Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

aspesi 05-10-12 14:44

Re: Verso il default
 
Quote:

c8sgtxlt (Scrivi 625195)
potete evitare di fare "attacchi personali"?

si è discusso fino adesso sulle varie opinioni,perchè adesso vi accappigliate tra di voi?

Forse, sarebbe stato più utile ribadire che quando si quota non è corretto inserire propri pensieri (semplicemente mettendo il grassetto), che potrebbero alterare il significato (nel caso per evidente inconsistenza) ed essere poco comprensibili a chi legge.
Basta poco rispondere, come fanno tutti, fuori dal quoting.

Per litigare è necessario essere in due.
Io ho solo risposto in modo impeccabile.

francis 05-10-12 14:57

Re: Verso il default
 
Quote:

aspesi (Scrivi 625232)
Forse, sarebbe stato più utile ribadire che quando si quota non è corretto inserire propri pensieri (semplicemente mettendo il grassetto), che potrebbero alterare il significato (nel caso per evidente inconsistenza) ed essere poco comprensibili a chi legge.
Basta poco rispondere, come fanno tutti, fuori dal quoting.

Per litigare è necessario essere in due.
Io ho solo risposto in modo impeccabile.

Ho fatto il quote inframmezzato solo perchè non mi funziona il copia-incolla e volevo risponderti sui singoli punti (non c'era nessuna intenzione di far fraintendere il tuo pensiero.....si fraintende da solo:D).

Anche per me io non sto affatto litigando, anzi Aspesi mi è simpatico.......al massimo si tratta di punzecchiature, che del resto fà anche lui....impeccabilmente si intende;)

P.S.: a proposito ma perchè certe cose le scrivi in carattere piccolissimo?:confused:

francis 05-10-12 15:02

Re: Verso il default
 
Quote:

guidom (Scrivi 625171)
.

a margine, consiglio il bellissimo"questa volta è diverso" di rogoff e reinhart, due accademici che però hanno scritto per il grande pubblico.

Tornando in topic...... citerei anche un bel pamphlet di Galbraith "Breve Storia dell'Euforia Finanziaria", un pò datato ma molto istruttivo (per la serie la storia si ripete).

francis 05-10-12 15:07

Re: Verso il default
 
Sempre rimanendo in topic....

I conti pubblici confermano un andamento positivo

Share on facebookShare on twitterShare on oknotizieShare on bloggerShare on emailShare on google_plusone

Anche a settembre i conti pubblici chiudono in miglioramento, evidenziando una riduzione del fabbisogno. Il disavanzo del settore statale - secondo i dati del Ministero dell'Economia e delle Finanze - si è attestato a 11,4 miliardi, in diminuzione rispetto al fabbisogno di 11,9 miliardi riportato lo stesso mese del 2011.

Nei primi nove mesi del 2012 si è realizzato complessivamente un fabbisogno di 45,5 miliardi, a fronte di un fabbisogno del 2011 di 59 miliardi.

francis 05-10-12 15:11

Re: Verso il default
 
Ancora topic....

Conti pubblici in miglioramento
Il fabbisogno cala di 15 miliardi
Secondo i numeri del ministero dell'Economia, si è passati dai 49,3 miliardi del primo semestre del 2011 agli attuali 29,1. Giugno il mese d'oro: un avanzo di 5,8 miliardi

Lo leggo dopo
Mario Monti, premier e ministro dell'EconomiaROMA - I conti pubblici fanno un balzo in avanti. Migliora decisamente il fabbisogno dello Stato dei primi sei mesi dell'anno. Secondo i dati diffusi dal ministero dell'Economia, i conti di cassa del settore statale migliorano di 15 miliardi tra gennaio e giugno 2012, attestandosi a 29,1 miliardi contro i 43,9 miliardi del 2011. In particolare, rileva il Mef, nel mese di giugno 2012 si è realizzato un avanzo del settore statale pari, in via provvisoria, a circa 5,8 miliardi, in aumento rispetto allo stesso mese del 2011 in cui si registrò un avanzo di 1,0 miliardi.

Il merito sarebbe soprattutto delle entrate fiscali e dell'autotassazione che registrano un incasso boom. Il gettito erariale, secondo le prime elaborazioni, avrebbe segnato un incremento di circa 5 miliardi rispetto allo scorso anno.

Per trovare un risultato migliore bisogna risalire al 2008, anno di transizione tra la gestione dei conti pubblici di Tommaso Padoa-Schioppa e di Giulio Tremonti, che chiuse con un deficit, cioè il dato di 'competenza' che vale ai fini del patto di stabilità europeo, sotto il 3 per cento: l'Istat lo fotografò al 2,7%.

L'andamento positivo registrato già nei mesi precedenti, che è evidente nell'andamento dei fabbisogno cumulato, ha trovato conferma nel mese di giugno: l'avanzo è stato di 5,8 miliardi, contro il miliardo segnato lo corso anno, grazie al buon andamento degli incassi fiscali. Giugno, del resto, è da sempre uno snodo nei conti pubblici perché registra le

prime entrate dell'autotassazione, soprattutto quelle pagate dai contribuenti persone fisiche. Un risultato che certo, dopo le difficoltà registrate nei mesi scorsi sul fronte del gettito fiscale, non è di scarso rilievo. Anche perchè quest'anno i contribuenti erano alle prese non solo con le imposte sui redditi ma anche con il versamento dell'Imu, che solo in piccola parte (per la metà della quota relativa alla seconda casa) finisce ad alimentare il gettito del settore statale.

francis 05-10-12 16:14

Re: Verso il default
 
Topic.....topic......topic

(ditemi voi quando devo smettere eh?)

Il differenziale Btp-Bund era a 173 punti il 4 gennaio 2011. Nell’ultima seduta dell’anno(30 dicembre) era arrivato a 528 punti. Nell’arco di un anno era aumentato sotto gli attacchi della speculazione di 355 punti, vicino alla soglia sopra la quale il default dell'Italia, con le conseguenze a catena immaginabili nel resto de'Europa, era ormai imminente (come si poteva leggere su qualsiasi mezzo di informazione che dava ormai quasi per scontato il default di molti paesi europei e addirittura la fine dell'euro).

Nel 2012, come è noto, lo spread è andato mediamente riducendosi, anche grazie ad una ritrovata politica di concertazione all'interno dell'Europa e con la BCE e malgrado altri problemi emergenti in particolare dalla Spagna e ancora dalla Grecia.......oggi si trova intorno a 350 punti base.

Benchè rischi ce ne siano ancora non si può certo dire che non è stato fatto niente per evitare il disastro. Tralascio di ricordare cosa vuol dire in termini di maggior costo per lo stato e quindi per noi tutti, l'aumento di un punto percentuale dei tassi di interesse sulle emissioni di debito.

aspesi 05-10-12 19:47

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 625259)

(ditemi voi quando devo smettere eh?)

Forse, se non si stampa a manetta, quando questo vento soffierà anche in Italia
http://www.nanopress.it/mondo/2012/1...P10082885.html

francis 05-10-12 20:00

Re: Verso il default
 
Purtroppo si sottovaluta la Grecia perché e' "piccola" ma gli inneschi delle esplosioni e dei grandi incendi sono sempre piccoli.....la Grecia dovrebbe essere salvata dal disastro sociale in cui sta sprofondando oltre che per un dovere morale di solidarietà anche per il nostro stesso interesse.

argaiv 05-10-12 23:30

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 625330)
la Grecia dovrebbe essere salvata dal disastro sociale in cui sta sprofondando oltre che per un dovere morale di solidarietà anche per il nostro stesso interesse.

La Grecia è un Paese povero, non possono avere gli stipendi di Berlino, dovevano stare fuori dall'Euro come l'Italia, che non può avere un costo della manodopera superiore o uguale a quello tedesco.

Il fatto che l'Italia salvi la Grecia è quasi da barzelletta ma a noi piace scherzare

francis 06-10-12 13:16

Re: Verso il default
 
Caro Argaiv.....mettiti seduto...devo darti una brutta notizia.........

l'Italia sta già contribuendo nell'ambito dei fondi europei al tentativo di salvataggio della Grecia, così come quello della Spagna....considera che l'Italia, con Francia e Germania, è uno dei maggiori contributori in ambito Ue ed è un contributore anche nel FMI.

Capisci Argaiv, quindi tu stai già contribuendo lodevolmente con i tuoi sudati guadagni......sei contento?

Argaiv?....ARGAIV?......per favore rispondi!......niente.....è svenuto.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 15:21.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it