Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Rudi Mathematici (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=11)
-   -   Miscellanea (Scienze Varie) (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=58021)

Erasmus 28-05-16 16:47

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 779426)
Se ho ben capito la formazione di un corpo in rotazione in ellissoide schiacciato ai poli, chiamatela come volete, ma io preferisco oblata, non è poi l'unica possibile, ma ne esistono (geometricamente e matematicamente) altre, non ultima quella di un ellissoide a tre assi.

Mi pare che NON HAI CAPITO.
[E mi pare che nemmeno mi hai letto con attenzione quando parlavo del Geoide che mi davano da studiare per l'esame di Topografia e Geodesia. Adesso aggiungo che la "geodesia" era stra-matura ai tempi di Poincaré ... maturata nel corso di almeno un buon secolo].

Supponi che un corpo celeste sia ancora fluido ed in rotazione (su sé stesso) – come la Terra nella notte dei tempi! –
Raffeddandosi (lentamente, nei secoli saeculorum) le parti del corpo tendono ad avere (per attrito interno) la stessa velocità angolare.
Allora possiamo pensare ad un modello matematico preciso: un corpo liquido ed omogeneo sottoposto alla gravitazione (newtoniana) delle stesse sue parti che gira a velocità angolare uniforme (come farebbe un corpo solido) e costante nel tempo.
Se il corpo fosse davvero liquido che forma assumerebbe?
Se non girasse su sé stesso assumerebbe la forma sferica.
Se invece gira su sé stesso, alla gravitazione newtoniana si aggiunge quella centripeta, la cui reazione centrifuga deforma la sfera facendola assomigliare ad un ellissoide schiacciato.
Occhio: assomigliare, non coincidere!
Per una precisa massa, un preciso volume ed una precisa velocità angolare la sfera si deforma in una precisa (unica) forma (senz'altro appiattita). Tanto maggiore è la velocità angolare, tanto maggiore è lo schiacciamento.
Poincaré dice che il problema matematico di trovare la vera forma che assume un astro liquido in rotazione è di difficile soluzione ed ha impegnato i matematici (di tutto un secolo abbondante prima di lui).
Ovviamente, da questo modello l'astro può allontanarsi per svariate cause. Anzitutto per on essere omogeneo [ma presumibilmente a strati a densità crescente al diminuire della distanza dal centro]. E anche per la presenza di altre masse che, anche in caso di non-rotazione, renderebbero la forma dell'astro fluido non esattamente sferica.

Riassumo: Poincaré non dice che sono possibili, oltre all'ellissoide schiacciato, altre forme!
Dice invece (o meglio: intende dire) che la forma effettiva, ancorché fossero note tutte le sue cause e queste fossero pochissime, è difficile da trovare matematicamente.
[Beh: al giorno d'oggi, con i progressi del calcolo numerico applicato, le difficoltà sono diminuite enormemente; ovviamente non per noi, poveri "brocchi", ma per raffinati team di programmatori che macinano bene anche la matematica].
–––
:hello:

nino280 28-05-16 19:28

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

Erasmus (Scrivi 779429)
Riassumo: Poincaré non dice che sono possibili, oltre all'ellissoide schiacciato, altre forme!
Dice invece (o meglio: intende dire) che la forma effettiva, ancorché fossero note tutte le sue cause e queste fossero pochissime, è difficile da trovare matematicamente.
:hello:

Invece Poincarè, dice proprio il contrario di quello che dici tu, e cioè che ci sono forme stabili di solidi di rotazione dalle forme più strane, tanto per fare un esempio hai presente un uovo, rigonfio da una parte e più sottile dall'altra? E che quindi non sono necessariamente un ellissoide schiacciato. Si parlerà quindi ora degli ellissoidi di MacLaurin e di Jacobi se vogliamo definire al meglio la discussione.
Cerco in giro:
Un sufficiente numero di curve di luce, ottenute con osservazioni a diverse longitudini eclittiche e distribuite nell’arco di tre o quattro apparizioni, consente di determinare la direzione dell’asse di rotazione. Inoltre, permette la costruzione di un modello tridimensionale abbastanza dettagliato della struttura su larga scala dell’asteroide mediante la tecnica matematica dell’inversione delle curve di luce.
Tre curve di luce dell’asteroide (43) Ariadne affiancate dal modello tridimensionale ottenuto con la tecnica matematica dell’inversione di un cospicuo numero di curve di luce, acquisite in epoche differenti. La diversa forma e ampiezza delle curve è dovuta al cambiamento delle condizioni di illuminazione durante ogni apparizione. (Kaasalainen et al. Icarus 159 (2002) mod.)

Il motivo per cui è necessario osservare l’oggetto sotto diverse prospettive è che in questo modo l’illuminazione laterale e radente mette in evidenza, grazie al gioco di luci e di ombre, anche le eventuali irregolarità nella forma, almeno su scala macroscopica. Un asteroide sferico non mostra alcuna variazione significativa nella curva di luce nel corso della sua rotazione, ma anche un oggetto fortemente elongato esibisce un comportamento analogo se osservato in direzione del suo polo. Ma, mentre nel primo caso non ci sono variazioni di sorta nemmeno se la visione è equatoriale, nel secondo si ha un’alternanza evidentissima di massimi e minimi, dovuta alla grande differenza nell’estensione dell’oggetto lungo gli assi perpendicolari a quello di rotazione. Non è raro, in questo caso, riscontrare ampiezze nella curva di luce anche di una magnitudine che, nel caso di asteroide approssimabile nella forma ad un ellissoide di Jacobi, implica un rapporto di circa 5/2 tra i due assi principali.
In linea di principio per ottenere una buona curva di luce è sufficiente un centinaio di punti ben distribuiti lungo il periodo. Tuttavia, un numero maggiore è sicuramente preferibile, sia per evidenziare eventuali irregolarità morfologiche, sia per minimizzare gli errori nelle misure dovuti, per esempio, a peggioramento delle condizioni meteo durante le osservazioni. La maggior parte degli asteroidi ruota con periodi compresi tra 6 e 12 ore perciò un paio di notti di misure, almeno durante l’inverno, sono sufficienti per determinare in maniera accurata il periodo. E’ opportuno però aggiungere una terza sessione a distanza di qualche giorno per ottenere una maggiore precisione.

Lo vedi l'asteroide in figura? Che forma ha?
Ciao

nino280 29-05-16 12:37

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Cambio rotta.
Questa mattina mi sono trovato per caso in un link, si chiama MATLAB
Ho intuito che dovrebbe fare cose eccezionali.
Impiego ben tre ore per scaricare una versione di prova di un mese.
Ecco come si presenta:
http://s33.postimg.org/9pyrekkrj/Mat_Lab.jpg

Il bello è (certo io sono veramente un tipo veramente molto divertente) NON SO USARLO:D:D
Ciao

Erasmus 29-05-16 16:15

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 779475)

Non ho capito ... due cose: :)
a) Perché, invece di mettere il link alla pagina che volevi farci vedere, di essa hai fatto una immagine; e invece di farci vedere qui (contestualmente) l'immagine che hai fabbricato e caricato su postimage.org/, ci mandi a vederla là (ossia: usi il tag "URL" invece del tag "IMG").
It's here (your image):


b) Perché sei andato a consultare quella pagina in inglese di MatLab invece di quella in italiano.
La pagina in italiano è questa qui:
––> MATLAB versione di prova gratuita per 30 giorni
Faccio anch'io l'immagine della pagina e la carico anch'io in postimage.org/ .
––––
:hello:

nino280 29-05-16 17:45

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Be la differenza è sostanziale fra la pagina che tu dici che io avrei dovuto postare e quella che ho postato.
La mia immagine è una immagine del programma già funzionante, ed infatti io ci ho anche scritto dentro facendo due piccoli calcoletti come vedi tanto per provarlo mi pare che era 5*5 e 5^2
Con la tua pagina (che dovrebbe essere una rappresentazione e mi pare d'averla anche notata nell'atto dell'iscrizione o del dowland) non ci faccio nulla.
Ciao

Erasmus 29-05-16 18:14

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 779302)
Quote:

astromauh
nino280, tu che browser usi per navigare?

E che ne so :D
Non so nemmeno che cosa è il bro quella cosa che dici tu.
Io navigo e basta.

Non capisco se fai apposta – e in tal caso che gusto ci trovi – a rispondere eludendo la domanda dell'interlocutore ... o se davvero sei così!

Mi sforzo di supporre che non fai apposta.
Allora hai bisogno di istruzioni elementari ... che io gentilmente ti offro gratuitamente.

Mentre usi un qualsiasi programma – (e siccome hai un sistema operativo della Microsoft presumo che vai in Internet con qualche versione di Internet Explorer) – il nome del programma (o "applicazione" per chi è in Apple) sta scritto nel menù principale. Mettiamo che sia Pinco Panco. Allora la prima voce del sotto-menù di PincoPanco è:
“Informazioni su PincoPanco"

Dai, nino280! Leggi sul tuo schermo con che cavolo di programma stai "navigando" in Internet. Porta là il cursore, scegli la prima riga ... e vedrai le informazioni del tuo "broswer". E allora potrai rispondere a tono ad astromauh, invece di rispondergli come se avessi bevuto troppo Chianti
[Ma da quando sei passato dal Grignolino al Chianti?]
–––––––––
Io sto ora "navigando" (evidentemente!)
In alto, nella prima linea orizzontale dello schermo di questo computer vedo a sinistra la "mela" della Apple; poi in grassetto la parola Safari poi – nell'ordine – le parole:

File Composizione Vista Cronologia Segnalibri Finestra Aiuto

Ma che sto a raccontarlele? Meglio se te le faccio vedere!

Eccole qua:


Adesso metto il cursore sulla parola Safari e scelgo la prima riga [del sotto-menu che si apre "in cascata"] la quale dice:
«Informazioni su Safari»
Allora mi si apre una finestrella ... che ti faccio vedere (dopo averla ingrandita perché è scritta in piccolo):

Ecco: se astromauh avesse chiesto a me: «Che browser usi per navigare? », sarei andato a leggere "Informazioni su Safari" e gli avrei risposto:
«Safari, versione 9.1.1».

Sono sicuro che avresti potuto fare analogamente!
–––
:hello:

Erasmus 29-05-16 18:28

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

nino280 (Scrivi 779499)
[...]Con la tua pagina [...] non ci faccio nulla.
Ciao

Ah! Perché noi, invece, con la tua immagine di una pagina del programma in funzione ci facciamo qualcosa di diverso dal solo vederla ...[faticando pure per leggerla]? :mmh:

Mi rassegno: non fai apposta, sei proprio così! :D
–––––
:hello:

nino280 29-05-16 19:18

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Boia Faus (già detto, devo trovare un'altra esclamazione)
Ma tu che cosa pretendevi, che tu potessi adoperare il programma che io ho scaricato attraverso io, attraverso me, il mio corpo, oppure per opera dello spirito santo. Sarò io che faccio il nesci ma tu arrangi pure:D
In quanto al safari se ti dico (no l'ho detto ad Asstromauh) che non so nulla è perché non so nulla. Se lo sapessi lo diressi.
Si ora che ci penso in alto alto ci sono una freccia grande bianca su sfondo blu tipo il cartello stradale del senso unico, poi una freccia più piccola, an vedi poi c'è una e barrata di giallo, deve essere quella cosa che dici tu e Astro, si deve essere il brons (non ricordo cosa viene dopo forse w) ma io non me ne sono mai occupato, e lì, che faccia quello che vuole:)
Ciao

nino280 29-05-16 19:31

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
https://www.google.it/search?q=inter...mCC30Q_AUIBygC

Tiè
Ok torno serio per un attimo.
In verità io sapevo benissimo di non avere Safari e di avere Internet Explorer, se non fosse stato così allora Erasmus aveva tutte le ragioni a domandarsi da dove sono sceso e da dove arrivo (da Laterza per chi non lo sapesse), ma quello che veramente non sapevo e questa volta mi dovete proprio credere, è che non sapevo che quelle due cose, cioè Safari ed Explorer si chiamavano BRONSWER.
Per cui quando Astromauh mi aveva chiesto: ma tu Nino che bronswer hai? Il rispondere non lo so, era giustificato.

Più sincero di così non posso.
Ciao

nino280 29-05-16 21:15

Re: Miscellanea (Scienze Varie)
 
Quote:

Erasmus (Scrivi 779492)

Ci stavo pensando.
Ricapitoliamo:
io vi ho confessato stamattina ( oramai vi dico tutte le mie mosse e vi tengo aggiornati giornalmente di tutte le mie mosse, non vi nascondo nulla) che ho scaricato un interessantissimo programma di matematica dal titolo "MatLab" e sono Felice no sono Onofrio:D che per una volta tanto in una sezione a sfondo matematico io arrivo addirittura a postare un link che in qualche modo ha a che fare con la matematica, ma che, dopo averlo scaricato ,non ho la minima idea da dove incominciare e come si adopera.
Li c'è scritto:
oltre un milione di ingegneri e scienziati adoperano Matlab . . . .
e quindi, io che c'entro? Non sono né ingegnere ne scenziato (so che si mette la i fra la c e la e) ma ogni tanto godo a meridionalizzarmi di più quanto lo sono già.
Ciao


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 20:10.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it