Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Il Bar dell'Osservatorio (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Verso il default (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=40763)

argaiv 03-10-12 06:52

Re: Verso il default
 
Quote:

Dark_GRB (Scrivi 624669)
No, qui hanno trovato una maniera piu' intelligente. Non tassano cosi' tanto - ma se scoprono che tu evadi le tasse qui finisci in galera, altro che condoni - ma ti giochi i soldi in piu' che ti rimangono tra i casino' ed i piaceri mondani della celebre strip di Las Vegas. Contento tu che non paghi tante tasse, contenti i gestori dei casino' che sono miliardari, contento lo Stato che guadagna tramite imposte.

Dark

Ah beh ci metterei la firma per avere una pressione fiscale al 15% o meno. A quel punto capirei se mettessero dentro la gente perchè non ha pagato. Ma al 60 o 70 percento sembra di essere nell'EX Unione Sovietica dove si prendeva tutto lo Stato.

In poche parole bisognerebbe decidersi: O si fa uno stato comunista o si fa uno stato capitalista. Nel capitalismo uno dovrebbe potersi accumulare un capitale non dovrebbe mantenere 10 nulla facenti ed avere pure chi ti arriva a fare del moralismo dicendo che le tasse vanno pagate.

Difatti è questo il grande problema dell'Italia non l'evasione fiscale. Vogliamo giocare a poker con le regole della briscola.

argaiv 03-10-12 07:10

Re: Verso il default
 
Posto questo perchè è interessante come soluzione:

http://money.wired.it/finanza/2012/0...le-284345.html

Il rapporto suggerisce una possibile soluzione per ridurre il carico fiscale e combattere così al tempo stesso il fenomeno dell’evasione. Bisognerebbe, secondo gli esperti di Confcommercio, ribaltare il principio dello spend and tax trasformandolo in tax and spend. Cosa vuol dire? Semplicemente che le tasse non possono dipendere dall’ammontare della spesa pubblica, perchè in tal caso si crea una rincorsa viziosa in cui a maggiori uscite si fa fronte con incrementi della pressione fiscale. Meglio, piuttosto, invertire il rapporto di dipendenza tra tasse e spesa pubblica: spendere solo quello che entra con le tasse, e non un centesimo di più. In Italia, le uscite totali espresse come percentuali del Pil sono cresciute dal 31% degli anni ’70 al 50,5% del 2011: un aumento di 20 punti percentuale nel giro di 40 anni, con una variazione media annua del +2,3 per cento. Tra 2008 e 2011 il trend sembra essersi invertito e i tagli alla spesa pubblica hanno permesso di scendere dal 52,5% al 50,5%, con una diminuzione dell’1,1% l’anno.

Speriamo che Francis oggi abbia il pc rotto sennò mi segnala anche per spam :fis:

francis 03-10-12 07:14

Re: Verso il default
 
Una della ragioni fondamentali perchè le tasse si devono pagare è il rispetto verso quei (tanti) cittadini che le tasse le pagano tutte e che sono costretti a farsi carico anche delle tasse non pagate dalle persone disoneste.....

Io ho avuto la partita IVA per tre anni e le tasse le ho sempre pagate (anzi una volta ne ho pagate di più per errore e l'Agenzia delle Entrate mi ha restituito il di più).

Per aver pagato le tasse non mi sono mai sentito nè fesso nè idiota pur sapendo benissimo che una parte di quei soldi verrà magari sperperato o speso in questioni che non mi interessano affatto o addirittura che non condivido (è la democrazia...bellezza....).

In genere lo sperpero dei soldi pubblici costituisce l'alibi dei disonesti....sarebbe come dire che il fatto che esistano ingiustizie nel mondo mi consente di danneggiare o far del male a qualcuno.

Per quanto riguarda gli USA, qualcuno dimentica che lì non esiste una sanità pubblica pressochè gratuita come da noi nè pensioni pubbliche come le nostre. Il fatto poi che Romney abbia pagato tasse per solo il 15% su un ammontare di guadagni enorme (probabilmente eludendole) è oggetto di forti critiche anche lì, così come le sue parole di disprezzo verso cittadini onesti la cui unica colpa sarebbe quella di avere un magro stipendio....

@Argaiv
A parte che ovviamente sulla GdF scherzavo, comunque ritengo che tu, per le cose che hai affermato, se non l'asilo dovresti ripetere almeno le elementari......

Ah, ricordati che uno dei vantaggi di essere onesti è che la notte puoi dormire sonni tranquilli (e non è un vantaggio di poco conto)......

Dark_GRB 03-10-12 07:20

Re: Verso il default
 
Stavolta sono d'accordo con Francis, con qualche eccezione riguardo i candidati alla presidenza USA. Ma non e' il topic di questa discussione.

Dark

aspesi 03-10-12 07:58

Re: Verso il default
 
Quote:

Dark_GRB (Scrivi 624679)
Stavolta sono d'accordo con Francis,

Dark

Tutto sommato anch'io. E probabilmente è la prima volta.:D

Anche se l'onestà non può essere misurata con il pagamento totale delle tasse.
Ad esempio, io mi sforzo di "fregare" il fisco (per quel pochissimo che posso) e l'equivalente lo devolvo all'AMREF.

guidom 03-10-12 08:51

Re: Verso il default
 
provo ad aggiungere:

1) se tutti pagassero il dovuto, la pressione fiscale risultante sarebbe probabilmente mortale per il sistema.
questo però significa che i doverosi recuperi di gettito devono essere destinati tutti a ridurre le tasse a chi già le paga, cioè a pressione fiscale perlomeno invariata ( il momento non concede di fare meglio).
a quelli con la memoria corta, ricordo che non è un fatto ovvio: solo 15 mesi fa, il genio della finanza tremonti impostava una manovra finanziaria dove il futuro recupero, peraltro stimato sul nulla, veniva destinato a riduzione del debito.
il mercato, quelli a cui chiediamo soldi, non l'ha poi presa bene.:)

2) i tanti,non tutti, sedicenti imprenditorini che a loro dire "evadono per necessità" ( le tasse come obolo discrezionale!) non si rendono conto che questo premia le imprese che evadono di più a scapito di quelle buone, cioè organizzate e produttive. una selezione avversa (vinca il peggiore) che avvelena il sistema economico tutto e che ci ha portato alla attuale situazione.

argaiv 03-10-12 09:35

Re: Verso il default
 
Quote:

guidom (Scrivi 624693)

2) i tanti,non tutti, sedicenti imprenditorini che a loro dire "evadono per necessità" ( le tasse come obolo discrezionale!) non si rendono conto che questo premia le imprese che evadono di più a scapito di quelle buone, cioè organizzate e produttive. una selezione avversa (vinca il peggiore) che avvelena il sistema economico tutto e che ci ha portato alla attuale situazione.


Ormai la concorrenza è globale Guidom, non siamo più qua a far concorrenza all'Italiano che va un pò meglio perchè paga meno tasse ma al cinese, all'indiano, al coreano e via dicendo.

Continuare ad imporre tasse assurde alle nostre imprese e alle famiglie serve solo per cannibalizzarle e svuotarle al fine di mantenere un livello di inefficenza pubblica colossale.

Vi hanno imbottiti di preconcetti del tipo che l'evasore è un imprenditore che gira in Ferrari per Cortina e voi giustamente ci credete ma la realtà è un pò diversa. C'è gente che se la passa bene ma mica è detto che evadano e non è di certo colpa di chi spende se l'economia sta morendo semmai è il contrario, è colpa di chi non può più spendere o di chi ha i mezzi per dirottare grosse quantità di soldi all'estero dove c'è più convenienza quando si investe.

La pressione fiscale assurda sta ammazzando le famiglie, le imprese, gli artigiani e se perdiamo tutti questi settori torniamo a zappare la terra.

Epoch 03-10-12 14:05

Re: Verso il default
 
Quote:

francis (Scrivi 624678)
Una della ragioni fondamentali perchè le tasse si devono pagare è il rispetto verso quei (tanti) cittadini che le tasse le pagano tutte e che sono costretti a farsi carico anche delle tasse non pagate dalle persone disoneste.....

......

Ah, ricordati che uno dei vantaggi di essere onesti è che la notte puoi dormire sonni tranquilli (e non è un vantaggio di poco conto)......


Riassumo i post e lo straquoto in pieno! :ok:

argaiv 03-10-12 21:52

Re: Verso il default
 
Quote:

Epoch (Scrivi 624774)
Riassumo i post e lo straquoto in pieno! :ok:


Tanto in Italia chi ha i soldi è sempre una merda. E' per questo che saremo sempre il 10% di quello che potremmo essere, ammazzati da amministratori incapaci e corruzione dilagante perchè la cosa importante è che tutti siano poveri.

Un pò quello che vorrebbe la Chiesa, miseria, ignoranza, sfruttamento e asservimento incodizionato.

Quindi se uno si lamenta delle tasse è sicuramente un evasore perchè non è normale volersi tenere i soldi che hai guadagnato, bisogna donarli alla regione X per sprecarli o direttamente ai vari ladruncoli in giro per l'Italia...

Sono un pò sconfortato dal modo con cui vedete le cose ma contenti voi...

aspesi 03-10-12 22:57

Re: Verso il default
 
Quote:

argaiv (Scrivi 624867)
Un pò quello che vorrebbe la Chiesa, miseria, ignoranza, sfruttamento e asservimento incodizionato.

Mangiato pesante? :D

Non è la Chiesa, ma il liberismo che vuole lo sfruttamento e quindi sottrae e separa ricchezze ignobili determinando una povertà generalizzata.
La Chiesa invece dà da mangiare a chi viene emarginato.

Diverso è il discorso sulle tasse (la loro entità e sopportabilità e come vengono utilizzate), su cui è legittimo concordare con quanto dici.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 11:55.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it