Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

aspesi 26-02-19 22:36

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 829540)
empirico
Risultato del dizionario per empirico

Empirico è ciò che si basa sull'esperienza, ciò che può essere dimostrato sperimentalmente (si oppone a teorico)

L'osservazione è dunque la prova della realtà: da essa il ricercatore ricava le proprie deduzioni e su di essa basa i test. La ricerca può basarsi anche su un modello ipotetico-deduttivo (in Inglese hypothetico-deductive model), come ha dimostrato lo statistico britannico Ronald Fisher, che ha inoltre applicato la ricerca empirica alla matematica.
Dall'osservazione e dall'esperienza il ricercatore infatti trae spunti per confermare o condannare una teoria: questi spunti possono essere precedenti alla sperimentazione (testing), sperimentali o quasi sperimentali. Partendo da essi, lo studioso può comprendere la teoria del ricercatore e individuarne i motivi della sua validità.
https://it.wikipedia.org/wiki/Ricerca_empirica

Sat 26-02-19 22:45

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 829541)
questo studio è gratis perchè nessuno pagherebbe per averlo in esclusiva.

l'utilità di chi lo ha prodotto è probabilmente la effimera notorietà che lo sta accompagnando. ma poi non c'è bisogno di avere una spiegazione per tutto, è possibilissimo che la ricerca gli sia scappata di mano, aldilà delle loro intenzioni, senza dover ipotizzare malafede.

ho fatto una ricerca su chi ha prodotto quel documento.
E' un centro studi accreditato al parlamento europeo. Vive di donazioni NON pubbliche. Nel senso che non si sa chi fa le donazioni.:D
Alla faccia dell'imparzialità.

meta 26-02-19 23:07

Re: Verso il default
 



ditemi voi se è una roba da perderci il tempo.
la riga gialla "italy without euro" è il paese fittizio formato dai paesi in tabella in alto, con i pesi relativi.

Mizarino 27-02-19 07:53

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 829542)
Io, ora, non voglio assolutamente uscire.
L'ho ripetuto più volte.

Tu no, ma gli str $$zi sì. E loro sono molto, molto pericolosi, specialmente quando sostenuti dai co@@@oni.:lipssealed:

meta 27-02-19 20:45

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 829545)
ho fatto una ricerca su chi ha prodotto quel documento.
E' un centro studi accreditato al parlamento europeo. Vive di donazioni NON pubbliche. Nel senso che non si sa chi fa le donazioni.:D
Alla faccia dell'imparzialità.


mi correggo: pare davvero che non sia un istituto di ricerca specchiatissimo.
a me piace sempre non cercare dietrologie, specialmente in un caso come questo dove l'idiozia del metodo proposto è evidente, senza dover pensare a chi l'ha commissionato.

aleph 28-02-19 08:04

Re: Verso il default
 
Secondo me gran parte delle opinioni che svolazzano in giro sulla questione Euro si Euro no dipendono da mere convenienze personali...

L'unica certezza sull'Euro è che mantiene bassa l'inflazione, il resto sono chiacchiere come lo sono le previsioni in campo economico, dove notoriamente non ci prende mai nessuno se non per puro caso. In fondo l'Economia moderna dipende soprattutto da contingenze della Società per giunta su scala planetaria, con tanti saluti ai sedicenti "economisti".

Immagino dunque che i pensionati siano tra le categorie furiosamente a favore dell'Euro, e lo capisco.

Mi piacerebbe però che fosse chiaro che le loro opinioni sono un pochino condizionate...

aspesi 28-02-19 08:14

Re: Verso il default
 
Quote:

aleph (Scrivi 829591)
Immagino dunque che i pensionati siano tra le categorie furiosamente a favore dell'Euro, e lo capisco.

Mi piacerebbe però che fosse chiaro che le loro opinioni sono un pochino condizionate...

Sarò mica un'eccezione che conferma la regola? :D

Mizarino 28-02-19 08:23

Re: Verso il default
 
Con i pensionati hai già preso oltre un quarto della popolazione. Se ci aggiungi tutti quelli che hanno dei mutui o dei risparmi, e poi tutti quelli che hanno un reddito fisso in ambiti non legati alla produzione di beni, es. dipendenti pubblici, arrivi a tre quarti della popolazione.
Quanto al possibile condizionamento delle opinioni, mi piacerebbe che mi indicassi una categoria di persone le cui opinioni non siano "condizionate"... :D

Mizarino 28-02-19 08:27

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 829592)
Sarò mica un'eccezione che conferma la regola? :D

Non contraddirti! Hai appena scritto che ora l'uscita dall'euro sarebbe disastrosa.

Valerio Ricciardi 28-02-19 09:02

Re: Verso il default
 
Quote:

aleph (Scrivi 829591)
L'unica certezza sull'Euro è che mantiene bassa l'inflazione,

Certo, ma anche il fatto che in caso di dissesti puntuali interni di dimensioni apocalittiche, come lo è stato per noi il crack della Parmalat, permettono di evitare il tracollo istantaneo del valore di una moneta e con esso il livello di indebitamento verso l'estero della popolazione, come è puntualmente successo: pensa di quanto si sarebbe svalutata la lira sui mercati con un crack da ventisettemila miliardi di Lire, e quanto ti saresti prestissimo trovato a pagare anche solo la benzina, stante che il petrolio lo compriamo in dollari...
L'effetto del crack Parmalat è stato spalmato sulle quotazioni di una moneta cui fanno riferimento oltre 510 milioni di persone, il 7% abbondante dell'umanità. se no, sai che botto facevamo? Venezuela.

Sin qui, l'aspetto meno peggio dell'Euro è stato essere una poderosa cintura di sicurezza a tre punti con arrotolatore, pretensionatore pirotecnico e limitatore dello sforzo di ritenuta... mi pare già qualcosa. Non solo relativamente all'inflazione e stop.

Fra un driver mezzapippa e i passeggeri senza cintura e un driver mezzapippa coi passeggeri cinturati, quando quello tampona (perché è una mezzapippa e non prevede per tempo le manovre del veicolo davanti) i passeggeri si fanno se non altro meno male... tanto, come vediamo io e te è un bel po' che mica guida Mario Andretti. Berlinguer è morto, La Malfa pure, Ciampi anche, Guido Carli idem, possiamo scegliere fra il fonzarello di Rignano sull'Arno, Giggino 'o steward, un vecchio puttaniere e il bulletto coi negretti che manda i bacioni... Ah, stamo messi bene.

Quote:

aleph (Scrivi 829591)
In fondo l'Economia moderna dipende soprattutto da contingenze della Società per giunta su scala planetaria, con tanti saluti ai sedicenti "economisti".

Certamente avvenimenti planetari come l'esplosione della bolla dei mutui subprime americana, poi si propagano in tutto il mondo, e a poco vale il fatto che da noi un Sottosegretario all'Economia sappia indirizzare e allocare meglio o peggio quattro o sei miliardi di euro delle risorse disponibili in una finanziaria.

Però, per dire, ci sono stati Comuni su Comuni italiani che hanno investito somme realmente importanti delle loro riserve in prodotti derivati poi trasformatisi in carta straccia invendibile, e infatti sono lì ascritti in bilancio facendo finta che costituiscano ancora riserve di solvibilità verso i fornitori esterni...
...i prodotti derivati uno aveva facoltà di comprarli, dando retta a maliziosi "consulenti" interessati a spalmarli su tutta l'Europa a qualsiasi costo, o di non comprarli.

Quindi in senso lato quanto un "economista" sia o meno bravo e lungimirante la differenza la può fare se non altro per mitigare gli effetti negativi di contingenze, come dici tu, internazionali sulle quali la nostra politica interna può poco.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 15:46.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it