Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   News di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=33)
-   -   La nova sfuggita a tutti quanti (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=18733)

Gabriele 02-08-08 19:45

La nova sfuggita a tutti quanti
 
2 Agosto 2008
La nova sfuggita a tutti quanti
di Claudio Elidoro - Fonte: ESA

Se una nana bianca fa coppia con un'altra stella, è molto probabile che riesca ad accumulare su se stessa notevoli quantità di gas sottraendolo alla compagna. L'ingordigia, però, può essere fatale e la nana bianca finisce col pagare molto caro il suo furto. Raggiunta una massa critica, infatti, nel gas accumulato si innescano le tipiche reazioni nucleari stellari e il guscio esterno della nana bianca è sconvolto da un incredibile rilascio di energia. Improvvisamente la stella diventa molto più luminosa e in cielo gli appassionati sono lieti di registrare l'apparizione di una nova. Oltre agli osservatori professionisti, anche moltissimi astrofili tengono d'occhio il cielo coltivando il sogno di essere i primi a rilevare l'evento. Qualche tempo fa, però, sembra proprio che una nova sia riuscita a eludere ogni osservatore e a farla franca.
Ad accorgersene è stato XMM-Newton, l'osservatorio orbitante dell'ESA per l'osservazione nel dominio X. Lo scorso 9 ottobre, mentre era in fase di puntamento verso un nuovo obiettivo, l'osservatorio registrava un intenso segnale proveniente da una sorgente X non indicata in nessun catalogo. L'unico oggetto riportato dalle mappe stellari nella direzione di provenienza del segnale era una debole stellina, nota come USNO-A2.0 0450-03360039. L'immediata osservazione con il Magellan-Clay, il telescopio da 6 metri e mezzo situato all'osservatorio cileno di Las Campanas, indicava che quella insignificante stellina aveva in realtà aumentato la sua luminosità di oltre 600 volte. La successiva analisi spettrale confermava che si era in presenza di una nova, subito battezzata V598 Puppis. E non si trattava affatto di una nova qualsiasi. Le successive osservazioni, infatti, hanno indicato che si è trattata di una delle novae più luminose dell'ultimo decennio.
Piccolo enigma: poichè la radiazione X riesce a emergere dall'involucro di gas e polveri prodotti dall'esplosione solamente qualche tempo dopo l'evento, il botto doveva essere avvenuto molti giorni prima che XMM-Newton registrasse la nova. Già, ma quando? Per rispondere alla domanda i ricercatori hanno consultato i dati raccolti dal progetto polacco ASAS (All Sky Automated Survey), un sistema robotizzato di scansione del cielo, e sono riusciti a scoprire che la nova si era accesa il 5 giugno, dunque ben quattro mesi prima che XMM-Newton ne desse notizia. Caso felicemente risolto, dunque.
Sembra di sì, anche se rimane una coda di mistero. Poichè l'evento doveva essere chiaramente visibile persino a occhio nudo, come spiegare che non sia stato rilevato proprio da nessuno dei numerosi e appassionati osservatori del cielo sparsi su tutto il pianeta?


Links:

http://www.esa.int/esaSC/SEMH9HWIPIF_index_0.html


Leggi la notizia su Coelum

Facci sapere la tua opinione sulla notizia!
Inserisci un commento qui di seguito!

emalù 03-08-08 00:26

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Ti senti di dare una tua interpretazione?
Perchè? io non riesco a capirlo....è molto strano

hal9000 03-08-08 10:41

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Forse dirò anche una emerita cavolata, ma facendo due conti, se non mi sono sbagliato, il 5 Giugno, giorno della presunta esplosione nel visibile, la stella sorge e tramonta mentre è pieno giorno, almeno dalle nostre latitudini.

Supponendo invece di essere in Australia la stella verso le ore 20:30 locali ossia circa due ore dopo il tramonto del Sole, doveva essere circa 25 gradi sull'orizzonte, quindi ben visibile.

Questo però è vero se supponiamo che effettivamente la magnitudine sia stata tale da essere vista ad occhio nudo.
Bisogna anche poi considerare la densità di astrofili nell'emisfero australe che è decisamente inferiore a quella dell'emisfero boreale dove (ammettendo di non aver sbagliato qualche conto) la stella era invisibile perchè era giorno.

Che ne pensate?

hal9000 04-08-08 16:05

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Beh? Nessuna altra ipotesi? ;)

sumer 05-08-08 13:33

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Quote:

hal9000 (Scrivi 176145)
... il 5 Giugno la stella sorge e tramonta mentre è pieno giorno, almeno dalle nostre latitudini.... in Australia la stella verso le ore 20:30 locali ossia circa due ore dopo il tramonto del Sole, doveva essere circa 25 gradi sull'orizzonte, quindi ben visibile...

Ma sei proprio sicuro di quanto stai dicendo?
Se un astro è in congiunzione (o giù di lì) col il Sole, lo è per tutte le latitudini e longitudini.
Schemino:

Astro Sole Terra --> col piffero che lo vedi

Sole Terra Astro --> tutti quanti (latitudine permettendo) lo vedono

Mizarino 05-08-08 17:29

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Quote:

sumer (Scrivi 176493)
Ma sei proprio sicuro di quanto stai dicendo?
Se un astro è in congiunzione (o giù di lì) col il Sole, lo è per tutte le latitudini e longitudini.

Questo è vero, però la visibilità o meno dipende anche dalla differenza di declinazione fra il Sole e l'astro.
Se Hal volesse essere così gentile da passarci le coordinate (AR e dec) della stella, che il sito linkato si guarda bene dal fornire, si potrebbe facilmente chiarire la questione ... :)

hal9000 05-08-08 18:14

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Quote:

sumer (Scrivi 176493)
Ma sei proprio sicuro di quanto stai dicendo?
Se un astro è in congiunzione (o giù di lì) col il Sole, lo è per tutte le latitudini e longitudini.
Schemino:

Astro Sole Terra --> col piffero che lo vedi

Sole Terra Astro --> tutti quanti (latitudine permettendo) lo vedono

Se ci pensi bene non è vero perchè non si tratta di una congiunzione "strettissima", anzi non è neanche una congiunzione probabilmente e poi dipende dalla latitudine dell'osservatore.
Andando così ad occhio direi che a Giugno il Sole abbia una declinazione positiva di circa +20° mentre l'astro è quasi a -40°, quindi ci sono ben 60° di distanza in declinazione.

Comunque queste sono le coordinate:
AR: 07 05 42.51
Dec: -38 14 39.4

Sono curioso, ditemi un po'. Ovviamente riferitevi al 5 Giugno.

Mizarino 05-08-08 19:58

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Direi che l'ipotesi di Hal sia del tutto verosimile. :ok:
In maggio e giugno la stella in questione non è visibile nell'emisfero Nord (a parte il fatto che alle nostre latitudini è comunque bassissima sull'orizzonte), perché sorge e tramonta durante il giorno, mentre lo è dall'Australia, dove è ben alta nel cielo mentre il Sole è già 20° sotto l'orizzonte.
Si vede che gli australiani, che sono ottimi cacciatori di comete, non lo sono altrettanto di novae ... :)

hal9000 05-08-08 22:47

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 176540)
Direi che l'ipotesi di Hal sia del tutto verosimile. :ok:....
.....
Si vede che gli australiani, che sono ottimi cacciatori di comete, non lo sono altrettanto di novae ... :)

Ti ringrazio Mizarino per la tua "condivisione" della mia ipotesi.
Fra l'altro vorrei fare altre considerazioni che penso siano interessanti al riguardo e mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

La prima cosa è che la posizione di questa stella è praticamente all'interno della zona di cielo dove passa la Via Lattea e quindi in quella zona c'è un affollamento non indifferente di stelle, la qual cosa potrebbe benissimo averla fatta passare inosservata agli astrofili.
C'è da considerare poi che generalmente in prossimità del piano galattico c'è un forte assorbimento da parte delle nubi interstellari interposte fra noi e l'oggetto. Questo assorbimento tende quindi a diminuire la magnitudine delle stelle sul piano galattico. Questa cosa potrebbe averne limitato la magnitudine apparente durante il massimo.
A questo punto se anche la stella fosse divenuta di settima od ottava magnitudine avrebbe avuto una alta probabilità di venire "confusa" nella miriade di stelle che sono presenti in quella zona di cielo e quindi più facilmente sarebbe passata inosservata.
Un'ultima considerazione riguarda poi la battuta di Mizarino che dice giustamente che gli Australiani sono ottimi cacciatori di comete, quindi ci sarebbe stato da aspettarsi che loro l'avessero notata subito.
Invece secondo me proprio i cacciatori di comete sono coloro che avevano meno probabilità di scoperta in quanto, da quel che ne so io, tendono ad evitare zone di cielo molto affollate di stelle perchè difficilmente nelle immagini possono essere notate delle comete che generalmente al momento della scoperta sono molto piccole angolarmente, con un aspetto diffuso ed una bassa magnitudine.
Non so se sono riuscito ad esprimere chiaramente le mie considerazioni e soprattutto mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi.

hal9000 06-08-08 13:41

Re: La nova sfuggita a tutti quanti
 
Sarebbe interessante sapere di che magnitudine era nelle immagini del 5 Giugno, ma non ho trovato nulla in giro.
Ovviamente, anche se la magnitudine fosse stata 5 o 6 rimangono a mio avviso comunque valide le mie considerazioni del messaggio precedente.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 15:32.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it