Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

Lord Byron 10-03-19 16:57

Re: Verso il default
 
Quote:

Mizarino (Scrivi 829976)
Dipende da chi amministra

Ci mancherebbe, questo vale per tutto e per tutti, ma un affermazione del genere, buttata li anche con una certa presunzione, è tanto populista e superficiale quanto le affermazioni da campagna elettorale dei politici che gia conosciamo e che gia avete ampiamente commentato

meta 10-03-19 21:35

Re: Verso il default
 
Quote:

Lord Byron (Scrivi 829975)
Ma che argomentazioni di alto livello!!...



beh, sono di alto livello. vengono della fondazione luigi einaudi, e non fanno che ripetere le considerazioni di un personaggio piuttosto noto.

o forse non ti è noto?:mmh:

aleph 11-03-19 06:11

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 829982)
beh, sono di alto livello. vengono della fondazione luigi einaudi, e non fanno che ripetere le considerazioni di un personaggio piuttosto noto.

A me pare che quel passaggio citato da Lord Byron sia piuttosto superficiale se non una colossale fesseria. E il fatto che a parlare sia Einaudi, la sua fondazione o qualsiasi parruccone che vuoi tu può solo amplificare la cosa per quello che è, nella fattispecie una fesseria appunto.

Non c’è blasone che possa cambiare la realtà del mondo, con buona pace di chi ingenuamente crede il contrario.

meta 11-03-19 07:42

Re: Verso il default
 
ah, ecco. avevo visto giusto, einaudi non è molto noto. bene fa la fondazione etc.

"Perché l’idea della società delle nazioni è infeconda e distruttiva? Perché essa è fondata sul principio dello stato “sovrano”. Questo è oggi il nemico numero uno della civiltà umana, il fomentatore pericoloso dei nazionalismi e delle conquiste. Il concetto dello stato sovrano, dello stato che, entro i suoi limiti territoriali, può fare leggi, senza badare a quel che accade fuor di quei limiti, è oggi anacronistico ed è falso. Quel concetto è un idolo della mente giuridica formale e non corrisponde ad alcuna realtà. In un mondo percorso da ferrovie, da rapide navi, da aeroplani, nel quale le distanze sono state annullate da telegrafi e telefoni con o senza fili, gli stati, che un giorno parevano grandi, come l’Italia, la Francia, la Germania, l’Inghilterra, a tacer di quelli minori, sono diventati piccoli come nel quattrocento eransi rimpiccioliti i liberi comuni medievali, e Firenze e Bologna e Milano e Genova e Venezia avevano dovuto dar luogo a più ampie signorie e queste poi nel 500 e nel 600 dovettero cedere il passo dinnanzi ai grandi stati moderni. Pensare che uno stato, sol perché si dice sovrano, possa dare a se stesso leggi a suo libito, è pensare l’assurdo. Mille e mille vincoli legano gli uomini di uno stato agli uomini di ogni altro stato. La pretesa alla sovranità assoluta non può attuarsi entro i limiti dello stato sedicente sovrano. Gli uomini, nella vita moderna signoreggiata dalla divisione del lavoro, dalle grandi officine meccanizzate, dalle rapide comunicazioni internazionali, dalla tendenza a un elevato tenore di vita, non possono vivere, se la loro vita è ridotta ai limiti dello stato. Autarchia vuol dire miseria; e necessariamente spinge gli uomini alla conquista. Gli uomini viventi entro uno stato sovrano debbono, sono dalla necessità del vivere costretti ad assicurarsi fuor di quello stato i mezzi di esistenza, le materie prime per le proprie industrie e gli sbocchi per i prodotti del loro lavoro. "

non è mai troppo tardi, diceva il maestro manzi.

Mizarino 11-03-19 07:53

Re: Verso il default
 
E questo lo diceva oltre 70 anni fa, quando non vi era nemmeno l'idea di ciò che sono le comunicazioni di oggi!... :eek:

Lord Byron 11-03-19 08:52

Re: Verso il default
 
Quote:

meta (Scrivi 829988)
.... Perché essa è fondata sul principio dello stato “sovrano”. Questo è oggi il nemico numero uno della civiltà umana, il fomentatore pericoloso dei nazionalismi e delle conquiste. Il concetto dello stato sovrano, dello stato che, entro i suoi limiti territoriali, può fare leggi, senza badare a quel che accade fuor di quei limiti, è oggi anacronistico ed è falso ....

Questa non è la Bibbia, per fortuna.
Questa è la solita narrazione globalista tesa a distruggere il modello dello Stato Nazionale, non perchè questa distruzione sia conveniente alle persone comuni ma perchè lo è a chi la globalizzazione la gestisce e la pilota!
E non è una teoria del complotto, sto parlando di quell'1% della popolazione mondiale che detiene il 50% della ricchezza totale (o giu di li). Sono loro che comandano, mica io che vado a votare, e oggi piu che mai hanno preso il sopravvento sul potere statale


Io rimarrò della mia idea fino alla morte, la globalizzazione è la causa di tutti i mali.
Lo Stato Sovrano (se è davvero sovrano) è in grado, e ha il dovere, di garantire due cose: il rispetto dei diritti sociali dei lavoratori (per semplificare usiamo il parolone "socialismo") e la tutela, difesa e valorizzazione della CULTURA e dell'identità Nazionale (questo si chiama Nazionalismo).
Se viene abbattuto lo Stato Sovrano (cosa che ahimè e gia successa nella parte dei casi) il comando viene passato alle elite finanziarie che stanno a capo della globalizzazione, di cui dicevo prima. Ed è nel loro PIENO interesse sia distruggere i diritti sociali dei lavoratori, per diventare tutti schiavi e precari, sia distruggere le identità culturali dei popoli, che da gruppi di persone fiere della loro identità diventeranno una massa informe di gente amorfa, mischiata, senza cultura o senso di appartenenza, deboli e piegati alla logica del consumismo. Sempre a causa dell'immigrazione (principale sottoprodotto della globalizzazione)

Non voglio entrare ulteriormente nel dettaglio, questo compito lo lascio ad un monumentale Diego Fusaro (di cui condivido sopratutto la necessità di un ritorno della filosofia al centro della vita politica e democratica)
https://youtu.be/PTUbhGAmd2w

meta 11-03-19 09:02

Re: Verso il default
 
Quote:

Lord Byron (Scrivi 829995)
...questo compito lo lascio ad un monumentale Diego Fusaro (di cui condivido sopratutto la necessità di un ritorno della filosofia al centro della vita politica e democratica)
https://youtu.be/PTUbhGAmd2w


:D vabbè, io ci ho provato.
stammi bene, fusaro vs einaudi è una possibilità che non avevo contemplato, einaudi non è sui social.

Lord Byron 11-03-19 09:04

Re: Verso il default
 
Non è Fusaro vs Einaudi, è filosofia vs filosofia. Quello che ho scritto tra parentesi non l'ho scritto a caso. Sarebbe troppo facile fare una battaglia tra competenze tecniche in materia di economia...

Sat 11-03-19 09:45

Re: Verso il default
 
Quote:

Lord Byron (Scrivi 829995)
...
Io rimarrò della mia idea fino alla morte, la globalizzazione è la causa di tutti i mali.
Lo Stato Sovrano (se è davvero sovrano) è in grado, e ha il dovere, di garantire due cose: il rispetto dei diritti sociali dei lavoratori (per semplificare usiamo il parolone "socialismo") e la tutela, difesa e valorizzazione della CULTURA e dell'identità Nazionale (questo si chiama Nazionalismo). ...
Sempre a causa dell'immigrazione (principale sottoprodotto della globalizzazione)
...

epperò, situazione molta curiosa.
Secondo te la globalizzazione è il male assoluto e lo puoi manifestare attraverso il mezzo che è la madre di tutte le globalizzazioni. INTERNET.:D
Scommetto che fai acquisti online. Altro strumento malefico della globalizzazione.
Scommetto che hai la casa piena di cineserie, lampade, lampadine, caricabatterie, telefoni, TV, radio, sveglie, e tutto quello che lontanamente funziona a corrente.
Tre quarti di quello che hai in casa è fatto fuori dall'Italia perchè costa meno e anche questo è a causa della globalizzazione. Però fa comodo pagarlo meno.
I negozi sotto casa chiudono perchè gli italiani vogliono risparmiare e pagare meno qualcunque bene.
O vogliamo prendere della globalizzazione solo quello che fa comodo a noi?


Per i migranti cercasi italiani che vanno a raccogliere frutta e ortaggi alle 4 del mattino perchè quando è giorno devono stare già nei campi con la schiena piegata.
Potrei continuare all'infinito ma credo che il messaggio sia chiaro?

Mizarino 11-03-19 10:17

Re: Verso il default
 
Quote:

Lord Byron (Scrivi 829995)
Lo Stato Sovrano (se è davvero sovrano) è in grado, e ha il dovere, di garantire due cose: il rispetto dei diritti sociali dei lavoratori (per semplificare usiamo il parolone "socialismo") e la tutela, difesa e valorizzazione della CULTURA e dell'identità Nazionale (questo si chiama Nazionalismo).

I due concetti, combinati, generano il NazionalSocialismo... :D


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 15:12.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it