Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

fabio73 19-07-11 15:19

Re: Verso il default
 
Porche banche... sono la causa nº1 della crisi e le uniche che vengono regolarmente salvate e riscattate... così continuano a fare quello che c...o vogliono...

Dark_GRB 19-07-11 15:19

Re: Verso il default
 
Si', so che il loro debito pubblico e' immenso, come dicevo sopra, e che le banche sono una potenza. Ma alle banche e' stato concesso un credito, non una donazione; ed ora lo stanno restituendo ad un interesse astronomico.

Quando hai un po' di tempo, magari leggi in quel link che ho indicato i commenti di Ermanno Nuonno (e' un italiano che dirige un azienda qui da molti anni), che non sembra male informato sulla situazione finanziaria.

Ciao.

aspesi 19-07-11 15:21

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 499791)
Ma se continuano a fallire!... :lipssealed:

Sarà mica anche per gli indecenti bonus e stock option ? :rolleyes:

http://www.giornalettismo.com/archives/129580/crisi-quale-crisi-i-compensi-dei-banchieri-crescono-del-36/

http://www.iltempo.it/2011/06/16/1265489-crescono_stipendi_banchieri.shtml

mrstgln 19-07-11 15:23

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 499791)
Ma se continuano a fallire!... :lipssealed:

fallimenti di comodo...:o perché spostano i capitali altrove, hai mai sentito parlare
di banche che nonostante fallite, manager e dirigenti si aumentavano gli stipendi, premi e viaggi? :rolleyes:

argaiv 19-07-11 17:46

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 499781)
Rinnovo la mia eterna domanda, alla quale non ho mai avuto risposte soddisfacenti: se tutti (:eek:) sono indebitati, chi cavolo è ad essere in credito ? ... :mmh::confused:

Le banche centrali stampano o creano (su un computer) il denaro e lo prestano alle banche. Non essendoci più la convertibilità del dollaro in oro fisico ed essendo anche l'euro una sorta di "assegno" della BCE non c'è un vero e proprio limite alla quantità di denaro "creabile"

Inoltre se una banca centrale ha creato in totale 100 euro... come è possibile che le banche restituiscano mettiamo il 105% (con un 5% di interesse) di quei 100 euro quando tecnicamente quei 5 euro in più non esistono?

Lo scopo di tutto ciò non è andare in default generale ma tenere tutti schiavi del debito...

aspesi 19-07-11 18:17

Re: Verso il default
 
Il problema non è tanto il signoraggio primario delle banche centrali (qualcuno dovrà pure stampare il denaro, ed è saggio che non sia lo stesso che lo spende!); ma il fatto che anziché essere pubbliche, sono purtroppo private o controllate da altre banche private, di cui fanno l'interesse.

E comunque, la cosa più grave è la moltiplicazione del denaro operata dalle banche commerciali per via di una bassa riserva obbligatoria (2%, cioè teoricamente 100 euro di versamento iniziale possono diventare 5000 euro, di cui lucrano lo spread prestito-deposito)

aspesi 20-07-11 09:16

Re: Verso il default
 
@Dark

La sicumera delle affermazioni di questo Nuonno ("nei Paesi anglosassoni la legge è veramente uguale per tutti") mi fa sorridere (amaramente)
Giustamente, hai ricordato che negli Stati Uniti finisce sulla sedia elettrica solo chi non ha un bravo e costoso avvocato che lo sappia difendere.
Viceversa, per i colpevoli con molti soldi.
http://www.famigliacristiana.it/informazione/news_2/articolo/usa-giustiziata-la-donna-disabile.aspx
http://archiviostorico.corriere.it/1996/dicembre/22/Simpson_buon_padre__co_0_96122212402.shtml
http://www.americaoggi.info/node/9620

(Mi rifiuto di proseguire la lettura dopo aver visto la "ricostruzione storica e le considerazioni" che Nuonno fa su Garibaldi)

Dark_GRB 20-07-11 10:54

Re: Verso il default
 
Si', quella era una cosa che dovevo dire, anche se, tra la giustizia inglese e quella italiana, io preferisco quella inglese, pur con tutti i suoi limiti, che non guarda in faccia se sei altolocato od un poveraccio. Poi ieri abbiamo visto la commissione parlamentare trattare i due Murdoch, che negavano di sapere cosa accadeva a News of the World (facevano gli scemi per non andare in guerra?), come due ebeti. Ce lo vedi in Italia un Agnelli trattato cosi'? non credo.

Su Garibaldi, anche io ho delle perplessita' su quello che Nuonno diceva; ma un'opinione molto cruda, sui protagonisti del Risorgimento Italiano, e' comune tra gli storici del Regno Unito. Secondo me, si fa l'errore di segno opposto di quello che noi italiani abbiamo fatto per molti anni, descrivendo il Risorgimento in maniera quasi agiografica.

Comunque, poi vorrei avere un tuo parere, sempre se vuoi, su quello che viene detto a proposito delle banche britanniche e di come i prestiti verranno restituiti.

Ciao

aspesi 20-07-11 13:33

Re: Verso il default
 
Non so molto sulle banche inglesi.
La cui disciplina è stata fra le meno virtuose, quindi fra le più esposte ai rischi e le più costose per l'erario.

Ad es., la Royal Bank of Scotland ha concesso prestiti per 50 miliardi di dollari in Irlanda (140 miliardi le banche inglesi e altrettanto le tedesche). Così il debito estero irlandese ha raggiunto la cifra di più di cento mila dollari pro capite.
E quindi l'intervento europeo di salvataggio all'Irlanda non ha salvato (almeno per adesso) solo gli irlandesi, ma l'intera Europa!

So che nella patria del capitalismo liberale, il governo ha dovuto fare interventi di stampo socialista, creando enti per il salvataggio delle banche (Credit Garauntee Scheme e Special Liquidy Scheme). E che queste semi-nazionalizzazioni sono state finanziate dai contribuenti.
Comunque, l'andazzo delle spese folli per stipendi e bonus non pare cambiato: a fronte di un impegno a concedere prestiti per 190 miliardi di sterline alle imprese britanniche, in accordo con il governo la City elargirà 7 miliardi di sterline per i dirigenti.

:hello:

Mizarino 20-07-11 13:42

Re: Verso il default
 
Ad es., la Royal Bank of Scotland ha concesso prestiti per 50 miliardi di dollari in Irlanda ...

Mmm ... e dove li ha presi i soldi: se li è fatti prestare dalla Banca Centrale della Gran Bretagna ? :mmh:


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 20:06.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it