Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Primo Telescopio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=38)
-   -   Scelta telescopio (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=58590)

Pastakira 28-12-16 11:31

Scelta telescopio
 
Ciao a tutti, sono nuovo del forum, sono un semplice amatore ( neanche un neofita) in quanto il futuro mio mestiere non sarà in questo settore; sono diplomato al liceo scientifico e avevo iniziato questa scuola per poter diventare astronomo, tuttavia nel percorso scolastico rendendomi conto di non essere un genio in matematica ho lasciato perdere e ho cambiato strada.. ora sono laureato in cinema e la strada spero sarà quella. Tutta questa presentazione per dire che un minimo di competenza in materia ce l'ho non solo con il diploma scientifico, all'epoca infatti ho fatto molte letture a riguardo e già in quegli anni pensavo di comprare un telescopio, idea poi scemata per motivi economici e negli anni l idea é andAta nel dimenticatoio
. Questo Natale TUTTAVIA la mia ragazza ha risvegliato questa mia vecchia passione regalandomi un telescopio, un seben 700 che però ho prontamente fatto restituire in quanto di scarsissima qualità in più trattandosi di un riflettore era bisognoso di collimazione cosa che io assolutamente non so fare. Ora ne volevo prendere un altro. So bene che la qualità si paga cara e che con i 120 euro di badget non posso pretendere chissà che cosa. Tuttavia dato che esistono 20000 modelli e io non me ne intendo chiedo consiglio a voi dicendo quelle che sarebbero le mie preferenze x averne uno semplice da utilizzare non bisognoso di collimazione e manutenzione e meglio di un seben: sicuramente un rifrattore dato che lo userò sopratutto dal giardino e FINESTRE di casa, un qualcosa che faccia vedere almeno decentemente luna pianeta e che permetta anche un buon uso terrestre, non mi interessa per fare fotografie. Sul tipo di montatura non ne capisco invece mezza quindi mi faccio guidare da voi. So bene ripeto che con quella cifra non posso pretendere chissa cosa, ma per l uso che ne devp fare non voglio investire cifre che preferisco spendere in uno strumento profeasionale per quello che dovrebbe essere il mio mestiere.il mio é solo uno sfizio che mi é rimasto e voglio soddisfare.Attendo consigli. Grazie a chi risponderà.

Pastakira 28-12-16 16:52

Re: Scelta telescopio
 
Ovviamente i miei dubbi sono se prendere uno con il diametro più grande della lunghezza focale, più piccolo o alla pari, il tipo di montatura e ovviamente una marca più decente della seben.. ho messo 120 come budget però per dire se uno buono per dire a 160 va bene lo stesso.. purché non superi i 200

delo 28-12-16 17:35

Re: Scelta telescopio
 
Con meno di 150€ puoi trovare un piccolo rifrattore acromatico 60-80mm (scegli i modelli a medio-lungo fuoco, ex 80/900, 90/1000, etc...) abbinato a una rudimentale montatura; o, sempre abbinato alla medesima montatura, un riflettore Newton 114/900; oppure un binocolo 10*50.

Poichè le montature altazimutali in questa fascia sono di fatto una sorta di cavalletto fotografico, forse è preferibile optare per la montatura equatoriale, che con tubi lunghi consente un inseguimento più valido.

Questi strumenti possono, in linea di principio, essere impiegati anche per osservazioni terrestri; tuttavia la notevole lunghezza non li rende certo validi nel ruolo di "spotting scope" per osservare fauna selvatica (senza contare la scomodità della montatura equatoriale in questo tipo di osservazioni).

Arrivando ai fatidici 200€ puoi acquistare quello che per me è il miglior telescopio entro questa fascia di prezzo, il riflettore Newton Skywatcher Heritage 130/650.

Io ti suggerisco di ignorare la "fobia" della collimazione (hai già avuto esperienze in merito?in quali passaggi hai trovato le maggiori difficoltà?): le tue affermazioni riguardo il fatto che tale procedura interessi solamente i riflettori sono profondamente errate (tanto per dirne una, il Seben 700 ha lo specchio primario incollato...), probabilmente frutto di letture "mendaci"

Robb 28-12-16 17:44

Re: Scelta telescopio
 
Ciao e benvenuto!

Diverse cose giuste te le ha già dette Delo.

Ti straconsiglio anch'io di mettere da parte il discorso sulla collimazione, che all'inizio sembra sempre una chimera e dopo uno si rende conto che è una vaccata; il problema è che la gente si fissa su collimazioni maniacali quando invece per condurre osservazioni più che soddisfacenti basta averla normalmente in regola, cosa facilissima da ottenere con un nulla di pratica.

Un consiglio che mi sento di aggiungere è di dare un'occhiata anche nel mercato nell'usato (Astrosell oppure la sezione dell'usato dei vari negozi di materiale astronomico). Questo perché entro il budget di 200€ nell'usato si arriva a trovare anche il dobson Skywatcher 150/1200 che a quella cifra è uno strumento eccezionale per iniziare a divertirsi in visuale, avendo al contempo uno strumento stabile e con un discreto diametro.

Pastakira 28-12-16 17:46

Re: Scelta telescopio
 
Non ho mai fatto collimazione ne so come fare. Per quello optavo per un rifrattore. Delle montature invece sono completamente ignorante in materia

Pastakira 28-12-16 17:55

Re: Scelta telescopio
 
Qualcuno mi riesce a spiegare in base a cosa si sceglie la montatura e il rapporto tra diametro e lunghezza focale in modo da farmi un'idea vedendo i 200 modelli esistenti? Intanto grazie mille per le risposte

Robb 28-12-16 18:10

Re: Scelta telescopio
 
La considerazione "collimazione VS rifrattore" è più o meno questa: col budget che hai indicato, non c'è verso di ottenere una montatura stabile con sopra un rifrattore di ottima qualità; invece accettando la collimazione, puoi avere un dobson stabile e di ottima qualità. Dipende quanto uno si vuole "sforzare", anche se credimi che la collimazione è uno sforzo davvero piccolo.

Discorso diverso se osservi da un balcone stretto con magari una ringhiera alta, posto da cui il dobson è decisamente scomodo da usare. In quel caso meglio dotarsi di una montatura col treppiede e indirizzarsi su un rifrattore o un mak (in quest'ultimo caso però non ci si fa come budget).

Sul versante montatura, ce ne sono di vari tipi, ma la cosa più importante di tutte è che sia discretamente stabile!
Questo è un problema nei telescopi economici, che quasi sempre vengono venduti con montature totalmente sottodimensionate.
Le due tipologie principali di montature comunque sono quella equatoriale, sostanzialmente più indirizzata alla fotografia, e quella altazimutale, più indirizzata al visuale.
Una montatura altazimutale ti consente anche posizioni meno scomode per osservare all'oculare rispetto a una equatoriale, per cui se il tuo obiettivo è solo visuale mi orienterei su un'altazimutale.
Se cerchi questi due tipi di montature su internet comunque troverai una valanga d'informazioni a riguardo.

giovanni bruno 28-12-16 18:19

Re: Scelta telescopio
 
Il budget è drammaticamente basso per qualsiasi soluzione.

Il mio consiglio è di temporeggiare ed intanto accantonare almeno 250-300€, è la base minima per comprare qualcosa che non sia un giocattolo.

Con la cifra di 250-300€ ti puoi permettere un DOBSONCINO da 150/1200mm, di una qualità ottica e meccanica notevole.

Ti devi però dimenticare le osservazioni dalla finestra, che comunque non si fanno e ti devi dimenticare le osservazioni terrestri che è roba da binocolo.:hello:

delo 28-12-16 18:45

Re: Scelta telescopio
 
La montatura si sceglie in primo luogo in base alle disponibilità economiche, e in secondo luogo in base al peso e dimensione del tubo ottico da utilizzare.
I rifrattori "funzionano" egualmente bene con montature altazimutali o equatoriali alla tedesca, mentre io preferisco la montatura altazimutale con i riflettori Newton, almeno nelle fasce più basse del mercato.

Se hai in casa uno di quei piccoli atlanti tascabili del cielo, nel capitolo sugli strumenti troverai disegni che illustrano il funzionamento dei due principali tipi di montature amatoriali, la montatura altazimutale e la montatura equatoriale alla tedesca.

La lunghezza focale e l'apertura sono i due principali parametri ottici, e il rapporto focale ne è il quoziente; relativamente agli strumenti fin qui considerati (rifrattori acromatici "tipo Fraunhofer" e i riflettori Newton), un rapporto focale più alto garantisce un più semplice controllo delle aberrazioni, e una più semplice manutenzione, inclusa la collimazione.

Pastakira 28-12-16 20:03

Re: Scelta telescopio
 
Se invece il budget si alzasse fino a 400 un qualcosa di non complesso da utilizzare di buona qualità con le esigenze elencate sopra? Grazie a tutti comunque delle risposte.. siete gentilissimi anche con un ignorante in materia come me XD

delo 28-12-16 20:23

Re: Scelta telescopio
 
I telescopi sono "complessi" nella misura un cui l'utente vuole che siano complessi: i PC Windows hanno ancora da qualche parte la finestra per scrivere i comandi DOS, ma dubito che tale funzione venga impiegata molto spesso.
Idem la cella collimabile di un telescopio: c'è, è una bella cosa che ci sia, e nessuno ti costringerà mai ad avvalertene.

Con 400€ potresti acquistare un potente riflettore Newton 200/1200 in configurazione Dobson (ottimo per il cielo, ma per la mole e il tipo di montatura praticamente inutile per le osservazioni naturalistiche), o un rifrattore acromatico 100/1000 su eq3 (meno stabile e meno potente del precedente, altrettanto inutile per osservazioni naturalistiche); oppure un compatto Maksutov-Cassegrain 90/1250 e una montatura altazimutale AZ4 (valido per osservazioni naturalistiche, ma molto meno "potente" dei precedenti nelle osservazioni astronomiche).

Se vuoi puoi ampliare la scelta valutando anche la strumentazione usata: se non ti fidi a valutare le condizioni del tubo ottico potresti limitare questo canale all'acquisto della montatura (le montature manuali alt/az o equatoriali alla tedesca sono molto robuste, e di norma vengono cambiate non per usura ma per acquistare un modello più grande e/o performante)

Robb 28-12-16 20:31

Re: Scelta telescopio
 
Se t'interessa fare visuale e hai a disposizione un giradino (evita di osservare dalle finestre) la scelta più logica sarebbe un dobson.
Con 400€ orientativamente trovi un 200mm nuovo o un 250mm usato, che sono due diametri eccellenti per cominciare dato che possono darti soddisfazioni per anni e anni (io ho iniziato con un don 250mm e tornando indietro lo risceglierei nuovamente).
Il vantaggio è che ti ritroveresti una montatura super stabile che monti un un secondo, un'ottica molto buona e un rapporto prezzo/prestazioni elevatissimo.
Chiaramente dovrai imparare a puntare gli oggetti in cielo, anche se questo è pure divertente alla fine. Poi all'inizio imparerai a fare una collimazione grossolana al telescopio, dopo potrai via via affinarla. Ma tranquillo, ci siamo passati tutti, non è una cosa difficile.

Qualunque telescopio sceglierai di prendere, dovrai un minimo metterci la testa.
Anche la pastasciutta alla pomarola non si cucina da sola, ma basta veramente poco per farla.

Se hai grossi dubbi sul come gestiresti un telescopio, ti consiglio caldamente ti andarne a provare alcuni nell'associazione di astrofili più vicina a casa tua, se ne hai una alla portata.

Pastakira 29-12-16 01:11

Re: Scelta telescopio
 
Grazie dei consigli. Altra domanda: che costi di manutenzione richiedono questi telescopi?

giovanni bruno 29-12-16 06:40

Re: Scelta telescopio
 
I costi di manutenzione sono ZERO se prendi un DOBSON che non ha elettronica.

Come tutti i neofiti cerchi il telescopio OMNICOMPRENSIVO e questa cosa è normale ,ma purtroppo impossibile.

Un telescopio minimamente omnicomprensivo puo essere un MAK da 127mm, oppure un SCT da 127mm, con un diametro appena interessante, ma di qualità APOCROMATICA.

Se tu avessi pazienza a familiarizzarti con i termini tecnici dei telescopi potresti puntare ad un RIFRATTORE APO da 80/600mm usato, di sicuro assolutamente OMNICOMPRENSIVO, terrestre compreso e con una eccellente qualità di immagine e magari ad una montaturina AZ MANUALE sempre usata.

Questo tipo di telescopio non richiede ne taruture e ne manutenzioni, eccellente nel terrestre, capace di grandi campi sul cielo e mostra i pianeti molto piccoli, ma nitidissimi.

Inoltre, se un domani la passione cresce, l'80mm APO si riposizione ottimamente come complemento rispetto ad un DOBSON da 200-300mm, oppure ad un SCT da 200mm.

Ma ripeto, massima calma e massimo studio preliminare, comunque comprare usato permette anche di sbagliare scelta, perchè una eventuale rivendita sarebbe pressochè indolore.:hello:

Pastakira 29-12-16 15:45

Re: Scelta telescopio
 
http://www.astroshop.it/omegon-teles...b_bar_2_select


Questo dobson é così malvagio?

meta 29-12-16 15:55

Re: Scelta telescopio
 
Quote:

Pastakira (Scrivi 791669)

non è un dobson, anche se c'è scritto:). sarebbe un microdobson se avesse un tubo a schema newton. è invece un maksutov su una montatura altazimutale da tavolo.

detto questo, è enormemente più versatile e comodo di un dobson!
io prenderei un mak 90 solo tubo e un cavalletto fotografico. usandolo vedrò poi quello che mi serve.
http://www.trekportal.it/coelestis/s...ad.php?t=51011

Pastakira 29-12-16 16:39

Re: Scelta telescopio
 
Mi potete linkare qualche link di telescopi in vendita sempre restando sui 200 euro restando sempre nella semplicità di uso poca manutenzione con possibilità di astrofotografia uso planetario e terrestre? So che chiedo troppo.

Cocco Bill 29-12-16 17:19

Re: Scelta telescopio
 
È meglio innamorarsi di una donna bella, intelligente e ricca anziché di un mostro, cretino e senza un soldo. (Massimo Catalano).

delo 29-12-16 18:35

Re: Scelta telescopio
 
Se hai già la reflex puoi iniziare a fare foto del cielo senz'altro equipaggiamento (un cavalletto è consigliabile, ma non strettamente necessario): usa la focale più corta a tua disposizione, ISO medio-alti e tempi d'esposizione dai 5" in su.

La somma a tua disposizione preclude qualunque tentativo di astrofotografia convenzionale (il "minimo sindacale" per riprese a larghissimo campo è la montatura Skywatcher eq3, mentre il modello Skywatcher eq5 è il minimo che ti consiglio per sperare di effettuare fotografie attraverso un pur piccolo telescopio)

Riguardo all'utilizzo visuale, TUTTI i telescopi in linea di principio possono essere impiegati per ogni scopo. Ovviamente i telescopi con grande apertura non sono esattamente compatibili con le osservazioni naturalistiche (peso, dimensioni, ingrandimenti troppo elevati), ma è altrettanto ovvio che uno strumento con caratteristiche adatte ad essere un buon cannocchiale terrestre (piccolo, compatto, leggero) pagherà un prezzo molto elevato nelle applicazioni astronomiche a causa del piccolo diametro.

Riguardo alla "semplicità d'uso", questa è massima nei telescopi manuali (lo monti, lo punti e osservi): i modelli altazimutali sono più rapidi da allestire, i modelli equatoriali prendono qualche minuto in più nelle operazioni preliminari ma, se queste sono effettuate cum grano salis, possono ripagarti con un puntamento un poco più semplice, per quanto meno "intuitivo".

Riguardo alla manutenzione, nessun telescopio deve fare il tagliando; occorre solamente osservare una serie di precauzioni elementari e piuttosto generiche (non lanciarlo in terra, non conservarlo sotto il lavandino o in cantina tra i festoni di muffa, non pulire specchi e lenti con la carta vetrata, etc...).

Infine, il modello Skywtcher Heritage 130/650 è lo strumento più performante che tu possa portarti a casa nuovo con 200€.
La differenza rispetto al pur valido 90/1250 è molto grande, l'ingombro marginalmente superiore (il tubo si chiude a metà), ed è più comodo da usare anche con la robusta ma bassa montatura in dotazione (l'oculare è in cima al tubo, non dietro...).
Il 90/1250 ha come principale "vantaggio" la possibilità di essere impiegato per osservazioni naturalistiche, ma non con la montatura in dotazione, e un cavalletto fotografico completo di testa adeguata supera il tuo tetto di spesa

Pastakira 29-12-16 19:13

Re: Scelta telescopio
 
Grazie per la risposta
Semmai decidessi di andare su usati dove posso guardare per non rischiare di prendere inculata?

delo 29-12-16 21:27

Re: Scelta telescopio
 
I principali negozi (reali e virtuali) di materiale astronomico hanno di norma una sezione dedicata all'usato: non farai grandi affari, ma i prodotti sono quantomeno funzionanti.

L'unica alternativa è ispezionare di persona il prodotto, ma è ovvio come ciò implichi una discreta conoscenza quantomeno delle sue caratteristiche fondamentali.

Pastakira 29-12-16 23:39

Re: Scelta telescopio
 
http://www.astroshop.it/skywatcher-t...so-dob/p,33071


questo come vi sembra??? dalle caratteristiche sembra perfetto

Robb 30-12-16 00:05

Re: Scelta telescopio
 
Con la stessa identica cifra nel mercatino di Astrofili.org c'è in vendita un dobson Lightbridge da 200mm che ti spalanca un mondo completamente diverso rispetto al piccolo mak 90.

Robb 30-12-16 00:11

Re: Scelta telescopio
 
Ma poi Pastakira, da che zona d'Italia osservi? Vivi in città? Sei disposto a spostarti?

Pastakira 30-12-16 00:16

Re: Scelta telescopio
 
Quote:

Robb (Scrivi 791700)
Ma poi Pastakira, da che zona d'Italia osservi? Vivi in città? Sei disposto a spostarti?

io sono di Bologna città, il telescopio però lo lascerei dalla mia ragazza che vive in aperta campagna

Pastakira 30-12-16 00:18

Re: Scelta telescopio
 
il difficile per me è trovare un telescopio non eccessivamente caro in quanto per me sarebbe uno sfizio, una piccola passione che c'è sempre stata, ma non sarà mai il mio campo di lavoro, difficilmente si evolverà e rimarrà sempre una piccola passione, per quello non posso fare un investimento eccessivo

Cocco Bill 30-12-16 11:39

Re: Scelta telescopio
 
Volendo un rifrattore quel Celestron non è male. Purtroppo la montatura è anche troppo semplice, però è un telescopio ben usabile anche in terrestre. Se lo si regala a qualche ragazzo lo userà certamente anche per questo scopo.

Pastakira 30-12-16 18:07

Re: Scelta telescopio
 
https://www.amazon.it/Celestron-2106.../dp/B000MLL6QO

Perché qui lo stesso telescopio costa meno? Dove sta la fregatura?

giovanni bruno 30-12-16 19:01

Re: Scelta telescopio
 
Quel telescopio ha un buon tubo ottico,capace di convincenti prestazioni, ma la sua montatura è assolutamente di tipo terrestre.

Osservala bene, è una montatura ALTAZIMUTALE, la qual cosa è ottima, ma ha un difetto costuttivo grave, è gravemente eccentrica verso l'alto, ovvero il baricentro del tubo ottico si trova molto al di sopra del perno di rotazione di ALTEZZA.

Mentre tutte le montature AZ ,minimamente usabili, hanno il baricentro del tubo ottico che passa esattamente per il centro di rotazione di altezza.

Ne consegue che tale montatura non potrà mai reggere il tubo ottico con le frizioni aperte, perchè tenderebbe subito a cascare indietro.

Quindi si dovrà aprire la frizione, puntare il telescopio, serrare la frizione ed osservare per il tempo di transito, per poi riaprire la frizione spostare oltre il telescopio e così all'infinito.

Se per il terrestre va tutto bene, se per le basse-medie altezze, ci si arrangia benino, dai 60° ai 90° le cose si complicano parecchio perchè cresce sempre di più la leva al ribaltamento all'indietro del telescopio e ci vuole una mano ferma ed esperta per controllare tale tendenza.

Quindi nessuna fregatura per il prezzo più basso su AMAZON che è da cogliere, il rifrattore sarà sicuramente valido, ma sappi solo che la montatura sarà il vero problema.

Meglio saperlo prima che dopo.:hello:

Robb 30-12-16 21:57

Re: Scelta telescopio
 
Quoto Giovanni al 200%!!!

Io continuo a dire di mettere da parte le fisime sulla collimazione e di buttare l'occhio su un dobson.

E poi intorno Bologna sono certo che ci sia qualche associazione di astrofili in cui poter toccare con mano e provare con occhio tutti i tipi di telescopi :ok:

giovanni bruno 31-12-16 07:48

Re: Scelta telescopio
 
Grazie del QUOTE al 200%, ROBB, detto da un astrofilo serio ed esperto, mi ripaga delle amarezze infertomi.

Tu sei un laureato in MEDICINA e quindi ti viene naturale indagare a fondo una questione, per poi formulare una corretta diagnosi.

La forma MENTIS è sempre la stessa, sia per la medicina che per la meccanica, ovvero mai avere preconcetti , mai avere certezze assolute e sempre avere la mente pronta ad indagare e cercare soluzioni alternative globalmente migliori.

Che con quel budget la soluzione migliore è un DOBSON da 150/1200mm nuovo, oppure un DOBSON da 200/1200mm usato è nella logica delle cose.

Ma anche un rifrattore da 90/1000mm è di per se più che valido, limitatamente al suo modesto diametro.

Mai parlerei male di un rifrattore ad f11, ma quella montatura è davvero problematica, non solo perchè ha il cavalletto basso, ma soprattutto perchè è una AZ pesantemente ECCENTRICA verso l'alto.

Se il richiedente comprerà quel CELESTRON ed un giorno avrà per le mani la più scarsa delle AZ BARICENTRICHE, capirà da solo chi si è preoccupato di metterlo sull'avviso su un problema che esiste davvero ed è un problema che non passa da solo.:hello:

Cocco Bill 31-12-16 13:18

Re: Scelta telescopio
 
La destinazione del telescopio è molto importante. Perchè per un ragazzo un Dobson non è tanto indicato, non è fatto come lui se lo aspetta, ha parti che non si debbono toccare ed infine è inusabile in terrestre. Quest'ultima cosa è molto importante perchè di giorno lo vorrà usare sicuramente. Il discorso sulle montature è giusto, purtroppo alternative ce ne sono poche, le equatoriali super economiche sono da tremarella continua. Almeno quella altoazimutale è semplice e vibra poco per quello che costa. Certo, per osservare allo zenith è poco indicata, ma il tubo è leggero e le frizioni che ci sono non dovrebbero lavorare male dato che sono su ampie superfici.

Robb 31-12-16 15:31

Re: Scelta telescopio
 
Un rifrattorino è sempre divertente, e se ha un rapporto focale non troppo sparato anche un acromatico può dare bei risultati.
Io ho avuto un sessantino su montatura altazimutale oscena quando ero a Parigi, lo presi per fare divulgazione a giro là, poi non lo portai in Italia perché non avevo spazio: l'ottica non era nemmeno così penosa per quanto la pagai (una cosa tipo 40€ spedito dall'Arizona), ma la montatura lo rendeva davvero difficilmente utilizzabile perché traballava come un budino e l'immagine all'oculare non stava ferma nemmeno se ce la incollavi con l'attak.
Però per iniziare a divertirsi può pure non andare malaccio.

Questo ero io diversi anni fa dal Lungo Senna, telescopio e cioccolata :D -> FOTO

giovanni bruno 31-12-16 16:46

Re: Scelta telescopio
 
ROBB che tenerezza e quanti ricordi mi ha procurato la tua bella foto, con un telescopietto simile che fu il mio primo strumento.

Era un CAEVA made in JAPAN 60/700mm e l'ottica era addirittura ottima, ma proprio quel cavallettino mi fece disperare.

Ci ricascai molti lustri dopo con ciò che allora era il meglio sulla piazza ed anche a carissimo prezzo.

Parlo del VIXEN 102M su montatura GP e relativo cavallettino in alluminio.

Nonostante avessi speso la follia di 3.700.000 lire.

Buono il rifrattore, buona la montatura, il tutto tradito da un cavallettino osceno.

Ecco perchè metto sempre in guardia verso una montatura inadeguata, ne ho passate di cotte e di crude

Alla fine le montature AZ GRANITICHE me le sono fatte da solo ,accrocchiando dei semilavorati vari, orribili a vedersi, ma di una robustezza eccellente.:hello:

Robb 01-01-17 09:30

Re: Scelta telescopio
 
Si, anch'io all'inizio davo scarsa importanza alla montatura e mi concentravo quasi esclusivamente sull'ottica.

Quel sessantino mi ha brutalmente convinto dell'importanza strategica di una buona montatura.

Il problema della stabilità si pone soprattutto quando vuoi un setup che sia anche leggero e facilmente trasportabile, poiché leggerezza e stabilità sono due concetti tendenzialmente inversamente proporzionali.

Questo è valido anche sul dobson, che nasce piuttosto stabile già di suo, ma deve fare i conti anch'esso con la stabilità quando si va sui modelli ultracompatti, che spesso pagano un tempo di smorzamento delle vibrazioni lunghetto.

Poi è soggettivo, per me per esempio un tempo di smorzamento superiore a 1 secondo lo considero già lunghetto, sopra i 2 secondi lungo al limite, sopra i 3 secondi va cambiato qualcosa sennò mi innervosisco.

Inizialmenrte il mio setup leggero costituito dalla Nexstar SE 6-8" (ex proprio di Giovanni) con sopra il C8 aveva tempi di smorzamento mostruosi, nell'ordine dei 10 secondi, una roba da non provare nemmeno a osservare. Con vari accorgimenti questo tempo l'ho abbassato intorno ai 3 secondi, per me ancora troppo alto. La motorizzazione al focheggiatore però ha ridotto a zero le vibrazioni provocate dal tocco manuale del focheggiatore, per cui ora l'unica cosa che può disturbare le osservazioni è il vento.

E buon anno!!! :hello:


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 18:21.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it