclays comunque la crisi di Governo rimane aperta ad ogni possibile esito: le elezioni anticipate sono sul tavolo cosi'' come degli scenari alternativi qualora la legislatura dovesse continuare. Gli analisti quindi raccomandano cautela visto che le probabilita'' di uno scenario market friendly (grande colazione o Governo temporaneo) rispetto ad uno contrario (nuove elezioni anticipate o rimpasto nell''attuale colazione 5Stella/Lega) sono alla pari. In questo scenario invece sempre gli analisti di Equita Sim cercano di capire quali sono i titoli che potrebbero risentire di piu'' dei cambiamenti nello scenario politico. Per gli esperti i settori che potrebbero risultare piu'' impattati dall''evoluzione dello scenario politico sono in primo luogo quello bancario: le banche hanno 155 mld di titoli di stato in portafoglio, 138% del Cet 1 e 44% del totale portafoglio titoli; l''esposizione e'' stabile a/a ma negli ultimi 12 mesi e'' aumentata la percentuale classificata al costo (da 26% a 40%) che non impatta il Cet 1. In base ai calcoli di Equita Sim la sensitivity a 100bps di variazione dello spread e'' di +/-25bps sul Cet 1 e +/-4% della valutazione. In Equita si focalizzano anche su Atlantia: nelle dichiarazioni pubbliche i ministri Di Maio e Toninelli sono apparsi i piu'' intenzionati all''avvio della procedura di revoca della concessione. Andrebbe verificato quale sara'' l''atteggiamento del Pd sulla procedura. Nella sua valutazione Equita include uno sconto del 7% per rischio politico. Per quanto riguarda il Gaming un intervento sul settore per reperire risorse addizionali per Equita e'' piu'' probabile in caso di governo 5S+PD, anche se non e'' da escludere in ogni contesto politico. Infine su Telecom I. la rapida formazione di un nuovo governo potrebbe essere di supporto per l''operazione Open Fiber. Il rischio che in Equita vedono da nuove elezioni e'' invece che il dossier venga accantonato per mesi fino alla definizione di un nuovo Governo.

----------
Chissà mai perché :D:D
E’ andata malissimo l’asta dei bond governativi tedeschi a trent’anni, senza cedola ed a zero coupon: il Tesoro è riuscito a piazzare solo 820 milioni di euro di titoli, meno della metà dell’obiettivo dell’emissione.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 17:27.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it