Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Rudi Mathematici (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=11)
-   -   Miscellanea (Scienze Varie) (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=58021)

nino280 21-08-17 21:25

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Soggetti: 10
Previsti: 4
Trovati: 8



Il valore atteso non è buttato lì.
Nell'esempio era 4 perché il 40% delle persone contagiate da quel virus riesce a sopravvivere. E nel caso di una monetina sarebbe uguale alla metà dei lanci.

Qui non mi torna.
Avevi detto che i previsti erano 4 e poi se ne salvano 8
Poi dici che quelli che si salvano sono in 4:confused:
Ciao

astromauh 22-08-17 00:18

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 803167)
Soggetti: 10
Previsti: 4
Trovati: 8



Poi dici che quelli che si salvano sono in 4:confused:

Dov'è che l'avrei detto?

Ho scritto che nella popolazione mondiale sono sopravvissuti il 40% dei contagiati.
Per cui se il farmaco fosse inefficace nel nostro campione di dieci ammalati 4 dovrebbero sopravvivere. Ma dopo aver somministrato il farmaco ci accorgiamo che coloro che non muoiono sono 8. Il problema è quello di capire se questo miglioramento sia dovuto ad un caso, o se sia un effetto del farmaco.
Il P-value aiuta a risolvere questo problema, perché ti dice quale è la probabilità che la deviazione riscontrata sia dovuta ad un caso.
Per cui se il P-value è molto basso, ossia se le probabilità che si tratti di un caso sono poche, concludi che non si tratta di un caso e che quindi il farmaco ha fatto effetto, anche se non su tutti, perché due ammalati sono comunque morti.

Naturalmente, anche se il P-value è molto piccolo, è un arbitrio concludere che la probabilità è nulla. Perché 0,0000001 è diverso da 0.
Per cui in teoria con la statistica non si potrebbe mai dimostrare nulla.
Però anche se non puoi dire di aver dimostrato una certa cosa, puoi sapere qual è la probabilità che le tue conclusioni siano errate, e questa cosa la trovo particolarmente carina. Non ci sono verità assolute, ma verità che potrebbero anche essere false, ma di cui conosciamo la probabilità che hanno di essere false.

Comunque in realtà non è vero che le statistiche non possano dimostrare nulla, perché con un campione sufficientemente esteso, possiamo ottenere un P-value che rasenta lo zero (a condizione che esista un effetto), anche se questo può essere dispendioso e richiedere maggiori risorse.

:hello:

PS
Naturalmente un vero test statistico di un farmaco è molto più complicato.
Il mio era solo un esempio semplificato.

nino280 22-08-17 09:42

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Ok. Ora ho capito.
Nel caso delle medicine si parte da un dato già noto in precedenza sulle guarigioni.
Mi aveva un poco confuso il dato "Previsto" se si parla invece di lancio di una monetina o dado o roulette che di previsto è un pochettino, penso, più aleatorio.
Ciao

astromauh 22-08-17 12:21

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 803179)
Mi aveva un poco confuso il dato "Previsto" se si parla invece di lancio di una monetina o dado o roulette che di previsto è un pochettino, penso, più aleatorio.

Non ci sono differenze.

Immagina che la probabilità di sopravvivenza al virus sia del 50%.

Non ci sarebbe alcuna differenza tra il grafico a campana che descrive le probabilità che escano un certo numero di teste, e quello relativo alle guarigioni spontanee.

Ci meraviglieremmo nella stessa misura se uscissero 10 teste, o se i malati guariti fossero 10.

Le probabilità di sopravvivere al virus, o che esca testa dal lancio di una monetina, sono le stesse. Per cui non c'è una cosa più aleatoria dell'altra. Sono entrambe aleatorie perché sono delle probabilità.

Ma come possiamo stabilire la probabilità che esca testa in un singolo lancio, possiamo calcolare qual è la probabilità che su 10 lanci, escano 0,1,2,3,4,5,6,7,8,9,10 teste.

Il valore atteso per le teste sarebbe 5, ma il numero di teste su 10 lanci può variare da 0 a 10. Ognuno di questi eventi ha una diversa probabilità di verificarsi.

N.teste Probabilità

0 0,0009765625
1 0,009765625
2 0,0439453125
3 0,1171875
4 0,205078125
5 0,24609375
6 0,205078125
7 0,1171875
8 0,0439453125
9 0,009765625
10 0,0009765625

Il numero di teste più probabili vanno da 3 a 7, mentre raramente si trova un numero di teste al di fuori di questo intervallo.
Quando questo si verifica, possiamo sospettare che ciò sia avvenuto, perché era errata la premessa iniziale, ossia perché non era vero che le teste escono con una frequenza del 50%, oppure perché non era vero che i pazienti a cui è stato somministrato il farmaco, guariscono con la stessa frequenza di coloro a cui il farmaco non viene somministrato.

:hello:

astromauh 22-08-17 12:49

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
In quest'ultimo esempio in cui ho portato al 50% la probabilità di sopravvivenza al virus, 8 malati guariti non sarebbero sufficienti a dimostrare l'efficacia del farmaco, ma ce ne vorrebbero almeno 9.

Supponiamo quindi di aver trovato 9 sopravvissuti, bisogna sommare le probabilità di 9 e di 10, e questo ci da il P-value ad una coda, ossia la probabilità di trovare 9 o più di 9 soggetti guariti su 10.

9 0,009765625
10 0,0009765625

P-Value = 0,0107421875 = 1% circa.

Per cui concludiamo che il farmaco ha funzionato, anche se c'è circa 1 probabilità su 100 che abbiamo preso un abbaglio.

Fammi vedere se hai capito veramente, fai un esempio di esperimento utilizzando il mio calcolatore di significatività.

:hello:

astromauh 23-08-17 11:10

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

astromauh (Scrivi 803189)

N.teste Probabilità

0 0,0009765625
1 0,009765625
2 0,0439453125
3 0,1171875
4 0,205078125
5 0,24609375
6 0,205078125
7 0,1171875
8 0,0439453125
9 0,009765625
10 0,0009765625

Tu non sai da dove vengono fuori queste probabilità.

Ma puoi capire abbastanza facilmente perché la probabilità che escano 0 teste o 10 teste, sia la stessa e valga 0,0009765625.

P(0) = P(10) = (1/2) ^ 10 = 0,00097655625

Essendo 1/2 la probabilità che esca una testa, la probabilità che ne escano 10 di seguito è data da (1/2) ^ 10.

La probabilità che escano invece 9 teste è esattamente 1/10 di quella che ne escano 10.

Secondo te, perché?

:hello:

aspesi 23-08-17 12:38

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

astromauh (Scrivi 803243)
Tu non sai da dove vengono fuori queste probabilità.


La probabilità che escano invece 9 teste è esattamente 1/10 di quella che ne escano 10.

Secondo te, perché?

:hello:

astromauh... perché invece di continuare a menargliela non gli dai questo link?
https://it.wikipedia.org/wiki/Distribuzione_binomiale

:D

E' l'abc del calcolo delle probabilità...

:hello:

nino280 23-08-17 13:37

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

aspesi (Scrivi 803249)
astromauh... perché invece di continuare a menargliela non gli dai questo link?
https://it.wikipedia.org/wiki/Distribuzione_binomiale



E' l'abc del calcolo delle probabilità...

:hello:

Non lo voglio questo link:

distribuzione sia uguale a 1 {\displaystyle 1} :
∑ k = 0 n P ( S n = k ) = ∑ k = 0 n ( n k ) p k q n − k = ( p + q ) n = ( p + 1 − p ) n = ( 1 ) n = 1 {\displaystyle \sum _{k=0}^{n}P(S_{n}=k)=\sum _{k=0}^{n}{\binom {n}{k}}p^{k}q^{n-k}=(p+q)^{n}=(p+1-p)^{n}=(1)^{n}=1}
Sopra in blu c'è il link in questione (ho fatto copia incolla)o almeno una minima parte del link segnalato da Aspesi.
Non lo voglio per il motivo, semplice motivo che quando le formule sono troppo lunghe io non riesco a vedere per una mia malformazione agli occhi l'inizio e la fine di una formula.
Le formule che capisco io devono avere massimo tre incognite no direi tre termini, del tipo BxH/2 (triangolo) e non devono avere le Greche :D:D

aspesi 23-08-17 16:47

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 803255)
Non lo voglio questo link:

Lascia perdere quella formula così come è scritta.

Per problemi di questo tipo, devi stabilire:

p= probabilità che si verifichi l'evento (es. lanci una moneta perfetta e la probabilità che esca testa è p=0,5)
1 - p = probabilità che non si verifichi l'evento e esca il contrario (per la stessa moneta esce croce con 1-p=0,5)

La domanda è: vuoi calcolare qual è la probabilità che se lanci 10 volte la moneta precedente, escano 8 teste e 2 croci

A ciò provvede questa formula (che deriva dal binomio di Newton):

P(8 teste e 2 croci in 10 lanci) = C(10,8)*p^8*(1-p)^2 = [10!/(8!*2!)]*0,5^8*0,5^2 = 45*0,0039*0,25 = 0,043945

In pratica, significa che il 4,4% delle volte succede che ogni 10 lanci escono 8 teste e 2 croci

Nota: questo risultato compare tra i valori del messaggio di ieri 12:21 di astromauh: e nella stessa maniera puoi trovare tutti gli altri ;)

:hello:

astromauh 24-08-17 09:28

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

astromauh (Scrivi 803243)
La probabilità che escano invece 9 teste è esattamente 1/10 di quella che ne escano 10.

Secondo te, perché?


T,T,T,T,T,T,T,T,T,T P(10) = (1/2) ^ 10

C,T,T,T,T,T,T,T,T,T
T,C,T,T,T,T,T,T,T,T
T,T,C,T,T,T,T,T,T,T
T,T,T,C,T,T,T,T,T,T
T,T,T,T,C,T,T,T,T,T
T,T,T,T,T,C,T,T,T,T
T,T,T,T,T,T,C,T,T,T
T,T,T,T,T,T,T,C,T,T
T,T,T,T,T,T,T,T,C,T
T,T,T,T,T,T,T,T,T,C

Mentre la serie che contiene 10 teste è unica, le serie che contengono 9 teste sono 10.

Ed è per questo che è 10 volte più probabile ottenere una serie da 9 teste, piuttosto che una da 10.

La probabilità di una specifica serie di 10 lanci è sempre la stessa e corrisponde ad 1 / 2^10, perché 2^10 è il totale delle serie possibili.

Le 2^10 serie possibili le possiamo raggruppare a secondo del numero di teste che contengono, per cui troviamo che di serie da 10 teste ce n'è soltanto 1, di quelle che ne contengono 9 ce ne sono 10, di quelle che ne contengono 8 ce ne sono ...

Da questo salta fuori la formula di Aspesi.

:hello:

aspesi 24-08-17 10:29

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

astromauh (Scrivi 803191)

Questo tuo calcolatore è limitativo, esamina solo la distribuzione binomiale e quindi accetta solo i numeri interi. Il p value si determina anche nei test basati sulla distribuzione normale.

Ad es. ci potrebbe essere questo problema.
In un processo chimico, la deviazione standard del tasso (rendimento) è = 8.
La media campionaria è Ẋ =88,48%, la dimensione del campione è n=100
Determinare il p-value dei test, in cui ci si domanda se sia ragionevole che la media del tasso non sia ǘ=90%.

:hello:

astromauh 24-08-17 11:46

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Il calcolatore accetta solo numeri interi, però non è una grande limitazione. Non so in chimica, ma nei problemi che mi è capitato di affrontare, va bene l'arrotondamento all'intero più vicino.


:hello:

aspesi 24-08-17 13:15

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

astromauh (Scrivi 803314)
Il calcolatore accetta solo numeri interi, però non è una grande limitazione. Non so in chimica, ma nei problemi che mi è capitato di affrontare, va bene l'arrotondamento all'intero più vicino.


:hello:

OK, ma quando il numero di prove n `e troppo elevato il calcolo dei coefficienti binomiali genera numeri intrattabili. In questo caso, la variabile X per n grande tende ad assumere la forma di una gaussiana.

Teorema del limite centrale

Esempio: un venditore contatta dei clienti e mediamente conclude una vendita 1 volta su 8. Calcolare in modo approssimato la probabilità che su 100 clienti si concludano tra 6 e 10 vendite.

Dobbiamo calcolare P(6 ≤ X ≤ 10).
Poiché np = 100·1/8 = 12.5 ≥ 5 e n(1−p) = 100·7/8 =87.5 ≥ 5, utilizziamo l’approssimazione di X alla Gaussiana
P(6≤X ≤10)=P

Z= (x - np)/(Sqrt(np*(1-p))) tra (6-12,5)/3,307 e (10-12,5)/3,307 cioè tra -1,97 e -0,76

Guardando la tabella Funzione di ripartizione della variabile casuale normale standardizzata si trova P = 0,22363-0,02442 = 0,19921

abbastanza vicino al valore esatto della binomiale

http://wpage.unina.it/vastarit/8.pdf

:hello:

nino280 26-08-17 08:11

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
EVENTO STORICO PER L’INTERFEROMETRO EUROPEO
Alle 15 ora italiana, quasi allo scadere del primo run con Ligo e Virgo insieme, in contemporanea sui siti delle due collaborazioni scientifiche Ligo e Virgo, uno scarnissimo comunicato conferma una notizia stupenda e di enorme portata: anche Virgo, l’interferometro europeo in funzione a Cascina (Pisa), ha rilevato promising gravitational-wave candidates. Segnali che sembra proprio essere – la conferma arriverà al termine dell’anali...si dati – onde gravitazionali. Le sue prime onde gravitazionali.
Trattandosi perlopiù di voci non confermate, sarebbe inutile, in quest’occasione, proporre la lista di ciò che sappiamo e ciò che non sappiamo. Piuttosto cerchiamo di fare ordine fra ciò che è confermato da fonti ufficiali e ciò che invece è per ora soltanto mormorio di corridoio. Di ufficiale, come detto, sappiamo almeno quattro cose. Primo, anche in questo run – così i fisici chiamano le campagne di raccolta dati – sono stati visti rilevati segnali candidati a essere onde gravitazionali. Secondo, questi segnali sono stai rilevati anche da Virgo, ed è la vera notizia del giorno: significa che finalmente è possibile determinare con buona precisione, per la prima volta, la regione d’origine di questi segnali. Terzo, durante queste quattro settimane Virgo ha acquisito dati scientifici per oltre l’80 per cento del tempo, altro dato di cui i fisici dell’Infn vanno giustamente fieri. Quarto – come scritto tra le righe nell’annuncio odierno – i risultati ottenuti in questi giorni sono stati già condivisi con i colleghi astronomi.
Se queste indiscrezioni verranno confermate, il run condotto questo mese da Ligo e Virgo assieme passerà alla storia per aver segnato l’alba di una nuova astrofisica: un’astrofisica multisensoriale, nella quale la “vista” dei telescopi e l’“udito” degli interferometri per onde gravitazionali captano contemporaneamente lo stesso evento. Ma per questo, appunto, occorre attendere conferme. Per oggi, festeggiamo l’epocale, sudato e meritatissimo successo di Virgo.

Altro...

https://external-mxp1-1.xx.fbcdn.net...ChyeQT1Xa6UoM5


Virgo vede le sue prime onde gravitazionali
Ci sono candidati promettenti nel raccolto della prima battuta di caccia in tandem di Ligo e Virgo, visti da entrambi gli interferometri. Questo l’annuncio ufficiale apparso in…
media.inaf.it




Ci siamo. Ciao

Cocco Bill 28-08-17 17:31

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Sarebbe il caso che Virgo cominciasse a dare segni di funzionamento. Visto che ora lo debbono spengere per sostituire i cavi in acciaio che sostengono le masse con gli altri di vetro che dovrebbero finalmente dargli la piena sensibilità. E riprenderà a funzionare tra un anno...

nino280 29-08-17 08:26

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Non vorrei sbagliarmi.
Ma queste modifiche che dici non le hanno già fatte, e mi pare che era il motivo per cui era fermo quado i due LIGO americani avevano trovato le prime onde?
Ciao

nino280 01-09-17 19:26

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
http://www.media.inaf.it/2017/09/01/...e-cosmologica/
Ciao

Cocco Bill 02-09-17 10:32

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Io sapevo che avevano installato i cavi in vetro, però questi inspiegabilmente si rompevano. Allora avevano dovuto ripiegare sui cavi in acciaio in attesa di capire dove risiedesse il problema con i cavi in vetro. Quindi il breve periodo di uso sarebbe stato per verificare se tutto funzionava bene con i cavi in acciaio che darebbero meno sensibilità, in attesa di poter rimontare quelli in vetro. Sembra che la rottura dei fili di vetro sia connessa con qualcosa che li intacca sperficialmente si pensa nel momento in cui viene fatto il vuoto nella camera. Perchè come si sa il vetro è molto resistente, ma basta che ci sia un graffio che da quello si innesca subito la rottura.

nino280 02-09-17 13:52

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
A questo punto mi è lecito un sospetto misto anche a una domanda.
In America i Ligo funzionano pare bene, qui da noi il Virgo è evidente ha qualche problemino. Ma perché non trasferire, copiare quello che hanno fatto loro?
Mica ci dovrebbero essere segreti in questo campo.
Tutti ne trarrebbero vantaggio. O no?
ciao

nino280 02-09-17 14:05

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
L'asteroide Florence è in buona compagnia, scoperte due sue piccole lune! Ieri, durante il suo passaggio ravvicinato, il radar di Goldstone ha rivelato infatti ...la presenza di due piccoli satelliti orbitanti intorno all"asteroide rispettivamente in circa 8 e 24 ore. Grazie alle immagini radar è stata verificata la dimensione di Florence, grande 4,5 km, mentre le sue piccole lune hanno dimensioni comprese tra 100 e 300 metri. Nella seguente animazione potete vedere la rotazione di Florence e le minuscole tracce dei suoi satelliti.
https://cneos.jpl.nasa.gov/…/florence.p5us.1Hz.s382.sep01.g…
Altro...
Leggo proprio ora questa cosa che per me è una novità ed anche una sorpresa:
l' asteroide Florence che sta per passare (o è già passato) dalle nostre parti ha nientemeno delle lune:mmh:
Ciao

https://external-mxp1-1.xx.fbcdn.net...UTn HVcpvUo2A


Cocco Bill 02-09-17 16:37

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Per il discorso Virgo/Ligo ne so troppo poco per poter dare una risposta. I segreti ci potrebbero anche essere, ma bisogna considerare che il Virgo non è nato adesso ma è stato profondamente modificato un più vecchio progetto, che aveva poca sensibilità. Questo potrebbe anche significare che non si possa prendere pari pari dei pezzi fatti per un altro strumento ed impiantarli li, visto che si tratta di strumenti differenti. Magari certe soluzioni si possono adottare per entrambi ma prima o poi ci si deve fermare. Non si può montare un motore di una Peugeot su una Punto con facilità.

nino280 03-09-17 08:54

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 


Me standing in front of one of the 3-km long arms of Virgo

Ha cominciato a funzionare


Ciao

nino280 03-09-17 09:19

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
These kinds of suspensions are extremely useful for any low mechanical and thermal dissipation solution. The high quality of the material used and the flexibility of the geometrical structure can be very important in many different applications where high precision measurements are involved.
https://i1.wp.com/public.virgo-gw.eu...size=300%2C40042 kg mirror (with a thin pink protecting film) suspended inside the payload by two thin wires of fused silica (glass).
Credits: Virgo collaboration
https://i1.wp.com/public.virgo-gw.eu...size=300%2C400


Scherzi a parte. Qui si vede uno specchio dell'interferometro. Dicono che pesa 42 kg poi parlano di due fili sottili di vetro (o plexiglass) che lo sostengono per la sospensione. In verità oltre al fatto che io poco conosco l'inglese, dall'immagine non riesco a vedere questi fili.
Ciao

Cocco Bill 03-09-17 09:57

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
I fili non si riescono a vedere perchè saranno abbastanza meno di 1 mm di sezione e trasparenti, essendo di vetro di silice, ossia in pratica di quarzo fuso.
Ah, ho trovato, sono di 0,4 mm di sezione e 70 cm di lunghezza.
Interessante l'entità dell'errore della parte piatta centrale degli specchi, che è pari a 5 atomi. Se il mio telescopio avesse degli specchi lavorati così... :eek:

nino280 03-09-17 14:30

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
the flexibility of the geometrical structure can be very important in many different applications where high precision measurements are involved.
https://i1.wp.com/public.virgo-gw.eu...size=300%2C40042 kg mirror (with a thin pink protecting film) suspended inside the payload by two thin wires of fused silica (glass).
Credits: Virgo collaboration

https://i0.wp.com/public.virgo-gw.eu...size=400%2C300Zoom on an anchor bonded to one side of a mirror and attached monolithically to two thin fused silica wires used to suspend the 42 kg mirror.
Credits: Virgo collaboration
https://i0.wp.com/public.virgo-gw.eu...size=400%2C300



In effetti, c'è qui un ingrandimento dei fili e quindi degli attacchi chiamiamoli così "misteriosi", qualcosina si intravede, dei tenui ed impercettibili fili di vetro.
Mi domandavo anche da estremo inesperto, ma la faglia di Sant' Andrea quanto è distante li da Pisa? Può essere adoperato come sismografo? Perché hanno scelto Pisa? Quando passa la luna vibra? O meglio gli specchi si allontanano?
I due bracci li hanno posizionati a caso? Oppure a 45° rispetto alla faglia? Il "Grande Attrattore" si fa sentire? Ma quante cose voglio sapere.:D:D
Ciao
Per fortuna quando Virgo entrerà in funzione gli interferometri saranno tre.
Se no come avrebbero fatto a distinguere un tuono avvenuto esattamente a metà strada fra il Ligo e il Virgo e due buchi neri che si scontrano? Si va be prendetela sempre come una discussione un poco giocosa. E' chiaro che se spendono tempo e denaro sapranno bene il fatto loro:hello:

Cocco Bill 03-09-17 15:33

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Mah, dove sia la faglia alla fine ha poca importanza, perchè le onde sismiche si possono rilevare dappertutto. Penso che con quei livelli di sensibilità non solo si sentano ma si sentiranno anche i carichi pesanti che passano sui camion nelle strade non tanto lontane. Sarebbe piacevole fare una chiacchierata con qualcuno che ci lavora per sapere come facciano per non trovarsi tra le mani un sismografo... Poi si rileveranno anche le maree, ma almeno quelle sono fenomeni lenti.

aleph 03-09-17 16:04

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Un rilevatore di onde gravitazionali dovrebbe distinguere facilmente una vibrazione "nello" spazio da una vibrazione "dello" spazio.

Una vibrazione nello spazio, accelerazioni a parte, si misura come una piccola oscillazione (in più e in meno) delle distanze che percorre il fascio luminoso, dunque qualsiasi terremoto, camion che passa a distanza, o quello che ci pare, farebbe vibrare in modo convenzionale il rilevatore il quale si accorgerebbe subito che le distanze tra gli specchi hanno subito queste piccole variazioni e dunque nulla hanno a che vedere con una vibrazione "dello" spazio.

Le vibrazioni dello spazio vero e proprio invece comportano una variazione di lunghezza d'onda anche del fascio luminoso stesso, per cui una serie di piccolissime compressioni e dilatazioni dello spazio comporterebbero altrettante compressioni e dilatazioni delle stesse onde elettromagnetiche!

nino280 03-09-17 16:16

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
E' già, almeno per me, un piccolo passo avanti per ciò che mi dice Aleph.
Quindi nel controllo, non solo si controlla se c'è al rimbalzo del segnale luminoso interferenza o non interferenza, ma anche se la lunghezza d' onda varia. Ho capito bene?
Ciao

nino280 05-09-17 09:42

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
http://www.repubblica.it/scienze/201...6939/?ref=fbpr

Un altro buco.
Ciao

Cocco Bill 05-09-17 10:37

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Mi fa ridere il sottotitolo: " Si trova pericolosamente vicino a Sagittarius A ..." Come se i buchi neri avessero dei timori... :D
E' un piccolo buco nero, fa tanta tenerezza... :D:D

nino280 05-09-17 15:00

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Che magari si riferiscono a noi con quel "pericolosamente". Che ne so magari si scontrano e ci arriva quello tsunami della fine del mondo che se ne sta parlato in questi giorni al Bar grande non al bar Nino.
Ciao

nino280 25-09-17 11:06

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
https://www.facebook.com/groups/1417...3830100232010/

Ciao

nino280 29-09-17 20:17

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
http://www.media.inaf.it/2017/09/27/unonda-per-tre/

Bene, bene.
Anche VIRGO ha sentito le onde gravitazionali assieme ai LIGO
Ciao

nino280 05-10-17 20:22

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
http://www.lescienze.it/news/2017/10...condi-3689528/
ciao

L'ORIGINE DEGLI ELEMENTI V: ELEMENTI PIU` PESANTI DEL FERRO! (PARTE SECONDA). PROCESSO S: STRONZIO, ITTRIO, ZIRCONIO, TECNEZIO, BARIO, PIOMBO E TANTI ALTRI
E si...amo arrivati all'ultimo capitolo di questa serie di post dedicata all'origine degli elementi nel nostro Sistema Solare, dove finiremo di rispondere alla domanda alla quale abbiamo iniziato a rispondere nell'ultimo post a proposito dell'eccezionale busrt di onde gravitazionali GW170817: Come fanno le stelle a produrre elementi più pesanti del ferro? La risposta avevamo gia` iniziato a scoprirla: Attraverso le catture neutroniche (I neutroni non sono particelle cariche e non sono soggetti alla repulsione coulombiana, molto forte quando si parla di nuclei di elementi pesanti). In particolare l'evento sopracitato che ha visto la fusione di due stelle di neutroni, ha ospitato il cosidetto il processo “r”, ovvero un processo di cattura neutronica rapido (“r” da RAPID), dovuto all'altissima densita` di neutroni (dell'ordine di mille miliardi di miliardi di neutroni per centimetron cubo) che ha caratterizzato l'evento: in tali condizioni, isotopi molto ricchi di neutroni e molto instabili vengono prodotti per poi decadere in elementi come Oro ed Europio, le cui tracce sono state distintamente viste nello spettro elettromagnetico. Quest'ultimo e` stato un fatto davvero prezioso, gli astronomi hanno potuto assistere IN DIRETTA alla sintesi di questi elementi durante l'esplosione!
Sappiamo poi che il "processo r" e` respondabile della sintesi di circa il 50% degli elementi piu` pesanti del Ferro nel nostro Sistema Solare.... sorge quindi una domanda spontanea: da dove viene il restante 50% ? La risposta non e` un mistero, l'ultima fetta di elementi e` dovuta al noto "processo s", ovvero un processo di cattura neutronica lento (“s” da SLOW), che si verifica soprattutto nelle stelle di piccola massa (tra le 2 e le 3 masse solari) durante le loro fasi avanzate dell’evoluzione (menzionando anche la fase del bruciamento centrale dell'Elio nelle stelle massicce, che puo` contribuire a una fetta degli elementi tra il Ferro e lo Zirconio). In particolare a tale processo sono dovute le abbondanze nel nostro Sistema Solare di elementi come Stronzio e Bario, giusto per citare due tra i principali. Inoltre, gli astronomi hanno potuto assistere IN DIRETTA anche a questo processo mentre lascava le sue tracce sulla superficie di stelle molto evolute situate nel ramo asintotico delle giganti (stelle AGB, acronimo dell'inglese Asymptotic Giant Branch, delle quali un esempio e` la stella Mira visibile nella foto): un esempio di stella AGB è la variabile Mira R Geminorum, nel cui spettro appaiono le linee di assorbimento dell'elemento radioattivo chiamato Tecnezio.
L'isotopo del Tecnezio più stabile è il Tecnezio-98, che ha una vita media di circa 4 milioni di anni, un tempo troppo breve per ritenere che si tratti di un elemento preesistente nella nube da cui la stella ha avuto origine: l'unica spiegazione plausibile della sua presenza e` dunque che tale elemento sia stato formato "in-situ" in quella stella! Nel dettaglio, il Tecnezio viene formato negli strati piu` profondi delle stelle AGB, dove l'abbondanza di Carbonio e maggiore. In particolare appena sotto il gigantesco e turbolento inviluppo convettivo di tali stelle (qualcosa di simile ai moti convettivi nell'invilpppo del nostro Sole, i cui effetti sono visibili nella famosa "granulazione", con la differenza che l'inviluppo di una stella AGB e` piu` freddo e con un'estensione paragonabile al raggio dell'orbita terrestre!) vi e` una zona ricca di un particolare isotopo del Carbonio, ovvero il Carbonio-13, che reagendo con l'abbondante Elio rilascia i neutroni necessari al "processo s", formando cosi` il Tecnezio e tutti i suoi elementi vicini per numero atomico, come Molibdeno, Rutenio e Stronzio ad esempio. Tali elementi sono poi pescati dagli intensi movimenti convettivi per essere trasportati negli strati attigui fino alla superficie, divenendo cosi` visibili.
E` con questo e` tutto, il messaggio e`: "Ora sapete che ogni elemento che vedete intorno a voi che non sia Idrogeno, Elio o Litio... ha sicuramente una storia "stellare" da raccontarvi..." l'Oro di qualche vostro orologio e gioiello potrebbe raccontervi di quel giorno esplosivo in cui nacque dalla collisione di due stelle di neutroni, il Silicio del dispositivo dal quale mi state leggendo, in coro con l'Ossigeno che respirate, vi racconteranno un'avventura simile, durante una Supernova... mentre il Bario nella candela di accensione della vostra auto e il Carbonio nelle molecole che formano ogni creatura vivente che conoscete vi narreranno qualcosa di piu` "tranquillo"... avvenuto nelle profondita` di stelle piu` piccole, grandi quanto un paio di soli, che li hanno rilasciati negli ultimi istanti della loro vita, quasi come un testamento... un invito.... a scoprire la loro storia
Ciao


Umberto Battino ha condiviso il post di Umberto Battino, Astrofisico nel gruppo: ASTROFISICA, COSMOLOGIA E FISICA PARTICELLARE

Preso da questo link di sopra

nino280 01-11-17 17:28

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
http://www.lescienze.it/news/2017/11...sfera-3737119/

Apocalypse Now

https://www.youtube.com/watch?v=CYyAliR5sT0
Ciao
Dal grande al piccolo:
https://www.galileonet.it/2017/11/qu...otente-natura/

Ciao

nino280 15-11-17 04:49

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
https://www.youtube.com/watch?v=3k5IWlVdMbo

Interessante video sullo Spin.
Pensavo, se guardo una decina di questi video dal momento che la ragazza parla in modo estremamente chiaro e pulito e se poi ci aggiungiamo che c'è anche la didascalia, va a finire che è la volta buona che imparo l'inglese.:D
Ciao

nino280 03-12-17 20:10

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Storia

La prima fissione nucleare artificiale (cioè provocata dall'uomo) avvenne nel 1932 ad opera Ernest Walton e John Cockcroft, che accelerando protoni contro un atomo di litio-7 riuscirono a dividere il suo nucleo in due particelle alfa (cioè due nuclei di elio); il fenomeno era noto come splitting the atom.[2] Il 22 ottobre 1934 la prima fissione nucleare artificiale di un atomo di Uranio fu realizzata da un gruppo di fisici italiani guidati da Enrico Fermi (i cosiddetti "ragazzi di via Panisperna") mentre bombardavano dell'uranio con neutroni. Il gruppo di fisici italiani però non si accorse di ciò che era avvenuto ma ritenne invece di aver prodotto dei nuovi elementi transuranici

Proseguo di qua perché c'è uno strano intreccio fra i risvolti politici di ciò che è successo al Gran Sasso ed io che sto facendo un specie ripasso - indagine di vecchia fisica. Si perché vecchia è se si parla del 1909 e di Rutherford.
Pensavo, sbagliandomi che le particelle per il famoso esperimento di Rutherford provenissero dallo spazio, invece facendo zapping in rete ho visto che si trattava di una sorgente di Polonio.
Ma perché io pensavo che Rutherford avesse qualcosa da spartire con la fissione.
Ho trovato perché.
Se si legge quello che ho postato qui sopra all'inizio si dice che i primi a spaccare l' atomo furono Ernest Walton e John Cockcroft, ma indovinate sotto quale direzione dei lavori?
Ebbene a dirigere i lavori era il nostro Rutherford.
Perché ne ero quasi certo, Rutherford non si fermò all'esperimento della camera buia, ma andò avanti fino alla prima fissione, ma poi come sappiamo entrò in scena il nostro Enrico Fermi.
Ciao

nino280 03-12-17 20:32

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Ma ho detto poco fa 1909?
Allora veniamo ai nostri giorni:
https://www.facebook.com/astronomyna...6422243466223/

Mizarino 04-12-17 05:15

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 809182)
Perché ne ero quasi certo, Rutherford non si fermò all'esperimento della camera buia, ma andò avanti fino alla prima fissione...

All'epoca dell'esperimento, Rutherford, a 37 anni, aveva già vinto il premio Nobel per aver identificato la natura delle particelle alfa come nuclei di elio...

Comunque l'esperimento (o meglio la serie di esperimenti) lo avevano fatto Geiger e Marsden. Rutherford collaborò a migliorarlo e soprattutto ne trasse le dovute conseguenze, ricavando le formule che permettevano di dedurre le dimensioni del nucleo dalla distribuzione statistica degli angoli di deflessione in funzione della velocità delle particelle alfa.
:hello:

nino280 04-12-17 08:40

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Con l'aiuto di Miza e la rete ho messo un poco d'ordine nei miei ricordi e idee un poco sparpagliate.
Mi resta ancora un cavillo.
Che ci azzeccano i raggi cosmici con tutto quello che abbiamo detto ?
(anche molta roba al bar dell'osservatorio)
Ciao
Semplicemente perché il mio cervello funziona un po' così, cioè per associazione di idee, esempio:
gabbia grande di ferro con sgabello incorporato = Faraday
due piastre di metallo molto ma molto vicine = Casimiro
la mela = Newton
due gemelli = Einstein
vasca da bagno = Archimede
rette parallele = Talete
il mercurio = Torricelli
la prostata = Prostaferesi
e via di seguito,
di conseguenza raggi cosmici = Rutherford (ma qui potrei anche sbagliarmi per qualche contaminazione di zone attigue della mia Ram:D


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:28.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it