Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

aspesi 15-01-12 14:40

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 556714)
Ma vivaddìo! E' tutta una minchiata viruale! Dannatamente reale, purtroppo, ma virtuale nella sua essenza!...
Metti che gli interessi sui titoli di stato italiani potessero essere per magia congelati all'1%.

:ok::ok:
Ma potrebbe essere una "magia" piuttosto semplice.
Purtroppo, non ci sono più i Menichella (e neppure i Bettino :()
http://www.trekportal.it:80/coelesti...&postcount=182
http://www.paolobarnard.info:80/inte..._go.php?id=307

Mizarino 15-01-12 14:57

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 556720)
Mizarino, il problema dello spread non è la causa della crisi, è una conseguenza...
Se continuiamo a perdere settori produttivi interi, come sta accadendo da anni, e a sperperare i fondi che abbiamo per mantenere amministratori pubblici incapaci che guadagnano più di Obama e che oltretutto rubano pure, non restituiremo neanche il capitale figuriamoci se riusciremo a pagare interessi... anche fossero allo 0.1%...

Sono ben tre discorsi diversi! Una cosa è la crisi dei settori produttivi, altra cosa è la crisi del bilancio dello Stato, altra cosa ancora è lo spreco di risorse nella pubblica amministrazione.
La crisi dei settori produttivi è reale, ma non è che la situazione oggi sia peggiore di quanto non fosse meno di un anno fa, quando lo spread era a quota 100.
La crisi del bilancio dello stato è scoppiata di colpo, nell'arco di un paio di mesi, quando lo spread è improvvisamente saltato da 100 a 500, innestata su un bilancio che ha comunque uno degli avanzi primari migliori d'Europa.
Sullo spreco nella pubblica amministrazione, che al Sud diventa addirittura osceno (monnezza di Napoli insegna, ma la Sanità non è da meno) non ci piove. L'unica via è risanare politica ed amministrazione ... ed è la cosa più difficile...

rastahack 15-01-12 16:07

Re: Verso il default
 
Per quel che riguarda la Mafia dei rating penso che dietro a tutto ci sia una illecita speculazione , il tempismo di quello che sta succedendo lo dimostra e questo è innegabile.

Per quel che riguarda le riforme sulla politica, sulla corruzione con conseguenti sprechi non penso che esista una soluzione "pacifica e ragionevole" . Spero di sbagliarmi ma non sto vedendo niente di buono.:lipssealed:

Dark_GRB 15-01-12 21:51

Re: Verso il default
 
@occhiodilince
Occhio, temo che non ci capiamo. Magari ne possiamo riparlare in privato od in un'altra discussione piu' attinente.

Ciao, Dark.

argaiv 15-01-12 22:10

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 556729)
La crisi dei settori produttivi è reale, ma non è che la situazione oggi sia peggiore di quanto non fosse meno di un anno fa, quando lo spread era a quota 100.

Quoto il resto ma su questo la vedo diversamente. Se la crisi resta uguale, nel senso che a causa della concorrenza il lavoro resta poco e i margini sono scarsi, molte aziende, passato un certo periodo in cui possono coprire le perdite, chiudono.

In teoria così diminuisce la concorrenza, solo che ormai la concorrenza è estera e quindi niente va ad integrare quanto perso.

Sto vedendo diverse aziende piuttosto grandi decidere di chiudere con la liquidità rimasta perchè non credono che possa cambiare, nel breve, il trend negativo e non vogliono trovarsi a rischiare di fallire. Significa lasciare la gente a casa. Signifca che le banche avranno meno lavoro, lo stesso vale per tutto l'indotto. Significa vendere 50 anni di know how ai cinesi per pochi euro.

Questo è il problema principale. Puoi fare tutti i tagli che vuoi alla spesa pubblica ed avere lo spread a 0, ovvero le stesse condizioni della Germania e finiremo comunque in default perchè senza lavoro non si va da nessuna parte. Anche con tutto il risparmio sul bilancio non potresti mai coprire il fatturato perso e tutti i posti di lavoro in meno.

La politica forse l'ha capito ma non è chiaramente in grado di risolverlo. Almeno mi auguro che non siano così stupidi. Solo che abbiamo degli accordi con il resto d'Europa (fatti male) e non possiamo disattenderli.

In sostanza quello che sta succedendo è tutto come dovrebbe quando un Paese industriale perde la propria industria e non mi meraviglierei di vedere lo spread a 800 o 900 nei prossimi mesi in caso i fondi sovrani vendano titoli con rating come il nostro.

Sat 16-01-12 00:01

Re: Verso il default
 
sui risparmi possibili nella pubblica amministrazione si puo' e si deve fare molto soprattutto nella sanità. Vi faccio un esempio fresco-fresco. Da qualche anno prendo la pillola per la pressione e se qualcuno non lo sapesse è una pillola che una volta presa te la porti dietro fino a che campi. Durante le vacanze di natale ho fatto male i conti e sono rimasto senza pillole. Sono andato in farmacia e non avevano il mio farmaco. Mi hanno porposto il farmaco equivalente assicurandomi che erano identici. Considerando l'ora tarda non mi sono messo a cercare altre farmacie e ho preso l'equivalente anche perchè entro due giorni sarei rientrato a casa e non mi sono fatto tanti scrupoli. Al rientro a casa ho fatto presente al mio medico l'accaduto chiedendo se ci fossero eventuali controindicazioni. Nessuna controindicazione, i farmaci sono identici mi ha assicurato anche il mio medico.
Allora ho chiesto al medico: scusi, allora perchè continua a prescrivermi un farmaco che costa 38 euro a scatola quando il farmaco equivalente (identico) costa solo un terzo? voi pensate che mi abbia risposto? col cavolo.
Allora tu regione che hai il bilancio rosso fuoco perchè non elimini dal tuo prontuario il farmaco più costoso? Deve essere il paziente a decidere? devi lasciare al medico questa scelta? se i farmaci sono identici perchè uno costa 38 e l'altro quasi 13 euro?

satomi 16-01-12 07:05

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 556651)
Nell'Universo paranoico della finanza esiste un "feedback" fra malattia e diagnosi che nell'universo della biologia esiste solo per gli affetti da ipocondria cronica e persistente...

:ok:

Mizarino 16-01-12 07:37

Re: Verso il default
 
Quote:

Sat (Scrivi 556833)
Allora tu regione che hai il bilancio rosso fuoco perchè non elimini dal tuo prontuario il farmaco più costoso? Deve essere il paziente a decidere? devi lasciare al medico questa scelta? se i farmaci sono identici perchè uno costa 38 e l'altro quasi 13 euro?

Sì, molto giusto! Io tuttavia sospetto che le cause di maggior peso dei bilanci in rosso siano altre e più gravi:
1) Tangenti sulle forniture ospedaliere, che, quando va bene, ne incrementano il costo del 50% e, quando va male, lo raddoppiano.
2) Elevata tensione di vapore dei farmaci, del materiale di consumo e delle attrezzature minute negli ospedali, che tendono ad evaporare, condensando poi nei piccoli laboratori e centri privati ...
3) Generale disorganizzazione e inefficiente uso delle grandi attrezzature, il cui costo di esercizio "per paziente" si gonfia così oltre misura ...
:cry:
Chi ha altri suggerimenti li aggiunga pure ...

satomi 16-01-12 07:41

Re: Verso il default
 
Una piccola testimonianza personale:

Alle superiori ho studiato allITIS, perito informatico.

Nei laboratori di elettronica capitava di utilizzare i multimetri. Ricordo nitidamente che diedi un'occhiata ai prezzi che la scuola pagava per acquistare quei multimetri digitali: mi ricordo che costavano molto, qualcosa come 100-300€.

Poco dopo acquistai su e-bay un multimetro apparentemente identico a quelli che utilizzavo a scuola, e lo pagai 10€.

Non posso essere certo che il multimetro sia lo stesso, ma scommetterei di si, perchè la precisione a cui arrivava era la stessa.

satomi 16-01-12 07:44

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 555469)
[b]"[i]
Sono cambiati i tempi....adesso l'abbiamo capito e non è scoppiata nessuna rivoluzione....

Sicuro? Hai provato a chiedere che cos'è il debito pubblico? E chi è il creditore?


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 07:28.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it