Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

Sat 04-06-19 19:34

Re: Verso il default
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831893)
Oppure Salvini vuole seriamente farci uscire dall'Euro, ed userà la scusa della "batosta" per farlo.

Non vedo come possa farlo con il 17% che ha nell'attuale parlamento.
A Salvini conviene andare all'incasso ora prima che inizi il suo tramonto già scritto nelle sacre scritture.:D

Valerio Ricciardi 04-06-19 20:22

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 831891)
In autunno e comunque entro l'anno va fatta una manovra economica lacrime e sangue. Pensi che Salvini voglia intestarsi questa batosta?
Meglio far saltare tutto, andare a elezioni anticipate, incassare il consenso e poi "inciulare" gli itagliani.

Potrebbe cercare di intestare la batosta a Tria (non abbastanza leghista) e il M5S senza il quale saremmo già tutti ricchi, felici e senza negracci in giro.

Valerio Ricciardi 05-06-19 07:42

Re: Verso il default
 
Questo almeno parrebbe sappia meglio di cosa sta parlando

https://www.corriere.it/opinioni/19_...affcadf0.shtml

aspesi 05-06-19 09:46

Re: Verso il default
 
Domani la BCE dovrebbe svelare i termini di quel che dovrebbe essere un mini QE, l'ultimo regalo di Mario Draghi ai mercati.

La Commissione Ue oggi chiederà l'avvio di una procedura di infrazione contro l'Italia per debito eccessivo. Lo dice la Repubblica citando una bozza della risposta dell'esecutivo Ue alla lettera dell'Italia.
Secondo la bozza citata dal quotidiano, l'ammontare del debito "impedisce all'Italia di stabilizzare l'economia in caso di crisi finanziarie e pesa sugli standard di vita delle future generazioni".

(grazie al c...o :(, e allora? Qual è la vs medicina?)

Stamattina la Lega alza i toni, il presidente della Commissione Bilancio Claudio Borghi dice a Reuters che Conte e Tria devono adottare una linea dura con le istituzioni europee, i colloqui non devono portare ad un compromesso.
(can che abbaia)

Valerio Ricciardi 06-06-19 10:04

Re: Verso il default
 
Che la politica di austerity in fase di regressione economica generale sia stata recessiva e prociclica solo in peggio è sotto gli occhi di tutti.

Solo che un (moderato, ed accompagnato dalla spending review "quella di Cottarelli", non ai soliti tagli a scuola ricerca sanità e blocco adeguamento ISTAT delle pensioni basse) finanziamento in deficit di iniziative anticicliche va fatto da gente che non son certo quelli dell'entourage di Salvini e Di Maio.

Non ideologi alternativi, ma gente che sta coi piedi per terra.

E' verissimo che Roosevelt finanziò keynesianamente tutto in deficit il New Deal; ma lui mica si mise a fare un megaponte fra la Florida e Cuba affidandolo alle imprese finanziate da Rockfeller... spese in modo diffuso sul territorio, asfaltò strade o le fece rifare col miglior Macadam, con la Tennessee Valley Authority affrontò il problema delle riserve idriche per l'agricoltura non con una Grande Opera Su Cui Lucrano I Soliti, ma con un sistema capillare e ragionato di dighe, canali, vasche di scolmamento, bacini artificiali per realizzare i quali dovette necessariamente impiegare una mostruosa quantità di mano d'opera, anche non qualificata, che si ritrovava ad intascare di nuovo qualche dollaro al giorno , comprava un po' di stoffa, un po' di fagioli e latte in polvere da portare a casa, qualche vestitino per i figli che potevano tornare a scuola... fece ripartire un indotto diffuso.

Non distribuì soldi a chi non ne aveva; si inventò LAVORO CHE SERVIVA REALMENTE SUL TERRITORIO (quindi niente "cantieri sociali" di campana memoria) che fece fare agente che si ritrovava ad avere un lavoro, faticosetto, non ben pagato ma lavoro.

E la scommessa poteva riuscire, perché poi un indotto che riparte ti fa rientrare molti soldi in tasse, anche se ... li hai stampati.

Se gli stessi soldi investiti sul reddito di cittadinanza come concepito, flat tax ai professionisti e quota 100 fossero stati destinati a diecimila cantieri sul territorio per sistemare scuole, strade, marciapiedi, canali, son convinto che il "ritorno" in termini di PIL e in prospettiva di deficit/PIL sarebbe stato rassicurante anche a fronte di un iniziale sforamento.

Il fatto è che 'sta gentaglia raccolgiticcia e o improvvisata e ondivaga o aggressiva e dirigista chiede sforamenti per avere soldi che servon loro a cercar di avvantaggiarsi alle elezioni di turno.

Più e peggio dei c.d. "80 euro di Renzi" (che vedi caso... arrivarono prima delle Europee...), che i consuntivi dimostrano ebbero un effetto sulla ripresa dei consumi delle famiglie molto ma molto inferiore alle attese. E, come nel caso del reddito di cittadinanza, in astratto non erano un'idea del tutto balzana, ci mancherebbe.

f16006a 06-06-19 10:11

Re: Verso il default
 
E' esattamente quello che ho sempre sostenuto.

Avere la libertà di stampare è una condizione, se non necessaria, molto utile in caso di crisi, ma non sufficiente a garantire il successo, come molti altri esempi ci dimostrano.

Sat 06-06-19 10:39

Re: Verso il default
 
Chi è giovane non ha vissuto con l'inflazione oltre il 20% quando l'Itaglia stampava in proprio le lirette.:D Ricordo che acquistai una macchina NUOVA pagandola 2 milioni di lire rivendendola dopo otto anni a un milione e mezzo di lirette. Era diventata un catorcio nel frattempo.;)

aspesi 06-06-19 11:01

Re: Verso il default
 
Oggi le Borse accelerano, in avvicinamento alle comunicazioni della BCE del primo pomeriggio, evidentemente ci si aspetta da Mario Draghi un altro “whatever it takes”, l’ultimo prima della fine del suo mandato.

Lo spread è poco mosso a 272 punti base per un rendimento del Btp dieci anni al 2,5%.
L'oro è al settimo rialzo consecutivo: +0,5% a 1.336 dollari l'oncia.

Il Governo avrebbe allo studio una proroga della scadenza della garanzia pubblica concessa dallo Stato sull' emissione dei bond da parte di Carige, portandola dal 30 giugno al 31 dicembre 2019.
Il provvedimento dovrebbe essere inserito nel decreto crescita che sara' discusso lunedi' prossimo, sulla base di un emendamento della Lega.
Il cosiddetto “decreto Carige” era stato varato dall' esecutivo a inizio anno e prevede la possibilita' di concedere una garanzia statale su emissioni fino a 3 miliardi.
Finora la banca genovese ha emesso bond per 2 miliardi, allo scopo di garantirsi una tenuta della liquidita'.
Nel frattempo si continua a lavorare alla soluzione privata per rimettere in carreggiata Carige. Il 30 settembre scade il termine per presentare la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale al Tesoro se ogni tentativo dovesse fallire.

f16006a 06-06-19 11:35

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 831974)
Chi è giovane non ha vissuto con l'inflazione oltre il 20% quando l'Itaglia stampava in proprio le lirette.:D Ricordo che acquistai una macchina NUOVA pagandola 2 milioni di lire rivendendola dopo otto anni a un milione e mezzo di lirette. Era diventata un catorcio nel frattempo.;)

Probabilmente non riesco a spiegarmi...

[..] Avere la libertà di stampare è una condizione, se non necessaria, molto utile in caso di crisi, ma non sufficiente a garantire il successo, come molti altri esempi ci dimostrano.

L'inflazione è la dimostrazione che la spesa pubblica non era necessaria, o è stata utilizzata per comprare voti.

Sat 06-06-19 13:40

Re: Verso il default
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831978)
Probabilmente non riesco a spiegarmi...
...

il mio commento era di carattere generale e comunque tratta una vecchia storia rispetto alla ricchezza, come si crea e come si distrugge.
Di certo non basta una tipografia.;)


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:27.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it