Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Primo Telescopio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=38)
-   -   Scelta telescopio (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=58590)

delo 28-12-16 19:23

Re: Scelta telescopio
 
I telescopi sono "complessi" nella misura un cui l'utente vuole che siano complessi: i PC Windows hanno ancora da qualche parte la finestra per scrivere i comandi DOS, ma dubito che tale funzione venga impiegata molto spesso.
Idem la cella collimabile di un telescopio: c'è, è una bella cosa che ci sia, e nessuno ti costringerà mai ad avvalertene.

Con 400€ potresti acquistare un potente riflettore Newton 200/1200 in configurazione Dobson (ottimo per il cielo, ma per la mole e il tipo di montatura praticamente inutile per le osservazioni naturalistiche), o un rifrattore acromatico 100/1000 su eq3 (meno stabile e meno potente del precedente, altrettanto inutile per osservazioni naturalistiche); oppure un compatto Maksutov-Cassegrain 90/1250 e una montatura altazimutale AZ4 (valido per osservazioni naturalistiche, ma molto meno "potente" dei precedenti nelle osservazioni astronomiche).

Se vuoi puoi ampliare la scelta valutando anche la strumentazione usata: se non ti fidi a valutare le condizioni del tubo ottico potresti limitare questo canale all'acquisto della montatura (le montature manuali alt/az o equatoriali alla tedesca sono molto robuste, e di norma vengono cambiate non per usura ma per acquistare un modello più grande e/o performante)

Robb 28-12-16 19:31

Re: Scelta telescopio
 
Se t'interessa fare visuale e hai a disposizione un giradino (evita di osservare dalle finestre) la scelta più logica sarebbe un dobson.
Con 400€ orientativamente trovi un 200mm nuovo o un 250mm usato, che sono due diametri eccellenti per cominciare dato che possono darti soddisfazioni per anni e anni (io ho iniziato con un don 250mm e tornando indietro lo risceglierei nuovamente).
Il vantaggio è che ti ritroveresti una montatura super stabile che monti un un secondo, un'ottica molto buona e un rapporto prezzo/prestazioni elevatissimo.
Chiaramente dovrai imparare a puntare gli oggetti in cielo, anche se questo è pure divertente alla fine. Poi all'inizio imparerai a fare una collimazione grossolana al telescopio, dopo potrai via via affinarla. Ma tranquillo, ci siamo passati tutti, non è una cosa difficile.

Qualunque telescopio sceglierai di prendere, dovrai un minimo metterci la testa.
Anche la pastasciutta alla pomarola non si cucina da sola, ma basta veramente poco per farla.

Se hai grossi dubbi sul come gestiresti un telescopio, ti consiglio caldamente ti andarne a provare alcuni nell'associazione di astrofili più vicina a casa tua, se ne hai una alla portata.

Pastakira 29-12-16 00:11

Re: Scelta telescopio
 
Grazie dei consigli. Altra domanda: che costi di manutenzione richiedono questi telescopi?

giovanni bruno 29-12-16 05:40

Re: Scelta telescopio
 
I costi di manutenzione sono ZERO se prendi un DOBSON che non ha elettronica.

Come tutti i neofiti cerchi il telescopio OMNICOMPRENSIVO e questa cosa è normale ,ma purtroppo impossibile.

Un telescopio minimamente omnicomprensivo puo essere un MAK da 127mm, oppure un SCT da 127mm, con un diametro appena interessante, ma di qualità APOCROMATICA.

Se tu avessi pazienza a familiarizzarti con i termini tecnici dei telescopi potresti puntare ad un RIFRATTORE APO da 80/600mm usato, di sicuro assolutamente OMNICOMPRENSIVO, terrestre compreso e con una eccellente qualità di immagine e magari ad una montaturina AZ MANUALE sempre usata.

Questo tipo di telescopio non richiede ne taruture e ne manutenzioni, eccellente nel terrestre, capace di grandi campi sul cielo e mostra i pianeti molto piccoli, ma nitidissimi.

Inoltre, se un domani la passione cresce, l'80mm APO si riposizione ottimamente come complemento rispetto ad un DOBSON da 200-300mm, oppure ad un SCT da 200mm.

Ma ripeto, massima calma e massimo studio preliminare, comunque comprare usato permette anche di sbagliare scelta, perchè una eventuale rivendita sarebbe pressochè indolore.:hello:

Pastakira 29-12-16 14:45

Re: Scelta telescopio
 
http://www.astroshop.it/omegon-teles...b_bar_2_select


Questo dobson é così malvagio?

meta 29-12-16 14:55

Re: Scelta telescopio
 
Quote:

Pastakira (Scrivi 791669)

non è un dobson, anche se c'è scritto:). sarebbe un microdobson se avesse un tubo a schema newton. è invece un maksutov su una montatura altazimutale da tavolo.

detto questo, è enormemente più versatile e comodo di un dobson!
io prenderei un mak 90 solo tubo e un cavalletto fotografico. usandolo vedrò poi quello che mi serve.
http://www.trekportal.it/coelestis/s...ad.php?t=51011

Pastakira 29-12-16 15:39

Re: Scelta telescopio
 
Mi potete linkare qualche link di telescopi in vendita sempre restando sui 200 euro restando sempre nella semplicità di uso poca manutenzione con possibilità di astrofotografia uso planetario e terrestre? So che chiedo troppo.

Cocco Bill 29-12-16 16:19

Re: Scelta telescopio
 
È meglio innamorarsi di una donna bella, intelligente e ricca anziché di un mostro, cretino e senza un soldo. (Massimo Catalano).

delo 29-12-16 17:35

Re: Scelta telescopio
 
Se hai già la reflex puoi iniziare a fare foto del cielo senz'altro equipaggiamento (un cavalletto è consigliabile, ma non strettamente necessario): usa la focale più corta a tua disposizione, ISO medio-alti e tempi d'esposizione dai 5" in su.

La somma a tua disposizione preclude qualunque tentativo di astrofotografia convenzionale (il "minimo sindacale" per riprese a larghissimo campo è la montatura Skywatcher eq3, mentre il modello Skywatcher eq5 è il minimo che ti consiglio per sperare di effettuare fotografie attraverso un pur piccolo telescopio)

Riguardo all'utilizzo visuale, TUTTI i telescopi in linea di principio possono essere impiegati per ogni scopo. Ovviamente i telescopi con grande apertura non sono esattamente compatibili con le osservazioni naturalistiche (peso, dimensioni, ingrandimenti troppo elevati), ma è altrettanto ovvio che uno strumento con caratteristiche adatte ad essere un buon cannocchiale terrestre (piccolo, compatto, leggero) pagherà un prezzo molto elevato nelle applicazioni astronomiche a causa del piccolo diametro.

Riguardo alla "semplicità d'uso", questa è massima nei telescopi manuali (lo monti, lo punti e osservi): i modelli altazimutali sono più rapidi da allestire, i modelli equatoriali prendono qualche minuto in più nelle operazioni preliminari ma, se queste sono effettuate cum grano salis, possono ripagarti con un puntamento un poco più semplice, per quanto meno "intuitivo".

Riguardo alla manutenzione, nessun telescopio deve fare il tagliando; occorre solamente osservare una serie di precauzioni elementari e piuttosto generiche (non lanciarlo in terra, non conservarlo sotto il lavandino o in cantina tra i festoni di muffa, non pulire specchi e lenti con la carta vetrata, etc...).

Infine, il modello Skywtcher Heritage 130/650 è lo strumento più performante che tu possa portarti a casa nuovo con 200€.
La differenza rispetto al pur valido 90/1250 è molto grande, l'ingombro marginalmente superiore (il tubo si chiude a metà), ed è più comodo da usare anche con la robusta ma bassa montatura in dotazione (l'oculare è in cima al tubo, non dietro...).
Il 90/1250 ha come principale "vantaggio" la possibilità di essere impiegato per osservazioni naturalistiche, ma non con la montatura in dotazione, e un cavalletto fotografico completo di testa adeguata supera il tuo tetto di spesa

Pastakira 29-12-16 18:13

Re: Scelta telescopio
 
Grazie per la risposta
Semmai decidessi di andare su usati dove posso guardare per non rischiare di prendere inculata?


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 00:14.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it