Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Rudi Mathematici (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=11)
-   -   Calcolo attuariale (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=59213)

Mizarino 27-10-17 18:03

Calcolo attuariale
 
Nella imminente notte delle streghe andrò in pensione.

Sapendo che ho 69 anni, e che ho versato 51 anni di contributi, quanto prenderò di pensione, come percentuale dell'ultimo stipendio (rimasto costante negli ultimi 9 anni) ?

P.S. E' una scusa per rendervi partecipi, in questa sezione frequentata da pochi intimi, del fatto che vado in pensione fra quattro giorni. :D

aspesi 27-10-17 18:06

Re: Calcolo attuariale
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 806854)
Nella imminente notte delle streghe andrò in pensione.

Auguri (era ora... :D, io è da 17 anni che me la godo)

nino280 27-10-17 19:17

Re: Calcolo attuariale
 
Benvenuto nella nostra Azienda:hello:

meta 27-10-17 21:13

Re: Calcolo attuariale
 
a occhio, oltre il 95%. in un sistema puramente contributivo, anche di più.

Sat 27-10-17 22:47

Re: Calcolo attuariale
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 806854)
Nella imminente notte delle streghe andrò in pensione.

Sapendo che ho 69 anni, e che ho versato 51 anni di contributi, quanto prenderò di pensione, come percentuale dell'ultimo stipendio (rimasto costante negli ultimi 9 anni) ?

P.S. E' una scusa per rendervi partecipi, in questa sezione frequentata da pochi intimi, del fatto che vado in pensione fra quattro giorni. :D

C'è il rischio che vai alla pari come netto a pagare.;)
Pensione lorda più bassa dello stipendio uguale a meno trattenute. Niente contributi da pagare, meno tasse da pagare. Magari scatta lo scaglione e passi a quello più basso.
Risultato finale... stesso netto di prima. +/-
Poi ci dirai se i conti tornano.

Intanto ben venuto nel club.:D

aspesi 28-10-17 08:06

Re: Calcolo attuariale
 
Se dall'ultimo stipendio togli le voci che non dovrebbero essere conteggiate, o solo in parte, per la pensione (almeno, quando lavoravo io era così: indennità reperibilità, forfait straordinari, rimborso bolletta telefono, nota spese trasferte, guida automezzo aziendale, ecc...) e considerando le minori trattenute, potresti avere di pensione un netto superiore rispetto all'ultimo stipendio, diciamo il 108 - 110%.

:hello:

Cocco Bill 28-10-17 08:55

Re: Calcolo attuariale
 
Attenzione, chi va in pensione nella notte delle streghe avrà il calcolo della pensione stregato. Quindi si deve aspettare qualsiasi scherzo. Scherzino o biscottino? Entrambe le scelte portano al medesimo risultato, il biscottino...:D

astromauh 28-10-17 13:44

Re: Calcolo attuariale
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 806854)
Nella imminente notte delle streghe andrò in pensione.

Ma non si può evitare? Ti mandano proprio via?
Non potresti restare per altri 10 anni?

I primi tempi magari ti farà piacere essere in pensione perché potrai dedicare più tempo ai tuoi hobby, ma se poi ti viene la nostalgia per la tua scrivania come fai?

https://www.youtube.com/watch?v=2RJ87AoHS3I

Comunque, tanti auguri. :)


:hello:

nino280 30-10-17 09:23

Re: Calcolo attuariale
 
E i pasticcini? Li hai portati?:hello:

Erasmus 01-11-17 00:16

Re: Calcolo attuariale
 
Quote:

aspesi (Scrivi 806855)
Quote:

Mizarino
Nella imminente notte delle streghe andrò in pensione.

Auguri (era ora... io è da 17 anni che me la godo)

Zitti tutti! E restate al vostro (inferiore) livello! :mad: [Ma non nel senso: «Quant'è 'sta pensione?», bensì in quest'altro: «Da quant'è che te la godi?»].

Qua il DECANO sono ME! (, unicus in genere suo ac sibi sufficiens)
Erasmus compirà 81 anni entro il 2017. E la pensione se la gode dal settembre 1994.
E in barba ai responsi medici [da autentico "terrorismo psicologico": non guidare, non fare scale, non sollevare pesi, non fare sforzi (perché potresti restarci secco!), ecc, ecc, si sente (soggettivamente) tuttora in discreto "bemessere" fiasologico.
-------------
La mia pensione, ahimè, non solo è molto minore di quella dei miei ex-colleghi di quando lavoravo nell'industria (Laboratori R & S in Telecomunicazioni) ma è anche inferiore a quella dei miei colleghi insegnanti (pensionati nel mio stesso anno e con numero di anni di lavoro minore o uguale al mio). E andando in pensione mi sono stati trattenuti due milioni di lire sulla liquidazione e poi mi è stata operata una ritenuta sulla pensione mensile per altri due anni abbondanti fino ad un ammontare complessivo di circa 5 milioni. E perché mai? Perché così hanno decretato i sindacati (o meglio: la CGIL) per chi passava dall'Industria alle dipendenze del Mimnistewro dell'Istruzione Pubblica ossia (allora) dall'assicurazione INA all'ENPAS. Non conta che, come metalmeccanico, io abbia pagato tasse sul reddito maggiori del doppio di quelle pagate come insegnante. E nemmeno che abbia versato all?INA contributi quasi tripli di quelli versati contemporaneamente dagli insegnanti all'ENPAS. Mewntre io ero metalmeccanico c'erano centinaia di migliaia di insegnanti supplenti perchè non si erano fatti concorsoi né esami di abilitazione per cvirca 10 anni. A tutti questi "supplenti" (molto spesso precari, con servizio di poche ore settimanali e non in ogni mese dell'anno) è stata "ricostruita" la carriera! Osia: quegli anni di precariato sono stati considerati come anni di "ruolo" senza c he l'ENPAS chiedere una lira di contributi. Invece i miei 12 anni di industria sono stati valutati come se fossi stato un insegnante in "in servizio precario" liquidato senza trattenute per contributi di assistenza sanitaria e per pensione! Insomma: secondo quanto concordato col sindacato, io, entrando in ruolo nel 1978, dopo 12 anni come metal-meccanico e tre anni di "incarico a tempo indeterminato con orario-cattedra" (in quanto unico abilitato con esame di stato in un mare di supplenti non abilitati), a riguardo di pensione e sanità ero come uno al sio primo giorno di lavoro! E siccome, andando in pensione, dovevo essere inquadrato in un certo livello retributivo corrispondente agli anni di effettiva anzianità, ecco arrivarmi in sede di pensionamento delle salatissime trattenute aggiuntive!

Mi hanno trattenuto due milioni abbondanti di lire sulla liquidazione ed una quota fissa mensile per due anni abbondanti per un totale di oltre 5 milioni di lire (che, secondo i loro calcoli basati sugli accordi sindacali) erano dovuti a complemento dei contributi da versare quel livello di pensione – per altro un po' inferiore a quello di colleghi insegnanti con pari anzianità).

Il merito di questa mio record al minimo della pensione (tra impiegati del mio stesso "rango") è tutto della famigerata CGIL (quinta colonna del PCI e, in barba alla pluralità dei sindacati in Italia, di fatto "dittatrice" – anche abbastanza "cervellotica – nel decidere le retribuzioni dei "lavoratori dipendenti" da "collocare a riposo".

Ma voi lo sapete che, invece, il lavoro da sindacalisti (svolto magari come secondo lavoro da deputati o senatori) viene "pensionato" indipendentemente da altri eventuali emolumenti di qualsiasi genere, comprese altre eventuali pensioni?
Ricordo (a chi l'ha dimenticato o non l'ha mai saputo) che la Nilde Iotti percepiva una pensione mensile per aver lavorato qualche anno – diceva lei – proprio nella CGIL.
E come faceva a lavorare come dipendente della CGI, con tanto di diritto alla pensione per quel lavoro, lei che per 53 anni abbondanti non ha mai smesso un solo giorno di essere "deputata"? ["Deputata" fu la Iotti dall'estate 1946 (dopo il referendum costituzionale del 2 giugno) al dicembre 1999 (mese della sua morte)]. Come facesse non lo so! Ma se lo si chiedesse a qualche vecchio sindacalista della CGIL una risposta di perfetta regolarità eelola cosa la si otterrebbe senz'altro! Tantomeno capiscocome è riuscita ad avere la pensione per decenni per quel fantomatico lavoro e averla prima di compiere '60 anni e fino alla morte. Di certo c'è però che ci è riuscita!

Io ne sono venuto a conoscenza nel 1979 quando lei divenne Presidente della Camera perché un giornale (non ricordo quale, forse proprio "Il Giornale nuovo" di Indro Montanelli) pubblicò questa notizia che, ripresa da m olti altri i media, fece per qualche giorno molto scalpore e non venne mai contraddetta.
Nilde Iotti è stata eletta alla Camera Costituente nel 1946 (a soli 26 anni) e poi rieletta alla Camera dei Deputati in ogni elezione parlamentare per le successive 12 legislature (dal 1948 al 1996, dal primo De Gasperi a Prodi, dall'età di 26 anni a quella di 79, quindi ben oltre lo stesso scioglimento del PCI avvenuto nel gennaio 1991 sotto la segreteria di Achille Occhetto).

E le pensioni dei ferrovieri?
Conosco un ex-ferroviere, andato prematuramente in pensione per fare il "giardiniere" che percepisce una pensione leggermente maggiore della mia. Titolo di studio 3ª media. Mansione pre-pensione "operaio". Anni effettivi di servizio: meno di 30. Ma anni di servizio "riconosciuti" più di 40.
Come è possibile un simile barbatrucco? :mmh:
Sempre merito della CGIL! [CGIL ferrovieri, of course]
Ai ferrovieri, poveracci, nel calcolo dell'anzianità di servizio la CGILaveva finalmente ottenuto queste due "conquiste": a) Il "regalo" di un un anno di anzianità nominale ogni tre anni di servizio effettivo. b) Il "regalo" di altri anni di anzianità al momento del "collocamento a riposo": da 3 anni per i baby-pensionati con anzianità nominale inferiore a 20 anni a 7 anni per i veri anziani, quelli con anzianità nominale superiore ai 30 anni).

Ma ... se è vero che i soldi non nuocciono affatto alla salute né ad altro, è anche vero che quasi sempre una bella quota di una pnesione "alta" non serve a nulla!. Voglio dire: quando la pensione è superiore - anche solo di un pelo – alle effettive necessità, il di più è davvero superfluo.
O per lo meno così la penso io.
L'importante è restare non solo vivi ma anche "vitali".
Io, che sono stato dato per "spacciato" dai medici diverse volte (in diverse occasioni e circostanze) e più volte sono stato per qualche ora più di là che di qua ... a volte mi sento come l'Araba Fence (che muore bruciando ma poi risuscita dalle sue stesse ceneri).
---------------

Ciao Miza.
Benvenuto tra i pensionati!
Ormai ... hai passato iul Rubicone! Indietro non si torna. Qui, pensionati d'oro sono Erasmus, aspesi. nino280 ... ed ora anche tu,.
Ma astromauh? Ce l'ha la pensionen astromauh? Aa quale Ente è erogata (ammeso che venga percepita) una pensione da "astrologo"?
E aleph? Non credo che faccia ancora il pilota! Ma allora o è in qiuualche altro servizio aeronautico (suppongo "a terra") o è in pensione anche lui!
Dai, aleph: se ci sei batti un colpo!
----
:hello:


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 02:12.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it