Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Mini-Bot: inizio della fine? (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=60147)

f16006a 02-06-19 10:52

Mini-Bot: inizio della fine?
 
Tralasciando il voto delle opposizioni... che ne pensate? Direi che è il primo grande passo verso l'uscita dall'euro.

argaiv 02-06-19 11:25

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Leggendo il titolo pensavo fosse stato inventato un nuovo robot miniaturizzato in grado di annientare l'umanità...



Poi ho capito che ti riferisci a questo:
https://www.ilsole24ore.com/art/noti...l?uuid=ACfYwyK


Debbo dire che mini-bond come è scritto nell'indirizzo dell'articolo è più chiaro di mini-bot

meta 02-06-19 22:18

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
francesco lippi è un "professorone", come direbbe il capitone padano, però molto chiaro.
https://www.ilfoglio.it/economia/201...monete-204897/


nello specifico, è lecito sospettare molto di peggio...l'inequivocabile segno della fine sarebbe iniziare discutere di limiti alla circolazione di capitali e di prestiti forzosi. si finirebbe subito con le file ai bancomat che erogano 20e al giorno max.
http://2.bp.blogspot.com/-R1akC5eF92...l-bancomat.jpg

aspesi 03-06-19 07:58

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
l’illusione di stampare moneta parallela per accrescere il potere d’acquisto dei cittadini si fonda su una scarsa comprensione ... dell’economia monetaria (ignorare che aumenti massicci dell’offerta di moneta creano inflazione).
:spaf:

Semplicistico, smentito anche dalle recenti vicende e situazioni economiche mondiali.
L'immissione di quantità ecorme di moneta nei circuiti mondiali con vari provvedimenti da parte di Cina, Trump e poi anche Draghi ha prodotto effetti scarsi o nulli sull'andamento immediato e a termine medio-breve sull'inflazione.
L'inflazione dipende dalla domanda di beni e servizi ed è multifattore.

Nelle teorie economiche ortodosse (quelle neoclassiche e marginaliste), la moneta è poco rilevante, un mero strumento tecnico che facilita lo scambio economico. Quest’ultimo, però, trova la sua ragion d’essere nel famoso equilibrio fra domanda ed offerta di beni e servizi.
Il concetto di equilibrio è il totem intoccabile delle teorie economiche attuali.
E' ora di rendersi conto che lo scambio economico, nel mondo reale, non avviene in modo simultaneo, e quindi è proprio la creazione di moneta da parte del sistema bancario, attraverso il credito, il momento chiave del processo economico capitalista, il suo stesso inizio con la formazione successiva dei cicli economici (espansione-recessione, boom-fallimenti)

meta 03-06-19 08:29

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
aspesi smentisce lippi, buono a sapersi.
in questo scontro impari, mi limito ad osservare che da noi 40 anni almeno di spesa pubblica in deficit, la cura cioè proposta ora per tutti mali compresa la calvizie, avrebbero dovuto portarci a una crescita economica esplosiva, o almeno superiore a quella di altri stati comparabili che, stolti!!!, hanno seguito invece politiche più prudenti.
così non è stato. noi, e solo noi, cresciamo meno degli altri in fasi espansive e però:spaf: caliamo maggirmente in recessione. le cause paiono allora non essere monetarie ma semmai di politica fiscale. ricordo che per politica fiscale si intendono non solo le tasse ma anche la spesa pubblica.

aggiungo una mia curiosità: se l'inflazione è per te multifattoriale, cosa ti fa pensare che la crescita economica, un fenomeno enormememnte più complesso, sia invece Dipendente dall'unica variabile della massa monetaria?

meta 03-06-19 08:39

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
se la creazione di moneta produce ricchezza, non ci sarebbe mai inflazione e tutti gli stati che la stampano potrebbero anzi essere ricchi a piacere.
la libertà di stampare e/o spendere a debito piace invece moltissimo ai governanti di turno, che ci vedono un fenomenale mezzo di mantenimento del potere, potendo fare una campagna elettorale permanente con la spesa pubblica.

argaiv 03-06-19 08:50

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Ma Meta e Aspesi, avete mai pensato, anche solo per un istante, che la realtà potrebbe stare in mezzo? :mmh:

meta 03-06-19 08:55

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
a metà, come bere solo mezza dose di veleno? è quello che è stato fatto finora. incurante dei malesseri già provocati, adesso si vuole la dose intera. infatti al governo tramano per lo shock monetario.

aspesi 03-06-19 10:20

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831785)
che da noi 40 anni almeno di spesa pubblica in deficit, la cura cioè proposta ora per tutti mali compresa la calvizie, avrebbero dovuto portarci a una crescita economica esplosiva, o almeno superiore a quella di altri stati comparabili che, stolti!!!, hanno seguito invece politiche più prudenti.

In Italia nel secolo scorso era proprio così. Crescita superiore a quella degli altri stati simili.
Da 20 anni non più, e il disavanzo (escludendo gli interessi sul debito, la cui entità, come ho più volte detto, dipende da regole sciocche e suicide) è sempre stato inferiore a quello degli altri, che sono cresciuti di più e l'opinione pubblica, guardando solo il dato finale, li ritiene stoltamente più sobri e bravi.

--------
Non ho mai detto, nè lo penso minimamente, che la crescita economica dipende solo dalla massa monetaria. Sono altri invece che sostengono che non influisce minimamente.

meta 03-06-19 10:27

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

aspesi (Scrivi 831796)
Non ho mai detto, nè lo penso minimamente, che la crescita economica dipende solo dalla massa monetaria. Sono altri invece che sostengono che non influisce minimamente.

non girare la frittata. tu proponi sempre e solo rimedi monetari, più o meno fantasiosi.

f16006a 03-06-19 13:18

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Stampare nuova moneta (dal nulla) e metterla in circolazione (supponendo di distribuirla in modo equo, mantenendo costanti le tasse) ha, per i cittadini, lo stesso effetto di diminuire le tasse (in modo equo). Su questo mi pare non ci siano dubbi.

Per uno stato a moneta sovrana, invece, non è la stessa cosa. Se diminuisce le tasse, diminuiscono le entrate, e non riuscirà più a fare fronte alla spesa a meno di non spendere di meno. Ma spendere di meno significa (o dovrebbe significare) diminuire stipendi/pensioni/servizi che contribuiscono al benessere collettivo. Quindi, mi pare "si trovi obbligato" a creare nuova moneta.

E' evidente che la moneta non rappresenti una ricchezza, così come è evidente che aumentare la moneta crei inflazione. Ha ragione l'autore del post pubblicato da meta.
Se dividiamo la popolazione in un insieme A e un insieme B, ognuno dei quali ha a disposizione 50 crediti (100 crediti totali circolanti) e, ad un certo punto, lo stato decida di raddoppiare la liquidità totale (100 -> 200) ma di regalarla solo al sottoinsieme A, ci ritroveremmo ad avere un potere di acquisto COMPLESSIVO identico a prima (è raddoppiata la moneta, senza un reale raddoppio di offerta di beni/servizi, creando un raddoppio dei prezzi), ma l'insieme A si ritroverebbe ad avare il triplo della liquidità iniziale (150, avendo aumentato di un fattore 1.5 il suo potere d'acquisto) mentre l'insieme A la stessa liquidità iniziale, dimezzando il potere d'acquisto.

Tuttavia, a me sembra anche evidente come l'inflazione crei uno spontaneo aumento dei consumi (a danno dei risparmi): se domani i miei risparmi valgono meno di ieri, perché non spenderli per qualcosa che mi serve, o investirli in qualcosa di reale? Domanda -> offerta -> lavoro, che mi pare tutti concordiamo che sia un bene.

Viceversa, la deflazione crea una contrazione: perchè comprare una cosa oggi, quando domani mi costa meno? Questo riduce la domanda -> riduce lavoro -> che riduce gli acquisti -> che crea ulteriore deflazione.

Come uscire da quest'ultima situazione se non creando nuova liquidità dal nulla? Questa deve servire soltanto per dare una spinta iniziale in situazione di crisi.
Un po come un motorino di avviamento, che prende un po di energia dalla batteria, e la usa per avviare il motore, che è in grado di autosostentarsi (e anche ricaricare la batteria). Certo, senza benzina (ovvero produzione di ricchezza reale con il lavoro) la batteria (i soldi stampati dal nulla) si esaurisce ben presto. Ma questo è un altro discorso.

Cosa c'è di sbagliato in questo ragionamento?

Grazie,
Mirco.

PS: spero sia evidente, dal mio discorso, che non ritengo sufficiente stampare tanta moneta per fare andare bene le cose. Io parlo solo di spinta iniziale. Altra analogia, per farmi capire: un incrocio a X, in cui dare la precedenza a destra. Se 4 macchine si trovano contemporaneamente, a dover dare la precedenza a destra, si rimane bloccati. Serve un vigile, che privilegi una delle quattro macchine, fornendogli la precedenza. A quel punto, il sistema si risolve da solo.

PPS: penso che il mio ragionamento possa essere sintetizzato in questo modo: lo stato, stampando più denaro dal nulla, crea deliberatamente inflazione, che spinge i consumatori a far fondo al proprio risparmio privato, riaccendendo l'economia.

meta 03-06-19 14:12

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831803)
....
Un po come un motorino di avviamento, che prende un po di energia dalla batteria, e la usa per avviare il motore, che è in grado di autosostentarsi (e anche ricaricare la batteria). Certo, senza benzina (ovvero produzione di ricchezza reale con il lavoro) la batteria (i soldi stampati dal nulla) si esaurisce ben presto. Ma questo è un altro discorso.

Cosa c'è di sbagliato in questo ragionamento?

Grazie,
Mirco.

un po' tutto:).
la tua metafora cade se il motore non riparte e allora si percorrono pochi metri con la marcia ingranata, ma a scapito della batteria, cioè si bruciano i risparmi degli italiani. io non insisterei oltre con la chiave di avviamento e solleverei il cofano.

l'errore più grave è cmq la sottintesa concezione statica e deterministica dell'economia; c'è un motore di provenienza misteriosa, però dal funzionamento noto e di una potenza precisa, che le amministrazioni pubbliche, le banche centrali e i governi conoscono meglio di chiunque altro e che dovrebbero controllare e guidare nei consumi e nel rendimento.
amen, crisi ricorrenti diventano subito inspiegabili se non con complotti giudaico-massonici etc.

per rimanere sul leggero, ripropongo un video musicale sull'argomento:eek: di fenomenale qualità e sottotitolato in italiano.
https://www.youtube.com/watch?v=jnnwT82JpnQ

f16006a 03-06-19 14:15

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831806)
un po' tutto:).
l'errore più grave è cmq la sottintesa concezione statica e deterministica dell'economia;

Beh spero che qualcosa di deterministico esista, altrimenti non potrebbe esistere in quanto a disciplina pseudo-pseudo-pseudo-logica/matematica :)

Comunque sono consapevole di quanto semplicistico sia il mio ragionamento (come battuta, ma neanche troppo, ho imparato a considerare irrisolvibile qualunque cosa vada oltre il moto armonico e un sistema a due corpi con forza centrale ;))

meta 03-06-19 14:33

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
come scienza, non è pseudo-qualchecosa. lavora però su atomi che interagiscono con leggi mutevoli nel tempo, cosa che in fisica non accade (il magnetismo di oggi è lo stesso degli antichi romani:)) e che pure propone un gran numero di problemi non deterministici. è una fisica al quadrato:eek:

f16006a 03-06-19 15:34

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831810)
come scienza, non è pseudo-qualchecosa

Non credo che rientri nella definizione di scienza. Da wikipedia:

Per scienza si intende un sistema di conoscenze ottenute attraverso un'attività di ricerca prevalentemente organizzata e con procedimenti metodici e rigorosi (il metodo scientifico), avente lo scopo di giungere, attraverso dei test sperimentali, a una descrizione verosimile e con carattere predittivo, della realtà e delle leggi che regolano l'occorrenza dei fenomeni.

Test sperimentali e predittività... :D:D:D

Forse la psicostoria di Hari Seldon? ;)

meta 03-06-19 15:43

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831811)
...
Test sperimentali e predittività


vexata quaestio.
1) i test ripetibili e predicibili ci sono eccome, ma non a larga scala. in certi ambiti ristretti, con certe condizioni tantissimi risultati notevoli vengono dimostrati.
2)anche la geologia o la metereologia non sono in grado di fare esperimenti e previsioni alla scala che ci interessa, ma a loro la patente di scientificità non è negata.


chi si impalca a dire che è prevalentemente una scienza sociale, in realtà vuole elevare la propria ignoranza al livello di chi ha studiato. salvini vuole valere come i professoroni. se ti guardi il video, non è che chi nega la validità degli astratti e fallaci modelli keinesiani, poi si rifugi nell'irrazionale. in realtà usano poi molta più matematica loro di keynes, però con meno pretese.

Valerio Ricciardi 03-06-19 18:24

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831806)
ripropongo un video musicale sull'argomento:eek: di fenomenale qualità e sottotitolato in italiano.
https://www.youtube.com/watch?v=jnnwT82JpnQ

Quale potrebbe essere il motivo per cui solo io non vedo sottotitoli di sorta??

aspesi 03-06-19 18:58

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831803)
Se diminuisce le tasse, diminuiscono le entrate, e non riuscirà più a fare fronte alla spesa a meno di non spendere di meno.

Non è detto.
https://it.wikipedia.org/wiki/Curva_di_Laffer

L'aumento delle tasse in Italia, di cinque punti superiore alla media europea secondo molti commentatori ha portato ad una diminuzione dei consumi e ad una corrispondente diminuzione dell'introito fiscale.

Quote:

f16006a (Scrivi 831803)
... è evidente che aumentare la moneta crei inflazione.

Non è detto e comunque solo sul lungo periodo (anche molti anni dopo).
Guarda quello che è successo ad es. in America e anche in Europa con il QE.

Se il 2% è un valore di inflazione annua che potrebbe considerarsi ottimale (per incentivare consumi, investimenti e crescita), l'Italia negli ultimi anni, nonostante il LTRO di Draghi, ha registrato un debito di inflazione di almeno il 5%.

aspesi 03-06-19 19:05

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

Valerio Ricciardi (Scrivi 831819)
Quale potrebbe essere il motivo per cui solo io non vedo sottotitoli di sorta??

Devi attivarli premendo la prima icona (che precede le impostazioni del video)

Valerio Ricciardi 03-06-19 20:04

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Funziona perfettamente, grazie.

Mizarino 03-06-19 20:11

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Comunque i minibond emessi in Euro avranno pressappoco il potere di acquisto di questi:




:D

f16006a 03-06-19 22:03

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Se lo Stato li accetta come pagamento per le tasse, è probabile che valgono qualcosina in più.

f16006a 03-06-19 22:04

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Se lo Stato li accetta come pagamento per le tasse, è probabile che valgono qualcosina in più.

Ma quando organizziamo una pizzata tutti assieme per litigare di persona su queste cose?

meta 03-06-19 22:26

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
coi mini bot, i debiti commerciali dello stato, oggi non contabilizzati perchè supposti certi e a brevissima scadenza, andrebbero ad aumentare il già immane debito pubblico, visto che sarebbero pagati con emissione di nuovi titoli, di durata almenio biennale si suppone.
è ovvio allora che lo scopo sia un altro, cioè immettere in circolazione a qualiunque prezzo un surrogato di cartamoneta che, in caso uscita dall'euro, permetta ancora un minimo di scambi economici.
infatti in quel caso e nell caos conseguente, tutti gli euro posseduti fisicamente verrebbero all'istante tesaurizzati, cioè ben nascosti perchè unici pezzi di carta di valore certo.

meta 03-06-19 22:36

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831832)

Ma quando organizziamo una pizzata tutti assieme per litigare di persona su queste cose?


siamo male assortiti, anche per età ma soprattutto per cattivo carattere, a cominciare da me.
grazie del pensiero amichevole.:)

meta 03-06-19 22:41

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831831)
Se lo Stato li accetta come pagamento per le tasse, è probabile che valgono qualcosina in più.


ma che generosità! quello che viene pudicamente omesso:D è che sarebbero imposti a quei malcapitati che hanno crediti verso lo stato. senza imposizione, nessuno li accetterebbe mai.

Valerio Ricciardi 04-06-19 06:46

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831837)
è ovvio allora che lo scopo sia un altro, cioè immettere in circolazione a qualunque prezzo un surrogato di cartamoneta che, in caso uscita dall'euro, permetta ancora un minimo di scambi economici.
Infatti in quel caso e nel caos conseguente, tutti gli euro posseduti fisicamente verrebbero all'istante tesaurizzati, cioè ben nascosti perché unici pezzi di carta di valore certo.

Non so se ci sia realmente quello scopo recondito; ma che verrebbero subito imbottiti i materassi di tutti i possibili bei biglietti di "veri euro" cercando di rifilare a chicchessia i MiniBoT è poco ma sicuro.

Per decenni, peraltro, in una quantità di economie con moneta debole e velocemente inflazionata, specie in Africa e centro-sud America, i privati cercavano di tener da parte nascosto un gruzzoletto in dollari, che arrivavano coi turisti, e di pagare pane latte benzina con ...la pizza di fango del Camerun.

L'ambizione a poter avere riserve private di dollari portava peraltro al doppio cambio fra moneta locale e dollaro USA, ben diverso fra ufficiale e nero. Chiunque sia stato turista in Russia è stato sistematicamente avvicinato, già verso la fine degli anni '60, da russi e russe che proponevano di cambiare dollari con rubli a un cambio vantaggiosissimo (per il turista), con la scusa che "certi generi di consumo come il rasoio elettrico si trovavano facilmente solo nei negozi per occidentali" in cui si doveva pagare in valuta estera, dollari marchi o franchi.

I governanti che volessero rifilarci questa nuova sòla potrebbero peraltro ricorrere a un escamotage cui ricorsero le banche italiane (private) per lucrare belle somme a partire da circa la fine del '75: i mitici miniassegni, che quelli della mia generazione ancora ricordano, erano stampati apparentemente con cura per evitare falsificazioni (capirai...) ma su carta di qualità infima, giustificata dal valore nominale bassissimo fra le 50 e le 350 lire; in tasca, in mezzo ai foglietti, mischiati ai biglietti del tram si rovinavano così rapidamente che molti andarono distrutti, e quindi quel c he le banche erano in teoria costrette ed obbligate a fare - cambiarli con denaro contante se richieste - veniva aggirato dal deperimento fisico del pezzo di carta su cui era stampato titolo.

Potrebbe così sparire un po' di debito pubblico: prima lo rifili alle imprese dando loro dei pagherò al posto dei soldi, poi sacchi sacchi e sacchi di questi pezzacci di carta finirebbero al macero... il debito pubblico resterebbe tal quale ma lo Stato risparmierebbe molto sui lavori pubblici, perché finanziato dalle imprese costrette a lavorare... pagate con assegni della Banca di Paperopoli.

Quante vorrebbero poi lavorare per appalti pubblici, è un mistero. Alla faccia dello sbloccacantieri...

Salini, Impregilo, Italcondotte preferirebbero... ritinteggiare la cucina della signora Giuseppina durante il fine settimana piuttosto che fare un cavalcavia per l'ANAS. :D

Valerio Ricciardi 04-06-19 06:48

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831832)
Se lo Stato li accetta come pagamento per le tasse, è probabile che valgono qualcosina in più.

Basta poter pagare le tasse scalando i crediti che hai con lo Stato e ottieni lo stesso risultato senza farci far la fine del Venezuela...

Mizarino 04-06-19 07:34

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Scusate, ho un OT tecnico:

Al post #21 avevo inserito (tramite Postimage) l'immagine di 4 miniassegni degli anni '70.
Sul PC la vedo. Sullo smartphone no.
Un'altra immagine, nella sezione Rudi Matematici, bar Nino, la vedo con entrambi i dispositivi.

Succede anche a voi, e qual è l'inghippo?

meta 04-06-19 08:42

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

Valerio Ricciardi (Scrivi 831844)
Basta poter pagare le tasse scalando i crediti che hai con lo Stato e ottieni lo stesso risultato senza farci far la fine del Venezuela...


sì, in sostanza. lo scopo vero allora è avere in circolo altra carta stampabile a piacere.

Valerio Ricciardi 04-06-19 08:49

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 831845)
Al post #21 avevo inserito (tramite Postimage) l'immagine di 4 miniassegni degli anni '70. Sul PC la vedo. Sullo smartphone no.

Io non l'ho vista affatto, ma mi collego solo col PC.
Altrimenti (si sarà capito...) non avrei citato anch'io i miniassegni come se nessuno vi avesse fatto riferimento prima....

Mizarino 04-06-19 08:57

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Forse ho scoperto la natura del problema: al momento il sito di download di immagini da postimage risulta irraggiungibile. Si possono caricare ma non scaricare.

Succede allora che, se una immagine la hai già scaricata sul dispositivo, si trova nella cache e viene visualizzata, altrimenti non compare proprio.

Almeno questa è la mia interpretazione dei dati... :)

P.S. Sito funzionante dalle 10:45 e immagini ora visibili.

f16006a 04-06-19 11:06

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831840)
ma che generosità! quello che viene pudicamente omesso:D è che sarebbero imposti a quei malcapitati che hanno crediti verso lo stato. senza imposizione, nessuno li accetterebbe mai.

Tipo me, lo stato mi deve 15.000€ in rimborsi... in teoria il disegno di legge è che si possano rifiutare i mini-bot... io penso che resterò in € :D

f16006a 04-06-19 11:08

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

meta (Scrivi 831838)
siamo male assortiti, anche per età ma soprattutto per cattivo carattere, a cominciare da me.
grazie del pensiero amichevole.:)

Nah, secondo me è molto più facile litigare su un forum che non di fronte ad una birra. Io sui forum ho sempre litigato. Dal vivo litigo solo con i tifosi 5 stelle :D

Valerio Ricciardi 04-06-19 12:46

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

f16006a (Scrivi 831865)
Nah, secondo me è molto più facile litigare su un forum che non di fronte ad una birra.
Io sui forum ho sempre litigato.

Sono d'accordo, anche se nei fora io tendenzialmente non ho mai litigato; qualche volta qualcuno aveva fortissime intenzioni di litigare con me.
Cerco di mantenere dei toni sempre molto miti nella forma anche quando sono in drammatico disaccordo nella sostanza, perché se chi hai di fronte ha l'istinto di chiudere il canale di comunicazione con te, inutile confrontarsi.
Il mio trucco è cercar di far percepire che quando anche il giudizio diventi anche molto duro e abbastanza senza appello, ciò è diretto sempre e solo al concetto espresso e giammai alla persona che lo sta veicolando, di cui di massima si deve presumere per principio la buona fede.

Cerco di non litigarci lo stesso, ma a me fan cadere le braccia in generale i tifosi, di ogni risma. Di una squadra di calcio, del populista in voga in quel momento, del papa, del papa che c'era prima rispetto a quello del momento, del PD, dei Cinque Stelle, della Lega, di quando c'era lui i treni arrivavano puntuali, di si però intanto i comunisti cinesi hanno dato una ciotola di riso a tutti, di e allora se mi parli della strage di studenti in USA fatta dai neonazisti dell'Illinois parliamo di Pinochet che è ben altro, di - in risposta a un pacato "la finanziaria di Berlusconi mi sembra fatta male, favorisce l'elusione fiscale" - un "meglio questo che il Comunismo che ha fatto cento milioni di morti" etc etc etc

Valerio Ricciardi 04-06-19 14:16

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Questa, molto semplicemente, non l'ho capita... quindi non mi riesce nemmeno di valutarla.

https://www.ilfattoquotidiano.it/201...scale/5230777/

meta 04-06-19 14:47

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Quote:

Valerio Ricciardi (Scrivi 831871)
Questa, molto semplicemente, non l'ho capita... quindi non mi riesce nemmeno di valutarla.

https://www.ilfattoquotidiano.it/201...scale/5230777/


è semplice: l'autore non sa nulla di nulla. allo stadio, sarebbe quello che dopo aver parlato e straparlato di tattica, arbitraggio, condizione fisica etc, conclude dicendo "però nel terzo tempo il risultato può ancora cambiare":D.

da non crederci:spaf::


a) i Tsf sarebbero emessi dal governo senza fare aste: quindi nessun aumento dello spread, perché non si chiede nessun credito ai primary dealers;

Mizarino 04-06-19 15:30

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Tutto quello che capisco io è che si tratta di un modo di rinviare il problema al Governo che verrà dopo 4 anni... :D

Eventualmente potrebbe far recuperare una parte del credito a un imprenditore che preferisca rivendersi i titoli per realizzare contanti, pochi, maledetti ma subito.

Più in là non arrivo

Valerio Ricciardi 04-06-19 15:33

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Anche perché non si può pensare che qualcuno sia disposto a cambiare pezzi di carta con veri soldi (veri perché validi per acquistare beni e servizi in tutta Europa, non solo "soldi italiani"...) senza un agio proporzionale al rischio percepito di inconvertibilità anche solo parziale futura...

f16006a 04-06-19 15:35

Re: Mini-Bot: inizio della fine?
 
Sul breve termine (quindi senza considerare le conseguenze sul medio-lungo periodo) se una partita IVA ha grossi crediti verso lo stato, potrebbe prendere il credito sotto forma di mini-bot e pagarci le tasse (quelle ci sono sempre, e anche cospicue) quindi secondo me il vantaggio sul breve periodo sarebbe concreto.

Se però è vero che è come aumentare l'inflazione per tutti, tanto vale fare una tassa per prendere i soldi (in €) per recuperare 70 miliardi e chiudere con questi crediti.

Si tratta "solo" di una tassa forzata di 1000€ a testa.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 14:12.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it