Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

Stargazer 17-09-11 17:42

Re: Verso il default
 
Quote:

Epoch (Scrivi 516322)
Su questa base pongo una domanda: Secondo voi, in Italia, in quale "forchetta" (o "range" che va tanto di moda) di guadagno si può far rientrare la "classe media"?

Rientrano sicuramente anche questi "elementi" nel range medio
http://www.ilgiornaledivicenza.it/st...prostituzione/

Ovvero i ricchi che vengono dichiarati poveri!
Niente di nuovo insomma per questo paese...
sarebbe più interessante sapere se questo "business di prostituzione" l'ha creato quel ministro che faceva di nome vladimir o se sono le genialate di tremonti pensando di creare un pseudo tesoretto da investire in nuove grandi opere :mmh:

Ai tempi le case chiuse le aveva chiuse C. ; che sia arrivato il tempo di riaprirle?

Come padania libera è il caso di dire calza proprio a pennello :D

satomi 18-09-11 10:25

Re: Verso il default
 
Io, come ho gia scritto tante volte, sono sicuro che:

QUESTO SISTEMA E' IL SISTEMA DEL DEBITO (Il debito, mediamente, nel tempo, può solo aumentare. Guardarsi attorno e c.v.d)

IL PIL NON MISURA LA RICCHEZZA MA LA SFIGA (non tiene conto di nessuna delle cose belle per cui vale la pena vivere, ma cresce moltissimo in caso di sciagure naturali)

LA MONETA NON VALE PIU' NULLA, è praticamente cartastraccia (che sia euro o che sia dollaro) e continuiamo ad usarla perchè rimane la convinzione, nella mente di tutti, che essa abbia ancora un valore.

TUTTO IL SISTEMA SI BASA ORAMAI SOLO SULLA PERCEZIONE E SULL'EMOTIVITA';
infatti basta immettere liquidità (stampare altra carta straccia) per fare volare su le borse.

IL PIL DOVREBBE CRESCERE IN ETERNO, per mantenere sano il sistema, ma è banale che non si possa senza crescere senza, ogni tanto, distruggere tutto.

I PAESI RICCHI SONO I PIU POVERI, E I PIU POVERE I PIU RICCHI.
I paesi come l'africa che hanno risorse minerarie sono tra i più poveri e, dall'altra parte, paesi come la svizzera i più ricchi (Che non hanno ne risorse ne industrie, ma solo carta straccia virtuale).

Alla luce di queste riflessioni, io mi metto a ridere nel sentire parlare questi grandi economisti alla TV... mi sento preso in giro, e aspetto il giorno in cui crolli globalmente e irrimediabilmente nel globale il sistema monetario internazionale. In questo panorama, le persone più fortunate sono quelle che fino a ieri non avevano niente (paesi africani) che continueranno a non avere niente, come il giorno prima.

aspesi 18-09-11 13:31

Re: Verso il default
 
Quote:

satomi (Scrivi 517346)
In questo panorama, le persone più fortunate sono quelle che fino a ieri non avevano niente (paesi africani) che continueranno a non avere niente, come il giorno prima.

Il dramma è che continuano ad essere depredati dai "colonizzatori", che oscenamente parlano di esportazione della democrazia, mentre diffondono modelli malati ed insostenibili di concezione della vita.

(Come al solito, del messaggio di Stargazer ho capito pochissimo:
-Se Vladimir è Luxuria, non mi pare sia stato mai ministro
-Chi è quel C. cui si riferisce e che avrebbe chiuso le case chiuse?
-Cosa ci azzecca la Padania libera con la prostituzione?
-Le put..ne di lusso che non pagano tasse (e questo secondo me è male, se non si vuole legalizzare la prostituzione e tassarla come tutte le altre attività, lo Stato dovrebbe almeno introdurre una patrimoniale, che obblighi a pagare secondo i beni posseduti) non mi pare possano essere considerate facenti parte del ceto medio)

satomi 18-09-11 14:05

Re: Verso il default
 
Pienamente d'accordo con te, Aspesi.

argaiv 18-09-11 17:13

Re: Verso il default
 
Secondo me quello che non va non è nei bilanci o nei debiti è proprio nella credibilità del sistema.

Nel 2008 si dovevano scrivere nuove regole per la finanza e si dissero tante belle cose poi il rumore dei toner che stampavano carta moneta ha coperto tutto.

Salviamo le banche affossando gli stati mentre i banchieri continuano a stare lì...

Salviamo gli stati affossando i poveri scemi che pagano le tasse e i politici continuano a stare lì.

Stargazer 18-09-11 17:21

Re: Verso il default
 
Come si sa, quei ricchi sono i primi che non vogliono pagare, intanto però quel che han fatto a vicenza è ottimo, collegare gli indirizzi e numeri di telefono degli annunci di fotomodelle per hobby a possibili libere professioniste che non dichiarano :)

Ora speriamo in un buffett rule pure da noi :)

che poi mi è venuto il dubbio, ma non è che obama si è ispirato a questo personaggio in realtà e alle sue regole :D
http://it.wikipedia.org/wiki/Warren_Buffett

aspesi 18-09-11 20:09

Re: Verso il default
 
Visto che l'Europa NON C'E' (che senso ha avere una moneta unica se i tassi di interesse sono diversi nei Paesi ove quella moneta costituisce la valuta ufficiale?), invece che umiliarsi per farsi comprare i titoli di Stato di nuova emissione ben più onerosi di quelli in scadenza (anche dalla Cina!), è necessaria una decisione e una scelta coraggiosa.
Introdurre un INVESTIMENTO forzoso (non una tassa!) sul patrimonio.
Il patrimonio (case, terreni, barche, auto, oro, azioni, obbligazioni, ETF, fondi, liquidità su conti correnti, ecc...) dei 20 milioni di famiglie italiane ammonta a circa 10 mila miliardi .
Stabiliamo un limite (200 mila euro?) di esenzione per ogni famiglia, restano circa 6000 miliardi. Il 2% di questo valore sono 120 miliardi di euro, che dovranno essere rastrellati emettendo BPP (buoni poliennali, scadenza 10 anni, sul patrimonio) al tasso di interesse EURIBOR, ora l'1,5% (il risparmio per le casse statali sarà quindi circa di 5 miliardi/anno, cumulabili gli anni seguenti!, rispetto ad analoga cifra di titoli sul mercato al 5%).
Questi BPP possono essere liberamente trattati sul mercato (ovviamente, se si vende prima della scadenza, il loro prezzo si stabilizzerà ad un valore notevolmente inferiore rispetto a quello nominale).
Analoghe operazioni, se necessario, si potrebbero fare su parte degli aumenti contrattuali dei lavoratori dipendenti, che potrebbero nel contempo beneficiare (unitamente alle aziende) di una compatibile riduzione delle imposte (ad es. su scaglioni di stipendio fino a 50 mila euro/anno).

argaiv 18-09-11 21:45

Re: Verso il default
 
Cos'è un investimento forzoso? Non è detto che chi ha una casa da 400mila euro (che è un appartamento normale in una città del nord-italia) abbia un patrimonio liquido da investire...

aspesi 18-09-11 22:45

Re: Verso il default
 
Chi ha una casa da 400 mila euro, già pagata, + supponiamo altri beni per 100 mila euro, detratti i 200 mila esenti, dovrà obbligatoriamente (secondo l'idea che ho prospettato) comprare BPP con rendimento al solo tasso Euribor per
300.000 * 0,02 = 6.000 euro

Non mi pare un sacrificio impossibile. E, vista la situazione, potrebbe forse aggiustare il debito in pochi anni.

argaiv 19-09-11 06:37

Re: Verso il default
 
Bisognerebbe capire come stabilire il valore del patrimonio perchè molte case hanno valori catastali di 50 anni fa, alcune rendono soldi e altre no.

Inoltre molta gente con buonissimi redditi non si intesta niente, ha tutto in leasing / affitto

L'avete visto Inside Job sul perchè della crisi attuale?
http://blip.tv/rivoluzioniamo/inside...#disqus_thread


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:50.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it