Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Autorecensione Strumentazione (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=32)
-   -   SkyWatcher - Mak180 Black Diamond (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=54731)

robely79 26-04-14 11:00

SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
ciao a tutti!
Ho da pochissimo ricevuto (finalmente) il Mak 180 della SkyWatcher e volevo condividere con voi le mie primissime impressioni su questo cinesone.

In rete ci sono parecchie recensioni/test/impressioni d'uso su questo diffuso strumento, ma una in più non guasta!
Inizierò con una descrizione estetica/meccanica dello strumento appena tolto dalla scatola mentre, meteo permettendo, nei prossimi giorni aggiungerò le impressioni sull'ottica.

Come si vede in firma possiedo un vecchio (quasi 20 anni!) Newton Meade Starfinder 8" f/6 e un piccolo Takahashi FS 78 (doppietto fluorite) quindi il metro di paragone sull'intubazione e la qualità costruttiva sarà in riferimento alla mia esperienza con questi due strumenti e anche con il C11 (anche esso di almeno 15 anni fà) che abbiamo nel piccolo osservatorio sociale della associazione di cui cui sono membro.

ecco l'imaballo così come sono andato a prederlo da Salmoiraghi&Viganò
https://lh3.googleusercontent.com/-Y..._mak180_01.jpg
lo strumento è abbastanza ben protetto all'interno della sua scatola, ma si poteva fare di meglio...

eccolo estratto dall'imabllo!
https://lh5.googleusercontent.com/-3..._mak180_03.jpg

così com'è pesa esattamente 7,6 Kg (+ 0,5 Kg di cercatore)


https://lh3.googleusercontent.com/-6..._mak180_04.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-8..._mak180_05.jpg

il trattamento antiriflesso sembra ottimo con il classico riflesso viola scuro, l'opacizzazione interna anche è fatta davvero bene peccato che non vi sia nemmeno un diaframma e le viti della barra e delle celle sporgano all'interno...

https://lh6.googleusercontent.com/-m..._mak180_06.jpg
https://lh3.googleusercontent.com/-J..._mak180_07.jpg

come è risaputo la barra tipo "Vixen" è fissata al tubo con due piccole viti, la soluzione non è delle più geniali ma non ho notato flessioni o deformazioni di nessun tipo.
Per il peso dello strumento la barra Vixen da 45 mm sembra piccola, una miglioria molto gradita sarebbe la barra Losmandy di tutta lunghezza e ancorata alle due celle nonché dalla parte opposta una maniglia per afferrare con sicurezza il tubo! (...magari con i fori simmetrici così da poter invertire maniglia e barra all'occorrenza dell'utente)
Le celle in fusione di alluminio sono fatte egregiamente e senza risparmio (la cella del menisco però non è collimabile). Avendo letto su vari forum di esemplari intubati molto male ero un pò "ansioso" e preoccupato, ma da un esame esterno di massima e prendendo anche alcune misure col calibro non ho notato errori grossolani, anzi tutto è assemblato direi molto molto bene.
Assolutamente da bocciare invece la verniciatura simil nero metallizzato del tubo che a me non piace proprio per niente e oltretutto non è nemmeno eseguita con la stessa cura della verniciatura bianca delle celle.
Il tubo, lungo 376 mm per Ø 215 mm, è molto sottile a sentirlo in mano, ma di certo non si deforma neanche sotto sforzo ...uno spessore di 0,5-1 mm di più però avrebbe fatto un altro effetto e non si sarebbe aumentato il peso di gran che.
Ah l'ottica intubata è lunga 550 mm da cella a cella compresa la manopola di messa a fuoco e ha un diametro massimo sulle celle di 220 mm.
L'apertura libera sul menisco è esattamente 180 mm mentre l'ostruzione centrale (difficile misurala senza smontare il tubo) è sui 50 mm , quindi un ostruzione del 28% circa.
A vista l'alluminatura degli specchi e la trasparenza del menisco sono OK (per quello che vale un esame visivo così).
La messa a fuoco è molto dolce e demoltiplicata anche se all'inizio aveva una fluidità non costante ma poi ho scoperto che era solo il rivestimento in gomma che toccava leggermente sulla sede della culatta (è bastato tirare un pò la gomma per mettete tutto apposto)
Il portaoculari è da 2" con attacco filettato diametro 2" - 24 filetti per pollice (filetto standard SC ?), il foro libero passante però è solo 31,5 mm.
Le viti di collimazione non le ho ancora usate, se si renderà necessario un aggiustamento scriverò le impressioni anche su questo aspetto.

Infine come accessori a corredo abbiamo un diagonale a specchio da 2", un oculare (schema sconosciuto) da 28 mm sempre 2" e un cercatore 9x50 con innesto a coda di rondine e collimazione 2 viti + molla.

https://lh6.googleusercontent.com/-P..._mak180_02.jpg

Ovviamente questi pezzi sono di qualità solo sufficiente (non potrebbe essere altrimenti visto il prezzo complessivo dello strumento) in particolare il cercatore vale proprio poco e non è nemmeno paragonabile al 7x50 che ho sul Takahashi.
Messa a fuoco non regolabile sull'oculare, crocicchio non illuminabile, di grande spessore e non interrotto al centro, l'allineamento con 2 viti e una molla è tremendo... però guardandoci attraverso (uso diurno terrestre per ora!) la qualità ottica è buona, luminoso e con il campo poco distorto ai bordi. Intelligentemente sulla culatta del telescopio ci sono due coppie di viti per fissare la base del cercatore in due posizioni diverse in funzione se si usa il tubo a destra e a sinistra sulla montatura.

Conclusioni :
Non avevo alte aspettative per uno strumento cinese, ma la qualità in generale mi ha più che ben impressionato!
Se dovessi proprio paragonarlo agli altri strumenti che ho potuto utilizzare (dal punto di vista dell'intubazione e della qualità costruttiva) dire che è di certo fatto meglio del vecchio Meade (made in USA), non inferiore ad un datato C11 (sicuramente costruito prima che Celestron fosse rilevata da SW/Syntia), e naturalmente ben lontano dalla maniacale qualità Takahashi.

prezzo in offerta 932 €:ok:

A presto per la prova sul cielo!:hello:

Cocco Bill 26-04-14 15:43

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
Bene! facci sapere come andrà. Riguardo allo spessore dei fili del carcatore ti debbo dire che è bene che siano così, infatti se sono più sottili di notte non si vedono (una cosa provata personalmente), a meno di non avere il led che l'illumina. Anche quelli illuminati hanno il loro inconveniente, a me rimangono spesso accesi fino all'esaurimento della pila...

giovanni bruno 27-04-14 09:14

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
Ricordo il cercatore dell'eccezionale RUMAK INTES da 150/1800mm che possedetti tantissimi anni fa.

Il cercatore aveva un crocicchio talmente sottile che era del tutto invisibile di notte .

Per il MAK da 180/2700mm , scoprirai con il tempo di quanto sia facile e piacevole collimarlo e di quanto sia granitica la tenuta della collimazione .

Favoloso è il fuocheggiatore ed assolutamente non oscillante lo specchio all'inversione del fuoco.

Davvero un piccolo grande gioiello ottico meccanico.:ok::hello:

robely79 27-04-14 11:15

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
Si le premesse sono tutte buone per questo strumento ...che poi lo monto su AZ-EQ6 nuova anche quella che lo regge in assoluta scioltezza!

...purtroppo il meteo quì non mi concede niente
anche se l'altra sera la prima luce l'ha vista!
Marte tra le nubi con la AZ-EQ6 ancora senza alimentazione
...zero adattamento termico
la collimazione non è fuori di brutto, ma senza inseguimento è difficile tenere la stella al centro e valutare

certo che non sono abituato ad una focale di 2700 mm!

..il Nagler 9 mm che uso sul Taka per il Deep Sky sul Mak fornisce 300X (!)
con questo ingrandimento e zero acclimatamento mi aspettavo un Marte indecente invece prometteva bene ...poi le nubi mi hanno costretto a rientrare dopo nemmeno mezz'ora
Ho anche un Super Ploss Meade da 15 mm che fa 180X e sembravano pochi per
Marte
..ci vorrebbe un potere intermedio penso
e siccome sono innamorato dei Nagler pensavo già ad un 11, 12 o 13 rispettivamente 245, 225 e 208
il 12 Type4 però non mi entusiasma molto per il doppio barilotto, peso e dimensioni...

giovanni bruno 27-04-14 13:15

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
I NAGLER per il planetario li trovo francamente sprecati.

Meglio oculari molto contrastati sui 60° di campo apparente come i PLANETARY ED su focali corte e i CELESTRON X-CELL LX su quelle più lunghe.

Salendo di spesa ed in casa TELEVUE , io adoro i PANOPTIC .:hello:

robely79 27-04-14 14:02

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
Panoptic ho il 19 mm che uso sempre sul piccolo Taka per i bassissimi ingrandimenti su cielo nerisso di alta montagna (:love:)

sul Mak 180 il 19 mm fa 142x che possono andar bene in molte situazioni immagino e con la Powermate 2.5x che ho salto a 355x da verificare se sono ancora fruibili...

se prendessi il 24 mm Panoptic avrei 113x e 281x con la powermate 2.5x
il Panoptic 27 mm invece è da 2" e sulla Powermate non ci va... altrimenti farei 100x e 250x che sarebbe forse l'ideale

giovanni bruno 27-04-14 18:38

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
Tutto dipende dalla media del seeing della tua postazione.

Neanche l'ottimo MAK può nulla contro un cattivo seeing.:hello:

robely79 27-04-14 20:26

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
vedrò di usarlo un pò prima di pensare ad un nuovo oculare

con l'acquisto del Mak180 e AZ-EQ6 ho parecchi punti accumulati nel negozio salmoiraghi&viganò che mezzo ocurale ci scappa.... ma entro settembre!

giovanni bruno 28-04-14 07:11

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
Ricordati che in torretta binoculare la focale diventa più lunga di un 20% .

Quindi i 2700mm salgono a circa 3250 mm ,che con due PANOPTIC in torretta binoculare fanno 171x , molte serate i 171x saranno il massimo ingrandimento concesso dal seeing , almeno dalle mie parti.

I PANOPTIC da 19mm sono molto piccoli fisicamente e quindi molto adatti per la torretta binoculare.:hello:

robely79 28-04-14 07:27

Re: SkyWatcher - Mak180 Black Diamond
 
...niente torretta
e a dir il vero non ne ho neanche mai provata una :spaf:

comunque tutta la settimana brutto tempo, quindi il MAK resta nella scatola per ora!


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 23:18.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it