Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Autorecensione Strumentazione (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=32)
-   -   Recensione ORION DOBSON '16 GOTO (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=57282)

AndreaChievo 07-10-15 12:41

Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Ciao a tutti,

possedendo questo strumento da qualche mese posso finalmente fare una bella recensione su questo "bestione".

Il telescopio viene consegnato all'interno di un imballo decisamente "importante" (1 bancale bello pieno) corredato da manuale in inglese e italiano.

Assieme al telescopio viene fornito:

- 1 cercatore starpoint
- 1 oculare con reticolo illuminato
- 1 oculare 27mm deepsky wiew
- 1 tappo di collimazione.

Il telescopio è COMPLETAMENTE smontabile (apparte la rocker box dello specchio). Qui abbiamo già una bella differenza con il cugino skywatcher, dove invece è collassabile aumentando INGOMBRO e PESO.

Si compone quindi da:

- 4 aste ad innesto a vite
- cassone per il primario
- base circolare con frizione e motore in azimuth
- lato con motore in altezza dove viene ospitata anche la pulsantiera e lato opposto
- cassone per il secondario e fuocheggiatore.

Iniziamo con il dire che il tutto ci sta COMODAMENTE in una FIAT PANDA.

L'apertura è di 405mm e la focale di 1800. Per una persona alta come me (1.92) arivo allo zenit in punta di piedi.

Una volta assemblato appare così:

http://postimg.org/image/tipkbszl9/

Il telo l'ho fatto cucire da mia nonna ed è in LICRA (quindi elastico). Quello originale ha un prezzo FOLLE ed INGIUSTIFICATO (170€). Io ho fatto il tutto con 11€.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

- fuocheggiatore con micrometrico molto morbido e preciso
- movimenti in altezza e azimut molto fluidi, possibilità di regolazione con le manopole stile CPC.
- pulsantiera Synyscan aggiornata alla versione 4
- vano portaoggetti in grado di ospitare 6 oculari

PRECISIONE DI PUNTAMENTO

Il telescopio può essere utilizzato in modalità autotracking posizionandolo inizialmente a NORD oppure può essere utilizzato con GOTO tramite l'allineamento a 2 STELLE. Una volta effettuato, l'allineamento ed il tracking risulta preciso ai livelli (a volte persino migliori) di una EQ6 PRO. Anche il tracking ad alte focali risulta di pregio consentendo POSE DEEP e ovviamente PLANETARIO HIRES.

FINEZZE

Una finezza di questo telescopio è sicuramente il fatto di possedere i doppi encoder. Se io desidero utilizzare il dobson come natura lo ha fatto posso semplicemente mollare le frizioni anche senza accendere il synyscan. Se voglio utilizzare il tracking o il goto, faccio l'allineamento a 2 stelle. Casomai in questo secondo caso volessi usarlo in manuale posso mollare le frizioni e serrarle quando trovo l'oggetto. La cosa strepitosa è che l'allineamento NON SI PERDE e il goto rimane perfetto.

Lo specchio è conico: questo oltre a renderlo leggero lo mette nelle condizioni di essere mandato in temperatura in tempi brevi. Ho aggiunto 3 ventole in estrazione tappando la culatta del telescopio e inserendo un diaframma in prossimità del primario. In questo modo, l'aria viene pescata filtrata attraverso il licra o dall'apertura principale consentendo allo specchio di rimanere pulito senza il rischio di far entrare sporcizia dalla base.

QUALITA' OTTICA

La qualità ottica appare molto buona con uno specchio decisamente ben lavorato anche se commerciale. Ho potuto notare assenza di astigmatismo e difetti di sorta con stelle decisamente puntiformi e un buon utilizzo anche in alta risoluzione visiva

FOTOGRAFIA PLANETARIA E LUNARE

L'acquisto ponderato è stato volto anche a questo aspetto, ossia sfruttare il potere risolutivo di un 40mm. Ecco quindi i risultati in notti di buon seeing.

CLAVIUS: http://s18.postimg.org/uhgkqfzl3/luna_16_coelestis.jpg
BULLIALDUS: http://s28.postimg.org/hx9mvkncc/bullialdus.jpg
SATURNO: http://s3.postimg.org/mxdit60dv/saturno_16.jpg

FOTOGRAFIA DEEPSKY

Anche per quanto riguarda la fotografia deepsky grazie all'utilizzo di pose brevi è possibile togliersi belle soddisfazioni. Ecco alcune pose riprese con scatti da 5 secondi ognuna.

M57: http://s9.postimg.org/njznx0f5q/deep_16.jpg
M51: http://s30.postimg.org/jvkuvx1hd/deep3_16.jpg
M13: http://s16.postimg.org/6kbru4k10/deep2_16.jpg

CONCLUSIONI:

Ritengo questo telescopio un telescopio TUTTOFARE. Ovviamente con i limiti del caso legati al peso (che comunque essendo smontabile si riduce). La ORION ha prodotto quindi uno strumento NOTEVOLE, sotto tutti i punti di vista. Se vogliamo un goto affidabile e una ottima qualità visuale e fotografica può essere considerata la scelta migliore sotto i 4000€ considerato che un 40cm con argonavis e stellarcat può costare anche 7000€.

meta 07-10-15 13:43

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
la presenza di frizioni regolabili a me sembra un punto molto importante per chi vuole puntare a mano. il collassabile sw non le ha.

Robb 07-10-15 13:49

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Sembra proprio un bello strumento.

Per curiosità, quanto pesa la base con lo specchio che immagino sia il pezzo più pesante?

Complimenti per le foto!!!

AndreaChievo 07-10-15 15:38

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Corretto (grazie Robb ;) )

Allora pochi sanno che anche i cugini Skywatcher hanno apportato questa modifica (ossia con i motori nuovi) poichè quelli vecchi erano decisamente sottodimensionati e slittavano.

CHISSACCOMEMAI :rolleyes:.........vengono venduti ancora i vecchi modelli.....:rolleyes:

Strategia di mercato? Fondi di magazzino? Mah......



comunque sia, il peso non l'ho mai verificato ma non è poco. Sicuramente la parte più pesante è la base ma semplicemente per il fatto che con la scusa che è grande dobbiamo aprire maggiormente le braccia e quindi facciamo più fatica.

Aggiungo ancora qualche immagine prodotta con questo strumento:

SINUS IRIDUM: http://s29.postimg.org/6a11jcxkl/sinus.jpg
SINUS IRIDUM 2: http://s21.postimg.org/zcxxkokxy/sinus_2.jpg
ZONA VALLE ALPINA: http://s30.postimg.org/wx0udamwv/alpes.jpg
M27: http://s24.postimg.org/4yxjxxf8k/m27.jpg
TRIFIDA: http://s1.postimg.org/ey0uxnvdq/trifida.jpg

Cocco Bill 07-10-15 18:20

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Si, sapevo che gli Skywatcher da 16" avevano questo problema dello slittamento e che erano stati adottati i nuovi motori. Però non sapevo che ancora vendessero quelli vecchi... :spaf:

Dob 07-10-15 18:41

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Quote:

Lo specchio è conico
Domandona: uno specchio parabolico normale presenta di solito sovracorrezione sferica in fase di raffreddamento. Il tuo che è invece conico, che aberrazione mostra durante il transitorio ?

giovanni bruno 07-10-15 20:45

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Andrea, complimenti per le bellissime foto.

Un vero TSUNAMI di alta risoluzione che letteralmente graffia gli occhi.

Bellissime tutte le foto ,ma una per tutte , quella della VALLE ALPINA e della evidentissima RIMAE al suo interno è la prova provata delle enormi prestazioni del tuo 16".:eek::eek::ok::hello:

Star Dust 07-10-15 22:28

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Io ho lo skywatcher 16" posso assicurarti che ha le frizioni come l'orion i motori sono identici:hello:

meta 07-10-15 22:39

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
se cerchi dobson 16" goto skywatcher in google -immagini, puoi vedere che non sono/erano identici. non tutti, almeno.

AndreaChievo 08-10-15 00:23

Re: Recensione ORION DOBSON '16 GOTO
 
Quote:

Il tuo che è invece conico, che aberrazione mostra durante il transitorio ?
Mi fai una domanda interessante Dob. Come figura outfocus non ho notato difetti di sorta. Certo è che essendo conico almeno nella teoria dovrebbe raffreddare prima l'esterno più sottile e successivamente il cuore.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 14:45.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it